iCloud: cos’è, come funziona, costi e vantaggi

Quando la memoria dei tuoi dispositivi non è mai abbastanza, o quando ne possiedi più di uno e vuoi avere sempre tutto a portata di mano e i tuoi device sono firmati Apple, esiste solo una soluzione: iCloud.

icloud

Hai appena comprato un nuovo iPhone, e subito dopo l’euforia per il nuovo acquisto inizi già a preoccuparti per questioni legate allo spazio della memoria disponibile.
Del resto, la fotocamera di iPhone è da sempre considerata una delle migliori installate su uno smartphone, e riuscire a realizzare belle foto, nitide e ad alta risoluzione tenta chiunque a scattare foto di continuo!
A questo punto, lo so, temi di esaurire presto la memoria del tuo iPhone con fotografie, video, ma anche documenti e tanto altro.

Prima di arrabbiarti pensando al perché Apple si ostini a non integrare uno slot dedicato alla microSD – come avviene per tanti dispositivi Android –, voglio parlarti di un servizio tanto diffuso quanto utile: scopriamo iCloud.

iCloud cos’è?

Forse ne avrai già sentito parlare da amici o conoscenti che usano un iPhone o un iPad, dal momento che si tratta di un servizio molto amato dagli utenti Apple poiché consente di risparmiare parte della memoria interna del dispositivo. Come?

Archiviando tutto ciò che desideri su iCloud, una sorta di libreria virtuale, uno spazio messo a disposizione dai server di Apple che potrai riempire con tutto ciò che vuoi.

Come indica il nome, si tratta di un servizio che sfrutta la tecnologia del cloud computing, vale a dire la cosiddetta nuvola informatica, all’interno della quale puoi stipare tutti i tuoi dati più ingombranti per lasciar respirare l’iDevice di turno.

iCloud: come funziona?

Il bello di avere a disposizione uno strumento come iCloud è che ti permette di risparmiare spazio fisico nella memoria dei tuoi dispositivi Apple, ma senza doverli archiviare in maniera definitiva.
In questo modo, anche se tutti i tuoi dati non saranno più disponibili all’interno del tuo iPhone, ad esempio, potrai comunque avervi libero accesso tutte le volte che desideri, e riguardare quella foto o controllare quel preciso documento all’occorrenza.

Se si tratta del tuo primo approccio con iCloud – e più in generale con un servizio che ricorre al cloud computing – potrebbe sfuggirti il funzionamento della nuvola informatica. In questo caso, ti starai chiedendo:
Come fanno i miei dati a sparire dallo smartphone senza essere cancellati e restando sempre a mia disposizione?

Nulla di più semplice: grazie ad iCloud le tue foto, video, documenti, ma anche i contatti della rubrica, le e-mail ricevute, le note, il calendario e le impostazioni del telefono saranno caricati su internet e da lì potrai averne sempre accesso.

Il fatto che siano messi online, però, non vuol dire che tutti potranno vederli: Apple tiene molto alla tua privacy e permette soltanto a te di accedere ai dati sensibili personali caricati direttamente da iPhone o iPad su iCloud.

I vantaggi di iCloud

Tanti i vantaggi di questo comodo e di certo utile servizio, come ad esempio:

  1. Risparmio della memoria interna del dispositivo;
  2. Scongiurata perdita dei tuoi dati in caso di furto o smarrimento;
  3. Sincronizzazione automatica;
  4. Possibilità di condivisione dei dati con diversi dispositivi;
  5. Salvataggio anche di settaggi ed impostazioni, oltre a file e cartelle.

Ebbene sì, iCloud non serve solamente per recuperare spazio nella memoria del telefono, ma anche quando utilizzi più dispositivi della mela morsicata e puoi aver bisogno di quel preciso documento sul PC, anche se lo avevi creato dall’iPad.

Insomma, iCloud è facilissimo da usare, poiché farà tutto da solo, è conveniente, e davvero imperdibile per tutti i possessori di un dispositivo targato Apple.

iCloud: cos'è, come funziona, costi e vantaggiiCloud: cos’è, come funziona, costi e vantaggi http://bit.ly/2fVqK2w via @6sicuro

Cosa serve per usare il servizio di archiviazione online di Apple

Per entrare nel fantastico universo di iCloud hai bisogno di:

  1. Un dispositivo Apple (iPhone o iPad);
  2. Un relativo ID Apple;
  3. La connessione a internet attiva.

Può sembrare sciocco, ma è necessario tenere presente che per poter accedere ai tuoi documenti, oppure alle foto o ai video caricati nella nuvola, hai bisogno della connessione internet attiva – e del resto se hai uno smartphone, perché non dovresti averla?
Una volta abilitato il servizio, magari appena hai comprato il nuovo iPhone o iPad, non dovrai più preoccupartene: i backup saranno creati in maniera autonoma senza darti alcun problema.

Dove puoi usare iCloud

Puoi sfruttare questo fantastico servizio in diversi modi, installando relativi software o applicazioni, oppure ricorrendo direttamente al browser:

  1. Puoi installare iCloud su Mac o PC;
  2. Abilitare il servizio su iPhone o iPad;
  3. Accedere alla tua libreria virtuale dal sito icloud.com.

Puoi effettuare il download di iCloud anche per installarlo su un computer che gira con Windows, per avere tutto sincronizzato tra l’iPhone, l’iPad e il tuo PC in qualsiasi momento. Ti basterà recarti sulla pagina dedicata del sito di Apple e scaricare iCloud per PC Windows.

Quanto costa iCloud?

Il servizio presenta una soglia di dati entro la quale non bisogna pagare nulla, ovvero fino ai 5 GB di spazio usato, mentre se hai necessità di archiviare un volume di dati maggiore puoi ricorrere a uno degli abbonamenti mensili messi a disposizione da Apple.
I costi sono i seguenti:

  • 50 GB di spazio a 0.99€ al mese;
  • 200 GB di spazio a 2.99€ al mese;
  • 2 TB di spazio a 9.99€ al mese.

Tutto sommato cifre ragionevoli per l’utilità derivante dallo spazio virtuale che potrai sfruttare in base alle tue esigenze, e stai certo che una volta provato iCloud non potrai più farne a meno.

Password e sicurezza

Ma iCloud è sicuro?

Se anche tu stai pensando alla stessa cosa, non temere: sono in molti a preoccuparsi per la propria privacy e, dal momento che l’insidia malware è sempre dietro l’angolo, è bene rendersi piuttosto accorti quando si parla di sicurezza online.

iCloud è un servizio di Apple, e già questo è da sempre sinonimo di garanzia ma, nonostante la protezione attraverso la password per il tuo account iCloud, è importante sceglierne una con cura che non sia troppo facile da indovinare. Non frenarti temendo di dimenticare una password più complessa: è necessario ricorrere a password ben strutturate per evitare eventuali violazioni della privacy.

Maria Grazia Tecchia

Web content editor e blogger con due grandi passioni: la scrittura e la tecnologia. Mi occupo di comunicazione online, e per questo passo gran parte del mio tempo a leggere, scrivere, studiare le affascinanti dinamiche del web in evoluzione, e ascoltare (buona) musica.

Commenti Facebook

1 Commento

  1. Avatar
    MARTE COSTANTINO dicembre 04, 2016

    NEI DISPOSITIVI APPLE I CLOUD SONO ECCEZIONALI. PER ACCEDERE DEVI AVERE UNA PASSWORD CHE È SICURA. NEL CASO CHE VENISSE DIMENTICATA IL SISTEMA DI SICUREZZA È STRAORDINARIO. PER ACCEDERVI CON UNA NUOVA PASSWORD BISOGNA SEGUIRE UNA PROCEDURA CON DEI DETTAMI DI SICUREZZA MOLTO ALTI.

    Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*