Rc Auto: Bonus protetto, cos’è e come funziona

Rc Auto

Bonus protetto. Stiamo parlando di una particolare garanzia accessoria che può difenderci dagli aumenti di premio. Normalmente, come sappiamo, in caso di sinistro con responsabilità l’assicurato viene “spostato” su una classe di merito più alta. Ciò vuol dire che il premio assicurativo costerà di più. Non tutti sanno però che, di fronte a questa eventualità, c’è la possibilità di difendere la posizione raggiunta dopo anni di guida prudente. Ma come funziona il Bonus protetto? Semplice. Se si verificano queste condizioni, la classe di merito interna, ossia maturata in seno alla propria compagnia di assicurazioni nell’anno precedente, viene bloccata evitando all’assicurato il classico saliscendi del meccanismo Bonus-Malus e quindi di veder aumentare il premio assicurativo.

Piano con gli entusiasmi. È altrettanto importante sapere che non tutti possono scegliere la clausola Bonus protetto. Innanzitutto, può richiederla al proprio assicuratore solo chi, al momento di rinnovare la polizza, decide di continuare a servirsi della stessa compagnia assicurativa. Ricordiamo che, nel momento in cui un assicurato provoca un incidente, la sua classe di merito universale (CU) è destinata a salire in ogni caso. Quindi, se si decide di cambiare compagnia, il nuovo preventivo sarà calcolato sulla base della classe indicata nell’attestato di rischio, aumentato per effetto dell’incidente causato. Se invece si decide di rimanere con la vecchia compagnia, allora nessun problema.

Questo vincolo vale per tutti. Poi ci sono altre restrizioni, applicate dalle singole compagnie assicurative. Alcune chiedono che la classe di merito dell’assicurato non sia superiore a 4 e che lo stesso non abbia causato incidenti nei due anni precedenti.  Il costo? Qualche decina di euro al massimo, destinati a ripagarsi ampiamente al primo imprevisto.

Piero Babudro

Giornalista pubblicista, consulente, social media strategist, community manager, docente. Scrive di nuove tecnologie e comunicazione di massa, studiando da vicino i cambiamenti sociali e di consumo introdotti dai media interattivi.

Commenti Facebook

3 Commenti

  1. Avatar
    Alessandro ottobre 18, 2015

    Sono assicurato con dialogo, in classe 1 da ormai 5 anni,e clausola bonus protetto, lo scorso settembre ho avuto un piccolo sinistro con colpa , al rinnovo mi sono visto la polizza raddoppiata oltre giustamente al salire della classe cu da 1 a 3, mi hanno detto che comunque la polizza può aumentare ugualmente.

    Rispondi
    • Avatar
      Salvatore Russo ottobre 19, 2015

      Ciao Alessandro,
      è vero, la polizza potrebbe aumentare ugualmente, ma non è questo il caso, ti è stata aumentata perché sei passato dalla classe 1 alla 3. In questi casi c’è una sola cosa da fare, usare il nostro comparatore e vedere se c’è un’offerta migliore…

      Rispondi
    • Avatar
      Giovanni Bizzaro ottobre 19, 2015

      Ciao Alessandro,
      Vero, perché il bonus protetto non considera i sinistri nella classe interna della compagnia, quella che varia è la CU. La cosa migliore da fare è una comparazione per vedere se c’è una compagnia che propone un costo minore a parità di CU 3.

      Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*