Auto usate e contachilometri manomessi: occhio alla truffa

contachilometri-auto-usata

Compreresti un’auto usata con dieci anni di vita e 150mila chilometri? Probabilmente no. E come te non la comprerebbe nessuno.

E il povero concessionario cosa dovrebbe fare: tenersela in magazzino, perdendo dei guadagni, sapendo che è destinata allo sfascio? Non penso che i concessionari siano d’accordo.

Meglio, molto meglio, cercare di piazzarla sul mercato in ogni modo. Magari dicendo la verità sull’età dell’auto, ma facendo qualche piccolo ritocchino al contachilometri, in modo da guadagnare qualcosina in più rispetto al reale valore di mercato dell’auto in questione.

Una pratica applicata nel 40% dei casi: questa sarebbe infatti secondo le ultime ricerche la percentuale di auto usate ringiovanite in Italia.

Una pratica utilizzata soprattutto nel caso di auto provenienti da ditte di noleggio. In questi casi, il numero reale di chilometri percorsi rende poco interessante le auto sul mercato (e ne sminuisce di molto il valore) e allora i salonisti (per fortuna non tutti!) si affidano a veri e propri esperti del settore per taroccare il contachilometri. E le diminuzioni contano 50mila e forse più chilometri.

Ma le diminuzioni sono davvero difficili da individuare, anche portandoci dietro il tecnico di fiducia. Serve infatti un dispositivo specifico per alleggerire il carico del contachilometri.

Cosa succede a chi ringiovanisce?

A chi bara sui chilometri, secondo il Tribunale di Arezzo [sent. n. 638/2014] , può essere richiesto il risarcimento della somma versata in eccesso rispetto al valore reale dell’auto e un risarcimento extra per aver violato la buona fede dell’acquirente.

Quindi, in caso di ricorso ad un giudice, si potrebbero ottenere due risarcimenti:

  • il prezzo pagato in più rispetto al reale valore dell’auto, proprio perché risulta più usurata di quanto affermato dal venditore, dovrà essere restituito all’acquirente da parte del venditore di auto
  • un risarcimento generico, in via equitativa deciso dal giudice, per la violazione del codice civile in termini di comportamento corretto e buona fede del venditore nei confronti dell’acquirente.
Auto usate e contachilometri manomessi
Auto usate e contachilometri manomessi http://bit.ly/1F29RbH @6sicuro

Come individuare il taroccamento

Se si utilizza una macchina di diagnosi, è possibile accedere a molti dati relativi all’automobile in questione: tra tutti, anche il chilometraggio reale. Purtroppo il dispositivo specifico non è alla portata di tutti e molte officine ne sono sprovviste. Ma rimane lo strumento più sicuro per avere informazioni reali e veritiere sulle automobili.

In mancanza del dispositivo, puoi controllare ad occhio il pannello di comando: se noti dei segni o dei graffi che possono far pensare ad una manipolazione e l’auto, sia dalle condizioni esterne che interne, non è proprio un gioiellino, puoi sospettare il taroccamento.

Ovviamente l’auto sarà stata debitamente trattata prima di essere messa in vendita, quindi il consiglio è di non fermarti all’apparenza: la verniciatura e la sistemazione dei piccoli difetti di lamiera saranno di certo stati sistemati. Prova invece a dare un’occhiata all’usura dei pedali, alle maniglie, al volante e se noti delle incongruenze evidenti tira le somme.

Chiedi al concessionario di mostrarti il libretto delle revisioni e controlla il numero di chilometri riportato ad ogni operazione, confrontandoli con la cifra attuale del contachilometri: anche così ti potrai accorgere di un eventuale taroccamento.

Se il concessionario non vuole mostrarti il libretto, ti suggerisco di drizzare le orecchie e chiedere di mostrarti la scheda tecnica dell’auto: anche su questa potrai trovare appuntati i chilometri reali percorsi dall’auto.

In mancanza di libretto e scheda (stranissima come coincidenza, vero?) controlla con accuratezza il motore alla ricerca di un bollo adesivo, quello che di solito viene applicato su parti visibili e non del motore in occasione di revisioni periodiche. In assenza di bolli nel motore, prova a controllare anche nella parte interna delle portiere: potresti trovare informazioni utili per chiarirti come stanno realmente le cose.

 

Cinzia Di Martino

Blogger e Web Developer, si occupa di web e comunicazione online per professionisti e imprese. Stanca di tradurre in codice binario il linguaggio degli uomini, ha preferito invertire la rotta e deciso di occuparsi di dinamiche umane sui social.

Commenti Facebook

12 Commenti

  1. Avatar
    peppe febbraio 04, 2015

    Io una volta ad una concessionaria (diversa da quella dove avevo comprato l’auto ma sempre stesso marchio)
    avevo chiesto se potevano vedere se i km segnati sul contachilometri erano stati manonessi,loro molto scortesi mi hanno detto che potevano vederlo ma non potevano dirmelo per un fattore di privacy. Cose assurde!!!!

    Rispondi
  2. Avatar
    luigi febbraio 04, 2015

    sul libretto non viene annotato il KM. per lo meno sul mio libretto non c’è indicato nulla, all’infuori dell’esito regolare della revisione

    Rispondi
  3. Avatar
    Vera febbraio 05, 2015

    Ciao a tutti inizio con il dire che io la mia macchina (multipla) l ho presa con 150mila km adesso ne ho 220mila e mi sono trovata bene facendo la sua regolare manuntanzione è un gioiellino…. Per i km si potrebbe fare una copia del libretto dell auto interessata che si desidera acquistare e contattare il precedente proprietario e chiedere con quanti km l ha venduta….

    Rispondi
  4. Avatar
    Luciano febbraio 06, 2015

    Eppure un metodo c’è, è quello del livello di logoramento
    del volante,dei gommini copri pedali, dei sedili,
    e tanti altri piccoli particolari.

    Rispondi
    • Avatar
      gianluigi ottobre 06, 2016

      quello qqnche puo’ trarre in inganno, dipende sempre se l’auto e’ stata utilizzata in citta’ o in autostrada,..

      Rispondi
  5. Avatar
    Dido febbraio 06, 2015

    Immagino si riferisse al libretto dei tagliandi…

    Rispondi
  6. Avatar
    kari febbraio 06, 2015

    per sapere si una auto taroccata cambio taroccamento bisogna vedere con l assicurazione che loro chiedono il chilometraggio ogni volta che rinnovo l assicurazione si scopre a questo punto il reale

    Rispondi
  7. Avatar
    geo febbraio 08, 2015

    la machina de mio fratelo data in dietro con 225000km lo vista dopo 3 giorni con 150000km

    Rispondi
  8. Avatar
    Sara febbraio 21, 2016

    Non sono boiate….io sono risalita al penultimo proprietario alla quale l aveva venduta con 150 mila km perché dell ultimo non c era traccia e io l avevo presa con 120 mila km….basta andare al pra…

    Rispondi
  9. Avatar
    Vito luglio 01, 2016

    Abito da tre anni in Bulgaria, ho una mercedes del 2002 comprata nuova in Francia con 250.000Km che é andata sempre bene. Passo i mesi invernali in Puglia, tre anni fa vedo una mercedes d’occasione anno 2008 ,in un garage provincia di Lecce con 88390 Km. Volendo avere una macchina con meno della mia, decido di acquistarla per espotarla in bulgaria. una setimana fa, in seguito a un guasto, vado da un concessionario Mercedes per un controllo, il tecnico, vedendo i Km 157000 sul cruscotto, mi domanda quanti Km aveva la macchina quando l’ho comprata, dico 88390. Lui guarda sull’apparecchio della diagnosi e dice: quasta macchina ha realmente 457.000 Km. il garage ha scalato ben 300.000 Km,, sono rimasto a bocca aperta. ho tel subito al garage in italia e mi dicono che non è possibile , fatto un’altro tes da un’altro garage, stessa cosa. i km son ben stati scalati di 300.000. cosa fare? aspetto di andare prossimamente in italia per andare da garagista

    Rispondi
  10. Avatar
    Mirko ottobre 12, 2016

    Purtroppo ci sono parecchie officine che dietro compenso mettono timbri sulla falsa manutenzione e chilometraggio. Es. Si scalano 100.000 km si va “dall’amico” meccanico e si crea una finta manutenzione sulla quale c’è scritto che la macchina ha fatto tutti i tagliandi originali e che l’ultimo è stato fatto a soli 70.000 km.
    Comprate da privati, non fatevi fregati da questi truffatori che ormai sono il 90%.

    Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*