Cos’è il Modulo CID e come si compila la constatazione amichevole

Come si compila il modulo CID? A cosa serve? Dove si trova il modello? Queste sono le domande e qui si trovano tutte le risposte: vieni a dare uno sguardo.

modulo cid

Cos’è il Modulo CID e a cosa serve

Il suo nome vero è Modello CAI/CID, ed è quel modulo che ti consegnano quando ti assicuri per appuntare i dati dei veicoli e delle persone coinvolte in un sinistro, con le relative dinamiche. Il modello CAI (constatazione amichevole d’incidente) è una procedura semplice e veloce per ottenere il risarcimento dell’assicurazione.

La convenzione che diede vita al CID è stata cambiata, oggi abbiamo il CARD (Convenzione tra Assicuratori per il Risarcimento Diretto) e il modulo CAI ha preso il posto del CID per fare la constatazione amichevole dell’incidente. Ma molti ancora oggi parlano e chiedono del modulo CID. Quindi, a prescindere dal nome, quali sono le regole da osservare per compilare il modulo blu?

Perché avere il modulo CID in auto?

Compilare il CID è importante perché può aiutarti non solo a denunciare un sinistro e risolverlo il prima possibile, ma se compilato correttamente e in modo completo può anche ridurre i tempi per l’offerta del risarcimento danni.

“Senti, ho fretta, ecco il mio numero di telefono e la mia targa, poi ci incontriamo e ci sistemiamo senza mettere in mezzo l’assicurazione, ok?” No, mi spiace. Compilare il modulo è nell’interesse di tutti. Anche per evitare qualche fregatura: a parole siamo tutti in buona fede, ma rimandare “a dopo” una constatazione può far insorgere più problemi di quanti se ne possano immaginare.

Come compilare il modulo CID

Il primo passo per compilare il modulo CID: calma. Spesso la situazione è stressante, devi fare in fretta e chiudere il documento. Ma non sai come compilare correttamente tutte le parti o hai la paura di sbagliare qualcosa e vederti assegnato tutto il torto anche se hai ragione. Quindi devi mantenere sangue freddo e procedere senza fretta. Direi che è meglio mettersi subito a scrivere, che ne dici? Quindi dopo l’incidente devi prendere:

  • Modulo CID;
  • Libretti delle due automobili;
  • Patenti dei conducenti;
  • Certificati delle due assicurazioni.

Il modulo, come suggerisce il nome, indica un accordo tra le parti e sottolinea che entrambi gli automobilisti rinunciano alla procedura di liquidazione per l’incidente. Si tratta di una constatazione amichevole, quindi i modelli devono essere due. Non uno, in questo caso si tratta di una denuncia di sinistro. Ma come è strutturato il modulo CID/CAI? Ecco le varie sezioni.

Intestazione del modulo CID

È la parte più semplice. Data del sinistro, ora, luogo, eventuali feriti o danni materiali e i recapiti di possibili testimoni. Questi i dati importanti. Puoi inoltre indicare se, oltre ai veicoli, siano stati danneggiati altri oggetti. Anche a questo serve il modulo blu.

Veicolo A, Veicolo B

Io sono veicolo A o veicolo B? Non c’è un obbligo particolare. Diciamo che, per semplicità, chi sta compilando il modulo si assegna la lettera A. E la lettera B diventa quella dell’altro veicolo.

Una volta stabiliti i ruoli puoi compilare i dati richiesti. Nella sezione 8 c’è la compagnia di assicurazione: metti il nome della Compagnia, non quello dell’Agenzia. Nella sezione 10 devi indicare con una freccia il punto d’urto iniziale del veicolo, basta un segno o una crocetta. Nell’immagine trovi un esempio.

Modello CID

Stai guidando un furgoncino e tamponi una macchina che ti precede. Compili il modulo, hai deciso che sei il veicolo A, mentre la macchina è il veicolo B. Devi mettere un segno sull’immagine del furgoncino, all’altezza del cofano, nel riquadro dedicato al veicolo A, e un segno all’altezza del baule sull’immagine dell’auto nel riquadro B. Come puoi vedere anche dal disegno è tutto molto semplice.

Circostanze dell’incidente

Non sempre questa parte si compila con attenzione, ma è molto importante. Come puoi capire, il modulo CID presenta alcune dinamiche standard, sia A che B possono barrare quelle che intendono segnalare riguardo il proprio veicolo. Riprendo l’esempio fatto poco sopra: il furgone (A) ha tamponato l’auto (B) che era in sosta. L’aspetto di questa sezione sarà così:

modello CID - constatazione amichevole

Poi, non è detto che sulle spiegazioni dell’incidente si sia d’accordo. In questo caso ognuno indicherà le dinamiche del proprio veicolo. In fondo al foglio che stai compilando ci sono due caselle che chiedono di indicare a ciascun conducente quante opzioni del modello ha barrato. Fai attenzione e indica il numero di crocette che avete fatto, prima di firmare. Qui l’errore è in agguato.

Disegno del sinistro

Questa credo sia la parte che spaventa più di tutte. Non c’è bisogno di fare un quadro impressionista: un rettangolo è un’automobile o un furgone, una linea con due cerchi è una moto. Va benissimo così. L’importante è posizionare gli attori del sinistro nel modo più vicino possibile alla realtà, indicare con una freccia le direzioni e identificare i veicoli A e B.

Cos'è il Modulo CID e come si compila la constatazione amichevoleCos’è il Modulo CID e come si compila la constatazione amichevole http://bit.ly/2fuwEbz via @6sicuro

PDF Modulo CID: dove trovarlo

Adesso hai bisogno del modulo CID. Dove si trova questo documento? In primo luogo devo sottolineare questo: non esiste un modulo specifico per ogni assicurazione, è universale per tutti.

E non si compra, può essere ritirato gratuitamente nell’agenzia assicurazione o puoi scaricarlo online. Qui, ad esempio, trovi un modulo CID standard che puoi scaricare e compilare.

Cosa succede se la controparte non firma il modulo CID?

Devi convincerla, fa parte dell’interesse comune risolvere in questo modo. Ma cosa fai se la controparte non vuole sapere di firmare la sua parte del modulo o non collabora? Compila il tuo modulo CID e portalo comunque in assicurazione, prendendo come minimo nota della targa dell’altro veicolo coinvolto.

Se il modulo presenta una sola firma non sarà più una constatazione amichevole, ma una denuncia di sinistro e averla fatta andrà comunque a vostro vantaggio.

Tu hai già compilato un modulo blu?

Il modulo non è quello scoglio insormontabile che a molti sembra. Con un po’ di attenzione si compila: è questione di dieci minuti. Il modulo è valido in tutta la UE e in Svizzera, ogni assicuratore te lo fornirà. Ricorda sempre che compilarlo correttamente riduce di molto i tempi di risoluzione economica dell’incidente, se hai ragione. E se hai torto ti preserva da colpe aggiuntive. Questa è la base.

Ora ho bisogno della tua esperienza: hai già compilato un modulo blu? Facile? Difficile? Lascia la tua opinione nei commenti. E se qualche passaggio non è chiaro puoi dare uno sguardo a questa infografica: sei libero di linkarla sul tuo blog citando la fonte.

Modulo Blu Come si compila?

Riccardo Esposito

Sono un webwriter freelance, aiuto le aziende e gli imprenditori a comunicare online. Mi occupo di nuove tecnologie, social media, scrittura online. Il mio motto? Il mio regno per un post.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*