Nel presente sito 6sicuro fa uso di cookies al fine di fornire una migliore esperienza di navigazione all'utente. Potrebbero essere presenti, inoltre, cookies di terze parti. Continuando a navigare nel sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi l'informativa .
Confronta Gratis le Migliori Assicurazioni Online
6sicuro > Blog > Assicurazioni > Distanza di sicurezza: come si calcola
Confronta 18 assicurazioni

Distanza di sicurezza: come si calcola

12 marzo 2013 | In: Blog | Tags:

Distanza di sicurezza: come si calcola

Quanto siete prudenti alla guida del vostro veicolo? Vi ritenete dei piloti professionisti mancati, quindi aggressivi e scattanti, o siete più razionali e prudenti? In ogni caso la distanza di sicurezza può salvarvi la vita.

La distanza di sicurezza è la distanza minima che ogni veicolo in movimento deve mantenere da quello che lo precede, in modo da potersi arrestare al momento richiesto senza tamponarlo. Un piccolo dettaglio, spesso ignorato, ma che in molti casi decide della vita degli automobilisti e dei passeggeri.

Non è facile determinare la giusta distanza di sicurezza. In teoria, il calcolo delle distanza minima dovrebbe partire dal determinare l’equivalente della distanza percorsa in un secondo dal veicolo.

Per determinare la distanza di sicurezza, da tenere in base alla velocità del proprio veicolo, basta conoscere lo spazio d’arresto. Togliendo l’ultima cifra alla velocità registrata e moltiplicando il tutto per tre otterremo lo spazio in cui si dovrebbe fermare il veicolo.

Quindi se state viaggiando a 100 km/h il vostro spazio d’arresto sarà di 30 metri, quindi la distanza di sicurezza da tenere dovrà essere superiore allo spazio d’arresto. Si tratta di un metodo di calcolo base, sviluppato in maniera semplice per venire incontro a un approccio matematico più elaborato e da altre variabili fisiche. Vediamo nel dettaglio.

La distanza di sicurezza è un valore direttamente proporzionale alla velocità del veicolo, ma  nel calcolo non bisogna esclude altri fattori importanti. La distanza di sicurezza è fortemente influenzata da: il tipo e lo stato di efficienza del veicolo, la velocità, la visibilità, le condizioni atmosferiche, la prontezza di riflessi del conducente, le condizioni del traffico, la pendenza della strada, le condizioni del manto stradale e infine dall’entità del carico. Tutti questi fattori sono delle variabili, che possono far aumentare o diminuire la distanza di sicurezza da tenere nei confronti del veicolo che precede.

Una semplice formula da ricordare per calcolare approssimativamente una buona distanza di sicurezza è quella di dividere la propria velocità per 10 ed elevare al quadrato il risultato. Avrete un buon indicatore, espresso in metri, della distanza da tenere dal veicolo che vi precede. Quindi a 50km/h si dovrebbe mantenere una distanza di 25 metri e non 15, come suggerito dal primo metodo. [50 diviso 10, 5. 5 per 5, 25]

<<Clicca qui e TWITTALO>>
Distanza di sicurezza: come si calcola http://bit.ly/13PtAvE via @6sicuro

La sicurezza stradale è fondamentale, per se stessi ma anche per chi ci circonda: alla guida è opportuno considerare molti fattori e prendere tutte le precauzioni possibili. La polizza Rc Auto protegge il vostro veicolo, i passeggeri e ciò che vi circonda. Assicurare il guidatore è una clausola accessoria, spesso davvero economica, che conviene considerare nell’atto della stipulazione. Ci avevate mai pensato?

avatar

Social media specialist, community manager, consumatore di cultura audio-video-testuale. Vede la comunicazione in ogni prodotto, parola, gesto e gli piace osservare e scrivere di quelle accezioni sempre un po’ nascoste.

Commenti Facebook
1 Commenti
  1. avatar

    Questo metodo pur corretto comporta:
    Verifica velocità
    Calcolo
    Verifica distanza a braccio
    Il classico modo dei 2 secondi (aumentabili in base al carico dell’auto, alla sua efficienza, e alla presenza a bordo di bambini) facilmente attuabile! guardando la macchina davanti si contano mentalmente i secondi stoppandoci quando si arriva nello stesso punto in cui l’altra macchina era quando si è iniziato a contare. Semplice e efficace, non si puo sbagliare!! E tiene perfettamente conto del fatto che più la velocita aumenta più la distanza aumenta!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Preventivo Assicurazione
Cerca nel Blog Assicurazioni
Cerca Assicurazione Auto
Ultimi Post Blog Assicurazioni
 
Google Plus
newsletter assicurazione
Iscrizione
NEWSLETTER
Segui 6Sicuro su Facebook Segui 6sicuro assicurazione su Google+ Segui 6sicuro in Twitter Iscriviti al Feed 6sicuro assicurazioni