Disdetta sindacato: come si fa, tempi e costi

Disdetta sindacato:  può capitare a tutti di decidere di cambiare o di abbandonare il proprio sindacato. Ecco la nostra guida per capire come si può disdire il contratto, capiamo anche i tempi ed i costi.

disdetta sindacato

Il sindacato da sempre difende i diritti dei lavoratori. Molti lavoratori, ancora oggi, sono iscritti a questa tipologia di associazione e altri ancora vanno via usufruendo della possibilità di fare una disdetta sindacato. Ma come si fa, quanto tempo ci vuole e quanto costa? Cerchiamo di rispondere a tutte queste domande nell’articolo che segue.

Che cosa fa il sindacato

I sindacati più diffusi sul territorio italiano (e rappresentativi della storia del sindacato in Italia) sono quelli della CGIL (Confederazione Generale Italiana del Lavoro), la UIL (Unione Italiana dei lavoratori), UGL (Unione Generale del lavoro) e CISL (Confederazione Italiani Sindacati Lavoratori).

Ce ne sono, ovviamente, tantissime altre di sigle sindacali in Italia: generalmente queste sono le principali alle quali i lavori dipendenti si rivolgono per avere sostegno e a cui chiedono aiuto per far rispettare molti diritti.

Molti sindacati, nel nostro paese, sono “di settore”: esistono infatti sindacati che si rivolgono ai lavoratori di settori specifici come la Fiom (Federazione Italiana Operai Metalmeccanici) e lo Snals (Sindacato Nazionale Autonomo Lavoratori Scuola). Se in questo elenco sommario non trovi la sigla del tuo sindacato, non preoccuparti: non è che non esiste, è solo che per elencarli tutti ci vorrebbe un anno e tanta pazienza. La procedura per fare la disdetta dal proprio sindacato è la medesima per tutte le associazioni: non cambia molto.

Oggi è molto difficile ritrovare lo stesso cameratismo tra i dipendenti di un’azienda (a meno che non sia la Virgin, ma quella dell’innovazione aziendale è tutta un’altra storia e ne parleremo in un altro articolo, magari) o tra i lavoratori di una stessa categoria.

Disdetta sindacato: come si fa, tempi e costiDisdetta sindacato: come si fa, tempi e costi http://bit.ly/2fXd9vo via @6sicuro

Quali servizi offre il sindacato?

Quando ti iscrivi al sindacato, uno qualunque di quelli sopra elencati oppure quello della tua categoria lavorativa, entri a tutti gli effetti a far parte di un’associazione. Il sindacato offre tutela e servizi ai lavoratori e ai pensionati a difesa e a tutela del lavoro e dei frutti dello stesso (vedi pensione).

La tutela dei diritti previdenziali, una consulenza sul diritto del lavoro, se si ha necessità di un aiuto nella lettura della busta diritto del lavoro, se si ha necessità di un aiuto nella lettura della busta paga o ad adempiere agli impegni fiscali: il sindacato si occupa di tutto questo ed altro ancora.

l sindacato, infatti, aiuta anche ad informarsi e a capire come funzionano la mobilità, la cassa integrazione, gli assegni familiari e tanto altro ancora sul mondo del lavoro e dei diritti ad esso connesso.

Come disdire sindacato: costi, documentazione necessaria e tempi

Anche se il sindacato offre tantissimi vantaggi al lavoratore, magari si ha la necessità, per motivazioni personali o lavorative, di procedere con la disdetta dall’associazione. Come si fa la disdetta sindacato? Capiamo insieme come procedere per sciogliere il contratto con il tuo sindacato in modo semplice e veloce.

Le motivazioni per procedere con la richiesta di disdetta sindacato possono essere, come dicevano, davvero numerose. Non c’è un elenco vero e proprio, ognuno conosce la sua: magari non ci si sente più rappresentati in modo efficace dai sindacalisti della propria associazione o, più semplicemente, la quota associativa deve essere spostata su spese più urgenti. La motivazione della disdetta sindacato, rispetto ad altre procedure di disdetta, non va specificata all’interno della lettera che viene utilizzata per procedere con la scissione del contratto di iscrizione.

Parlavamo di una lettera di disdetta: per procedere correttamente alla disdetta del contratto con il proprio sindacato bisogna utilizzare un modello di disdetta del sindacato. Basterà stampare e compilare un modulo standard, allegando la fotocopia del tuo documento di identità ed il codice fiscale.

Disdetta sindacato: modello standard di richiesta

Il modulo di richiesta di disdetta sindacato standard può essere formulato più o meno in questo modo:

  • inserisci le tue generalità (nome, cognome, indirizzo di residenza, cap e città)
  • inserisci le generalità del sindacato (nome dell’associazione, indirizzo, cap e città)
  • nell’oggetto della lettera specifica il motivo per cui stai scrivendo al sindacato (disdetta dell’adesione all’organizzazione sindacale e poi indica il nome del tuo sindacato
  • nel corpo della lettera bisogna specificare che cosa si intende fare

Il sottoscritto [nome e cognome] nato a [luogo di nascita] il [data di nascita] residente a [luogo di residenza] in via [ ] numero di telefono [ ], dipendente dell’azienda [nome dell’azienda] con sede [indicare la sede legale dell’azienda] revoca ad effetto di legge e di contratto la delega conferita al sindacato [nome sindacato] ai sensi dell’articolo 26 S.L. e del vigente CCNL per il versamento dei contributi sindacali in favore della vostra organizzazione sindacale.

  • la lettera di disdetta va chiusa con la formula “La revoca della delega ha effetto immediato. Il sottoscritto informa l’associazione sindacale che eventuali trattenute con lo scopo di versamento dei contributi sindacali saranno considerati reato di appropriazione indebita verso i beni del sottoscritto.”

La lettera di disdetta dal sindacato va spedita con raccomandata a/r alla sede di riferimento. Controlla sempre, inoltre, che non vengano – come specificato all’interno della lettera – addebitate eventuali trattenute perché tra l’invio della richiesta e l’effettività della cosa passa diverso tempo.

Ora sai tutto su come fre la disdetta al sindacato. Hai domande, dubbi o curiosità, scrivi nei commenti!

Francesca Cora Sollo

Realizzo strategie digitali per raccontare la storia della tua azienda. Mi occupo di Social Media, Copywriting e Blogging. Creativa, vulcanica e colorata il mio posto nel mondo è il web e la filosofia è la comunicazione morbida.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*