Multe all’estero: i trasgressori dovranno pagare

Multe all'estero: i trasgressori dovranno pagare

Multe “europee”

La vita è sempre stata più facile per un veicolo con targa straniera circolante all’estero rispetto al Paese di residenza. Gli automobilisti più indisciplinati, consapevoli di una falla del sistema, per anni ci sono andati giù pesante con l’acceleratore sicuri di non ricevere nessuna sanzione amministrativa a casa.

Analizzando un recente studio della commissione europea i guidatori stranieri, pur essendo in media il 5% del traffico europeo, sono responsabili del 15% delle infrazioni per eccesso di velocità. Un numero elevato di sanzioni “impunite”, che diventano impressionati in Francia dove sono il 25% del totale le violazioni notificate a veicoli stranieri, a cui l’Unione Europea ha deciso di “tirare il freno”.

Un accordo sull’applicazione di nuove regole per la transfrontaliera delle multe, stipulato tra il consiglio europeo per la sicurezza stradale (Etsc) e la rete europa delle polizie stradali (Tispol), dovrebbe rendere fattibile la notificare di ogni tipo di violazione del Codice della Strada in qualsiasi Stato membro.

Le multe diventano “europee”

Fino ad oggi le autorità ignoravano – la maggior parte delle volte – le sanzioni notificate a veicoli extra-nazionali sia perché l’identificazione del trasgressore avrebbe richiesto tanto tempo che per la differente giurisdizione vigente nel Paese dell’automobilista multato. L’era delle “multe a vuoto” sta per finire: le sanzioni diventeranno più “europee”.

Il nuovo sistema di regole, che andrà applicato in tutti i 28 stati membri, permetterà alle autorità locali di velocizzare l’identificazione del veicolo e quindi del trasgressore, mediante una comunicazione diretta dei database delle motorizzazioni europee, che non potrà più farla franca.

Inoltre la Polizia dello Stato membro dove viene effettuata la violazioni sarà in grado di cominicare, attraverso una lettera di informazioni tradotta nella lingua del Paese ove è stata immatricolata l’auto, al soggetto multato il tipo di violazione commessa, la data, il luogo, l’ora di rilevazione e l’eventuale dispositivo utilizzato.

Per ora si punta a regolamentare le sanzioni per eccesso di velocità ma il sistema, si spera nel breve periodo, coinvolgerà tutti i tipi di violazioni del CdS. Un sistema di regole che punta a rendere le strade europee molto più sicure.

Cosa dovrà fare il soggetto multato all’estero?

Il soggetto multato riceverà, insieme alla lettera, un modulo di risposta con il quale potrà richiedere una correzione o contestare la multa. Avrà a disposizione 60 giorni per inviare tale modulo, in cui sarà indicata anche l’autorità competente del caso, il cui esisto sarà comunicato entro i 60 giorni successivi all’invio. In caso non si voglia contestare o notificare delle variazioni, il soggetto multato dovrà procedere con il pagamento.

Multe all'estero: i trasgressori dovranno pagare
Multe all’estero: i trasgressori dovranno pagare http://bit.ly/1p98h3N @6sicuro

 

Cosa succederà a chi sceglie di non pagare le multe “europee”?

Tutte queste novità non sono altro che un adeguamento degli Stati membri, escluse Inghilterra, Irlanda e Danimarca, alla direttiva europea 2011/82/UE (D.lgs 37/2014 entrato in vigore dal 24 marzo) nata per agevolare lo scambio transfrontaliero di informazioni sulle infrazioni in materia di sicurezza stradale.

Un aggiornamento necessario, ma a cosa sarà soggetto un automobilista che deciderà di non pagare la multa? Il decreto legislativo non chiarisce quest’aspetto anche perché la riscossione che deve essere effettuata attraverso le frontiera non è un argomento semplice. Visto che non esiste una regolamentazione che possa essere adottata da tutti i Paesi, ogni Stato membra adotterà un proprio sistema. C’è chi aspetterà alla frontiera il trasgressore, chi sfrutterà i tribunali civili per recuperare il credito dovuto o chi come la Svizzera adotterà norme penali. Un’ultima possibilità potrebbe essere quella del recupero crediti internazionali, un servizio offerto da società specializzate nel recupero crediti e dai cui sarà difficile sfuggire.

Qualche consiglio? Cercate di documentarvi, per quanto sia possibile, delle norme in vigore nel Paese in cui andrete a guidare il vostro veicolo, rispettate la segnaletica stradale e un po’ di buon senso non guasta mai.

Salvatore Russo

Responsabile Marketing di 6sicuro dal 2011, ideatore del blog e coordinatore generale dell’intera squadra di blogger e giornalisti che scrivono per 6sicuro. Mi occupo di Digital Marketing Strategy, Consulenza Aziendale e Formazione dal 1998. Ho partecipato alla progettazione, sviluppo e gestione di importanti portali e piattaforme di e-commerce italiani.

Commenti Facebook

53 Commenti

  1. Avatar
    cesare aprile 16, 2014

    E’ tutto molto bello, ma come la mettiamo che nessuno sicuramente in Europa, quella dell’unificazione delle multe, nessuno ripeto, si preoccupa che i francesi, i polacchi, e mi sembra anche gli albanesi, abbiano deciso da qualche tempo di avere le targhe automobilistiche UGUALI alle nostre, cioè AB 123 CD ,non viene a qualcuno il dubbio che adesso la gente si vedrà arrivare qualche multa, magari dalla Germania, fatta ad un francese e recapitata ad un sardo che non è mai uscito dalla sua isola (p.e.) ???!!!

    Rispondi
    • Avatar
      Salvatore Russo aprile 17, 2014

      Bello spunto Cesare,
      indagherò in merito 😉

      Rispondi
      • Avatar
        gianluca settembre 24, 2015

        Insesatto il discorso delle eguaglianze tra targhe con pari diciture.

        1) Quella francese ha un codice identificativo della regione di appartenenza
        2) Quella Rumena è fuori dai canoni di quelle Italiane e Francesi
        3) Quella Tedesca è personalizzabile ( eccetto per le prime lettere che identificano il kreuz ovvero la provincia, e poi hanno anche una coccardina con il segno del Land , oltre al bollino di scadenza della revisione dell’auto !! )

        Documentatevi ragazzi !!!!

        Un saluto da Italiano in Germania al confine con Francia e Svizzera ( e una puntatina anche in Belgio….. dove usano i caratteri rossi )

        Rispondi
  2. Avatar
    )cesare aprile 17, 2014

    Perche’ il mio commento non e’ stato pubblicato? e troppo intelligente o il contrario??! ‘

    Rispondi
    • Avatar
      Salvatore Russo aprile 17, 2014

      Ciao Cesare 😉
      Tutti i commenti vengono moderati, quindi a volte passa del tempo, lo facciamo per diversi motivi, ma il principale è che in questo modo ho la possibilità di rispondere un po’ a tutti in maniera più puntale.

      Rispondi
  3. Avatar
    )cesare aprile 17, 2014

    Ok. Grazie,
    Come non detto!

    Rispondi
  4. Avatar
    cesare aprile 24, 2014

    oggi ho incontrato in città un TIR slovacco…la targa era come detto sopra…AA123BB…ergo, è tutta una fregatura di cui nessun politico si occuperà !!
    salve !

    Rispondi
  5. Avatar
    Andrea maggio 23, 2015

    Salve in merito all’osservazione fatta dal sig Cesare, faccio presente che si è vero che vi sono alcuni stati che hanno munito i propri veicolo di targhe simili o uguali alle nostre, ma le dimensioni cambiano. Inoltre a sinistra di ogni targa vi è lo stato di appartenenza e questo anche su molti veicoli che non fanno parte della UE, ad esempio Russia, Turchia, Bielorussia, Albania ecc. Non dimentichiamo che ad ogni targa corrisponde una precisa marca e modello di veicolo e relativo proprietario. Devono combaciare molte cose, se ad una precisa targa non corrisponde un preciso veicolo, non se ne fa niente. Ad esempio se io sforo il limite di velocità in Spagna, alla guida della mia Panda, non potranno mettere sul verbale che guidavo un’Audi. Spero di essere stato chiaro. Succede anche in Italia con la clonazione delle targhe. Uno riceve un verbale a casa. Il verbale riporta i dati completi del conducente e la targa del proprio mezzo, ma il modello non combacia! è una clonazione, ma facendo ricorso si annulla il verbale. Per quanto concerne le infrazioni commesse all’estero, l’argomento è vasto ed ogni paese applica le proprie normative. L’europa esistente solo sulla carta, ma siamo lontanissimi dall’essere una vera europa unita a livello di codice della strada. Saluti e mi auguro di esservi stato di aiuto.

    Rispondi
  6. Avatar
    maryna giugno 04, 2015

    Salve a tutti,
    gentilmente mi servirebbe una piccola consulenza su una multa che ho “preso” in Ungheria. Questo inverno abbiamo fatto il viaggio in macchina attraversando l’Ungheria.
    Oggi ricevo una lettera da una certa ditta che si chiama Contractum International Debt Collection con la sede a Londra. Scrive il seguente: “Il nostro cliente l’organizzazione sopra citata (Nemzeti Utdijfizetesi Szolgaltato Zrt), ci ha informato che la somma € 265.88 rimane insoluta. Si noti che la somma potrebbe includere gli interessi maturati.
    La somma insoluta è risulta dal mancato pagamento dei passaggi al casello in Ungheria all’organizzazione citata. Avete avuto numerose opportunità per il pagamento. Avete ricevuto un minimo di 2 diverse notifiche da parte di Euro Parking Collection rigurdanti tale caso. I dati in nostro possesso indicano comunque che il pagamento non è stato effettuato. Il nostro cliente, a seguito di ciò, ci ha incaricato di recuperare la somma dovuta.
    L’importo indicato può essere pagato in diversi modi entro 28 giorni dalla data di questa notifica.
    tramite bonifico bancario:
    Contractum Ltd
    Banca: SEB Germania………………………..”

    Non riesco capire tante cose:
    1. la comunicazione di questo genere vedo la prima volta.
    2. passaggi al casello…. in Ungheria non ci sono più caselli funzionanti …
    3. Di che numerose opportunita per il pagamento si tratta?
    4. come mai va nominata prima la Nemzeti Utdijfizetesi Szolgaltato Zrt, dopo Euro Parking Collection e la Contractum International Debt Collection…?
    Sembra poco credibile quetsa lettera… Potrebbe essere un truffa?
    Gentilmente spiegatemi cosa devo fare in questo caso. Si tratta di 300 euro…
    Chiedo cortesemente un aiuto da parte degli esperti oppure da qualcuno che ha già passato questa cosa.
    Grazie mille in anticipo!
    Cordiali saluti,
    Marina

    Rispondi
    • Avatar
      sanda novembre 12, 2015

      Sono nella stessa situazione, entrando in Ungheria e passando da Zagabria Croazia mi sono fermato alla dogana per comprare la vignetta ungherese che non l’ho trovata proseguendo, col pensiero al primo benzinaio, dopo 50 km nessuna traccia, dopo altri 30 km ho visto delle indicazioni, mi sono sentito obbligato ad abbandonare la autostrada per altri 20 km, sembrava una specie di caccia al tesoro pensate che la dovevo pagare 30 euro. Sono fortunato finalmente l’ho trovata, pensate che dopo tutto questo per stare tranquillo, al ritorno a casa sorpresa la multa da parte di CONTRACTUM INTERNATIONAL di 255 €. Cosa posso fare?

      Rispondi
  7. Avatar
    gileo luglio 23, 2015

    Non devi prenderla in considerazione poichè qualora fosse reale sono previsti altri canali ufficiali ed istituzionali con i quali devono essere notificate le violazioni all’estero. Al contrario se tu dovessi ricevere ulteriori solleciti simili e con toni pseudo-intimidatori ti consiglio di fare formale denuncia presso un’ufficio di polizia , meglio in questura perchè hanno la possibilità di contatti diretti con gli omologhi esteri anche ai fini informativi ,tuttavia è un passo che puoi fare anche adesso se vuoi.

    Rispondi
  8. Avatar
    Maurizio Parri agosto 05, 2015

    Qualche giorno dopo il rientro a casa da un breve viaggio in Francia ricevo una lettera dalle autorità francesi che mi comunicano un’ammenda per aver parcheggiato la vettura senza esporre il disco orario (da quelle parti occorre utilizzare un dispositivo standard che io non avevo). Ok, , l’importo è molto basso, ma mi chiedo, la normativa europea per le ammende trans frontaliere non riguardava unicamente le infrazioni al codice della strada pericolose (Eccesso di velocità, mancato rispetto del semaforo rosso, guida in stato di ebrezza o sotto gli effetti di stupefacenti).?
    Inoltre, le comunicazioni inviatemi non sono intitolate come previsto dalla normativa da voi descritta (nel mio caso mi è sono stati inviati un “avviso di contravvenzione” e un modulo “richiesta in esonerazione” oltre a una “nota di pagamento” con le istruzioni per saldare l’oblazione.
    È regolare venire inseguiti fino a casa per una mancata esposizione del disco orario che certamente si tratta di una infrazione che non costituisce alcun pericolo per la circolazione altrui?

    Rispondi
  9. Avatar
    Luciano Palmisano agosto 15, 2015

    Salve sono un italiano che vive in Germania ho preso un verbale dai carabinieri perché portavo un amico con un cagnolino piccolo in braccio mentre guidavo,io premetto che la multa la pago però non volevo essere rovinato le vacanze e ho chiesto se gentilmente me la poteva spedire in Germania,la risposta del maresciallo e stata: se non la paga adesso deve chiamare il carroatrezzi e le faccio rimuovere la macchina,adesso le volevo chiedere se il maresciallo può fare una cosa del genere e se la legge lo prevede??? La ringrazio e le auguro una buona giornata

    Rispondi
    • Avatar
      gianluca settembre 24, 2015

      Assolutamente si . Pagamento contesutuale per lo straniero con notifica diretta e non vuole pagare subito. Legittimo e previsto dal CDS ! In Svizzera secondo cosa combini in auto vieni ARRESTATO!!!!!

      Rispondi
    • Avatar
      Marco maggio 02, 2016

      Tutto corretto…
      Se in territorio italiano infatti violi il codice della strada con Autovettura riportante targa divera da quella italiana, la somma va riscossa “brevi manu” ovvero subito dall’agente, pena il fermo del veicolo con Carroattrezzi! Art. 207 Cds.
      Tutto corretto!!!

      Rispondi
  10. Avatar
    francesco ferrari agosto 23, 2015

    Buona sera, due giorni fa ho ricevuto , via posta ordinaria, un avviso di una società inglese europarkingcollection con sede a Londra, che mi intima il pagamento di 329 euro, entro il 27 agosto 2015, per un mancato parcheggio nel 2013 a Belgrado[ Serbia].
    Potreste dirmi, per favore, se questa società è legale e se ha la possibilità di procede legalmente nei miei confronti in Italia?
    Vi ringrazio in anticipo
    Francesco Ferrari

    Rispondi
    • Avatar
      Andrea ottobre 28, 2015

      Sono interessato anch’io ad avere risposta a questo quesito. Le modalità di tale società non mi sembrano molto lecite.

      Rispondi
    • Avatar
      Lella maggio 26, 2016

      Salve,
      Io non mi preoccuperei e non la pagherei. Un amico che ha casa a londra e per una serie di stupide regole non puo’ pagare il diritto di posteggio davanti per altro a casa sua in Londra ,solo perche’ ha targa straniera,prende in media una multa al giorno che Gli viene recapitata dalla suddetta ditta in italia dove ha residenza .Ne riceve di solito due poi nulla di piu ‘ perche’ non c’e ‘ un’ intesa con UK e Gli altri stati.

      Rispondi
      • Avatar
        Patryk giugno 19, 2016

        Ciao , mi confermi che l’Inghilterra non ha accordi con altri stati ?

        Rispondi
  11. Avatar
    RANIERI novembre 14, 2015

    Anch’io ho bisogno d’aiuto…. 2 mesi fa ero a Londra col camper…. Oggi trovo nella posta 2 lettere normali non raccomandate dove mi chiedevano il pagamento entro 28 giorni di oltre 700 euro (infrazione nella london low emission zone) ovviamente ormai scaduti e diventati nella seconda lettera oltre 2000. Aiuto qualcuno sa dirmi come fare? Non mi sono neanche reso conto di nulla a Londra… Più che andare in campeggio cosa dovevo fare!!

    Rispondi
  12. Avatar
    glodile gennaio 12, 2016

    per multe prese in olanda con una macchina a noleggio cosa mi consigliate?? pagare e basta o fare opposizione?
    qualcuno mi sa dire se è possibile chiedere la prova dell’infrazione? e a cosa si va incontro se non si paga?
    grazie

    Rispondi
  13. Avatar
    gianluca gennaio 20, 2016

    Salve, ho preso una multa per eccesso di velocità in autostrada in ungheria.. la cosa bella che facevo 115 su limite di 85.. limite di 85 onestamente non ló visto ne io ne le altre 3 persone in auto con me… e in loro autostrada il limite è di 130kmh…

    Mi chiedono il pagamento di 45000 fiorini tramite bonifico… come posso chiedere una revisione o sconto sulla multa?? E se non la pago? Cosa succede??

    Rispondi
    • Avatar
      Alexandra settembre 09, 2016

      Salve .. io ho preso una multa in ungheria … nn voglio pagarla .. se nn la pago cosa puo succedere? Aspto la tua risposta grazie

      Rispondi
  14. Avatar
    salvatore giordano gennaio 24, 2016

    salve vorrei un informazzione in merito ad una multa che ho ricevuto in ungheria (pur avendo pagato la locandina).praticamente è succeso che il signore che li a svolgere il suo lavoro a fatto un errore col numero di targa della mia auto,adesso mi ritrovo a pagare una multa di 595€ (da premettereche ho fatto ricorso e mi è stata data come risposta che la colpa è sta mia che non ho controllato la locandina . da un punto posso capire,ma se mi sidice di esibire il libbretto dell auto per verificare il numero di targa,io vado sicuro percche non dubbito sull operato della persona incarricata a svolgere il suo lavoro. adesso non so come conpartarmi vorrei un aiuto grazie

    Rispondi
  15. Avatar
    Paoletta febbraio 18, 2016

    Buonasera,
    in data 18/02/2016 ho ricevuta con posta ordinaria una multa per eccesso di velocità in Francia ( limite dei 50 km/h , io ne facevo 56 con lo scarto dei 5 km/h sono arrivata a 51 km/h quindi che fregatura) ma l’infrazione risulta effettuata al 03/07/2015.
    Vorrei sapere quanto tempo hanno per notificare l’infrazione e se devo in ogni caso pagare la multa o fare ricorso?

    Grazie per l’aiuto

    Rispondi
    • Avatar
      patrizia aprile 06, 2016

      Anche io lo stesso…mi fai cortesemente sapere via mail cosa hai fatto?

      Rispondi
    • Avatar
      Nunzia maggio 04, 2016

      Anch’io oggi ho ricevuto una multa stesso caso analogo al tuo.multa presa nel mese di ottobre.come hai risolto?

      Rispondi
  16. Avatar
    marcos marzo 03, 2016

    Salve, anch io ho bisogno di delucidazioni,
    Ho appena ricevuto in italia una multa presa in Francia, da un mio amico a cui ho prestato la macchina.
    Sul verbale ricevuto, in italiano, oltre alle modalità di contestazione sono elencati i casi di contestazione, fra questi é possibile, comunicando i dati esatti, dichiarare che non si era alla guida del veicolo.
    La multa non é da pagare come ben specificato, ma la domanda é: se la persona che era alla guida non paga qual é il rischio per il proprietario del veicolo?
    Grazie per l’attenzione, saluti

    Rispondi
  17. Avatar
    michela marzo 03, 2016

    Salve,a me e arrivata dal Ungheria una multa x mancanza della vignetta,dovevo pagare87euro,entro 30giotni,pero l’ho pagato con due giorni di ritardo. Ora cosa succede? Mi arriverà un altra?

    Rispondi
    • Avatar
      sergio marzo 29, 2016

      Ho ricevuto pure io un verbale simile pochi giorni fa e devo ancora pagarlo. Mi aspetto di riceverne un’altro per il tragitto di rotorno. Devo dire che gli ungheresi con pochi soldi si fanno pagare i pedaggi, al contrario di noi italiani che abbiamo i nostri costosissimi caselli autostradali. E non importa a loro se non troviamo la vignetta e se la strada ha o no l’obbligo di pedaggio. A noi chi lo dice?

      Rispondi
  18. Avatar
    Silvia marzo 07, 2016

    Spero che qualcuno abbia una risposta….entro in Ungheria convinta di trovare un autogrill per compare la vignetta, non trovandolo mi fermo volontariamente ad una stazione mobile di polizia e pago un verbale con carta di credito. I poliziotti mi dicono che posso circolare 24 h sul territorio Ungherese e così faccio (anche perchè il programma prevedeva esattamente questo). A distanza di 4 mesi, arriva da parte di un’agenzia inglese incaricata dal governo ungherese per la riscossione dei crediti, una multa di € 265. Scrivo una racomandata allegando la copia del pagamento, la copia della vigetta slovena (a dimostrazione che non era mia intenzione non pagare e la copia dell’estratto del mio telepass che mi vede usire e rientrare in Italia nell’arco di 24h)….. mi viene risposto che quel pagamento si riferiva alla sola andata e che avrei dovuto comprare una vigetta per il ritorno. Qualcuno ha una risposta in materia? grazie

    Rispondi
  19. Avatar
    Marcello marzo 16, 2016

    Buonasera, ho appena ricevuto una notifica di una infrazione di velocità in Francia per 5 km/h ad agosto 2015. Devo pagarla? Non finisce in prescrizione dopo addirittura 6 mesi?

    Rispondi
  20. Avatar
    Denise marzo 29, 2016

    anch’io ho ricevuto il 24 Febbraio 2016 ora una notifica di infrazione di velocità in Francia il 9 agosto 2015…ma non finisce in prescrizione dopo 6 mesi? grazie

    Rispondi
  21. Avatar
    Claudio aprile 19, 2016

    salve gentilmente chiedo un informazione oggi 19 \04\2016 mi viene recapitata una lettera da Porec con una multa di divieto di sosta notificata il 17 08 2015 riportante una foto della mia targa .Quella sera io non avevo parcheggiato sicuramente in divieto ma in un parcheggio comune ,in oltre non ho trovato nessun verbale a distanza di tutto questo tempo come mi devo comportare grazie

    Rispondi
  22. Avatar
    Simona aprile 26, 2016

    Ricevuto anch’io multa dalla Francia, del 6/9/2015 ricevuta, venerdì 23/04/16 e notificata il 14/3/2016.
    Come funziona con i mesi di prescrizione? 6 mesi anche in Francia ?
    Da chi ci si può informare eventualmente ? Ciao e grazie

    Rispondi
    • Avatar
      NUNU maggio 05, 2016

      HO RICEVUTO ANCHE IO IL 4 MAGGIO UNA MULTA PRESA IN FRANCIA TRAMITE POSTA ORDINARIA .DATA INFRANZIONE PER LIMITE VELOCITA’ 10/10/2015, VERBALIZZATA IL 25 MARZO 2016 E TIMBRO POSTALE 30 MARZO 2016. NON E’ IN PRESCRIZIONE? COME HAI RISOLTO?A CHI TI SEI RIVOLTO?

      Rispondi
      • Avatar
        Lella maggio 26, 2016

        Purtroppo I Francesi hanno un anno per recapitare la multa. Io per eccesso di velocita’ ,Ben 5 km , ne ho prese due in autostrada dove ogni 4 km il limite cambiava e le Ho pagate sotto suggerimento di un amico avvocato. Ma mi chiedo se anche quelle per non aver pagato il posteggio vanno pagato .

        Rispondi
  23. Avatar
    Pomponio Maria maggio 18, 2016

    Salve il mio ragazzo vive in germania,, doveva fare un mese fa il nuovo passaporto, al consolato ma non glie lanno dato perche dicono che quasi 16 anni fa non e stata pagata una multa in italia e adesso devono vedere ma lui a detto che non a mai ricevuto niente, dopo 16 anni possono venire a cercarti per la multa? Per pagare?

    Rispondi
  24. Avatar
    Pitt maggio 25, 2016

    Ebbene si!!! E’ toccato anche a me di ricevere a domicilio, dopo una vacanzina in auto in Francia, una lettera proveniente da Parigi con il tricolore: liberté-égalité-fraternité scritta in italiano e con tutti i dati, precisi, della mia infrazione di velocità: andavo in autostrada a 120 Km/h subito dopo aver passato il confine italiano e lì c’era il limite dei 110 Km/h; un 5% di tolleranza, morale velocità di calcolo 114 Km/h superiore di 4 Km/h ai 110/Km/ora e, quindi, tutta la procedura. La prima cosa che mi ha colpito è la notifica per lettera semplice, ho contattato un’amica penalista francese e mi ha detto che per le piccole infrazioni fanno così, però se non la si paga, dapprima ci sono gli aumenti, poi la procedura prosegue tramite fronte diplomatico per il recupero del credito in Italia, con tutte le maggiorazioni del caso e se si ricapita in Francia con la stessa auto e targa potrebbero essere dolori in quanto scatterebbe il loro antico codice penale … meglio evitare 🙂 La mia sanzione è stata comminata dopo più di quattro mesi e mezzo e mi hanno dato un paio di mesi per pagarla in forma ridotta a 45 €: o direttamente in Francia con apposita modulistica, o su internet, o con telefonino e carta di credito fotografando la vignetta stampata sul verbale o tramite bonifico con iban francese. Ho chiesto consiglio ai nostri vigili urbani e mi hanno suggerito di fare il bonifico e tenere in auto, se si ritorna in Francia, una copia dell’avvenuto versamento. Dall’Ambasciata Francese non hanno saputo darmi ragguagli, salvo invito a telefonare all’Ente che ha emesso la contravvenzione, neanche fosse una cosa da poco telefonare a Paris in lingua francese e cercare di capire, al telefono ed in lingua straniera, i termini e modi di una eventuale contestazione /standard tipo non eri tu alla guida, auto o targa rubata o venduta poco prima) o altro … per i quali, comunque, devi versare anticipatamente 68 € … che non contano per il saldo dell’ammenda, poi si discuterà. Ergo pagati 45 € tramite bonifico bancario e spero sia finita lì 🙂

    Rispondi
  25. Avatar
    danilo trogu maggio 28, 2016

    ma scusate a me arriva una multa per eccesso di velocità dalla Francia
    , senza rr , non firmo alcuna ricevuta , ( non è una raccomandata con ricevuta di rfitorno )
    ma come possono sapere che l’ho ricevuta ?
    danilo

    Rispondi
  26. Avatar
    Ylenia maggio 29, 2016

    Buongiorno, io ieri credo di essere passata col semaforo rosso in Germania (“credo” perchè le indicazioni erano davvero poco chiare e i tre semafori posti sulle corsie erano sfasati e poco comprensibili..praticamente sono passata con due verdi e uno rosso messo a caso), la mia domanda è: non dovrebbero esserci state telecamere e nessuna forza dell’ordine mi ha fermata sul luogo anche perchè era un posto abbastanza sperduto. Se ci fossero state le telecamere, la multa mi arriverà a casa? Se sì, di quanto? Grazie in anticipo! Italiana, con auto italiana, in Germania.

    Rispondi
  27. Avatar
    Giuseppe Finessi giugno 05, 2016

    Io son Italiano e abito a Berlino , e volando a Bologna, prenotando una machina a noleggio,subito pronto multa. E questo un po strano .
    L’anno scorso o ricevuto dalla auto noleggio una multa, circa per dire L’autista (40euro) .naturalmente essendo Italiano o schritto circa 6mail.alla dita di noleggio ,nessuna risposta . Adesso aspetto?
    Dopo un anno naturalmente non si puo ricrdare?
    Percio penso io se avressero risposto avrei avut la possibilita di mettermi i comunicazione con la polizia Actuale e se io o sbagliato va bene devo pagare.
    Tanti saluti Finessi

    Rispondi
  28. Avatar
    Marino Martini luglio 26, 2016

    Buongiorno,
    in data 25/7/16 ho ricevuto l’avviso di raccomandata per due multe dalla Francia per eccesso di velocità <20km/h rilevati in data 27/6/15 ore 17.37 e 17.47.
    Per la notifica non ci sono i 360 giorni?

    Rispondi
  29. Avatar
    Maria Teresa Comparin agosto 03, 2016

    Buonasera,
    mi è stato notificato un verbale di contravvenzione per eccesso di velocità commesso sull’autostrada per Lione Francia. Premetto che non sono stata mai ne io ne la mia vettura in quel paese. come posso fare per contestare il suddetto avviso? Non riesco mettermi in contatto con le autorità francesi in Italia, Mi può dare cortesemente qualche indicazione? Grazie.

    Rispondi
  30. Avatar
    Luigi agosto 18, 2016

    Salve, per le multe prese in Francia (autovelox) ho alcuni dubbi: Ti tolgano punti dalla patente italiana?(nel caso mi sia stata espedita ma non recapitata, posso quanto meno sospettarlo tramite l’eventuale decurtazione punti?) lo posso a casa per posta ordinaria o raccomandata?, tempo massimo notifica ed eventuale prescrizione.Grazie.

    Rispondi
  31. Avatar
    giuseppe agosto 20, 2016

    buongiorno,
    sono un monoperatore di polizia locale di un piccolissimo comune,
    ho personalmente notificato per posta decine di contravvenzioni ad automobilisti esteri.
    Risultato il 10% paga il 90% la fa franca, nonostante solleciti e ”minacce”, perche’ Equitalia non li riscuote punto.
    Vorrei sapere quale esattore viene a casa vostra a ricuotere le contravvenzion esterei non pagate.
    Qualcuno puo’ dire se ha ricevuto un esattore per sanzioni estere e se si che normativa viene citata!!!???

    Rispondi
  32. Avatar
    lucio settembre 05, 2016

    Salve, mi e’ arrivata una multa per eccesso di velocità nella zona di Tarragona
    (spagna) di 100 euro ma con riduzione a 50, se pagata in pochi giorni…..
    conviene pagarla? saluti

    Rispondi
  33. Avatar
    Gianpietro settembre 06, 2016

    Anch’io oggi ho trovato nella cassetta della posta una multa per eccesso di velocità presa in Spagna di 100 euro con riduzione a 50. Macchina a noleggio. Se non la pago questi vanno avanti con ingiunzioni, pignoramenti ecc?

    Rispondi
  34. Avatar
    Silvano settembre 10, 2016

    Salve, mi è arrivata una multa per eccesso di velocità dalla Germania di 98 euri infrazione riscontratta il 4-7-2016 ma nonostante la targa corrisponda NON SONO MAI STATO IN GERMANIA NE IO NE LA VETTURA; come devo comportarmi ? se qualcuno mi può aiutare con qualche consiglio
    Ringrazio e saluto tutti

    Rispondi
  35. Avatar
    Silvano settembre 11, 2016

    Salve a tutti è la prima volta che entro in questo sito e avrei una domanda da porre:
    mi è arrivata una multa, dalla Germania; per ecesso di velocità rilevata con autovelox ma sebbene abbiano la mia targa e la foto ( secondo loro anche se non mi hanno dato la possibilità di vederla ) ne io ne la vettura in questione NON SIAMO MAI STATI IN GERMANIA !!!!!
    come debbo comportarmi? sono stato anche dai Carabbinieri ma gentilmente mi hanno detto di arrangiarmi. Inoltre la multa mi è arrivato tutta in tedesco
    saluti e grazie anticipatamente Silvano

    Rispondi
  36. Avatar
    nico settembre 14, 2016

    ciao a tutti. sono rientrato dalla spagna il 1 settembre ed il giorno dopo mi è arrivata una multa per un eccesso di velocità rilevato vicino a santiago di 69 km/h contro un limite di 50. 100 euro con riduzione a 50 entro 20 gg. stessa storia di lucio qua sopra.
    che faccio?
    multa per posta ordinaria.

    Rispondi
  37. Avatar
    daniele novembre 16, 2016

    Ho ricevuto una multa per eccesso di velocita’ in Francia con una macchina a noleggio Budget che ho deciso di pagarecon lo sconto previsto(45 euro).Dopo qualche giorno mi e’ arrivat una lettera in cui una societa’ Locanor sas ,che credo sia della Budget ,mi chiede di pagare 35 euro per spese amministrative relative alla trasmissione di informazioni alla polizia per il reperimento dei miei dati.Come devo comportarmi?E’ giusto pagare per un servizio che non ho chiesto io?Questi soldi non dovrebbero chiederli alla polizia?Nel perzzo della multa non sono compresi anche i costi amministrativi?

    Rispondi
  38. Avatar
    Maria Clara Fisco novembre 18, 2016

    Ho ricevuto tre lettere con tre multe per eccesso di velocità dall’Austriadove non sono mai stata. La targa è quella di uno scooter che ho in garage da oltre tre anni senza essere più usato. Cosa posso fare? Come posso dimostrare che è una targa clonata e che io non mi sono mossa dalla mia abitazione?

    Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*