Bambini in auto: come viaggiare in sicurezza

In automobile la sicurezza è tutto, in particolare quando si viaggia con bambini al seguito. Ecco quello che devi sapere sui sistemi di ritenuta e sulle normative vigenti.

bambini in auto

Se hai figli, saprai quanto è difficile tenerli a bada durante i tuoi spostamenti in macchina, sia nelle brevi che nelle lunghe percorrenze. Ma viaggiare in sicurezza quando ci sono bambini in auto è fondamentale, oltre che regolamentato dalla legge.

Contravvenendo alle indicazioni di sicurezza previste dalla legge, si rischiano multe e sanzioni molto salate (e, cosa più importante, l’incolumità della tua famiglia).

Quindi, se vuoi portare i tuoi bambini in auto con te, devi assicurarti di seguire tutte le istruzioni del caso, sia quelle dettate dalle normative vigenti che quelle frutto del semplice buon senso e cercare il miglior seggiolino auto.

Bambini in auto: cosa dice il Codice della Strada

Il Codice della Strada stabilisce, con l’articolo 172, le norme di comportamento relative all’uso delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini. Al punto 1, si può leggere quanto segue:

I bambini di statura inferiore a 1,50 m devono essere assicurati al sedile con un sistema di ritenuta per bambini, adeguato al loro peso, di tipo omologato secondo le normative stabilite dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, conformemente ai regolamenti della Commissione economica per l’Europa delle Nazioni Unite o alle equivalenti direttive comunitarie.

L‘obbligo di utilizzo dei sistemi di ritenuta, come ad esempio il seggiolino per auto, vige fino al raggiungimento dei 12 anni o di una statura superiore a 1,50 m (in Italia).

Per i bambini che, all’età di 12 anni, risultino di statura inferiore a 1,50 m, vige l’obbligo di sistema di ritenuta, nello specifico il seggiolino di rialzo, quello, per intenderci, costituito solo dalla parte inferiore senza schienale.

Se viaggi in taxi o in un’auto con noleggio con conducente – tipo Uber, per intenderci – i bambini con statura inferiore a 1,50 m possono non essere assicurati con cintura o sistema di ritenuta, ma solo se occupano il sedile inferiore e si trovano in compagnia di una persona di età non inferiore ai 16 anni.

Bambini in auto: come metterli in sicurezza

bambini in auto con età inferiore ai 12 anni devono occupare i sedili posteriori del veicolo, ed essere sempre assicurati con gli adeguati sistemi di ritenuta e le cinture di sicurezza.

Per quanto riguarda le cinture di sicurezza, al di sotto dei 12 anni non possono essere utilizzate senza un apposito sistema di ritenuta o un rialzo, perché potrebbero ferire il bambino all’altezza del collo o soffocarlo in caso di incidente. In ogni caso, vanno utilizzate anche sui sedili posteriori.

Cosa sono i sistemi di ritenuta?

Con il termine sistemi di ritenuta si indicano quelli che, comunemente, chiamiamo seggiolini per auto, ma anche i porta bebè, la culla portatile, il rialzo.

Questi dispositivi vanno agganciati in sicurezza al sedile dell’auto, anteriore o posteriore, a seconda della tipologia.

Sul sedile anteriore può essere riposto il seggiolino per bambini solo con lo schienale rivolto verso il cruscotto, assicurandosi di disattivare l’airbag lato passeggero.

Bambini in auto: sistemi di ritenuta a norma di legge

I sistemi di ritenuta per bambini in auto sono regolamentati a livello Europeo dal Regolamento n. 44 della Commissione economica per l’Europa delle Nazioni Unite (UN/ECE), riportante “Disposizioni uniformi relative all’omologazione dei dispositivi di ritenuta per bambini a bordo dei veicoli a motore («sistemi di ritenuta per bambini»)”.

Il regolamento ECE R44 – giunto alla revisione n. 04 –  individua 5 gruppi di sistemi di ritenuta per bambini, in base al peso

  • gruppo 0:per bambini di peso fino a 10 kg;
  • gruppo 0+:per bambini di peso fino a 13 kg;
  • gruppo I:per bambini di peso compreso tra 9 e 18 kg;
  • gruppo II:per bambini di peso compreso tra 15 e 25 kg;
  • gruppo III:per bambini di peso compreso tra 15 e 36 kg.
Bambini in auto: come viaggiare in sicurezzaBambini in auto: come viaggiare in sicurezza http://bit.ly/2xZUv9D via @6sicuro

Bambini in auto: sistema ISOFIX

Oltre ai sistemi di ritenuta standard, suddivisi come indicato, da qualche anno è stato introdotto il sistema ISOFIX.

Si tratta di un sistema di fissaggio del seggiolino all’auto consistente nella presenza di ancoraggi rigidi collegati al telaio del veicolo, che si agganciano a due agganci rigidi presenti sul seggiolino.

Non tutte le auto sono predisposte al sistema ISOFIX, che è indicato sul libretto di circolazione del veicolo.

Il sistema ISOFIX è suddiviso in 7 (+1) categorie di dimensioni, indicate nel Regolamento europeo n.44:

  1. A — ISO/F3: SRB ad altezza intera, per neonati, orientati nel senso di marcia;
  2. B — ISO/F2: SRB ad altezza ridotta, per neonati, orientati nel senso di marcia;
  3. B1 — ISO/F2X: SRB ad altezza ridotta, per neonati, orientati nel senso di marcia;
  4. C — ISO/R3: SRB di dimensioni standard, per neonati, orientati in senso contrario al senso di marcia;
  5. D — ISO/R2: SRB di dimensioni ridotte, per neonati, orientati in senso contrario al senso di marcia;
  6. E — ISO/R1: SRB per bambini piccoli, orientati in senso contrario al senso di marcia;
  7. F — ISO/L1: SRB in posizione laterale verso sinistra (culla portatile);
  8. G — ISO/L2: SRB in posizione laterale verso destra (culla portatile).

In base al peso del bambino – fino ad un massimo di 18 kg (gruppo o, o+ e I) vanno utilizzati i corrispondenti sistemi SRB ISOFIX:

  • Gruppo 0, fino a 10 kg:F — ISO/L1, G — ISO/L2, E — ISO/R1;
  • Gruppo o+, fino a 13 kg: C — ISO/R3, D — ISO/R2, E — ISO/R1;
  • Gruppo I, da 9 a 18 kg:A — ISO/F3, B — ISO/F2, B1 — ISO/F2X, C — ISO/R3, D — ISO/R2.

Bambini in auto: come acquistare un sistema di ritenuta

Quando acquisti un seggiolino per auto, controlla attentamente l’etichetta (di colore arancione), e assicurati che siano stati prodotti seguendo le direttive europee.

Nello specifico, devi verificare che siano riportate le seguenti informazioni:

  • ECE R44 o EC R44-04:indica l’ottemperanza dei regolamenti Europei;
  • Universal:indica che il sistema di ritenuta può essere utilizzato in ogni veicolo, a prescindere dal modello;
  • Deve essere indicato il peso o la fascia di pesoper la quale il dispositivo è stato prodotto;
  • Deve riportare l’indicazione del Paese Europeo dove è stato prodotto. La sigla sarà composta dalla E – che indica la Comunità Europea – e un numero, che indica la nazione. L’Italia, ad esempio, è indicata con E3.
  • Il numero di serie è preceduto da una cifra, molto importante, che indica l’omologazione alla normativa europea. Assicurati che ci sia indicato 04all’inizio del numero di serie.

Evita di acquistarli usati, o di utilizzare quelli di amici e parenti, perché potrebbero essere consumati, oppure non essere conforme alle norme aggiornate.

Bambini in auto: sanzioni previste in assenza di dispositivi di sicurezza

Come abbiamo anticipato all’inizio dell’articolo, viaggiare con i tuoi figli in auto non in condizioni di sicurezza adeguate non mette solo a rischio la loro integrità, ma espone il conducente o il genitore ad una multa pecuniaria e ad una sanzione.

Il conducente del veicolo nel quale viene trasportato il bambino in modo inappropriato, riceve una multa da € 80,00 a € 323,00, oltre alla sottrazione di 5 punti dalla patente.

Nel caso in cui nell’auto sia presente un genitore del bambino, che in quel momento non è alla guida, la multa e la sanzione verrà rilasciata a costui.

Francesco Ambrosino

Laureato in Scienze della Comunicazione, mi occupo di Formazione Professionale, Social Media, Copywriting e Blogging. Non parlo di cose che non conosco, quindi parlo poco. Se posso, scrivo. Le cuffie dell'iPhone sono il mio scudo contro le chiacchiere inutili.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*