Bollo auto non pagato: arriva la radiazione d’ufficio

Se non paghi il bollo auto per tre anni consecutivi e ignori gli avvisi della Regione, scatta la radiazione d'ufficio e puoi dire addio al tuo veicolo. Le maxi multe sono già state spedite in Puglia e potrebbero allargarsi in tutta Italia.

bollo auto radiazione d'ufficio

Radiazione d’ufficio e bollo auto: il “caso” pugliese

Non paghi il bollo auto? Puoi dire addio alla tua macchina! È questa la sanzione che la regione Puglia mise in atto l’anno scorso per combattere gli evasori della famigerata tassa automobilistica. Una privazione che ha interessato moltissimi imprenditori e non, colpevoli di non aver pagato il bollo auto per tre anni.

Dai piani alti della Regione non vollero sentire scuse: se non paghi ti arriva l’avviso e, se lo ignori, dopo 30 giorni arrivano i Carabinieri. Ritiro della carta di circolazione, della targa e cancellazione dal PRA. Addio veicolo insomma.

Stiamo parlando di un provvedimento che ai tempi sembrò eccessivo, ma che si riconduce all’articolo 96 del Codice della Strada applicabile in tutta Italia!

Bollo auto non pagato: attenzione all’articolo 96

L’articolo è molto chiaro in merito e recita:

“1. Ferme restando le procedure di recupero degli importi dovuti per le tasse automobilistiche, l’A.C.I., qualora accerti il mancato pagamento di detti tributi per almeno tre anni consecutivi, notifica al proprietario del veicolo la richiesta dei motivi dell’inadempimento e, ove non sia dimostrato l’effettuato pagamento entro trenta giorni dalla data di tale notifica, chiede la cancellazione d’ufficio del veicolo dagli archivi del P.R.A., che ne dà comunicazione al competente ufficio della Direzione generale della M.C.T.C. per il ritiro d’ufficio delle targhe e della carta di circolazione tramite gli organi di polizia, con le modalità stabilite con decreto del Ministro delle finanze, sentito il Ministro dei trasporti e della navigazione.”

Ricordiamo che le sanzioni per il bollo auto non pagato variano in base ai giorni di ritardo e, come riportato nell’articolo Che accade se non pago il bollo auto? si aggiornano in base ai giorni:

– Entro 14 giorni sanzione pari allo 0,1% per ogni giorno di ritardo
– Dal 15° al 30° giorno sanzione pari all’1,5% dell’importo originario della tassa automobilistica
– Dal 31° al 90° giorno sanzione pari all’1,67%  dell’importo originario della tassa automobilistica
– Dal 91° giorno a 1 anno sanzione pari al 3,75% dell’importo originario della tassa automobilistica
– Oltre 1 anno  sanzione pari al 30% della tassa dovuta oltre gli interessi moratori da calcolare per ogni semestre di ritardo (fino al 30/06/2003 2,5%, dal 01/07/2003 al 31/12/2009 1,375% e dal 01/01/2010 1%)

La situazione è chiara: se non paghi il bollo auto e ignori gli avvisi, perdi il tuo veicolo. Questo vale in Puglia come in tutte le altre regioni d’Italia.

Bollo auto non pagato: arriva la radiazione d'ufficioBollo auto non pagato: arriva la radiazione d’ufficio http://bit.ly/2eMr2rg via @6sicuro

Bollo auto non pagato: che succede?

Come recita l’articolo 96, il procedimento di radiazione d’ufficio può essere applicato da tutte le realtà territoriali. Dopo 3 anni senza pagamento accertato del bollo auto e una volta notificato l’atto, l’automobilista ha 30 giorni di tempo per mettersi in regola. In caso contrario scatta appunto la legge e addio auto.

Il funzionamento è in vigore da sempre, ma spesso e volentieri sono casi estremi che non saltano alla cronaca.

Ho ricevuto una raccomandata: che fare?

Non hai pagato il bollo per tre anni consecutivi ed è arrivata la raccomandata che ti avverte che il tuo veicolo sarà radiato. Come puoi evitare la messa in atto del provvedimento? Nella comunicazione che ti invia la Regione troverai le seguenti procedure:

  • dimostrare il pagamento di almeno un bollo precedente alla data di notifica;
  • dimostrare di essere esente dal pagamento del bollo auto;
  • dimostrare di aver venduto l’auto o averne perso il possesso.

Non sei in possesso di nessuno di questi requisti o non puoi regolarizzare i pagamenti omessi? Puoi dire addio al tuo veicolo.

Giovanni Bizzaro

Assistente web marketing di 6sicuro, coordino blogger e giornalisti gestendo e pianificando il calendario editoriale. Mi occupo inoltre di strategie sui social network per aziende e privati.

Commenti Facebook

46 Commenti

  1. Avatar
    Luca ottobre 30, 2016

    Non solo in Puglia, è successo anche in Campania ma le delegazioni dell’aci sul territorio cadevano dalle nuvole

    Rispondi
  2. Avatar
    francesco ottobre 30, 2016

    siamo alle solite,l’ennesimo furto per foraggiare le casse dei soliti ignoti,se tutti pagassero le tasse……io dico solamente questo.se ci fossero meno,corruzione,meno politicanti,meno tangenti,insomma se la politica facesse il proprio dovere,pagheremmo tutti,ma molto ,ma molto di meno di tasse,e’ inammissibile che uno stupido qualsiasi accampi delle pretese e cosiddetti diritti acquisiti con tanto di super stipendi e privilegi vari,ruberie a parte.sarebbe ora che tanti politicanti andassero sul serio a lavorare.del resto ,se facessimo un resoconto degli ultimi trentanni vedremmo bene che PROGRESSI SONO STATI FATTI.

    Rispondi
    • Avatar
      Paolo ottobre 15, 2017

      Solita frase da evasore e guerriero da tastiera!
      Se avesse letto l’art. 96 del Codice della Strada, vedrebbe che è in vigore da più di 7 anni.

      Art. 96 CdS. Adempimenti conseguenti al mancato pagamento della tassa automobilistica.
      “Nuovo codice della strada”, decreto legisl. 30 aprile 1992 n. 285 e successive modificazioni.

      TITOLO III – DEI VEICOLI

      Capo III – VEICOLI A MOTORE E LORO RIMORCHI

      Sezione III – DOCUMENTI DI CIRCOLAZIONE E IMMATRICOLAZIONE

      Art. 96. Adempimenti conseguenti al mancato pagamento della tassa automobilistica.

      1. Ferme restando le procedure di recupero degli importi dovuti per le tasse automobilistiche, l’A.C.I., qualora accerti il mancato pagamento di detti tributi per almeno tre anni consecutivi, notifica al proprietario del veicolo la richiesta dei motivi dell’inadempimento e, ove non sia dimostrato l’effettuato pagamento entro trenta giorni dalla data di tale notifica, chiede la cancellazione d’ufficio del veicolo dagli archivi del P.R.A., che ne dà comunicazione al competente ufficio della Direzione generale della M.C.T.C. per il ritiro d’ufficio delle targhe e della carta di circolazione tramite gli organi di polizia, con le modalità stabilite con decreto del Ministro delle finanze, sentito il Ministro dei trasporti e della navigazione.

      2. Avverso il provvedimento di cancellazione è ammesso ricorso entro trenta giorni al Ministro delle finanze.
      2-bis. In caso di circolazione dopo la cancellazione si applicano le sanzioni amministrative di cui al comma 7 dell’articolo 93. (1)
      (1) Comma introdotto dalla legge 29 luglio 2010, n. 120 ( G.U. n. 175 del 29 luglio 2010 suppl. ord.).

      Rispondi
  3. Avatar
    Ugo ottobre 30, 2016

    Buongiorno dr. Bizzarro, può dirci per favore:

    1-se si interrompe la continuità dei 3 anni quando prima del termine si presenta un ricorso contro una o più delle annualità richieste? (ad esempio con l’interpello suggerito da alcuni autoclub contro la tassa di proprietà rintrodotta da Renzi per le auto ultraventenni).

    2-se in caso di radiazione di ufficio si estinguono le tasse e more arretrate su quel veicolo o invece resta un conto aperto con l’erario e possibili pignoramenti?

    3-se non è invece consuetudine degli enti pubblici iscrivere ai ruoli i morosi ben prima dei 3 anni, emettere cartelle esattoriali e poi porre le ganasce fiscali al più commerciabile dei veicoli che il “moroso” possiede?

    Chiedo quanto sopra perché nelle regioni ove i veicoli ultraventenni non pagavano il bollo parecchi collezionisti ne avevano accantonato diversi in aree private per un futuro restauro.
    Ma con la legge di stabilità si sono visti infine costretti ad iscriverli tutti all’ASI, oppure ad attendere le cartelle per provare coraggiosamente ad opporsi con ricorsi individuali.
    Altri in Lombardia stanno pagando in questi giorni 2 anni di bollo imprevisto, avendo avviato la pratica ASI in ritardo. Ciò talvolta per colpa di un Club che ne aveva intascato l’importo senza inoltrarla entro il 31-12, ma per lo più perché la stessa regione che li aveva illusi di opporsi alla legge di stabilità, aveva spedito la richiesta di pagare ma NON il successivo DR correttivo che apriva la scappatoia dell’iscrizione ASi entro fine anno.

    Rispondi
    • Avatar
      Giovanni Bizzaro novembre 09, 2016

      Ciao Ugo,
      Le tue domande sono molto interessanti, ma specifiche per chi conosce la giurisprudenza alla perfezione come un avvocato. Cercherò comunque di informarmi.

      Rispondi
      • Avatar
        Ugo dicembre 28, 2016

        Grazie, terrò monitorata questa pagina (a proposito, perdoni le pretese, sarebbe utilissimo un sistema di “alert” su richiesta del singolo utente del blog). E’ un argomento che mi riguarda da vicino e se qualche suo lettore ha avuto danni economici da un qualche autoclub storico (magari, guarda caso, bresciano) per inadempienza/colpevole ritardo nelle pratiche ASI, e vuol contattarmi, la autorizzo a fornirgli il mio recapito email e sarò lieto di illustrare al malcapitato i provvedimenti legali in atto, a cui potrà associarsi se vuole (gratuitamente). Buon 2017

        Rispondi
  4. Avatar
    Donato ottobre 30, 2016

    Salve,se leggete su internet la tassa del bollo Auto per norme vigenti nella comunità Europea non deve essere pagato in quanto abolito dalla stessa Comunità Europea, infatti l’Italia paga una multa che a differenza della tassa automobilistica di tutti i possessori di autovetture nel nostro Paese è irrisoria,mentre il guadagno è oltre il 75% , tutto cio deduce che questa imposta non è regolarizzata. Molte cittadini Italiani tramite il propio avvocato ha fatto una lettere indirizzata alla Stessa comunità Europea del problema, facendo cosi in modo di non pagarla perchè non è una tassa in regola con le norme vigenti. Grazie.

    Rispondi
  5. Avatar
    marco ottobre 30, 2016

    come si fa’ a pagare una tassa di possesso quando l’auto e’stata acquistata dal cittadino? con soldi sudati, al contrario sarei daccordo a pagare questa tassa se lo stato e’ disposto a comprarmi l’auto e’ e’ pagarla lui. questo vale anche per il canone rai. sono due tangenti molto odiate da noi italiani insime a tante altre che gravano anche su famiglie che non possono pagare e’ non che non vogliono. grazie per avermi dato la possibilita’ di sfogarmi.

    Rispondi
  6. Avatar
    FILOMENA TARANTINO VIA REGGIO CALABRIA n 6 GRAVINA IN PUGLIA ottobre 30, 2016

    sono andata per pagare il bollo dopo 10 giorni mi dicono che non posso pagare perchè c è lequitalia che devi pagare non hà niente in comune con il bollo lo sempre pagato non posso guidare mi serve per lavoro è una piccola c1

    Rispondi
  7. Avatar
    Giovanni ottobre 30, 2016

    SPERIAMO CHE LA METTONO SILLA BENZINA CHI PIU’ USA USA L’AUTO PIU’ PAGA ,PER CHI LAVORA COL MEZZO CI SONO I BONUS UN BUON CONTROLLO ANCHE PER IL FISCO

    Rispondi
    • Avatar
      Paolo ottobre 15, 2017

      Speriamo che la mettano anche su chi non ha materia grigia a sufficienza, così magari si evita di dire cose a caso…
      Vi sono migliaia di persone che la usano per “obbligo”, non certo per la scampagnata della domenica. A seconda delle aree geografiche ove si vive, diventa impossibile muoversi con mezzi pubblici. Facile a dirsi per chi vive in grandi città!

      Rispondi
  8. Avatar
    massimo ottobre 30, 2016

    Io ho un auto di 22 anni fa’ che mi e’ stata regalata. Al limite ne cerchero’ un’altra dove basta solo farsi il passaggio di proprieta’ !

    Rispondi
  9. Avatar
    massimo1967 ottobre 30, 2016

    Io ho un auto di 22 anni fa’ che mi e’ stata regalata. Al limite ne cerchero’ un’altra dove farmi solo il passaggio di proprieta’!

    Rispondi
  10. Avatar
    Flavio ottobre 31, 2016

    È assurdo pagare la tassa di possesso di un bene che è già nostro. È una contraddizione interna propria di un paese contraddittorio. Che schifo! Non ho parole. È una tassa illecita.

    Rispondi
  11. Avatar
    walter ottobre 31, 2016

    Mi è arrivato un accertamento a luglio di due anni di bolli non pagati io sono disocupato e non ho soldi per pagare tutto insieme . Si può chiedere dilazioni rateali la somma è intorno agli 850 euro. Sepetete darmi una risposta vi ringrazio.

    Rispondi
  12. Avatar
    francesco dodaro ottobre 31, 2016

    e’ vero che la tassa del bollo auto e’ un abuso ,che bruxell sanziona l’italia x tale abuso?

    Rispondi
  13. Avatar
    GIUSEPPE ottobre 31, 2016

    RIBADISCO CHE LA TASSA DI PROPRIETA’ DOVREBBE ESSERE CORRELATA AL VALORE DELL’AUTO ED ALLA PERCORRENZA CHE ESSA FA . QUINDI APPLICARE UNA ACCISA SUL CARBURANTE IN MODO DA AVERE DUE COSE BUONE: EQUITA’ E PAGAMENTO SICURO DELLA TASSA.
    MA A QUALCUNO NON CONVIENE ???????

    Rispondi
  14. Avatar
    Carlo ottobre 31, 2016

    e se durante i 3 anni il proprietario inadempiente vende l’auto cosa accade al nuovo proprietario ???
    Grazie

    Rispondi
    • Avatar
      Giovanni Bizzaro novembre 09, 2016

      Ciao Carlo,
      I vecchi bolli restano a carico del precedente proprietario.

      Rispondi
  15. Avatar
    Athos ottobre 31, 2016

    Ma chi non rinnova l’assicurazione rca che cosa gli fanno.molti circolano senza e se’ fanno un incidente grave il disgraziato che ci incappa come fa’ x essere risarcito. Mi sembra come sempre si guarda piu’ alla tasca che a preservare i cittadini. Oltretutto il bollo e’ una tassa odiosa che a tutti sta’ sullo stomaco.

    Rispondi
  16. Avatar
    Samir ottobre 31, 2016

    Ho sempre pagato questa tassa di e nn capisco per che cosa serve se tutte le strade fanno schifo e tutte rotte.

    Rispondi
  17. Avatar
    MASSIMO TELLOLI ottobre 31, 2016

    Ma non è una tassa fuorilegge per cui la UE ogni anno fa pagare all’Italia una maxi multa? Evidentemente la multa non è maxi a sufficienza!!!

    Rispondi
  18. Avatar
    SALVO novembre 01, 2016

    queste sono leggi da strozzino, aggiungo anche il sistema è mafioso,, dopo tutte le tasse che si pagano con il consumo della benzina questa è una ulteriore rapina ai danni del cittadino possessore anche di un’vecchia che le serve solo per fare la spesa o andare dal dottore, vergognatevi grandissimi parassiti, CHE DIO VI MALEDICA

    Rispondi
  19. Avatar
    MARTE COSTANTINO novembre 01, 2016

    Finalmente anche i furbi o chi pensa di esserlo finiranno di andare in giro non pagando le tasse. Finiranno di guidare macchine di lusso tanto paga PANTALONE, cioè gli onesti. Se tutti pagassero pagheremo meno tutti. Ora con i mezzi tecnologici si potranno scovare e dico FINALMENTE i cosiddetti disonesti.

    Rispondi
    • Avatar
      Stefano giugno 07, 2017

      Costantino sono d’ accordo con te,la tassa bisogna pagarla e basta!
      Se un disoccupato con auto, non paga la tassa di possesso per due o tre anni perchè non ha venduto l’ auto nel momento critico, a che gli è servito
      tenera.

      Rispondi
  20. Avatar
    Romina novembre 03, 2016

    Se uno decidesse di mettersi in regola ma gli è già arrivata già la raccomandata, può ancora farlo? può evitare il sequestro?

    Rispondi
    • Avatar
      Giovanni Bizzaro novembre 09, 2016

      Ciao Romina,
      Devi saldare gli arretrati e poi puoi rimetterti in regola.

      Rispondi
  21. Avatar
    ENZO novembre 03, 2016

    ALLORA PENSO CHE LA COSA PIU’ CORRETTA DA FARSI SAREBBE QUELLA; REGIONE VUOI CHE TI PAGHI IL BOLLO AUTO, MI DEVI AIUTARE AD ACQUISTARE L’AUTO.
    COSI’ AVRESTI IN DIRITTO DI CHIEDERMI LA TASSA DI POSSESSO, ALTRIMENTI ESSENDO STATA PAGATA CON I MIEI SOLDI IO NON TI DEVO NULLA.

    Rispondi
  22. Avatar
    MATTEO novembre 05, 2016

    La mia idea delle tasse e veramente una cosa osessiva pagare per non aver in cambio nulla come il passaggio di proprietà il cdp ora in una carta semplice con costi alle stelle il bollo alle stelle la benzina alle stelle le officine autorizzate delle case madri sono. La maggior parte ladri cambiano pezzi alle nostre tasche con delle prove di ricambi anche se il ricambio funziona correttamente e poi per non parlare delle assicurazioni fortunatamente sono in ottima classe 1 da oltre 6 anni e pago RC 560,00 euro anno ma se un neo patentato paga una cifra di € 2300,00 anno di assicurazione per un auto di € 1000,00 e questa come la chiamiamo in più revisione ( cosa giusta) e bollino e ora ci hanno imposto cambio gomme estive e invernale o catene a bordo in fine abbiamo tutti una villetta mobile ….. io mi vergogno di essere un italiano in uno stato che fa veramente schifo …. tutto questo per un auto per non parlare d’ altro case, attività improprie, salute, luce, gas, tasse dei dipendenti, telefoni… e se la popolazione fermasse tutto vorrei propio vedere lo stato cosa farebbe … noi italiani ci facciamo prendere per i fondelli parliamo e ci lamentiamo e facciamo tutto il suo gioco il nulla tenente e lo stato sono le stesse medesime persone diventiamo nulla tenente tutti e poi vediamo che succede… buona giornata a tutti e buon lavoro

    Rispondi
  23. Avatar
    CHICCO novembre 10, 2016

    io ho ricevuto l’avviso di radiazione in oggetto ma l’auto e’ stata rottamata a Settembre. Come dovrei conportarmi?
    Fermo restando che i bolli vanno pagati (penso) devo segnalare che l’auto e’ ormai rottamata?
    Se si come ed a chi?

    Rispondi
  24. Avatar
    Mario novembre 12, 2016

    Salve Sig.Giovanni io saranno 10 anni circa che pago il bollo sempre fermato vigili e mai fatto niente ma adesso mi voglio mettere in regola visto che adesso le leggi son più pesanti come dovrei fare? ,mi dia delle dritte x favore’ poi di possono fare delle dilazioni? Anche perché tutto in una volta mi è impossibile pagare, grazie x l’attenzione saluti.

    Rispondi
    • Avatar
      Giovanni Bizzaro novembre 22, 2016

      Ciao Mario,
      Hai provato a recarti in un ufficio ACI?

      Rispondi
  25. Avatar
    patrizio novembre 14, 2016

    Leggo tanti commenti di soddisfazione…………. con tutto il rispetto, o siete collusi o siete coglioni (non ho intenzione di essere offensivo). Ma ditemi come si fa a condividere e difendere certe tasse?……..
    come si fa a sopportate e supportare queste ingiustizie?
    Senza dilungarmi sui servizi inesistenti, sulle strade insicure, buche che fanno danni di ogni genere, ecc. mi voglio soffermare solo sulla tassa: tassa di possesso.
    1) Caio, residente a Napoli, possiede un bene dal valore attuale di 1.500 euro, (anno 2000) cilindrata 2000, (non può cambiarla perchè non ha soldi) pagherà, diciamo 500 euro l’anno di tassa di possesso; inoltre caio IN PRIMA CLASSE pagherà 1200 euro di assicurazione, per cui OCCORRERANNO 1.700,00 euro l’anno per possedere e circolare con un bene del valore di 1.500 euro …………….NON LA CAMBIA PERCHE’ NON HA SOLDI.
    2) Tizio, residente a Milano, o Cuneo ecc., possiede un bene dal valore attuale di 25.000 euro, (anno 2016) cilindrata 1600, pagherà diciamo 280 euro l’anno di tassa di possesso; inoltre tizio in 3.a classe pagherà 480 euro di assicurazione, per cui OCCORRERANNO 760,00 euro l’anno per possedere e circolare con un bene del valore di 25.000 euro ………..
    E LO STATO, PATERNO, PROTETTIVO E GIUSTO, COSA FA’?………
    toglie l’auto a Caio così non potrà nemmeno andare a raggiungere quello straccio di lavoro che ha, a nero, sottopagato e infame.
    E VOI, VI VESTITE DA PALADINI DEL RISPETTO DELLA LEGGE?………..
    Vedete che provocate per volete farmi diventare volgare?………….
    ma per piacere, prima di parlare, vestitevi dei panni degli altri, ascoltate le loro ragioni prima di emettere sentenze……..
    AH, DIMENTICAVO,
    il tizio di Milano o Torino o ecc……. l’auto la prende nei weekend, perchè ha i mezzi di trasporto che funzionano benissimissimo…………
    il Caio di Napoli?……….
    stè cose le vede solo nei film…………

    Rispondi
    • Avatar
      Giacomo gennaio 22, 2017

      Sei un grande

      Rispondi
    • Avatar
      Angelo ottobre 15, 2017

      Non so se sono collusi o coglioni, soprattutto sono degli egoisti di m. a (senza offesa), ad esempio ci sono tantissime persone che non possono fare a meno dell’auto (ad esempio i disabili!!!!!!). Questo guardarsi l’ombelico e fregarsene degli altri era stato sostenuto tempo fa anche dai “Verdi” (qualcuno per caso li ricorda?), che, ancora ai tempi della cara vecchia Lira, volevano che la benzina costasse 3000 lire al litro: abbiamo visto come sono scomparsi, grazie a Dio!

      Rispondi
  26. Avatar
    Samuel giugno 07, 2017

    Buongiorno,
    C’è qualcosa che non torna, io da cittadino non posso più radiare la mia auto riconsegnando targhe e libretto in quanto l’auto (secondo se non erro il decreto Dini di metà anni ’90) senza targhe ne libretto viene considerato un rifiuto pericoloso e può essere solo riconsegnato ad un demolitore per lo smaltimento… però se non pago i bolli mi ritirano carta di circolazione e targhe e mi radiano il veicolo? E il veicolo che fine fa? Rimane a me senza targhe e carta di circolazione?

    Rispondi
  27. Avatar
    Mauro giugno 08, 2017

    Non commento sull’ingiustizia o meno della tassa di proprietà ma sul fatto che non capisco perché ci siano delle persone corrette come me che hanno sempre pagato mentre ci sono altre che si sentono al di sopra della legge (ripeto giusta o ingiusta che sia) e che non la pagano per niente. Ed allora facciamole noi le leggi: una a piacimento di ogni italiano così ce la “costruiamo” a nostro uso e consumo e non paghiamo mai niente! E’ ora di finirla che per un motivo o l’altro cerchiamo di evadere le tasse: se tutti le pagassero si potrebbero abbassare …

    Rispondi
  28. Avatar
    Giuseppe ottobre 15, 2017

    E’l’unica nazione al mondo dove si paga questa tassa ingiusta e anticostituzionale . Ci sara’ un motivo? Rivolgo a voi la domanda. Ma fosse solo il bollo auto. Qua mangiano dappertutto. Ovunque e comunque c’e’ motivo di spillare soldi ai piu’poveri. Se ho un’auto di 29 anni perche’ devo pagare quanto chi l’ha comprata ieri, pagandola sui 30000 euro? Si evince che il secondo ha maggiori possibilita’economiche e deve pagare di piu del primo. O meglio il primo meno del secondo. Ma qua non funziona niente sanno solo fottere soldi ai poveri non dandogli nemmemo la possibilita’ di lavorare con le nuove leggi che ha fatto il partito dei”lavoratori”. Siamo una nazione arretrata , percio’ non dovremmo fare parte dell’Europa. Lo facciamo solo per far mangiare i politici e tutto il codazzo di lecchini che hanno intorno.

    Rispondi
  29. Avatar
    pasquale ottobre 15, 2017

    io non pago la tassa dal 2006 ma a che serve,se1 l auto lo comprata io 2 le strade fanno schifo non sono sistemate 3 gia paghiamo l autostrada 4 paghiamo ancora le tasse accisa sulla benzina in italia ma xche tasse tasse per fare arricchire ancora le tasche a qualcuno , bisogna fare una rivoluzione fermiamo tutti le auto e poi ti faccio vedere come gli brucia a qualcuno

    Rispondi
  30. Avatar
    Alfonso ottobre 16, 2017

    E’ possibile ottenere la rateizzazione dei bolli arretrati ?

    Rispondi
  31. Avatar
    enzo ottobre 16, 2017

    ……..E c’è chi non ha nemmeno l’ assicurazione!!!

    Rispondi
  32. Avatar
    enzo ottobre 16, 2017

    …….e c’è chi non ha nemmeno l’assicurazione .

    Rispondi
  33. Avatar
    aristide novembre 15, 2017

    ma se ho pagato tutti e tre gli anni richiesti,come fanno ad applicare
    lart.96 del cds?e se poi ho pagato una annualita’ o 2015 oppure 2016 o 2017
    l’applicazione dell’art.96 cds non mi sembra applicabile.

    Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*