Costo partita IVA: le spese per aprirla

Ad inizio anno in molti decidono di avviare un'attività in proprio. Tra i primi temi da affrontare c'è sicuramente il costo partita IVA, perché bisogna sapere subito quali spese si dovranno sostenere.

costo partita iva

Apertura partita IVA

Aprire la partita IVA ha un costo pari a zero se si decide di procedere in autonomia. È sufficiente avere una connessione ad Internet e seguire le istruzioni sui siti di Agenzia delle Entrate e INPS per ottenere il proprio numero di partita IVA e aprire una posizione contributiva. Ovviamente si può scegliere di avvalersi di un consulente che si faccia carico di tutti gli oneri burocratici.

I passaggi di cui tener conto

La decisione di fare da sé o rivolgersi ad un consulente, dipende anche dal livello di complessità che la burocrazia impone ai cittadini. Aprire una piccola attività di consulenza pone il futuro professionista dinnanzi ad una serie di questi, tra i quali il primo sembra già un enorme scoglio: la scelta del codice ATECO.

Questo codice identificherà la futura attività ai fini statistici e fiscali determinando, ad esempio, l’applicazione o meno degli Studi di Settore.
È in queste situazioni che si fa largo l’ipotesi di rivolgersi ad un esperto in materia, in modo da partire con una posizione “pulita”.

Onorario del commercialista

Quando ci si affida ad un consulente, generalmente ad un commercialista, aprire la partita IVA diventa un costo, ma non è detto.
Normalmente i consulenti fatturano tra 200 e 500 € per le operazioni, ma ci sono dei casi in cui questo importo non viene richiesto.

È possibile infatti che il consulente ritenga l’apertura dell’attività come uno step di acquisizione del cliente piuttosto che un’attività da mettere in onorario. È bene dunque informarsi presso il commercialista selezionato anche sugli importi richiesti per poi seguire contabilità e dichiarazioni, in modo da ottenere due o più preventivi e prendere una decisione meditata.

Costo partita IVA: le spese per aprirla con un consulenteCosto partita IVA: le spese per aprirla con un consulente http://bit.ly/1nGK7yg via @6sicuro
Michela Calculli

Dagli studi professionali tra Milano e Torino al blog personale, passando per un'esperienza televisiva che ha segnato la svolta. Tre grandi passioni: la scrittura, il fisco, la semplicità. Sempre in equilibrio tra famiglia e professione tra comunicazione e aggiornamento fiscale.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*