Lettera di conferma polizza vita

La lettera di conferma della polizza vita è un documento ufficiale di fondamentale importanza, con il quale la compagnia assicurativa conferma o meno l’accettazione della polizza e ufficializza il contratto tra le parti. Rispetto ad altre coperture, infatti, la validità dell’assicurazione vita è legata all’acconsentimento da parte della compagnia.

Prima della stipula l’impresa può richiedere alcuni documenti e accertamenti, allo scopo di comprendere se è possibile assicurare la persona con una polizza vita. L’esito della valutazione si conclude con l’emissione della lettera di conferma, con la quale la compagnia può autorizzare o rifiutare l’assicurazione in base alle rilevazioni effettuate.

Cos’è la lettera di conferma della polizza vita?

Soltanto per le polizze vita la compagnia assicurativa può accettare o respingere la proposta di assicurazione, comunicando la decisione alla controparte attraverso la lettera di conferma. Con questo documento l’impresa acconsente o declina la possibilità di sottoscrivere un’assicurazione vita, in base alle valutazioni effettuate tramite la documentazione presentata.

Una polizza vita infatti richiede l’analisi da parte della compagnia di una serie di aspetti, tra cui l’aspettativa di vita del contraente, i fattori ambientali che possono rappresentare dei fattori di rischio e le condizioni di salute della controparte. Per lo studio di questi requisiti l’impresa assicurativa può richiedere l’invio di alcuni documenti, come un certificato medico oppure un’autodichiarazione per indicare lo stato di salute presente e pregresso.

In questo modo la compagnia può conoscere non solo la situazione di salute attuale della persona, ma anche comprendere meglio quali sono le patologie pregresse, eventuali infortuni e il contesto ambientale storico del contraente. In genere viene richiesto a chi vuole stipulare un’assicurazione vita la compilazione di un questionario, all’interno del quale rispondere a una serie di domande.

In particolare, è necessario informare la compagnia in merito ad alcune condizioni, come lo stato di fumatore, l’età anagrafica, il peso corporeo, le malattie attuali e quelle pregresse, l’utilizzo di farmaci e gli eventuali interventi chirurgici realizzati. Inoltre, bisogna specificare se si svolgono lavori debilitanti o che espongono a dei rischi, indicando anche se si effettuano attività sportive pericolose.

Perché è importante la lettera di conferma della polizza vita?

Dopo l’invio del questionario e di tutti di documenti e gli adempimenti richiesti la compagnia procede con la valutazione assicurativa, analizzando la proposta per decidere se è possibile offrire o meno una polizza vita. L’esito viene indicato attraverso la lettera di conferma, un documento ufficiale il quale viene inviato alla controparte tramite email o posta raccomandata.

Se la domanda viene rifiutata significa che la compagnia non reputa possibile offrire la copertura richiesta, altrimenti se l’impresa accetta la proposta è possibile firmare il contratto e attivare la polizza vita in via definitiva. In quest’ultimo caso è fondamentale conservare la lettera di conferma, in quanto si tratta di un atto ufficiale con il quale far valere i propri diritti in caso di controversie legali.

L’assicurazione vita infatti è valida soltanto se accompagnata dalla lettera di conferma, un documento essenziale per ottenere i benefici della polizza come l’erogazione del premio in caso di decesso, malattia o invalidità. Questo documento invece non è necessario per altri prodotti assicurativi, come le polizze infortuni e malattia laddove specificato dalla compagnia.

Ovviamente è indispensabile compilare in modo corretto il questionario inviato dalla compagnia, fornendo informazioni veritiere secondo quanto richiesto dall’impresa assicurativa. In caso di falso, infatti, la polizza potrebbe essere annullata, come indicato dalle linee guida dell’IVASS e specificato dagli articoli 1892 e 1893 del Codice Civile.