Le 10 auto più rubate in Italia

La classifica delle auto più rubate in Italia parla chiaro: secondo LoJack, nel 2015, sono state rubate 14 auto l'ora fino a un totale di 120.495 veicoli nell'arco dell'anno. Le più ambite? Tutte italiane: Fiat Panda, Punto e 500.

auto più rubate italia

Le auto più rubate in Italia nel 2015

Secondo le ultime analisi LoJack – commissionate dal Ministero dell’Interno – nel 2015 vengono rubate circa 14 auto all’ora. Le vetture al centro delle attenzioni dei ladri sono sempre le utilitarie, facili da rubare e da rivendere.

Ma ci sono anche equilibri che cambiano: una maggiore diversificazione dei furti e un lavoro intenso da parte delle organizzazioni malavitose che rubano auto per inserirle nel circuito dei pezzi di ricambio. In questo modo diventano impossibili da recuperare. I furti d’auto nel 2015 si diversificano anche in base alla città: a Roma si concentrano i ladri che preferiscono le Smart, mentre a Milano c’è grande richiesta di Range Rover.

Interessante notare anche l’evoluzione dei tempi: nel 1993 i ladri impiegavano circa 10 minuti per rubare un’auto mentre oggi, complici i nuovi sistemi elettronici che dovrebbero impedite tutto ciò, bastano 14 secondi.

Le auto più rubate regione per regione

Vi sono delle differenze di numeri da regione a regione: nella classifica dei numeri per regione nel 2015 il record di furti è appartenente alla Campania, con quasi 23.700 furti di auto, ma con una percentuale di recupero pari al 36%. Seconda posizione per la regione Lazio con 18.700 furti con una percentuale di ritrovamento che si attesta poco sotto al 30%.

La Puglia conta 17.000 furti e una percentuale di rinvenimenti del 45%, mentre la regione Lombardia è al quarto posto con 15.100 veicoli rubati, con una percentuale di ritrovamento quasi del 50%, cioè quasi una su due). Quinta c’è la Sicilia con 14.600 furti ed il  42% di rinvenimenti.

Vista anche la dimensione e la popolazione relativamente molto bassa rispetto alle altre regioni, la regione Valle d’Aosta conta 40 autoveicoli rubati di cui 15 recuperati per una percentuale del 38%. Virtuose sono le forze dell’ordine del Trentino Alto Adige che recupera il 72% dei veicoli rubati (poco più di 220 nel 2015)  mentre il Molise solo il 27% (su circa 350 vetture rubate).

Napoli è la città in cui si registrano più furti d’auto (47 al giorno in media e ben il 73% dell’intera regione Campania), ma soltanto il 38% delle auto rubate nel capoluogo viene ritrovato. Il 92% dei veicoli rubati in tutto il Lazio sono rubati a Roma, la quale ha anche una percentuale di recupero piuttosto bassa, che si attesta al 28%. Milano invece conta in città 25 furti giornalieri di auto in media e le forze dell’ordine ne ritrovano il 43%.  Belluno risulterebbe la città più sicura: 19 auto rubate al giorno e rinvenimenti pari al 68%.

Curioso il dato relativo ai camion: come regione prevale la Sicilia con 360 furti complessivi, seguita dalla Lombardia e dalla Campania (280) su un totale di 2.275 furti registrati nello scorso anno, circa 200 in più rispetto all’anno prima, ma qui i numeri vanno presi molto con le molle in quanto moltissimi sono influenzati dalla tipologia di merce presente sul camion, che “attira” l’attenzione spesso più dell’automezzo.

Cosa fare in caso di auto rubate

La prima cosa è avere il possesso del Certificato di Proprietà il quale, conseguentemente alla denuncia di furto dell’auto, deve essere aggiornato riportando appunto il furto stesso. Qualora sia stato sgualcito, risultasse illeggibile oppure fosse andato smarrito, è doveroso richiedere un duplicato presso un’agenzia adibita e se si è già rientrati in possesso dell’auto, va dichiarato per un nuovo aggiornamento del cartaceo.

Questa operazione deve vedere allegata la denuncia presentata forze dell’ordine oppure una dichiarazione che riporti la data e la località dove essa sia stata effettuata in occasione del furto subito. La nota di presentazione, altro elemento importante, va apposta dietro il certificato di proprietà. Inoltre deve esserci un documento delle autorità preposte, che accerta la riconsegna del veicolo rubato al suo legittimo proprietario. Non è sufficiente quindi dichiarare che si è rientrati in possesso del veicolo illecitamente sottratto, ma deve esserci dichiarazione espressa, da allegare alla pratica.

Si ricorda che se l’auto dichiarata rubata è stata ritrovata e trasportata mediante il carro attrezzi in un deposito o presso un punto di ritiro, vanno pagate anche le spese di trasporto e di deposito. Vi sono anche delle agenzie di pratiche auto che possono gestire le operazioni del caso, e a questo punto si corrisponderà loro un corrispettivo.

Ma quali sono le auto più rubate in Italia nel 2015?

Andiamo ora a scoprire la classifica della auto più rubate in Italia nel 2015. Se il podio è tutto italiano, chi occuperà le posizioni in fondo alla classifica?

RC AUTO: abbiamo ritenuto utile inserire una nota in merito al costo dell’RC Auto, indicando il migliore e peggior prezzo offerto dalle compagnie assicurative da noi confrontate. Per avere dei dati omogenei abbiamo utilizzato, per tutti i modelli, il profilo 3 del libretto rosso di QuattroRuote: uomo, 40 anni, patente da 22 anni, CU di assegnazione 1 da più di un anno e nessun sinistro nei 5 anni precedenti. La città di residenza ipotizzata è Piacenza.

1. Fiat Panda

fiat panda

Con 11.813 unità (l’11,00% sul totale delle auto vendute) la Fiat Panda è l’auto più rubata in Italia. Un primato non felice, che però è anche indice del fatto che ne circolano parecchie sulle nostre strade (l’andamento dei furti infatti è direttamente proporzionale all’andamento delle vendite)

RC Auto Fiat Panda – da 216,32 € con Direct Line a 543,43 € con Linear

2. Fiat Punto

fiat punto - auto più rubate

A quota 9.884 c’è un’altra auto storica della produzione FIAT: la Punto. Un’auto di piccola dimensione, semplice da scassinare e da inserire nel circuito dei pezzi di ricambio. Secondo posto anche negli anni precedenti.

RC Auto Fiat Punto – da 216,32 € con Direct Line a 543,36 € con Linear

3. Fiat 500

500 auto

Ancora una conferma in casa Fiat: con 6.825 auto rubate, la Cinquecento conquista la medaglia di bronzo tra le auto preferite dai ladri. Molte vengono ritrovate dalle forze dell’ordine, ma altre vengono risucchiate dalla malavita per essere rivendute o riutilizzate per attività criminali.

RC Auto Fiat 500 – da 228,68 € con Direct Line a 600,13 € con Linear

4. Lancia Ypsilon

lancia ypsilon - auto rubate in italia

Si interrompe (almeno per il momento) l’infelice classifica FIAT. Tra le vetture più rubate d’Italia arriva un brand differente: Lancia Ypsilon. Questa è la quarta vettura che compare nei verbali di Carabinieri e Polizia, con un totale delle auto rubate che arriva a quota 4.448.

RC Auto Lancia Ypsilon – da 216,32 € con Direct Line a 594,74 € con Linear

5. Fiat Uno

fiat uno 6sicuro

Ritorna la FIAT nella classifica delle auto più desiderate dai ladri. Poche centinaia di unità separano la Uno dalla Lancia Ypsilon: con 4.184 auto rubate si guadagna un quinto posto di tutto rispetto .

6. Ford Fiesta

Ford Fiesta - auto rubate nel 2015

Le Ford Fiesta compaiono con 3.178 episodi denunciati. D’altro canto questa vettura conferma la propria leadership europea tra le auto di piccole dimensioni già nel 2014: la correlazione tra questi dati appare chiara.

RC Auto Ford Fiesta – da 213,98 € con TUA a 527,33 € con Linear

Le 10 auto più rubate in ItaliaLe 10 auto più rubate in Italia http://bit.ly/1s3wVlk via @6sicuro

7. Volkswagen Golf

Volkswagen Golf

Purtroppo anche la Golf è preda ambita dai ladri: in Italia ne sono stati denunciati furti per 2.880 unità. Un numero inferiore rispetto al passato (nel 2013 i furti hanno toccato quota 3.295), ma comunque indicativo di un settore malavitoso che cerca auto con determinate caratteristiche.

RC Auto Volkswagen Golf – da 216,32 € con Direct Line a 543,36 € con Linear

8. Smart Fortwo

Smart Fortwo

Ho citato la Volkswagen Golf come auto che soddisfa una determinata esigenza, lo stesso vale per la Smart Fortwo: pratica e indicata per la vita metropolitana, ha raggiunto 2.446 furti nella seconda metà del 2015. Le sue caratteristiche la rendono ideale per chi si muove in città, ma anche per i ladri che vogliono “ottimizzare” il settore city car.

RC Auto Smart Fortwo – da 221,89 € con Direct Line a 664,20 € con Linear

9. Fiat Grande Punto

Fiat Grande Punto

“Solo” 1.594 unità rubate per un’altra auto della FIAT. Un’auto semplice, perfetta per la vita metropolitana, facile da rivendere anche sotto forma di pezzi utili per chi cerca ricambi.

RC Auto Fiat Grande Punto – da 236,44 € con Direct Line a 632,01 € con Linear

10. Opel Corsa

Opel Corsa

Ultimo posto per la Opel Corsa con 1.522 unità rubate nell’ultimo anno. Dopo un predominio importante della FIAT arriva finalmente (è un modo di dire, eh) un altro brand a occupare la top ten delle auto più rubate in Italia. Di sicuro, però, è in quella delle vetture più belle e richieste.

RC Auto Opel Corsa – da 216,32 € con Direct Line a 543,36 € con Linear

La tecnologia a servizio del cittadino

Grazie ad alcune applicazioni per telefoni e tablet è ora possibile, anche per un normale cittadino, verificare se una vettura risulta rubata o coperta da regolare copertura assicurativa (nel caso di un incidente).

Una tra le più conosciute applicazioni porta il nome di Veicoli Rubati ed è scaricabile dalla piattaforma Google Play per telefoni con sistema operativo Android: il suo funzionamento è semplice e richiede soltanto di inserire il numero di targa o di telaio di un veicolo. Sfruttando l’archivio della Polizia di Stato, nel giro di pochi istanti sarà possibile venire a conoscenza dello stato della vettura. In caso dovesse risultare rubata, è possibile salvare la ricerca e contattare la polizia stessa, condividendo la propria ricerca mediante invio di mail o di sms.

Controllo Veicoli Free

Una seconda applicazione si chiama Controllo Veicoli Free e anch’essa condivide l’archivio online della Polizia di Stato e quello del Ministero dei Trasporti. Con tale applicazione è possibili ricevere informazioni non solo su eventuali furti, ma anche sullo stato dell’assicurazione. Basta inserire il numero di targa o del telaio, anche di ciclomotori, e si ricevono subito i dettagli richiesti.

Ulteriori applicazioni gratuite sono Controllo Veicoli Rubati, Auto Rubate e Controllo RCA Veicolo Free. Le informazioni ricavabili sono esclusivamente sul veicolo e non sul proprietario.

Kleinmetall - Antifurto per auto con barra di blocco a bloster...

Kremer (DE) - Automobile - Italiano, Tedesco, Francese, Inglese, Spagnolo

34,95 EUR
Cora 000103020 Super Block Antifurto Blocca-Volante per Auto...

Cora S.p.A - Automobile - Italiano

43,03 EUR
14%
Bullock 146714 Antifurto Universale Defender...

Bullock - Automobile - Italiano, Tedesco, Francese, Inglese, Spagnolo

44,00 EUR 38,00 EUR
Bullock Defender Antifurto...

Bullock - Automobile - Italiano, Tedesco, Francese, Inglese, Spagnolo

38,00 EUR

Furto dell’auto: è capitato anche a te?

Come puoi ben capire da questa classifica, le auto più rubate in Italia sono di piccole o medie dimensioni: utilitarie, auto semplici da scassinare e da riutilizzare. Anche se c’è un nuovo interesse nei confronti dei SUV, l’auto media resta al centro delle attenzioni dei malviventi.

Le 10 auto più rubate in ItaliaLe 10 auto più rubate in Italia http://bit.ly/1s3wVlk via @6sicuro

Ora passo a te la parola: hanno rubato la tua auto? Era nella top ten? Racconta la tua esperienza.

Riccardo Esposito

Sono un webwriter freelance, aiuto le aziende e gli imprenditori a comunicare online. Mi occupo di nuove tecnologie, social media, scrittura online. Il mio motto? Il mio regno per un post.

Commenti Facebook

17 Commenti

  1. Avatar
    gabriele aprile 03, 2014

    Però! come sono patriottici questi ladri!

    Rispondi
  2. Avatar
    Giuseppe aprile 03, 2014

    Volevo chederti se nellarticolo puoi inserire oltre che l’RCA con ipotesi di residenza a Milano, l’RCA con ipotesi residenza Napoli, con le stesse altre condizioni ipotetiche identiche.

    Rispondi
    • Avatar
      Salvatore Russo aprile 03, 2014

      Ciao Giuseppe,
      lo faremo nei prossimi giorni e ti avviso 😉

      Rispondi
  3. Avatar
    gaeta aprile 03, 2014

    Ma dove li avete presi i prezzi del pagamento assicurazione.Io pago € 875,00 anno in 1° classe con la mia y costruzione dell’anno 2010 è ho installata la scatola nera

    Rispondi
    • Avatar
      luca maggio 20, 2016

      prova allianz

      Rispondi
  4. Avatar
    Straffalaci natale aprile 03, 2014

    Scusate, ma i prezzi delle assicurazioni a quale anno sono riferite? Ma in Italia oppure dove. Io sono calabrese 33 anni di guida 2/3 incidenti eppure pago molto di piu’ de prezzi che dite voi, ma avete l’idea di quanto paghiamo in calabria, io si e mi sa che voi no. Grazie

    Rispondi
    • Avatar
      Salvatore Russo aprile 07, 2014

      Ciao Natale,
      certo che sappiamo quanto si paga in Calabria. Molti della tua Regione usano il nostro comparatore gratuito delle tariffe assicurative per risparmiare, infatti tra quella più cara e quella più vantaggiosa nella tua Regione, a parità di condizioni, ci sono circa 900 euro di differenza…
      Detto questo nell’articolo è ben specificato che i prezzi si riferiscono, per uniformità, allo stesso profilo e per l’esattezza al profilo 3 del libretto rosso di QuattroRuote: uomo, 40 anni, patente da 22 anni, CU di assegnazione 1 da più di un anno e nessun sinistro nei 5 anni precedenti. La città di residenza ipotizzata è Milano.
      Perché? Perché lo scopo è far capire come anche la tipologia di auto, a parità delle altre condizioni, influenza il prezzo dell’RC Auto. Se invece vuoi sapere i prezzi Regione per Regione allora puoi usare diretamente il nostro comparatore http://assicurazioni.6sicuro.it/preventivi/assicurazione-auto oppure l’Osservatorio Prezzi 6sicuro http://www.6sicuro.it/tag/osservatorio/

      Rispondi
  5. Avatar
    giuseppe A207 aprile 04, 2014

    ma… un satellitare su tutte le auto? ormai i costi sono veramente scesi, e già dal primo anno, inclusa l’installazione, su macchine da 20.000 euro in su di valore, si spende complessivamente meno. ci si arriverà quando la politica (in senso ampio) sarà un po’ più lungimirante e non penserà solo a incassare accise sulla benzina o superbolli. buona giornata.

    Rispondi
    • Avatar
      samantha settembre 30, 2016

      purtroppo,non serve nemmeno il satellitare!! c’è un marchingenio se si mette sotto la macchina e che cripta il segnale….io abito a trieste pensavo fino a 2 settimane fa di vivere in un’isola felice,poi mi hanno rubato la macchina e insieme alla mia altre 4…il problema è che le macchine rubate qui passano tutte il confine con la slovenia che dista 5 km

      Rispondi
  6. Avatar
    alewriter aprile 06, 2014

    Ottimo articolo. Sarebbe interessante conoscere la classifica relativa alle due ruote. Ho appena comprato una Ducati e sto valutando se inserire la clausola furto e incendio nella assicurazione moto

    Rispondi
  7. Avatar
    alfi luglio 02, 2015

    mi spieghi perchè spendo meno con la mia assicurazione sempre online rispetto al vostro comparatore ma differenze dai 100 ai 300 euro

    Rispondi
    • Avatar
      Salvatore Russo agosto 04, 2015

      Ciao Alfi,
      te lo spiego se mi dici con quale compagnia assicurativa sei assicurato e se il preventivo da noi lo hai fatto con la stessa mail con cui hai commentato, in modo tale da fare tutti i controlli del caso.
      La prima ipotesi è questa: il comparatore confronta le tariffe in modalità “nuovo cliente”, essendo tu un cliente già acquisito, la compagnia potrebbe averti riservato un prezzo speciale.
      Detto questo, il comparatore serve a capire se ci sono offerte migliori a quelle già accettate, nel tuo caso non è così 😉

      Rispondi
  8. Avatar
    Nicola agosto 25, 2015

    Qui a Bari è da piu’ di un anno che stanno rubando le Nissan Qashqai. A me personalmente a fine luglio, a 4 persone che conosco (tra amici e colleghi). Per curiosità tutte presso l’abitazione dei proprietari. E nessuno si muove…

    Rispondi
  9. Avatar
    Annita dicembre 29, 2015

    Ciao a noi il 28 dicembre 2015 hanno rubato una Ford focus station wagon 1,6 diesel del 2013 secondo voi è x rivenderla all’ estero o c’è qualche possibilità di ritrovarla?

    Rispondi
  10. Avatar
    Torquato maggio 08, 2016

    Le Panda hanno questo grave problema; io ne so qualcosa. Nel 1999 hanno rubato una delle due FIAT Panda, immatricolata all’inizio degli anni 90, presa di mira per ben tre volte: le prime due volte ritrovata nello stesso quartiere e via del centro storico ancora in buono stato; ma la terza volta è stata quella definitiva, ritrovata tutta smontata nel 2001 in un quartiere di estrema periferia 🙁 . L’altra Panda immatricolata in Aprile 1999 MAI rubata per la presenza del KEYLock codice kiave interfacciato all’antifurto con allarme.

    Rispondi
  11. Avatar
    Mimmo ottobre 23, 2016

    Mi incuriosisce sapere il discorso sulla nuova tendenza nei furti dei suv. Vivo in provincia di Bari e sono indeciso se assicurare contro il furto una nuova Hyundai Tucson (1.7 crdi xpossible) oppure se investire in un buon impianto di allarme.

    Rispondi
  12. Avatar
    mauro pistola gennaio 12, 2017

    le auto che oggi nel 2017 appena iniziato hanno smesso di rubare sono le vw golf e perche.’ perche’ la fabbrica della vw in germania ha saputo che le golf sono auto appetitose dai ladri e allora cosa hanno fatto, hanno copiato gli americani nella seconda guerra mondiale ,vedi battaglia dell’atlantico gli U-BOAT tedeschi quanto naviglio hanno affondato in milioni di tonnellate? tanto ebbene gli americani con la classe LIBERTY navi prefabbricate e assemblate nei bacini di carenaggio hanno posto la parola fine agli affondamenti se gli U-BOAT AFFONDANO 6.000.000 DI TONNELLATE DI NAVIGLIO , PERCHE’ L’AFFONDATO E’ DIRETTAMENTE PROPORZIONALE AL NAVIGLIO PRODOTTO vi torna fino a qui si oo allora se gli usa con la classe liberty producono 10 sestigliardi di tonnellate di navi circolanti tra navi militari e mercantili il divario della forbice tra il prodotto e l’affondato e’ nullo per riequilibrare l’affondatore si dovrebbero costruire sommergibili come la classe liberty cioe ‘ prefabbricati e assemblati anche nei fiumi come il reno, o alla rochelle in francia sulla costa atlantica vicino alla citta’ di bordeaux. ma convertire un sistema collaudato come quello tedesco ha favore di un sistema che a quell’epoca era poco sicuro (non per gli usa) . ed ecco che nei cantieri navali tra incursioni aeree e altro si continuarono ha mettere a mare o ha varare nuovi U-BOAT come quello con lo snorkel che dava il vantaggio iniziale di ricaricare le batterie senza dover uscire in superficie . ora ritornando alla nostra vw golf se il rubato e’ direttamente proporzionale al prodotto lo sforzo fisico dei ladri nel 2010 e’ x dal 2012 in poi la vw cosa fa’ invece di produrre 10.000.000 di golf ne produce 300sestiliardi di vw golf di tutti i modelli, e ne costruisce altri 900optiliardi di pezzi di ricambio sicuri e indenni dalle contraffazione dei ladri e li rivende a prezzi di realizzo come parafanghi gia’ verniciati con l’antiruggine e gia’ verniciati con i colori dal pastello al metallizzato. ed ecco il motivo che c’e’ stato il crollo da parte dei ladri di rubare altre golf il mercato delle golf e’ arcistrasaturo sia di circolante che di pezzi di ricambio sia dal primo modello della golf , fino a quello di ultima generazione compreso l’ultimo modello quello a tre cilindri di 1.0 di cilindrata con l’abbinamento con il cambio automatico robotizzato DSG , E A 8 MARCE SEQUENZIALE . i ladri delle golf sono diventati come negri e sono arcincazzati per via che la vw ha strasaturato il mercato con le loro stramaledette golf e pertanto il desiderio di possedere la golf e’ sceso ed con esso e’ calato il prezzo di acquisto . si vendono vw golf a prezzi di realizzo € 9.000,00 per il modello base ma se le riviste parlano di € 22.000,00 come si giustifica l’errore il prezzo imposto e’ € 22.000,00 ma poi c’e’ il prezzo trattabile , c’e’ la rottamazione dell’altro mezzo, le km zero , il pagamento rateizzato compri oggi 12 gennaio 2017 e inizi ha pagare dal 12 gennaio 2018 12 mesi senza che la vw incassi un centesimo di € e se non ti va piu’ di avere tra le mani una golf prima del 12 gennaio del 2018 la rendi indietro e acquisti un altra auto. ecco spiegato il crollo della vw golf , il diesel gate e’ solo una goccia di chiacchiere e niente di piu’ ecco che nel mondo della maxi globalizzazione chi produce deve per ragion di cose essere in surplus , monetario e di alta tecnologia produttiva in pratica le case automobilistiche e per la prima metto la vw hanno aderito al folle progetto che il prodotto sia universalmente stratosferico tra il circolante e il rubato cosi come tra il prodotto come ricambio , gestito con il sistema della globalizzazione dalle case automobilistiche che quello proveniente dalle auto rubate e poi smontate per fornire i ricambi che poi finivano, nei demolitori detti anche sfasciacarrozze , per lo piu’ molti di loro sono collusi con il mondo malavitoso, il quale si trova di punto in bianco ha reinventarsi un nuovo modo di rubare non piu’ automobili , ma tir,treni,aerei,yact, navi, pulman, movimento terra, e banche. lo jammer e’ un oggetto che fu creato per la guerra del vietnam dagli americani , e poi usato anche nella guerra del golfo la DESERT STORM . FUNZIONAMENTO DELLO jammer semplice l’utensile presenta una scatola in alluminio o lamiera fine zincata, di forma rettangolare alla base vi e’ l’alloggamento per una batteria a ioni di litio ricaricabile mediante adattatore alla presa della corrente come un rasoio elettrico o un cellulare, munito di un trasformatore il voltaggio iniziale e’ intorno a 15 volt sino al raggiungimento di una scarica da 1500 volt in corrente continua a quasi 900 hampere la durata massima e’ di 8 ore in cima all’utensile vi sono due antenne in acciaio flessibile rivestito in pura gomma in cima alle antenne vi sono due filettature e li si avvitavano due cateteri in rame rivestito di gomma uno andava nell’uretra e l’altro nella zona dell’ampolla rettale , scopo della tortura era far parlare i vietcong sia che fossero soldati dell’esercito che marinai fluviali, che piloti da caccia del nord vietnam costoro oltre ha pisciare sangue vivo e lo stesso cacare sangue lo scopo era di indurre il nemico ha rivelare le posizioni del nemico in battaglia e la loro dislocazione strategica. il congegno fu un successo tanto che poi nel film casino’ con de niro e jo pesci il congegno venne chiamato il pungolo . anno scorso le jene lo hanno testato in un parcheggio di un supermercato nell’interland milanese con lo scopo di disattivare la chiusura delle serrature centralizzate delle automobili appena parcheggiate. in questo modo il cliente vittima parcheggia l’auto aziona il telecomando e va di corsa ha fare la spesa credendo di aver chiuso le porte, con lo jammer in giro invece le portiere sono aperte e i topo d’auto ha buon gioco nel ripulire o rubare nelle tasche dell’auto cellulari,tablets,note book, martello, occhiali da sole. e questo sicuramente sara’ il nuovo lavoro dei ladri di automobili i quali visto l’inutilita’ di ubare un auto si daranno ha rubarne il contenuto all’interno di essa.

    Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*