Gli Stockisti: sito oscurato per evasione fiscale

Il noto sito di e-commerce dedicato alla vendita di prodotti di elettronica di consumo sia avvia forse al tramonto? Per ora “Gli Stockisti” è stato oscurato, a causa di indagini ancora in corso per presunta evasione fiscale.

gli stockisti

fonte: optimaitalia.com

“Abbiamo i super prezzi!” era così che il sito de “Gli Stockisti” dava il benvenuto agli utenti approdati tra le sue pagine alla ricerca di un nuovo smartphone o tablet a buon prezzo. E se per tanti anni Gli Stockisti è stato un punto di riferimento per gli appassionati del settore c’è un perché: prezzi fortemente scontati, trust molto alto, e assistenza affidabile.

Ma nelle ultime ore le indagini della Polizia Postale del Lazio e l’Ufficio delle Dogane di Roma 2 sono riuscite a dare una spiegazione ai prezzi super-stracciati con cui Gli Stockisti vendevano la propria merce: è in atto un accertamento giudiziario per quello che sembra un sistema consolidato in vari anni di attività e che permetteva alla società cui è collegato il sito di vendere evadendo le tasse italiane.

Addio a Gli Stockisti: i fatti

Molti utenti il 6 Luglio hanno notato l’impossibilità di collegarsi al sito de Gli Stockisti, anche nel tentativo di controllare lo stato di un ordine effettuato, e hanno dovuto fare i conti con l’amara realtà: il sito è stato ufficialmente oscurato dalle autorità italiane che, prendendo atto della situazione riscontrata dagli organi competenti, hanno deciso di impedire il prosieguo di un’ipotetica pratica illegale.

Pare che la società dietro al famoso sito di vendita online, sita a Malta, cambiasse ogni anno la società di riferimento italiana – probabilmente – per impedire alle indagini di risalire alla verità dei fatti: Gli Stockisti, tramite il sistema di import-export, acquistavano i device all’estero e riuscivano ad eludere il fisco italiano non pagando di fatto l’IVA dovuta allo Stato del nostro paese.

In questo modo, già di partenza Gli Stockisti potevano commercializzare un dispositivo con un prezzo ribassato di più del 20%, caratteristica che non poteva che far gola a milioni di utenti che dal 2012 ad oggi hanno acquistato a prezzi più che vantaggiosi i dispositivi in vendita su questo sito, ma anche sul suo alter ego dedicato ai videogames – tale “Console Planet”.

Un conto salato per Gli Stockisti

Stando alle notizie trapelate al momento riguardo la questione, sembra che gli autori de Gli Stockisti debbano al fisco italiano l’incredibile cifra di 50 milioni di euro, con riferimento a un fatturato di circa 250 milioni di euro, a causa dell’evasione dell’Imposta sul valore aggiunto.

Gli Stockisti: sito oscurato per evasione fiscaleGli Stockisti: sito oscurato per evasione fiscale http://bit.ly/2tAZv3G via @6sicuro

Il sito è stato chiuso?

Attualmente il sito non è stato chiuso ma soltanto reso irraggiungibile dalle autorità competenti, per fermare il sistema di vendita dello stesso, ed è per questo motivo che ad alcuni risulta ancora visitabile mentre molti altri utenti non riescono più a collegarsi al sito.

Dai canali social ufficiali e dall’assistenza del sito, comunque, lo staff dietro a Gli Stockisti fa sapere che si tratta di semplici indagini di routine realizzate nella piena trasparenza.

Conseguenze per chi ha un ordine in sospeso

Chi aveva effettuato un ordine prima dell’oscuramento del sito e non ha ancora ricevuto la merce richiesta, può stare tranquillo: è il sito ad essere stato offuscato, mentre l’azienda è ancora attiva e provvederà ad evadere tutti gli ordini ancora in sospeso.

L’unico neo che potrebbe creare problemi ai consumatori che si sono affidati a Gli Stockisti per acquistare un prodotto è relativo alla garanzia: qualora il dispositivo fosse coperto da garanzia europea, il punto di mediazione tra il cliente e i centri di assistenza – ovvero la società de Gli Stockisti – a questo punto potrebbe venir meno.

Maria Grazia Tecchia

Web content editor e blogger con due grandi passioni: la scrittura e la tecnologia. Mi occupo di comunicazione online, e per questo passo gran parte del mio tempo a leggere, scrivere, studiare le affascinanti dinamiche del web in evoluzione, e ascoltare (buona) musica.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*