Nuovo Honda HR-V 2016: prezzi, consumi e motori

Il nuovo Honda HR-V si ripropone come un SUV di piccole dimensioni, esclusivamente a trazione anteriore, adatta alla famiglia. Buoni i contenuti.

Honda HR-V

Honda HR-V è il nuovo suv di Honda che appartiene al segmento delle compatte e dopo il discreto successo della prima generazione, le premesse per replicare ci sono tutte. Nuovo HR-V si presenta con caratteristiche di spaziosità e di versatilità, che sono le prerogative di un’auto trasversale, per la famiglia dinamica dei giorni di oggi, capace di coniugare funzionalità, contenuti e il piacere di mettersi al volante, nonostante sia esclusivamente disponibile con la sola trazione anteriore.

Nuova Honda HR-V 2016: le caratteristiche

Le dimensioni sono cresciute rispetto al passato e le misure di questa nuova Honda HR-v segnano 430 cm di lunghezza, 177 cm di larghezza (specchietti retrovisori esclusi) e un’altezza di 161 cm. Il serbatoio tiene 50 litri e la capacità di carico del bagagliaio è di 453 litri, ampliabile a 1.026 abbattendo i sedili posteriori. Il peso del veicolo è di 1.325 kg.

Il design è più accattivante, meno squadrato e meno “statico” rispetto alla prima versione. Linee tese davanti ma anche armoniche lateralmente. Il logo Honda è “sorretto” da un profilo cromato che congiunge i due fari anteriori i cui contorni sono spigolosi e ben definiti. Il paraurti si abbassa per lasciare spazio alla targa che pare inserita nella mascherina, per una scelta inusuale ma che non stona. I fendinebbia sono posizionati più centralmente.

Il retro tagliato verticale è solo un lontano retaggio della precedente versione: questa si presenta più dinamica e stilisticamente più in linea con i gusti europei, seguendo la linea della casa giapponese, che conferisce quel tocco di eleganza  misto ad una linea “sfuggevole” che invita alla sportività. Si avvalora anche di uno spoiler posteriore e di cerchi in lega capaci di esprimere un design piuttosto grintosi e sportivo.

Spalancando la portiera ci si imbatte in interni solidi e ben assemblati, che trasmettono una buona sensazione di compattezza. Il volante poteva essere un po’ più consono al mezzo: appare infatti piuttosto grande e non certo di ottimo impatto visivo, al contrario invece di quello che è il tunnel centrale che si addice quasi ad un veicolo di classe superiore, con una linea ondulata che va a rialzare leggermente la leva del cambio, facilitandone la manovra (tipicità di Honda) oltre al vantaggio di andare a creare sotto un vano portaoggetti aggiuntivo.

Nuova Honda HR-V 2016: interni

Il sedile di guida è collocato in posizione abbastanza rialzata, come tutti i suv, ma qui si gode di una buona visibilità. Le bocchette dell’aria hanno da sempre rappresentato per Honda una soluzione di design ricercata e particolare: è così anche per Honda HR-V: infatti la parte del passeggero beneficia di ben tre bocchette orizzontali, a partire dal centro per estendersi verso la portiera, incastonate nella plancia.

Un display digitalizzato affianca la tradizionale strumentazione analogica del contagiri e del tachimetro. Nella parte alta della plancia, in posizione centrale si trova il pannello touch screen, il quale a seconda dell’allestimento scelto, potrà essere da 5 pollici oppure da 7 pollici, su cui compaiono le informazioni relative all’intrattenimento, al navigatore e al telefono e consentono la visualizzazione delle immagini proiettate eventualmente dalla retrocamera. Il sistema touch, o meglio, a sfioramento, è adottato anche per i comandi del climatizzatore.

Gli assemblaggi sono ottimi sia davanti che dietro. L’unica pecca rilavata da molti critici è l’accessibilità alla seduta posteriore, resa poco agevole dall’andamento spiovente del tetto. Logicamente nella vecchia configurazione, con una coda tronca a forma di parallelepipedo, lo spazio dietro era meglio sfruttato. Su questo nuovo Honda HR-V la posizione centrale posteriore non sembra essere particolarmente comoda a causa del rialzamento del tunnel posteriore.

assicurazione auto

Nuova Honda HR-V 2016: i motori

Il nuovo HR-V di Honda è disponibile con una duplice scelta di motori, migliorati e ad alta efficienza in termini di rendimento e di consumi: uno alimentato diesel 1.6 di cilindrata i-DTEC da 120 CV e uno benzina 1.5 di cilindrata, i-VTEC da 130 CV.

Con la nuova generazione di motori Earth Dreams Technology, dotati del sistema Start&Stop e la funzione ECON, i consumi migliorano sensibilmente. Il motore a gasolio è abbinato a un cambio manuale a sei rapporti, mentre quello a benzina è proposto con cambio manuale a sei rapporti, ma opzionale anche con un cambio automatico CVT a variazione continua.

Consumi davvero ridotti che consentono una percorrenza di oltre 20 km/litro con il diesel, mentre con il motore benzina la percorrenza scende a circa 18 Km/l, perdendo qualcosa nella versione con cambio automatico.

Nuova Honda HR-V 2016: gli allestimenti

La versione migliorè è sicuramente quella con motore diesel anche se ha un prezzo più elevato delle altre, ma è anche quella più brillante e nonostante ciò presenta consumi davvero ridotti.

Nella nuova Honda HR-V, è possibile scegliere optional interessanti e di avanguardia, come ad esempio il sistema di frenata automatica battezzato City-Brake Active il quale, a velocità inferiori a 32 km/h, sa frenare in automatico la vettura qualora intercetti la presenza di ostacoli, oppure anche il cruise control intelligente e capace di leggere i segnali con i limiti di velocità, adeguando di conseguenza l’andatura e riproducendo la  segnaletica nel cruscotto con gli avvisi anti-collisione frontale e di cambio di corsia non segnalato.

Inoltre vi è anche il monitoraggio dell’angolo cieco dei retrovisori e del traffico che aiuta in fase di manovra del veicolo. Negli allestimenti più elevati, Elegance Connect, Elegance Navi ed Executive Navi, alcuni di questi dispositivi sono già inclusi nel prezzo.

Nuova Honda HR 2016: prezzi

I prezzi del nuovo SUV Honda variano a seconda della Motorizzazione e della versione scelta. La versione di ingresso è denominata Comfort e, nella motorizzazione benzina, parte da poco più di € 20.600. Mentre salendo di gamma abbiamo l’allestimento Connect ADAS che differenzia di circa € 2.000 rispetto all’entry-level. Sempre rimanendo nella motorizzazione benzina a listino il costo più elevato è per la Executive che comprende anche navigatore ad un prezzo di € 27.300. Passando invece alle versioni a gasolio i costi sono leggermente più elevati come già era stato scritto qualche riga sopra. La versione Comfort con motore 1.600 di cilindrata parte da € 22.800 per arrivare fino a € 28.000 di quella Executive Navi che è sicuramente la più completa in assoluto mentre per le versioni intermedie il prezzo oscilla tra i 25.000 e i 26.000 euro.

 

Salvatore Russo

Responsabile Marketing di 6sicuro dal 2011, ideatore del blog e coordinatore generale dell’intera squadra di blogger e giornalisti che scrivono per 6sicuro. Mi occupo di Digital Marketing Strategy, Consulenza Aziendale e Formazione dal 1998. Ho partecipato alla progettazione, sviluppo e gestione di importanti portali e piattaforme di e-commerce italiani.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*