Tasse ipotecarie e catastali: stop ai pagamenti in contanti

Dal 1° luglio sono entrate in vigore le nuove regole per i pagamenti delle tasse ipotecarie e catastali. Ecco cosa cambia e quali sono i sistemi di pagamento che possono essere usati.

tasse ipotecarie catastali

Dal 2018 non si potranno più pagare tasse ipotecarie e catastali in contanti. Fino a fine anno ci sarà un periodo transitorio durante il quale sarà ancora possibile ricorrere ai pagamenti in contanti, ma dal prossimo gennaio banconote, monete e titoli al portatore saranno banditi.

Tasse ipotecarie e catastali: come pagare dal 2018

Ancora per pochi mesi si potranno pagare tasse ipotecarie e catastali in contanti. Il primo luglio è entrato in vigore il provvedimento n. 120473/2017 dell’Agenzia delle Entrate che detta nuove regole in merito alla riscossione delle tasse ipotecarie e dei tributi speciali catastali dovuti agli Uffici Provinciali – Territorio.

A partire dal 1° luglio per pagare i tributi speciali catastali, le tasse ipotecarie e i servizi erogati dagli Uffici Provinciali – Territorio si possono usare, in alternativa ai contanti:

  • carte di debito;
  • carte prepagate;
  • versamenti tramite conto corrente postale;
  • pagamento telematico tramite i versamenti fatti dai professionisti sul conto corrente unico nazionale intestato all’Agenzia delle Entrate;
  • il nuovo sistema di contrassegno denominato “marca servizi”, da apporre sulle domande presentate presso gli uffici territoriali o sui moduli di richiesta dei servizi;
  • il modello F24 Elide. Con un’apposita risoluzione l’Agenzia delle Entrate comunicherà i codici tributo da usare e le istruzioni dettagliate per la compilazione del modello.

I pagamenti in contanti saranno possibili solo fino al 31 dicembre. Dal 1° ottobre sarà invece disattivata la possibilità di pagare le tasse ipotecarie e catastali in anticipo ricorrendo al sistema di deposito interno.

Tasse ipotecarie e catastali: stop ai pagamenti in contantiTasse ipotecarie e catastali: stop ai pagamenti in contanti http://bit.ly/2tLi4Vi via @6sicuro

Nuovi servizi per l’accesso alle banche dati ipotecarie e catastali

La riorganizzazione del servizio permetterà l’accesso telematico alle banche dati ipotecarie e catastali. Chi vuole accedere al sistema delle banche dati dovrà registrarsi sul portale del prestatore dei servizi di pagamento e quindi versare i tributi dovuti per la consultazione.

Il nuovo servizio per l’accesso alle banche dati assicura operazioni più snelle e una consultazione più rapida, senza file agli sportelli e senza perdite di tempo per fare i versamenti.

Luana Galanti

Ho una laurea specialistica in Consulenza e direzione aziendale e, da sempre, un legame indissolubile con le parole scritte. Le mie due anime – quella creativa e quella pragmatica – si confondono nel mio lavoro di web writer e business writer freelance.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*