Valvole termostatiche termosifoni: obbligo, funzionamento, prezzi

Con le valvole termostatiche puoi risparmiare sul consumo di combustibile e il loro utilizzo è previsto dalla legge. Ma ne conosci funzionamento, prezzi e dettagli dell'obbligo d'installazione? Vediamo tutto.

valvole termostatiche

Le valvole termostatiche aiutano a risparmiare sul consumo di combustibile e il termine ultimo per l’obbligo d’installazione è scaduto il 31 dicembre 2016.

Questi dispositivi, di cui vedremo funzionamento e prezzi, sono semplici da utilizzare e la loro corretta gestione garantisce il comfort in casa facendo felice il portafogli.

Valvole termostatiche obbligo 2016

Ti ha mai dato fastidio riscaldare stanze che usi poco al pari di quelle che vivi per gran parte della giornata? È uno spreco avere un corridoio caldo come il salotto. Le valvole termostatiche ti permettono di regolare il calore in ciascuna stanza e la loro installazione è prevista dalla legge.

Il Decreto Legislativo di riferimento è il 102/2014, che recepisce la direttiva dell Unione Europea 2012/27/UE, e prevede l’obbligo d’installare su ciascun termosifone le valvole termostatiche con contabilizzatore di calore per migliorare l’efficienza energetica degli immobili.

L’obbligo riguarda i condomìni dotati di riscaldamento centralizzato con scadenza per l’installazione al 31 dicembre 2016. Le sanzioni per il mancato adeguamento entro il termine fissato sono disposte dalle Regioni, e vanno da 500 euro a 2.500 euro. Quindi piuttosto salate.

Sono esenti dall’obbligo di installazione di valvole termostatiche gli immobili dotati di riscaldamento autonomo. Non solo, anche gli immobili che hanno impianti troppo obsoleti, costosi o complessi per procedere all’adeguamento possono sottrarsi all’obbligo.

Il consumo di combustibile, secondo le stime, si ridurrà di una percentuale compresa tra il 10% e il 30%.

Obbligo valvole termostatiche: la proroga

La proroga sull’adeguamento non è ancora stata concessa.

Si parla, nel caso venisse approvato il decreto Milleproroghe, di un posticipo che fisserebbe il termine ultimo al 15 ottobre 2017, o di una riduzione del 5% sulle sanzioni minime fino ad aprile 2017.

L’adeguamento è stato imposto dalla Comunità Europea nel 2012 e un’eventuale proroga in Italia potrebbe non essere ben accolta a Bruxelles.

Confronta tariffe luce

Valvole termostatiche: cosa sono e come funzionano

Le valvole termostatiche sono dei meccanismi che permettono di regolare l’afflusso d’acqua calda sui termosifoni e sono installate su ciascun calorifero. Funzionano in modo autonomo, sono già utilizzabili alla semplice accensione dell’impianto e non è necessario collegarle a fonti d’alimentazione esterne.

Il loro funzionamento è semplice. Un “soffietto” all’interno del meccanismo contiene del liquido termostatico. Quando la temperatura aumenta nella stanza, il liquido si dilata espandendo il soffietto che va a ostruire il passaggio dell’acqua chiudendo la valvola. Al contrario, quando la temperatura si abbassa, il soffietto si ritrae e l’acqua calda può entrare nel radiatore.

Le valvole termostatiche hanno una forma simile a quella di un rubinetto e la manopola all’esterno è regolabile.

valvole termostatiche

Regolando questo pomello su una delle 6 posizioni è possibile determinare il calore di ogni radiatore. Ogni posizione corrisponde a delle precise gradazioni di temperatura nell’abitazione.

valvole termostatiche

Ricorda però che si possono avere delle variazioni a seconda dell’ubicazione del termosifone o della qualità degli isolamenti dell’appartamento.

Valvole termostatiche termosifoni: obbligo, funzionamento, prezziValvole termostatiche termosifoni: obbligo, funzionamento, prezzi http://bit.ly/2hBdO5n via @6sicuro

Valvole termostatiche: i prezzi

Ogni singolo dispositivo può costare dai 20 ai 70 euro, il prezzo varia a seconda della qualità, del marchio e di alcune caratteristiche aggiuntive (alcune valvole si possono addirittura controllare attraverso lo smartphone o il tablet).

Ma il costo finale dell’adeguamento include ovviamente tutti i costi d’installazione.

Secondo un’indagine condotta da prontopro.it, il prezzo da pagare in Italia per installare una singola valvola termostatica oscilla tra i 70 e i 100 euro, per un costo medio di 78 euro. Moltiplicando questa cifra per il numero di caloriferi dell’appartamento, si ottiene una stima indicativa della spesa.

Ciascun professionista può proporre un suo prezzo, ma altre variabili concorrono a determinarlo:

  • il numero di radiatori da adeguare: il prezzo per ogni singolo dispositivo può diminuire se i termosifoni sono numerosi;
  • la tipologia dei radiatori: alcuni termosifoni montano già delle valvole adatte ad un dispositivo, da aggiungere, che le rende termostatiche. In questo caso il costo può ridursi anche a meno della metà;
  • la zona; nelle aree urbane principali, Milano e Roma soprattutto, i costi d’installazione sono più alti. In generale, al sud i prezzi d’installazione sono più bassi rispetto centro e nord Italia.

Gestire le stanze con le valvole termostatiche

Come abbiamo visto, con le valvole termostatiche è possibile regolare il calore di ogni termosifone presente in casa e, di conseguenza, di ogni stanza. Un uso corretto delle valvole permette di avere un buon comfort in casa di risparmiare sui consumi (hai già letto Come risparmiare sul riscaldamento?).

Ecco i consigli per gestire i caloriferi di ogni stanza:

  • cucina: è la stanza che ha più fonti di calore per la presenza di forno, fornelli ed elettrodomestici vari, ma può restare inoccupata per diverse ore della giornata, quindi è sufficiente impostare la valvola su una posizione tra il 2 e il 3 (18° circa). Le valvole si possono regolare anche su posizioni intermedie;
  • soggiorno: l’ambiente dev’essere confortevole, anche perché la stanza è spesso vissuta con i propri familiari. Pure per il soggiorno 20 gradi sono un buon compromesso;
  • stanze da letto: sono utilizzate maggiormente di notte e gli occupanti sono a letto. Un’impostazione delle valvole sui 17/18 gradi è sufficiente. Basta regolare un valore tra 2 e 3. ;
  • bagno: nelle stanze da bagno è meglio avere qualche grado in più. Impostando la valvola termostatica tra il 3 e il 4, si avranno 22/23 gradi e un comfort piacevole;
  • lavanderia e ambienti di passaggio: non è il caso di mantenerli troppo freddi, ma nemmeno di scaldarli come se fossero occupati da persone per diverso tempo. 16 gradi sono sufficienti per la lavanderia e 18 per i corridoi.

valvole termostatiche

Quelli appena visti sono solo valori indicativi riferiti ad un’abitazione moderna e ben coibentata, e comunque ogni persona ha diverse esigenze e abitudini.

In generale, la posizione intermedia, cioè la 3, garantisce un buon comfort e la puoi impostare su tutti i radiatori se non vuoi avere pensieri.

In caso di assenze prolungate in inverno è sufficiente impostare le valvole sull’1 per evitare l’umidità e la formazione di muffe, mentre in estate è bene aprirle del tutto sulla posizione 5.

Francesco Candeo

Dalla passione per i media agli studi in Comunicazione e Strategie di Comunicazione all'Università di Padova. Il mio lavoro è dare vita digitale alle migliori idee per raccontare in rete le persone e le loro attività. Realizzo i progetti di persona, oppure offro consulenze specifiche. Mi piace occuparmi anche di ciò che rende interessante il web: i contenuti.

Commenti Facebook

4 Commenti

  1. Avatar
    Vincent A. dicembre 18, 2016

    Faccio un commento che cena poco con questo discorso. Scusatemi
    Il problema dei consumi per il riscaldamento in Italia deriva anche da pessimi isolamento termici delle abitazioni. Questo è il mio caso. Appartamento in condominio all’ultimo piano. Sono termo autonomo con l’impianto. D’estate spendo un capitale in corrente perché senza climatizzatore la temperatura di casa supera i 30 gradi abbondantemente. D’inverno ho il riscaldamento quasi perennemente acceso per mantenere anche solo 19 gradi in casa. Con locali come il bagno e la camera da letto che stanno sempre 1o 2 sotto la temperatura impostata al termostato.
    Cambiare gli infissi risponderebbe un poco ma non risolverebbe la situazione (senza contare che spenderei una piccola fortuna) proprio a causa della cattiva costruzione dello stabile.
    Ogni giorno mi pento del mio acquisto immobiliare. 🙁

    Rispondi
    • Avatar
      Francesco Candeo dicembre 20, 2016

      L’isolamento termico dell’abitazione è fondamentale.

      Di sicuro cambiare gli infissi è una buona idea ma, come come dici tu, anche costosa. In ogni caso puoi valutare di procedere per ottenere gli eco-bonus, ne parliamo in questo articolo http://www.6sicuro.it/casa/ecobonus-2016-agevolazioni-fiscali

      Rispondi
  2. Avatar
    Giovanni T. ottobre 23, 2017

    Salve,
    il costo può’ variare sensibilmente se l’adeguamento riguarda un impianto datato. Infatti, gli impianti moderni prevedono l’impiego di valvole da 3/8” o 1/2” di diametro e la sostituzione prevede quindi una valvola con queste caratteristiche, il cui costo, del solo materiale, si aggira attorno a 40 Euro. Invece se l’impianto è datato potrebbero essere necessarie delle valvole da 3/4” o addirittura 1”, il cui costo (sempre del solo materiale) può’ arrivare a 110 Euro. In quest’ultimo caso, sommando i costi di installazione, si puo’ arrivare a 200 Euro a valvola. Per cui occhio quando valutate i costi, verificate il diametro delle valvole da sostituire: più grosse sono e più costano.

    Ciao.

    Rispondi
    • Avatar
      Francesco Candeo ottobre 23, 2017

      Ciao Giovanni, grazie per la precisazione tecnica.

      Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*