Gli smartphone con la peggiore ricezione

Non sempre gli smartphone di fascia alta sono sinonimo di ottima ricezione del segnale: ecco la lista dei peggiori attualmente in circolazione che devi evitare per non ritrovarti sempre senza campo.

smartphone con la ricezione peggiore

Ormai siamo sempre più disposti a riservare budget sostanziosi per l’acquisto di un nuovo smartphone, consapevoli che non si tratta più soltanto di un cellulare, ma di un vero e proprio computer tascabile a cui ricorrere in mobilità.

Acquistarlo a prezzo pieno oppure a rate, scovando in giro qualche offerta più appetibile oppure promozioni che includano minuti per effettuare chiamate e sempre più Gigabyte per navigare su Internet non importa: siamo disposti a farlo pur di avere il meglio a portata di tap.

E se ti dicessi che spendere dai 700 euro in su non ti assicura di avere tra le mani un buon telefono?
Navigare, messaggiare e bighellonare online sì, ma non dimentichiamo che la funzione primaria di questi aggeggi resta sempre e comunque quella telefonica!

Ebbene, dopo aver visto nell’articolo precedente quali sono gli smartphone con con la migliore ricezione, lo studio condotto alla Aalborg University della Danimarca ci rivela anche che gran parte degli smartphone di fascia alta in realtà sono delle mezze calzette quando si tratta di ricezione del segnale.

“Ah beh, chi se ne frega, tanto io lo smartphone lo uso pochissimo per telefonare!”

Probabile, ma di certo lo userai per sfruttare la miriade di applicazioni che i telefoni di ultima generazione sanno offrire, gran parte delle quali necessitano di una connessione a Internet: se non hai a disposizione una buona rete Wi-Fi e devi ricorrere alla connessione dati, allora questo articolo interessa anche te – oh, sì!

Smartphone con la ricezione peggiore: i test

Prima di cominciare, è necessario premettere che il test effettuato è davvero attendibile e basato su precisi criteri. Per eseguire l’esperimento è stata allestita un’apposita area per ricreare le quotidiani circostanze d’uso degli smartphone. In particolare, l’esito del test si è focalizzato sulle reazioni alle frequenze più usate in Europa (e in Italia), quali:

  • GSM900;
  • GSM1800;
  • UMTS900;
  • UMTS 2100;

Nello specifico le prime due voci sono quelle che riguardano le frequenze della rete 2G, mentre le ultime menzionate sono relative alle reti 3G.

Smartphone con la peggiore ricezione nella mano destra

Per interagire con lo smartphone è necessario tenerlo in qualche modo tra le mani e a maggior ragione se si tratta di una telefonata. Testa e mano possono rappresentare degli ostacoli nella trasmissione tra il cellulare e le frequenze necessarie alla comunicazione. A seconda se si usano i device con la mano destra o sinistra le cose cambiano, più basso è il punteggio e peggiori sono risultati i telefoni durante l’utilizzo.

Ecco quali sono i peggiori usati con la mano destra:

  1. iPhone 6S con punteggio 15.1;
  2. iPhone SE con punteggio 14.7;
  3. HTC 10 con punteggio 14;
  4. Microsoft Lumia 950 con punteggio 12.7;
  5. Huawei P9 con punteggio 8.3;

Insomma, per quanto riguarda le frequenze GSM900 il primato negativo spetta all’ultimo arrivato in casa Huawei. Per le GSM1800, invece, sono stati riscontrati come peggiori:

  1. Microsoft Lumia 650 con punteggio 13.8;
  2. iPhone 6s Plus con punteggio 13.2;
  3. Nexus 5X con punteggio 13.1;
  4. LG G5 con punteggio 8.1;
  5. iPhone SE con punteggio 4.1;

Il modello old style di Apple, quindi, non fa esattamente bella figura quando si tratta di ricezione.

Smartphone con la peggiore ricezione nella mano sinistra

Passiamo a quelli che hanno guadagnato il punteggio più basso quando usati con la mano sinistra con reti GSM900:

  1. LG G5 con punteggio 12.2;
  2. iPhone SE con punteggio 12.1;
  3. iPhone 6 con punteggio 10.1;
  4. iPhone 6s con punteggio 8.7;
  5. iPhone 6s Plus con punteggio 6.5;

Ancora una volta, i melafonini di Cupertino non hanno brillato in performance, mentre per la rete GSM1800:

  1. Samsung Galaxy S6 Edge+ parimerito con iPhone 6  con punteggio 18;
  2. LG G5 parimerito con iPhone 6s con punteggio 17.9;
  3. HTC Desire 626 con punteggio 17.7;
  4. HTC 10  con punteggio 17.4;
  5. Nexus 6P con punteggio 17.3;

Questa volta, a passarsela peggio è il rampollo di casa Google (seppur firmato Huawei).

Gli smartphone con la peggiore ricezioneGli smartphone con la peggiore ricezione http://bit.ly/2dcWlfm via @6sicuro

Smartphone con la peggiore ricezione per il traffico dati

E per quanto riguarda il segnale sfruttato nella navigazione? I peggiori del momento con reti LTE800 sono:

  1. DORO Liberto 825;
  2. Xiaomi Mi5;
  3. Samsung Galaxy J1;
  4. Huawei Y360;
  5. DORO PhoneEasy 530X;

Ebbene, lo smartphone svedese che si era dimostrato uno dei migliori dispositivi nella ricezione del segnale per le telefonate è invece rovinosamente scivolato all’ultimo posto della classifica in quanto a traffico dati, mentre con le reti UMTS900 ritroviamo:

  1. Xiaomi Mi5;
  2. Samsung Galaxy S5 Mini;
  3. Huawei Honor 7;
  4. Samsung Galaxy S6 Edge+;
  5. Microsoft Lumia 950 parimerito con HTC 10;

Fanalino di coda in questo caso sono il top di gamma di casa Microsoft ed il flagship della coreana HTC: nient’altro da dichiarare.

Parziale risoluzione dei problemi di ricezione

In questi casi, si potrebbe ovviare al problema in un modo tanto semplice quanto banale: se sei ancora in procinto di acquistare un nuovo smartphone pensa bene al modello che stai per comprare, magari provandolo in prestito da un amico, ma se invece hai già in tasca un super smartphone che lascia a desiderare in quanto a ricezione del segnale, è consigliabile utilizzare un pratico auricolare Bluetooth.

In questo modo, ti sarà possibile posizionare lo smartphone nel punto della casa o dell’ufficio dove prende più campo, mantenendo la conversazione libera da fastidiosi cavetti e beneficiando dell’allontanamento del telefono dall’orecchio – e così anche mal di testa o fastidiose otiti saranno scongiurate.

In conclusione, nonostante le mirabilia promesse – e non sempre mantenute – dai grandi produttori di elettronica di consumo, vengono ancora trascurati aspetti fondamentali come la ricezione del segnale, a favore di optional sempre più in voga come la fotocamera, il lettore di impronte digitali, i pagamenti da mobile e via dicendo.

Ma senza una buona ricezione del segnale, diciamoci la verità, di tutto questo puoi fare ben poco, a parte sfruttare la situazione come una buona scusa con il partner che non riesce mai a rintracciarti quando sei fuori. Del resto, puoi sempre dare la colpa ai maledetti design dei moderni dispositivi.

Maria Grazia Tecchia

Web content editor e blogger con due grandi passioni: la scrittura e la tecnologia. Mi occupo di comunicazione online, e per questo passo gran parte del mio tempo a leggere, scrivere, studiare le affascinanti dinamiche del web in evoluzione, e ascoltare (buona) musica.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*