Voluntary disclosure bis: i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

L'Agenzia delle Entrate chiarisce i termini per l'accesso alla procedura di voluntary disclosure bis e annuncia una nuova versione del software per il calcolo delle sanzioni dovute.

Voluntary disclosure bis

Con la circolare 19/E l’Agenzia delle Entrate ha fornito degli importanti chiarimenti per i contribuenti che vogliono aderire alla cosiddetta voluntary disclosure bis. Oltre a ricordare i termini entro i quali si devono presentare i documenti per l’integrazione della propria posizione o per l’emersione e il rientro dei capitali dall’estero, la comunicazione dell’Agenzia delle Entrate annuncia anche la nuova versione del software da usare per il calcolo delle imposte e delle sanzioni da versare.

Voluntary disclosure bis: i termini per l’adesione alla procedura

Sono due le date da ricordare per i contribuenti che vogliono avvalersi della riapertura dei termini per l’adesione alla procedura di voluntary disclosure bis:

  • chi vuole dichiarare e far rientrare capitali dall’estero ha tempo fino al 31 luglio 2017;
  • chi vuole integrare istanze, documenti o informazioni può farlo fino al 30 settembre 2017.

Le irregolarità che possono essere dichiarare o integrate sono quelle avvenute fino al 30 settembre 2016.

La riapertura dei termini di adesione alla procedura di collaborazione volontaria risponde alla volontà di rafforzare gli strumenti di lotta all’evasione fiscale, fornendo ai contribuenti una misura in più per sanare le irregolarità e stabilire un rapporto di reciproca fedeltà con il Fisco.

Voluntary disclosure bis: i chiarimenti dell'Agenzia delle EntrateVoluntary disclosure bis: i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate http://bit.ly/2szg0PI via @6sicuro

La nuova versione del software per il calcolo delle sanzioni

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate, nell’area “servizi online – servizi fiscali – senza registrazione” è disponibile il software da usare per il calcolo delle sanzioni e delle somme dovute da chi aderisce alla procedura di collaborazione volontaria.

Il programma online calcola in automatico gli importi da versare, distinguendo tra:

  • violazioni degli obblighi di monitoraggio fiscale;
  • violazione degli obblighi di dichiarazione.

Nella stessa area del sito si può verificare il tipo di sanzione applicato a seconda della violazione che è avvenuta e l’ammontare degli interessi da pagare. La compilazione dei campi per l’uso del software di calcolo permette anche di raccogliere tutte le informazioni necessarie per la compilazione del modello F24 per il versamento delle somme dovute al Fisco.

Luana Galanti

Ho una laurea specialistica in Consulenza e direzione aziendale e, da sempre, un legame indissolubile con le parole scritte. Le mie due anime – quella creativa e quella pragmatica – si confondono nel mio lavoro di web writer e business writer freelance.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*