Auto a metano: caratteristiche, usato e le migliori proposte

Scegliere una auto a metano ti permette di risparmiare sui costi del carburante nei lunghi viaggi e di sfruttare gli ecoincentivi per l'acquisto di un nuovo modello. Ma ne vale la pena? Ecco la classifica dei modelli più venduti in Italia.

auto a metano

Dopo anni di onorata carriera, la tua auto ha deciso di abbandonarti, costringendoti a sostituirla con un’altra, nella speranza che possa dimostrarsi all’altezza di quella che l’ha preceduta. Inizia così la tua ricerca spasmodica, online, sulle riviste di settore, presso i concessionari di auto presenti nella tua zona, ma orientarsi nella scelta non è affatto semplice, anche perché i parametri da tenere in considerazione sono tantissimi, da quello meramente economico – ma che ha una importanza determinante – alle specifiche tecniche, che non sempre siamo in grado di comprendere al 100%.

Una delle domande amletiche che ti assillerà nella fase di ricerca è la seguente: benzina, diesel, GPL, elettrica, ibrida o metano?

Non voglio mentirti, né darti false speranze, la scelta non sarà affatto facile, anche perché le distanze che caratterizzavano in passato le motorizzazioni tradizionali (benzina e diesel) da quelle “alternative”, quindi le auto a metano e a GPL, si sono drasticamente ridotte, rendendo ancora più difficile il processo decisionale.

In questo articolo voglio parlarti proprio delle auto a metano, facendo una panoramica su quello che è il mercato di riferimento in Italia.

Auto a metano: come scegliere la migliore?

Quando si è alla ricerca dell’auto perfetta, in relazione ovviamente alle proprie necessità e possibilità, si tende a valutare il famoso rapporto qualità-prezzo, che nel settore automotive è particolarmente sentito, visto che l’acquisto di una nuova macchina non è una di quelle cose che facciamo tanto spesso, quindi meglio orientarsi bene per evitare delusioni cocenti.

Il mercato automobilistico, oggi, offre una vasta gamma di auto alimentate a metano, visto che, nel corso degli ultimi anni, quasi tutte le case produttrici hanno cercato di coprire tutte le motorizzazioni possibili, per andare incontro alle esigenze dei clienti, ma anche per sfruttare gli incentivi ecologici erogati dai governi dei Paesi dell’Unione Europea per l’acquisto di vetture a basso impatto ambientale.

Se generalmente l’Italia ricopre le ultime posizioni in quasi tutte le classifiche, o almeno in quelle delle quali poter essere orgogliosi, in questo settore specifico siamo, invece, testa di serie, sia in termini di vendite che di produzione. Infatti, le auto a metano a marchio Fiat, Alfa Romeo e Lancia sono tra le migliori in circolazione, sia per qualità dei motori e degli impianti che per il rapporto qualità-prezzo.

Auto a metano usate

Se non vuoi acquistare un’auto nuova di zecca, ma preferisci optare per un usato garantito o, al massimo, per un buon Km 0, allora la valutazione che devi fare, escludendo il lato economico, riguarda la natura dell’impianto. Come probabilmente sai già, in circolazione esistono due tipologie di auto a metano, quelle convertite mediante l’installazione ex post di un impianto a metano, e quelle con impianto nativo, realizzato dalla casa produttrice.

A parità di condizioni dell’auto, ovvero stessa quantità di km percorsi, stesso prezzo di vendita e integrità strutturale della vettura identica, è preferibile optare per un impianto nativo, per due ragioni:

  1. l’impianto è stato realizzato in fase di progettazione esattamente per quel modello dalla casa produttrice, e non adattato in un secondo momento;
  2. generalmente, gli impianti installati autonomamente occupano una grossa porzione del baule, mentre quelli nativi vengono sistemati nel sotto scocca, risultando più pratici ma anche più sicuri.

Quindi, prima di lasciarti convincere da altri parametri, valuta con attenzione il tipo di impianto presente sull’auto a metano usata che intendi acquistare.

Auto a metano di serie

A proposito di impianti nativi, anche in questo l’Italia può vantare un primato, ovvero la più ampia gamma di auto con motorizzazione a metano di serie, visto che quasi per ogni modello esiste la versione con alimentazione a gas, GPL o metano.

Nella maggior parte dei casi chi decide di acquistare un’auto a metano di serie ha determinate necessità, nello specifico percorre molti chilometri in aree urbane o extra urbane, quindi ha bisogno di consumare poco carburante, abbattere i costi e, grazie ad un impianto ecologico, accedere anche a determinate aree interdette al traffico.

Ecco perché il Gruppo Fiat ha puntato così tanto sulle auto a metano, perché il suo core business è composto da citycar e utilitarie di piccole dimensioni, perfette per chi ha le esigenze descritte poc’anzi.

Distributori di metano

Spaventato dalla mancanza di distributori metano in autostrada? Devi sapere che il nostro Paese è uno dei più coperti d’Europa grazie anche all’uso di questo gas all’interno delle abitazioni per il riscaldamento.

Revisione auto a metano

Se intendi acquistare una auto a metano devi sapere che, per questo tipo di motorizzazione, è previsto un obbligo di legge aggiuntivo alla tradizionale revisione alla quale va sottoposta la vettura ogni due anni. Infatti, per le auto a metano, oltre alla revisione standard, va fatta anche la revisione dell’impianto, ogni quattro anni, a partire dalla data di immatricolazione.

A differenza della revisione standard, che viene svolta generalmente in al massimo un’oretta, per quella dell’impianto a metano è necessario lasciare l’auto in officina e andarla a riprendere dopo uno/due giorni. Questo perché bisogna procedere con la sostituzione delle bombole con altre, che devono essere omologate secondo il Regolamento Europeo, ECE/ONU n.110.

Il costo della sostituzione è interamente coperto dalla Gestione Fondo Bombole Metano dell’Eni, mentre tu dovrai sostenere solo il costo della manodopera (di circa 400 euro).

Ricordati che, per poter effettuare la revisione dell’impianto a metano, il serbatoio dovrà essere completamente privo di gas, altrimenti non sarà possibile procedere con la sostituzione delle bombole.

Auto a metano, si risparmia veramente?Auto a metano, si risparmia veramente? http://bit.ly/1lHGaJ3 via @6sicuro

Le 10 auto a metano più vendute

Se ancora non hai deciso quale auto a metano acquistare, forse ti potrà aiutare sapere quali siano le vetture più vendute nel 2015. Nel nostro paese le auto a GPL continuano ad essere una scelta preferita rispetto al metano ma, secondo l’organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (l’OPEC), il potenziale del metano nel medio periodo è molto elevato. Ad ogni modo, anche quest’anno ci sono sorprese e riconferme in questa speciale classifica. Scopriamo assieme le 10 auto a metano più vendute nel 2015 secondo la classifica del portale Allaguida.it.

RC AUTO: abbiamo ritenuto utile inserire una nota in merito al costo dell’RC Auto, indicando il migliore e peggior prezzo offerto dalle compagnie assicurative da noi confrontate. Per avere dei dati omogenei abbiamo utilizzato, per tutti i modelli, il profilo 3 del libretto rosso di QuattroRuote: uomo, 40 anni, patente da 22 anni, CU di assegnazione 1 da più di un anno e nessun sinistro nei 5 anni precedenti. La città di residenza ipotizzata è Parma.

10. Seat Leon TGI

Seat Leon

110 cavalli (88 kw) e 10,9 secondi nello scatto verso i 100 km/h: la Leon TGI ha un motore da 1,4 litri TSI turbo con 4 cilindri in linea ottimizzato per il funzionamento a metano. Questa Seat raggiunge una velocità massima di 194 Km/h e si dimostra una scelta interessante per coloro che non vogliono rinunciare ad un po’ di brio nella guida ma tenendo bene d’occhio i consumi.

Facendo il pieno di metano, la Leon TGI permette un’autonomia di circa 415 km, ai quali si aggiungono i 900 km percorribili a benzina. Sono 1.611 le immatricolazioni della Leon TGI con un prezzo di listino di 22.780 euro.

RC Seat Leon TGI – da 251,46 euro con Direct Line a 616,17 euro con Linear

9. Audi A3 Sportback g-tron

Audi A3

Anche il motore 1,4 turbo della A3 Sportback g-tron promette prestazioni interessanti per la categoria, con 110 cavalli e una coppia massima di 200 Nm tra i 1.500 e i 3.500 giri. Tuttavia questo modello a metano perde alcune posizioni rispetto ai primi mesi del 2015 consolidandosi al nono posto. Sono 1.819 le Audi A3 Sportback g-tron immatricolate nel 2015.

RC Audi A3 Sportback g-tron – da 273,71 euro con Direct Line a 598,21 euro con Linear

8. Skoda octavia TGI

Skoda Octavia

Altro modello del gruppo Volkswagen in questa classifica di categoria: si tratta della Skoda TGI che della “cugina” Seat Leon condivide il buon motore quattro cilindri TSI. L’autonomia complessiva, che riguarda sia serbatoio a metano che a benzina, è di 1.330 Km e i prezzi vanno da 23.020 euro fino ai 23.150 euro per la versione Wagon. Skoda Octavia ha venduto 1.998 esemplari.

RC Skoda Octavia TGI – da 235,02 euro con Direct Line a 576,64 euro con Linear

7. Fiat Qubo

Fiat Qubo

Prima italiana in classifica, la Qubo Natural Power può essere guidata anche dai neopatentati grazie al motore da 77 cavalli (un 1.4 a 8 valvole). I consumi dichiarati dal costruttore sono di 8,6 l/100 Km e i prezzi di listino vanno da da 17.700 euro fino a 19.200. Sono 2014 le Fiat Qubo Natural Power vendute nel 2015.

RC Fiat Qubo Natural Power – da 259,32 euro con Zurich Connect a 560,15 euro con Linear

6. Volkswagen Up!

Volkswagen Up!

Terzo colpo messo a segno dal gruppo Volkswagen: si tratta della Up!, la cui versione a 68 cavalli è guidabile anche dai neopatentati. La piccola tedesca si fa apprezzare per la sua guidabilità in città e anche i consumi dichiarati sono interessanti: 5,5 l/100Km . Il prezzo base è di 14.075 euro e le unità vendute quest’anno ammontano a 3.753.

RC Volkswagen Up! – da 189,75 euro con Zurich Connect a 616,76 euro con Linear

5. Fiat 500L

500L

La 500L ha conosciuto un certo successo in ciascuna delle sue versioni e lo stesso vale per la bifuel. Il consumo del motore 0.9 Twin Air turbo da 85 cavalli, quindi utilizzabile anche dai neopatentati, è 7,2 l/100 Km in ambito urbano. Il prezzo di partenza è di 19.550 fino a 22.750 euro per un modello che ha venduto 4.038 unità.

RC Fiat 500L – da 250,95 euro con Zurich Connect a 576,64 euro con Linear

4. Lancia Ypsilon Ecochic

Lancia Ypsilon

Successo in ogni segmento anche per la piccola Lancia, che si conferma tra le più vendute anche nella versione a metano, nonostante il piccolo calo rispetto al 2014. Il motore è il Fiat 0.9 Twin Air da 80 cavalli, anche in questo caso guidabile dai neopatentati, e i consumi arrivano a 5,8 litri per 100 Km. Sono 4.339 le immatricolazioni che hanno visto la Lancia Ypsilon aggiudicarsi un nuovo proprietario.

RC Lancia Ypsilon Ecochic – da 241,44 euro con Zurich Connect a 560,15 euro con Linear

3. Fiat Punto Natural Power

Fiat Punto

Podio per un grande classico di questa classifica: la Punto Natural Power. Il motore è un aspirato 8 valvole da 77 cavalli che consuma 7,9 litri per 100 Km nel calcio urbano. Una vettura che negli anni ha continuato a garantire un notevole rapporto qualità/prezzo, la Punto è acquistabile a prezzi che vanno dai 16.100 a 17.900 euro. La Natural Power, nel 2015, ha venduto 8.047 unità.

RC Fiat Punto Natural Power – da 259,32 euro con Zurich Connect a 616,76 euro con Linear

2. Volkswagen Golf TGI Blue Motion

Volkswagen Golf

Un’altra classica si consolida al secondo posto: parliamo della Golf. La sua versione TGI Blue Motion equipaggiata con lo stesso motore dell’audi A3, il 1.4 turbo da 110 cavalli, consuma 6,9 litri per 100 Km nel ciclo urbano. Il prezzo va da 21.500 euro fino a 26.950 euro. La medaglia d’argento va dunque a una vettura che nel 2015 ha immatricolato ben 10.101 vetture.

RC Volkswagen Golf TGI Blue Motion – da 261,54 euro con Direct Line a 616,76 euro con Linear

1. Fiat Panda Natural Power

Fiat Panda

La sfida tra le classiche per il podio più alto si risolve a favore della piccola Panda Natural Power. Non è una sorpresa ma, diciamolo, è sempre un piacere ritrovare una delle icone di casa Fiat sulla cima delle auto a metano. La Panda può essere guidata dai neopatentati poiché monta un motore Twin Air turbo da 80 cavalli. Nel ciclo urbano il consumo è di 5,8 l/100 Km e il prezzo di listino va da 14.650 euro a 18.150. Il numero di veicoli immatricolati è quasi il doppio rispetto alla seconda classificata, stiamo parlando di 19.458 auto!

RC Fiat Panda Natural Power – da 235,90 euro con Zurich Connect a 560,15 euro con Linear

Conclusioni

Con il passare degli anni, complici anche il periodo di crisi economica nel quale viviamo ormai da anni, siamo diventati dei consumatori molto più attenti ed informati, cerchiamo info online prima di comprare anche il prodotto o servizio più insignificante, figuriamoci quando si tratta di spendere migliaia di euro per l’acquisto di una nuova auto.

Scegliere un’auto a metano vuol dire fare un investimento, perché il risparmio sul carburante rispetto ad un motore a benzina o diesel è consistente, e copre una importante fetta della spesa nel giro di pochi anni. Inoltre, alcune compagnie assicurative offrono premi assicurativi più bassi e convenienti per le auto a metano. A questo proposito, ti consigliamo di affidarti al nostro comparatore, gratuitamente e senza impegno.

Insomma, il gioco, nella maggior parte dei casi, vale la candela.

Francesco Ambrosino

Laureato in Scienze della Comunicazione, mi occupo di Formazione Professionale, Social Media, Copywriting e Blogging. Non parlo di cose che non conosco, quindi parlo poco. Se posso, scrivo. Le cuffie dell'iPhone sono il mio scudo contro le chiacchiere inutili.

Commenti Facebook

5 Commenti

  1. Avatar
    marcopp novembre 25, 2015

    Mi rivolgo all’autore di questo articolo chiedendo… Perchè i concessionari di auto a metano e GPL chiedono, al cliente che vuole acquistare una delle loro auto, se fanno 15000 km o più all’anno? Si tratta di consigliare per risparmio e senza pensare all’ambiente? Oppure ci sono altre ragioni che ignoro? Grazie!

    Rispondi
    • Avatar
      Francesco Ambrosino novembre 25, 2015

      Ciao Marco, innanzitutto grazie di aver letto l’articolo. Ovviamente non posso parlare per nome e per conto del commerciale del concessionario, però per esperienza personale – ho un’auto a metano – ti dico che il costo superiore da sostenere per avere l’auto a metano invece che a benzina viene ammortizzato nel giro di un paio di anni al massimo, ma solo se fai almeno 10-15 mila chilometri all’anno, perché se percorri pochi chilometri e prevalentemente in aree urbane, il gioco potrebbe non valere la candela, almeno sotto il profilo economico (discorso simile viene fatto anche per il diesel). Per quanto riguarda l’aspetto ambientale, purtroppo solo una piccola percentuale dei possessori di auto a metano hanno optato per questa alimentazione per ragioni ecologiche, che diventano secondarie rispetto al risparmio economico sul costo del carburante sul breve-medio periodo. Spero di aver risposto alla tua domanda.

      Rispondi
  2. Avatar
    Vitaliano novembre 03, 2016

    Il vantaggio maggiore delle auto a metano e GPL è che puoi girare sempre, per loro non vi sono limitazioni al traffico e la ridicola classificazione EURO 1…2…3 ecc. che ti costringono (se fai pochi chilometri e abiti in grandi città) a rottamare un’auto ancora nuova perchè le demenziali leggi vigenti nei mesi invernali ti vietano di girare.

    Rispondi
  3. Avatar
    Salvatore novembre 05, 2016

    L’informazione sulla revisione delle bombole è incompleta, infatti per le auto che montano l’impianto della casa con bombole in materiale composito (ultra leggero e di ultima tecnologia) (tranne le auto del gruppo Fiat che montano bombole in ferro) la revisione la devono effettuare ; la prima dopo 4 anni dall’immatricolazione, le successive ogni due anni con costi che si aggirano all’incirca sui 400 €. In questo modo si è praticamente azzerata la convenienza di comprare l’ auto a metano.

    Rispondi
    • Avatar
      Giovanni Bizzaro novembre 09, 2016

      Ciao Salvatore,
      Grazie della segnalazione, provvedo a far effettuare le modifiche.

      Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*