Savio: il software per combattere l’assenteismo

Al via il Polo unico delle visite fiscali. Per combattere l’assenteismo, l’INPS ha elaborato il software Savio: possibili controlli mirati anche d’ufficio.

software savio

Dal 1° settembre l’INPS si occuperà delle visite fiscali sia per i dipendenti pubblici che per quelli privati. Per combattere gli assenteisti, l’istituto ha programmato il software Savio che identificherà i dipendenti che fanno più assenze, permettendo così di fare visite mirate. Ecco come funzionerà.

Il software Savio per combattere gli assenteisti

Con l’arrivo del software Savio la vita degli assenteisti sarà un po’ più complicata. Secondo le anticipazioni, il programma identificherà i nominativi degli assenteisti seriali, concentrando l’attenzione soprattutto verso quei dipendenti pubblici che fanno ripetute assenze a ridosso del fine settimana, delle festività e dei giorni di riposo.

Sulla base dei dati in possesso dell’INPS, il programma informatico elaborerà degli indici di rischio relativi ai lavoratori dipendenti assenti per malattia. Sulla base di questi indici, potranno essere fatte visite di controllo mirate e ripetute, per verificare se l’assenza dal lavoro è giustificata o meno.

Savio: il software per combattere l'assenteismoSavio: il software per combattere l’assenteismo http://bit.ly/2vJ5XFf via @6sicuro

Dal 1° settembre attivo il Polo unico delle visite fiscali

L’arrivo del software Savio coincide con l’entrata in vigore del Polo unico delle visite fiscali. Dal 1° settembre infatti sarà solo l’INPS a occuparsi dei controlli medici in caso di assenza per malattia sia nel settore pubblico sia in quello privato.

Per i dipendenti pubblici ci sono altre due novità:

  • le visite fiscali potranno essere svolte anche d’ufficio, senza che il dirigente dell’amministrazione della quale si è dipendenti richieda un controllo;
  • se si è assenti durante la visita di controllo a domicilio, si verrà convocati per una visita ambulatoriale.

Non cambiano invece gli orari di reperibilità: per i dipendenti pubblici le fasce orarie delle visite fiscali vanno dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18, mentre per i dipendenti privati vanno dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19.

Per il futuro si parla di un’armonizzazione delle finestre orarie durante le quali sono possibili le visite fiscali. In particolare, le fasce orarie dovrebbero essere innalzate a sette ore al giorno anche i dipendenti privati.

Luana Galanti

Ho una laurea specialistica in Consulenza e direzione aziendale e, da sempre, un legame indissolubile con le parole scritte. Le mie due anime – quella creativa e quella pragmatica – si confondono nel mio lavoro di web writer e business writer freelance.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*