Garanzie Accessorie Polizza RC Auto: Atti Vandalici

Atti Vandalici

I numeri parlano chiaro: gli italiani stanno riscoprendo con piacere i comparatori online e con preoccupazione invece le polizze contro gli atti vandalici. Preoccupazione perché sono sensibilmente aumentati i casi in cui veicoli (soprattutto in sosta) subiscono gli effetti di atti violenti, il più delle volte volontari, da parte di vandali o di manifestanti che prendono parte a scioperi e cortei un po’ “irrequieti”.

La garanzia atti vandalici:

E’ una garanzia accessoria e facoltativa della RC auto, solitamente proposta in abbinamento all’opzione furto e incendio – talvolta chiamata anche eventi sociopolitici – serve per proteggere il veicolo da danni causati da cortei, scioperi, sommosse o tumulti popolari, atti di terrorismo o addirittura sabotaggio, ma soprattutto da vandalismo, voce sotto cui ad esempio rientra  quello che probabilmente è il tipo di danno più irritante e spiacevole da affrontare: la classica riga sulla portiera fatta con una chiave o con il cacciavite.

Con questa garanzia, la compagnia rimborsa quindi i costi di riparazione dell’auto quando si verificano dei danni provocati da terze persone in particolari condizioni e che non siano riconducibili alle garanzie di incendio e furto.  Per ottenere un risarcimento non importa quale sia la parte dell’auto danneggiata, purché il danno sia riconducibile a un atto vandalico o a un evento sociopolitico.

Può capitare però che il sottoscrittore di tale polizza, al fine di ottenere un risarcimento dalla propria compagnia, segnali come atto vandalico quel che in realtà è causa della distrazione propria, come graffi derivanti da una manovra di guida sbagliata, o fanali rotti in un lieve urto involontario.

Ecco perché le agenzie assicurative provano a tutelarsi da queste “iniziative furbesche” principalmente in due modi:

  • applicazione di uno scoperto ( o franchigia) a carico dell’assicurato;
  • intervento di un perito che, a seguito di regolare denuncia, dovrà constatare e certificare la veridicità del “vandalismo”, inteso come atto volontario arrecante un danno al veicolo da parte di terze persone.

Consigliata sicuramente a chi abita nelle grandi città o in zone non proprio tranquille, nonché in quartieri vicini a edifici politici, dove spesso hanno luogo manifestazioni di varia natura. Infatti è in queste aree del territorio che sono incrementate le vendite di questo tipo di polizza.

 

Salvatore Russo

Responsabile Marketing di 6sicuro dal 2011, ideatore del blog e coordinatore generale dell’intera squadra di blogger e giornalisti che scrivono per 6sicuro. Mi occupo di Digital Marketing Strategy, Consulenza Aziendale e Formazione dal 1998. Ho partecipato alla progettazione, sviluppo e gestione di importanti portali e piattaforme di e-commerce italiani.

Commenti Facebook

12 Commenti

  1. Avatar
    Vincenzo novembre 15, 2013

    Salve, sono assicurato contro furti e incendio e contro atti vandalici, circa un mese fa nel riprendere la mia auto da un parcheggio, era circa la mezzanotte, notavo che alcuni ignoti mi avevano danneggiato il vetro anteriore probabilmente con un martello o altro. Ho fatto regolarmente la denuncia per danneggiamento contro ignoti. Dopo circa un mese vengo chiamato dal perito dove mi controlla il danno dichiarato, mi richiama dopo qualche giorno mi riferisce quanto segue: Il danno e di 580,00 euro di cui meno 300.00 di franchigia meno valutazione della macchina (anno giugno 2011)170,00 euro,in totale l’assicurazione mi liquidava con 110,00.vorrei gentilmente se vie possibile una risposta se devo andare via legale oppure devi accettare, grazie vi aspetto per risposta.

    Rispondi
    • Avatar
      Salvatore Russo novembre 15, 2013

      Ciao Vincenzo,
      non capisco la parte “meno valutazione della macchina”. Se intendi dire che hai assicurato l’auto ad un valore superiore al valore effettivo è corretto che ti sia rimborsato il danno applicando una percentuale di sconto proporzionale alla quota di sovrassicurazione (cosa prevista dalla legge). Se avessi avuto la garanzia accessoria “cristalli” non avresti avuto questi problemi.

      Rispondi
  2. Avatar
    Nicola dicembre 23, 2014

    Buongiorno sig Russo,vorrei chiederle un’informazione. Sono assicurato da Unipol da 14 anni con assicurazione eventi speciali/atti vandalici. Qualche mese fa qualcuno mi ha tagliato la capotte con un oggetto tagliente e mi ha rigato l’auto su confano anteriore e parafanghi posteriori. Il carrozziere ha emesso fattura per 2200 euro piu’ iva….totale 2684 euro. L’assicurazione ha pagato 719 euro! Premetto che fino all’anno scorso quando avevo subito dei danni la stessa assicurazione aveva sempre pagato tutti i danni esclusa la franchigia(300euro) naturalmente. Quando ho chiesto il perche’ di un rimborso cosi’ basso mi hanno detto che sono sottoassicurato!!! Ora io non ho cambiato neanche una virgola della mia assicurazione da 14 anni…da quando l’ho sottoscritta! Mi hanno detto poi che avevano pagato in base al valore dell’auto…trattasi di bmw z3 del 2001…. e che quello che hanno pagato e’ giusto tenuto conto anche dell’usura. A me tutto questo sembra davvero incredibile! Inoltre il carrozziere avendo gia’ emesso la fattura senza aver fatto i lavori mi chiede anche la differenza delle spese che con iva e tasse superano la cifra rimborsata dall’assicurazione!!! Oltre al danno la beffa! Le chiederei gentilmente una sua opinione a riguardo e se le cose le sembrano corrette in questo modo. Ringraziandola,cordialmente la saluto. Nicola

    Rispondi
  3. Avatar
    Lorenzo Leoni dicembre 23, 2014

    Salve Nicola,
    tecnicamente l’assicurazione ha ragione, perché ciò che viene risarcito non deve essere superiore al valore del bene assicurato. Quindi, se la sua auto vale (ipotizziamo) 1.000 euro, qualsiasi cosa succeda alla carrozzeria lei non riceverà mai più di 1.000 euro meno le eventuali franchigie.
    Ciò che secondo me è più riprovevole è che le hanno fatto pagare per 14 anni un’assicurazione su un valore costante del veicolo, quindi il primo anno lei ha assicurato (ipotizziamo) un valore di 25.000 euro e così per tutti gli anni a seguire, senza che la polizza adeguasse il valore su quello reale dell’auto. Quindi, in sostanza, ha pagato una prestazione che già il secondo anno non avrebbe mai potuto ottenere.

    Rispondi
  4. Avatar
    Nicola dicembre 24, 2014

    Lorenzo grazie per la risposta…il fatto e’ che la mia macchina vale minimo 4000 euro….e il massimale dell’assicurazione era 2500 euro con una franchigia di 300 euro. Inoltre la stessa assicurazione fino all’anno scorso ha sempre pagato tutti i danni! Non penso che quello che e’ successo sia corretto. Comunque parlero’ anche con un avvocato e lottero’ fino alla morte perche’ vengano rispettati i miei diritti in un paese dove il sopruso regna in tutti i campi.

    Rispondi
  5. Avatar
    Martina gennaio 01, 2015

    Buonasera, oggi ho trovato la mia auto con fanale rotto e paraurti ammaccato. Qualcuno facendo retromarcia deve essermi venuto addosso (non so come dato che la mia auto era la prima della fila…). Rientra tra gli atti vandalici?

    Rispondi
    • Avatar
      Salvatore Russo gennaio 02, 2015

      Ciao Martina,
      un perito pignolo potrebbe contestare. Un atto vandalico è più una riga con la chiave sullo sportello. Come fai a dimostrare che quel fanale rotto non sia stato provocato da te andando in retromarcia contro un cancello o altra auto?

      Rispondi
  6. Avatar
    Marco ottobre 20, 2015

    Buongiorno,
    un mese fa circa qualcuno ha tentato di scassinare la mia auto. Fiat Qubo del 2010.
    Ho sporto regolare denuncia ai carabinieri e essendo assicurato per furto e incendio ho aperto la pratica assicurativa per far visionare l’auto dal perito e quantificare il danno.
    Dopo diversi preventivi fatti la cifra da spendere è di circa 500 euro in quanto bisogna cambiare tutti i nottolini dell’auto, considerando che Fiat non vende il singolo pezzo in questo caso d’apertura ma il kit con chiave a telecomando.
    Dopo dieci giorni i danni sono stati valutati dal perito e la compagnia assicurativa mi fa sapere che PURTROPPO IN BASE ALLA PERIZIA RIENTRA IN FRANCHIGIA IN QUANTO OLTRE ALLO SCOPERTO …E’ PREVISTO UN DEGRADO SUI PEZZI DI RICAMBIO …..X I VEICOLI CHE SUPERANO I 5 ANNI… mi chiedo ma è possibile una cosa del genere? Dal nulla devo pagarmi l’intero importo?

    Rispondi
  7. Avatar
    Massimo agosto 30, 2016

    Buongiorno vorrei sapere se per la liquidazione di un danno derivante da atto vandalico è necessario presentare fattura di riparazione o è sufficiente la valutazione peritale. Grazie.

    Rispondi
    • Avatar
      Giovanni Bizzaro settembre 26, 2016

      Ciao Massimo,
      Dipende dalla compagnia avendo regole differenti.

      Rispondi
  8. Avatar
    Francesco ottobre 28, 2016

    Salve vorrei avere un informazione! Io appena proceduto a far siatemare la mia auto in seguito a un atto vandalico.
    Presentando denuncia, preventivo carrozziere e tutti i dati che servono.
    Il perito ha visionato la macchina e accettato il preventivo. Il carroziere ha eseguito i lavori.
    Ora stiamo aspettanto perche il liqidatore vorrebbe applicarmi il degrado del 50% sul preventivo è possibile? La macchina è stata riverniciata completamente e sono stati cambiati 4 parafanghini di plastica che il carroziere è stato obbligato a sostituire per eseguire il lavoro. E 2 striscie laterali.
    Il danno è 2200€ auto immatricolata nel 2010. Valore assicurato 7300€. Con kasko all inclusive che comprende anche atti vandalici.
    In tutta la documentazione che ho si parla solo di franchigia di 250€ qualsiasi sia l’importo o il danno. Non c e nessuna clausola che parli di degrado o altro. Come è possibile?
    Come posso tutelarmi?

    Rispondi
    • Avatar
      Giovanni Bizzaro novembre 30, 2016

      Ciao Francesco,
      Puoi far intervenire un avvocato oppure puoi chiedere una contro perizia a tue spese e, in caso di disaccordo, compagnia e cliente pagheranno un terzo perito.

      Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*