Vacanza di Pasqua in Sicilia, on the road!

Vacanza di Pasqua in Sicilia, on the road!

La mia prima vacanza in macchina l’ho fatta nel dopo Pasqua dello scorso anno. La prima vacanza in un’auto noleggiata voglio dire ovviamente. La vacanza è stata bella, interessante e valida, tanto che dopo un paio di mesi ho replicato, auto noleggiata anche questa volta e stessa meta, la Sicilia, sì lo so sono un po’ monotona 🙂

Quali sono i vantaggi dell’auto a noleggio in Sicilia?

La Sicilia per quanto bella e magica è purtroppo mal servita dai mezzi pubblici, tanto che a volte è difficile anche raggiungere i centri delle città dall’aeroporto dove si arriva. Il consiglio quindi è di prendere un auto a noleggio per visitarla nel modo migliore.

Due piccoli segreti del prendere l’auto a noleggio ve li svelo subito anche perché potrebbero, nell’eventualità non li sapeste, costarvi cari alla vacanza. Innanzitutto potete prendere un’auto a noleggio, e quindi poi ritirarla, solo se avete una carta di credito. Fate subito l’assicurazione e guardate bene che vi copra tutto, non si sa mai cosa può succedere e anche se sarebbe meglio non pensarci: una volta avvenuto poi i costi sono davvero alti. Quindi meglio spendere un pochino di più subito per non ritrovarsi a spendere tanto di più dopo. Ultimo consiglio è quello di riportare sempre sempre sempre l’auto che avete noleggiato con il pieno. Pena una “multa” piuttosto salata, che per esperienza non consiglio a nessuno.

<<Clicca qui e TWITTALO>>
Vacanza di Pasqua in Sicilia, on the road! http://bit.ly/Wj1aXz via @6sicuro

Quali itinerari seguire in Sicilia

La Sicilia è tutta bella. No, non lo dico per dire, solo l’anno scorso infatti sono stata due volte in Sicilia, una volta facendo l’itinerario Catania – Ragusa e la seconda volta facendo l’itinerario Trapani – San Vito lo Capo – Erice. Tra un mesetto circa tornerò per visitare la zona intorno a Palermo e ovviamente la città stessa. Insomma, la Sicilia merita davvero e per vederla bene è necessario noleggiare un’auto e scoprire ogni suo lato. Io vi consiglio di fare l’itinerario che vede Trapani come base d’appoggio anche per la sua vicinanza all’aeroporto della città che offre diverse alterative anche per i voli low cost. Da Trapani poi ci si può spostare ogni giorno verso una destinazione sempre nuova.

Itinerario Trapani – San Vito lo Capo

Tra gli itinerari principali che vi consiglio di fare, assolutamente non deve mancare Trapani – San Vito lo Capo, che si trova a una trentina di km da Trapani.

La cittadina siciliana molto conosciuta per la sua movida estiva ma anche per il festival che ogni anno si tiene in autunno, il Cous Cous Festival: è da visitare nel periodo pasquale se volete approfittare del sole senza però avere la folla di persone tipica dei mesi estivi. In Sicilia durante le feste pasquali si vedono sempre persone che fanno il bagno, anche quando la Pasqua arriva “bassa”, ecco perché vi consiglio questa destinazione se volete approfittare di una vacanza in Sicilia anche per prendere il primo sole.

Qui non dovete mancare di assaggiare il gelato caldo-freddo, caldo dentro e freddo fuori, tipico di queste parti, un sapore unico.

Itinerario Trapani – Erice

A pochissima distanza da Trapani si trova Erice. Già da Trapani alzando il naso in su potrete vedere la cittadina di Erice arroccata sul Monte Erice.

A Erice si arriva anche grazie a una funivia, ma il consiglio è di prendere l’auto soprattutto se è una bella giornata di sole, solo così curva dopo curva potrete vedere il paesaggio sotto di voi allungarsi e fare qualche bella foto ricordo nelle piazzole che trovate lungo la strada.

I parcheggi a Erice non mancano e il centro storico dovete girarvelo tutto. Erice, chiamata anche la città delle cento chiese per il numero spropositato di conventi e strutture religiose che si trovano qui, offre una prelibatezza da assaggiare, la genovese. Questo dolce di pasta frolla va cercato e assaporato, inoltre dovete scoprire anche la storia che si cela dietro questa interessante ricetta 😉

Itinerario Trapani – Palermo

Palermo dista circa 120 km da Trapani, anche per questo motivo il consiglio è quello di alloggiare una notte nella città di Palermo anche per vedere, assaggiare e provare tutto quello che la città vi offre data la sua complessità e bellezza. Qui non potete perdervi assolutamente la pasta con le sarde e le guastelle, delle pagnottine ripiene di formaggio o di un impasto di ricotta e milza di vitello.

Itinerario Trapani e le sue Saline

Se il giorno prima di ripartire e quindi riconsegnare l’auto, volete stare nei dintorni di Trapani, io vi consiglio una visita alle sue saline.

Le saline di Trapani sono un luogo storico della località del trapanese anche perché parlano della sua cultura, della storia e di come la città anni addietro aveva fatto la sua fortuna con il sale.

Oggi le saline si possono ancora visitare e ci si arriva purtroppo solo in auto, non ci sono mezzi pubblici. Alcune di queste saline sono diventati ottimi ristorantini della zona e con la vostra macchina a noleggio potrete raggiungerli facilmente e fare un’ultima cena tipica e magari economica, sicuramente con uno splendido panorama davanti.

 

Federica Piersimoni

Blogger dal 2008 Federica scrive di viaggi e si occupa della comunicazione e dei social media come consulente per attività turistiche. I suoi due blog parlano di viaggi ma anche di tutto quello che le passa per la testa in ordine sparso.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*