ISEE: pronti i nuovi modelli DSU 2016

L'ISEE, che consente l'accesso ai benefici socio-assistenziali, ha subito diversi restyling negli ultimi anni. Vediamo quali sono le principali novità introdotte con il modello per il 2016.

isee 2016

Novità ISEE 2016

Pubblicati i nuovi modelli DSU per il calcolo ISEE. Diverse le novità introdotte tra le quali spicca l’obbligo di indicare i contributi percepiti a titolo di rimborso spese per collaboratori domestici e addetti all’assistenza personale.
E ancora:

  • introdotta per lo studente universitario la casistica dell’unico genitore separato (questo vale per l’ISEE Università);
  • inserita una casella da spuntare nell’ipotesi di componente esonerato dalla presentazione della dichiarazione fiscale o di sospensione degli adempimenti tributari a causa di eventi eccezionali;
  • considerati incrementi di patrimonio mobiliare anche i trasferimenti tra componenti dello stesso nucleo familiare (ad esempio un bonifico tra genitore e figlio);
  • indicazione della giacenza media delle carte di credito prepagate con IBAN.
 ISEE: pronti i nuovi modelli DSU 2016, ecco le novità ISEE: pronti i nuovi modelli DSU 2016 http://bit.ly/1UdtQeM via @6sicuro

Attenzione a documenti e scadenze

Innanzitutto occorre sapere che tutti i modelli presentati nel corso del 2015 sono scaduti il 15 gennaio 2016, quindi per qualsiasi uso si debba richiedere il dato ISEE, occorrerà procedere con la compilazione di un nuovo modello.

La documentazione reddituale per la compilazione del DSU 2016 riguarda i redditi percepiti nel 2014 e dichiarati nel 2015 mentre la componente patrimoniale, come la giacenza media dei conti correnti, farà riferimento all’anno 2015.

Il nostro consiglio è quello di contattare il CAF presso il quale di intende procedere con la compilazione e farsi indicare nel dettaglio la documentazione richiesta, onde evitare perdite di tempo per mancanza di adeguate pezze di appoggio.

Attenzione! Il dato ISEE non viene fornito immediatamente dal CAF, poiché sarà l’INPS a fare verifiche ed elaborazioni. Bisogna quindi tenere conto di una decina di giorni lavorativi dal momento della compilazione, in modo da rispettare le scadenze per le quali si richiede l’ISEE stesso.

Michela Calculli

Dagli studi professionali tra Milano e Torino al blog personale, passando per un'esperienza televisiva che ha segnato la svolta. Tre grandi passioni: la scrittura, il fisco, la semplicità. Sempre in equilibrio tra famiglia e professione tra comunicazione e aggiornamento fiscale.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*