Assicurazione auto e passaggio di proprietà: i casi

assicurazione auto passaggio proprietà

Quando si effettua il passaggio di proprietà, a seguito dell’acquisto di un’automobile, l’acquirente deve obbligatoriamente sottoscrivere un’assicurazione auto. L’RC auto, com’è noto, è prevista per legge ed è indispensabile ai fini del risarcimento di eventuali danni a terzi in caso di incidente.

assicurazione auto

Assicurazione auto e passaggio di proprietà

L’acquisto di un’auto è legato al passaggio di proprietà, l’atto con cui si registra appunto il passaggio di proprietà di un’auto da un proprietario ad un altro.

La macchina può essere nuova oppure usata, ma il passaggio di proprietà è obbligatorio per legge e, se non viene aggiornato il certificato di proprietà dopo un compravendita, si può incorrere in multe e sanzioni. Potrebbe anche essere ritirata la carta di circolazione. Se vuoi saperne di più, dai un’occhiata all’articolo Passaggio di proprietà Auto: come fare e quanto costa.

Ma cosa succede con l’assicurazione auto? Va tenuto presente che nel momento in cui viene perfezionato il passaggio di proprietà, chi acquista la macchina è tenuto a sottoscrivere una polizza RC auto, obbligatoria per legge. L’assicurazione auto è necessaria per rimborsare i danni a terzi che l’assicurato può provocare in caso d’incidente.

Ma attenzione: ricorda che per sottoscrivere un’assicurazione auto è necessario presentare alla compagnia assicurativa il documento del passaggio di proprietà.

Assicurazione auto e passaggio di proprietà: i casi Assicurazione auto e passaggio di proprietà: i casi http://bit.ly/2gJhz88 via @6sicuro

Assicurazione auto: acquisto della prima macchina

Ovviamente l’obbligo di sottoscrivere un’assicurazione auto riguarda anche chi acquista per la prima volta un’automobile. Infatti, dall’introduzione della Legge Bersani 248 del 4 agosto 2006, i neopatentati possono usufruire di agevolazioni nella sottoscrizione di una polizza RC auto.

Fino al marzo 2007, i neopatentati erano costretti a partire dall’ultima classe prevista dalla legge. Ora possono invece partire dalla classe di merito base, la 14esima, ma anche ereditare la classe di merito da un genitore o comunque da un familiare di primo grado convivente (madre, padre, fratello, sorella). Va ricordato che, per trarre vantaggio da quest’ultima possibilità, è necessario che il contraente non abbia più di venticinque anni.

Sull’intestazione del veicolo dev’essere riportato il nome del giovane e del familiare dal quale acquisirà la classe di merito. Sono solo due i documenti necessari per ottenere quest’agevolazione:

  • l’attestato di rischio del familiare dal quale il neopatentato erediterà la classe di merito;
  • il certificato di Stato di famiglia, redatto e rilasciato dal proprio Comune.

Assicurazione auto

Chi non è neopatentato ma è già proprietario di un veicolo e vuole cambiare auto, in caso di vendita o rottamazione può trasferire l’assicurazione auto dalla vecchia vettura a quella nuova. Acquistando un’auto è anche possibile stipulare una nuova RC auto ereditando la classe di merito.

Come già ricordato, nel caso di trasferimento dell’assicurazione auto da un vecchio veicolo a uno appena acquistato, è obbligatorio presentare alla compagnia assicurativa il passaggio di proprietà prima della stipula dell’RC auto.

Se invece si vuole rottamare la vecchia automobile, è necessario sottoporre alla società di assicurazioni il certificato di avvenuta rottamazione del veicolo.

Se stai acquistando una nuova auto e vuoi confrontare le offerte delle compagnie assicurative per scegliere la migliore e la più conveniente, il consiglio è di usare il nostro comparatore.

Francesco Candeo

Studio, pianifico e implemento i modi migliori per raccontare in rete le persone e le loro attività. Amo ogni tipo di linguaggio, specie se digitale, e mi occupo di ciò che rende interessante il web: i contenuti.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*