Melograno: proprietà, benefici e controindicazioni

Il melograno è un frutto dall'incredibile potere anti infiammatorio e antiossidante. Scopriamo tutti i benefici del melograno per la nostra salute.

melograno

Il melograno è un frutto dal potentissimo potere antiossidante e anti infiammatorio grazie alla presenza dei polifenoli: ringiovanisce la pelle, rigenera le cellule, previene le malattie cardiache e i danni al cervello.

Questi e molti altri sono i benefici che può apportare questo frutto prezioso originario dell’Iran di cui, però, è importante non abusare. Scopriamo, quindi, tutti i benefici del melograno.

Tutti i benefici e le proprietà del melograno

È ricco di antiossidanti importanti per la pelle

Il melograno contiene sostanze fitochimiche, quali tannini e antociani, che aiutano a migliorare l’aspetto della pelle. Inoltre è in grado di stimolare le cellule cheratinociti che contribuiscono alla rigenerazione cellulare e che, quindi, diventano un potente agente anti invecchiamento.

Aiuta a prevenire le malattie cardiache

Il melograno è l’unico frutto in natura che contiene l’acido ellaico, un antiossidante in grado di abbassare il colesterolo cattivo e di mantenere in salute i vasi sanguigni, riducendo le probabilità di infarto e ictus.

Può essere utile nella prevenzione del cancro al seno

Il melograno contiene gli ellagitannini, polifenoli bioattivi che sembrano in grado di inibire la aromatasi, un enzima che trasforma gli androgeni in estrogeni, ormoni ritenuti coinvolti nell’insorgenza e nello sviluppo di almeno due terzi dei tumori mammari.

Rallenta il cancro alla prostata

Diversi studi, sia su topi e che su esseri umani, hanno dimostrato che l’assunzione di succo di melograno (un bicchiere al giorno) rallenta il cancro alla prostata. Nello studio su 50 uomini, l’assunzione di succo di melograno ha mantenuto stabili i livelli di PSA, riducendo la necessità di trattamenti chemioterapici o ormonali.

Melograno: proprietà, benefici e controindicazioniMelograno: proprietà, benefici e controindicazioni http://bit.ly/2tLWEaF via @6sicuro

Aiuta a combattere gli sbalzi d’umore

Il melograno agisce positivamente in tutti quei casi di sbalzi d’umore legati alla sindrome premestruale e alla menopausa. Inoltre contiene vitamine E e C, selenio e beta-carotene, utili per ridurre le vampate di calore della menopausa

Contiene la vitamina C, utile per ossa e pelle

L’altissimo contenuto di vitamina C del melograno è un toccasana per le ossa, ma anche per la pelle (la vitamina C è parte integrante nella formazione del collagene). Grazie ad un singolo melograno è possibile introdurre la metà del fabbisogno giornaliero di vitamina C.

Aiuta a proteggere la pelle dai danni causati dai raggi UV

La presenza nel melograno degli antiossidanti gallico e ellagico, rende questo frutto un portento per la protezione della pelle dai raggi UV e dai conseguenti radicali liberi.

Protegge il cervello

Le sostanze nutritive presenti nel melograno sembrano in grado di prevenire l’insorgenza del morbo di Alzheimer, oltre a frenarne i sintomi quando la malattia è ormai insorta. Inoltre, l’infiammazione dolorosa che accompagna malattie come l’artrite reumatoide e il morbo di Parkinson, potrebbe essere ridotta proprio grazie all’assunzione regolare di melograno.

Come assumere il melograno

Il miglior modo per assumere il melograno è berne il succo. La dose consigliata è di un bicchiere da 250 ml al giorno, in grado di fornire circa il 50% della dose giornaliera raccomandata (RDA) per un adulto, di vitamine A, C ed E e il 13% RDA di potassio. Inoltre, è importantissima l’assunzione di melograno nelle donne che cercano una gravidanza: il succo di melograno è in grado di apportare tutto l’acido folico necessario in questa fase della vita di una donna.

Melograno e controindicazioni

Il melograno, pur apportando incredibili sostanze benefiche, è purtroppo estremamente ricco di zuccheri. Un bicchiere di succo di melograno contiene tanto zucchero quanto ne contiene una bibita analcolica e quasi quanto due porzioni di cereali per la colazione. Attenzione, quindi, se siete diabetici o se state seguendo una dieta ipocalorica.

Sonia Milan

Formatrice, consulente di comunicazione digitale, copywriter, storyteller e blogger.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*