La legge di Stabilità: tasse, fondi e tfr danneggiano giovani e futuro

La legge di Stabilità: tasse, fondi e tfr danneggiano giovani e futuro

L’Ania (associazione nazionale tra le imprese assicuratrici) boccia la legge di Stabilità.

Secondo Aldo Minucci, il presidente dell’Ania: «C’è questo aggravamento molto significativo dalla tassazione dei rendimenti maturati dai fondi pensione e quindi anche dalla polizze che sono connesse ai fondi pensione come i Pip. Passare infatti da una tassazione dall’11,5 al 20% non è un aggravio banale. Io credo che questo sia un meccanismo fortemente negativo e preoccupante perché come possono leggere le persone questo tipo di atteggiamento se le uniscono anche al meccanismo che, sia pure una facoltà, ma la possibilità della monetizzazione della quota del tfr che matura mese per mese? Sembra quasi che ci sia un disfavore, sembra che ci voglia privilegiare l’esigenza del presente a danno di una visione prospettica delle esigenze future, che riguarda in particolare i giovani che quindi non si porranno più il problema di come garantirsi la capacità reddituale alla fine del percorso di lavoro».

Tasse, fondi e tfr danneggiano giovani e futuro
Tasse, fondi e tfr danneggiano giovani e futuro http://bit.ly/1vE0zfr @6sicuro

Il presidente Minucci ha posto inoltre la questione della possibile riduzione delle tariffe Rc auto, a fronte di una decisione forte da parte del Governo che possa contrastare in maniera sensibile sulle truffe e illegalità a danno delle compagnie assicuratrici e ridurre i margini di carrozzieri e avvocati nel caso di sinistri.

Giada Marangone

Giornalista e blogger, collabora con alcune testate e magazine nazionali e si occupa di comunicazione on e off line e marketing per Enti, imprese ed associazioni. Possiede una consolidata esperienza nella direzione marketing e comunicazione di affermate realtà del panorama italiano ed internazionale. È stata referente per la Provincia di Udine dei redazionali e del sito internet del Servizio Lavoro, Collocamento e Formazione.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*