Tutte le scadenze fiscali che dovete ricordare

scadenze fiscali

Scadenze fiscali

È tempo di ricapitolare tutti gli appuntamenti fiscali che ci attendono da questo momento fino alla fine dell’anno, salvo “rivoluzioni” governative ovviamente.

730

Se non avete consegnato il modello 730 ai sostituti di imposta (datori di lavoro ed enti previdenziali), avete tempo fino al 10 giugno per consegnare la dichiarazione ai CAF o agli intermediari abilitati come i commercialisti. Bisogna affrettarsi dunque, altrimenti sarà necessario predisporre il modello Unico che non consente di recuperare i crediti con il Fisco direttamente in busta paga.

Unico

Per la consegna o trasmissione del modello Unico abbiamo due alternative:

  • presentazione del modello cartaceo entro il 30 giugno;
  • presentazione in via telematica entro il 30 settembre.

I dettagli sulla compilazione e la trasmissione delle dichiarazioni li trovi in questo articolo.

IRPEF

Per quanto concerne l’IRPEF bisogna ricordare almeno tre scadenze:

  • 17 giugno per il versamento del saldo 2012 e del primo acconto 2013 (è possibile pagare anche a rate da versare entro il 2 dicembre);
  • 16 luglio per il versamento di saldo e acconto con la maggiorazione dello 0,40%;
  • 2 dicembre per il versamento del secondo acconto 2013.

Nel caso in cui abbiate compilato il 730 non siete tenuti a ricordare le scadenze dei versamenti perché il tutto avverrà direttamente in busta paga.
Ricordiamo che per gli immobili tassati con l’IMU c’è l’esenzione dall’IRPEF.

TARES

La TARES è la nuova, controversa, tassa che va a sostituire TARSU e altri tributi locali. In questo caso non esiste una scadenza univoca, come pure il numero delle rate da versare. Ogni comune può decidere autonomamente e così a Roma la prima delle tre rate scade il 30 maggio, a Torino la prima delle quattro rate scade invece il 15 settembre. Vi invitiamo pertanto ad informarvi presso il comune in cui è sito l’immobile per verificare le date deliberate.

Dal 2014 le scadenze saranno identiche su tutto il territorio nazionale e si pagherà in quattro rate (gennaio, aprile, luglio e ottobre).

Dichiarazione IMU

Per tutti gli immobili che hanno subito variazioni, come ad esempio un passaggio di proprietà, nel 2012 bisogna compilare e trasmettere la dichiarazione IMU entro il 30 giugno.

IMU

Il Governo ha al momento congelato, si badi bene non soppresso, la prima rata IMU sulla prima casa che sarebbe dovuta scadere il 17 giugno.
Per tutte le abitazioni diverse da quella principale la scadenza del 17 giugno permane.

La seconda rata dell’IMU è fissata al 16 dicembre. Mentre si scrive non è dato sapere se per la prima casa vi sarà l’abolizione definitiva sulla prima casa e se ci sarà la prospettata riforma della tassazione sugli immobili.

 

Michela Calculli

Dagli studi professionali tra Milano e Torino al blog personale, passando per un'esperienza televisiva che ha segnato la svolta. Tre grandi passioni: la scrittura, il fisco, la semplicità. Sempre in equilibrio tra famiglia e professione tra comunicazione e aggiornamento fiscale.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*