Risarcimento danni: cambia il meccanismo dei rimborsi

Assicurazioni e risarcimenti

Su 3,7 milioni di sinistri registrati ogni anno nel settore Rc auto, le frodi rappresentano ben il 9%, ovvero 340 mila “falsi” incidenti. Facendo due calcoli, risulta che, se in media per ciascun  sinistro vengono rimborsati 1.700 euro, sono in totale poco meno di 600 i milioni incassati grazie alle frodi.

E’ per arginare questo fenomeno che il Governo Monti ha deciso di intervenire sul meccanismo che determina i rimborsi per i sinistri.

Le compagnie potranno ora proporre ai propri clienti di risarcire i danni dell’RC auto riparando direttamente i veicoli nelle proprie officine, anziché rimborsando in contanti l’assicurato. I risparmi, per le compagnie di assicurazione, sono notevoli, anche grazie all’utilizzo di ricambi non originali e di convenzioni con le officine stesse.

Se invece l’automobilista non vuole che l’auto sia riparata dalla compagnia (o non vuole ripararla affatto) riceverà “solo” il 70% dell’importo stimato per coprire suddetto danno.

Vedremo se questa nuova norma riuscirà a debellare, o almeno a contrastare, il fenomeno dilagante delle frodi.

Salvatore Russo

Responsabile Marketing di 6sicuro dal 2011, ideatore del blog e coordinatore generale dell’intera squadra di blogger e giornalisti che scrivono per 6sicuro. Mi occupo di Digital Marketing Strategy, Consulenza Aziendale e Formazione dal 1998. Ho partecipato alla progettazione, sviluppo e gestione di importanti portali e piattaforme di e-commerce italiani.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*