Storie di Instagram: si può rispondere con video e foto

Nelle Storie di Instagram si può rispondere ad altri utenti, inviando foto e video. Le stesse, ricevute nella inbox, scompariranno una volta visualizzate.

storie di instagram

Nuova implementazione per le Storie di Instagram: si può agli altri utenti inviando foto e video. Le stesse, ricevute nella inbox, scompariranno una volta visualizzate.

Continua l’evoluzione delle Storie di Instagram

L’upgrade della versione 10.28 è disponibile sia per iOS che Android e permette di rispondere alle storie di altri utenti con foto e video che finiranno nella cartella inbox di Direct.

Come? Tutto molto semplice: mentre si visualizza una storia basterà selezionare l’icona della fotocamera alla fine della storia per creare il proprio contenuto. È possibile anche applicare tutti le opzioni della fotocamera compresi gli effetti viso, i boomerang, le icone, gli emoji, il testo…

Basta screenshot insomma, perché fino all’arrivo di questo upgrade, se volevi rimandare un contenuto in privato a un contatto commentandolo, dovevi necessariamente riprodurre l’immagine per poi inviarlo nella cartella inbox.

Per capire che si tratta di una risposta con foto o video, la stessa sarà evidenziata in blu e una volta visualizzate scompariranno. Non funzioneranno quindi come le Storie di Instagram che scompaiono dopo 24 ore. Una “novità” che segnalo volutamente tra virgolette e davvero relativa visto che, per l’ennesima volta, si tratta di funzionalità già viste in Snapchat.


storie di Instagram

Storie di Instagram: si può rispondere con video e fotoStorie di Instagram: si può rispondere con video e foto http://bit.ly/2sWmrNT via @6sicuro

Snapchat e le Storie di Instagram: il colosso Zuckerberg continua la sua avanzata

Continua quindi la grande e inarrestabile corsa da parte di Instagram alla conquista degli utenti che si erano affezionati a Snapchat, ma guai dire a che si sta parlando di plagio spudorato. Alle accuse del mondo digitale, lo stesso Kevin Weil, Head of Product di Instagram, in un’intervista su techcrunch.com del 16 maggio 2017, ha risposto così:

“I think it would frankly be silly of us if we were to say ‘Oh, see that good idea over there that’s actually fulfilling a need people have to share more moments of their life? Because one person did that we can’t even go near that idea” riconoscendo di fatto la grande idea di Snapchat e dichiarando che non hanno trovato nulla di male a lavorare ad un’idea molto vicina. Certo, lui non parla di plagio (come potrebbe?), ma tu, oggi, come giudichi la differenza tra due piattaforme?

Alla luce dell’ennesima implementazione identica tra Snapchat e le Storie di Instagram come si evolverà questa “guerra fredda”? Vedremo cosa ci attende il futuro.

Rosa Giuffrè

Esperta in comunicazione digitale e dinamiche di comunicazione sui social network, web writer e ambasciatrice della cultura digitale per le piccole e medie imprese. Autrice di ‘Cambia testa e potenzia la tua azienda con la cultura digitale’. Collabora con scuole, istituti di formazione in tutta Italia. Offre consigli e crea percorsi di formazione personalizzati per professionisti, manager e aziende che vogliono usare il web e i social network per promuoversi e raggiungere i propri obiettivi di business.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*