Il Fisco italiano è il più complicato d’Europa

Il Fisco italiano ha il poco invidiabile primato di essere il più complicato d'Europa e il terzo più complicato al mondo. Intanto, i commercialisti chiedono semplificazioni e procedimenti più snelli.

fisco italiano

Chi ha avuto a che fare almeno una volta con la giungla di adempimenti fiscali lo sa già, ma adesso arriva una ricerca internazionale a confermarlo: il Fisco italiano è il più complicato d’Europa.

Fisco: i risultati del Financial Complexity Index 2017

La società di consulenza TMF Group ha realizzato uno studio per capire quali sono i sistemi fiscali più complessi al mondo. Il Financial Complexity Index 2017 evidenzia che quello italiano è il sistema fiscale più complesso d’Europa e tra i più complicati del mondo. Dei 94 Paesi presi in considerazione, a fare peggio di noi sono solo la Turchia e il Brasile.

La complessità del Fisco non è solo un problema interno, ma si ripercuote anche in ambito internazionale, perché gli investitori stranieri di fronte a una burocrazia mostruosa spesso gettano la spugna e decidono di investire in quei Paesi con una tassazione e un sistema più accoglienti.

Il Fisco italiano è il più complicato d'EuropaIl Fisco italiano è il più complicato d’Europa http://bit.ly/2uxPYNu via @6sicuro

Le richieste dei commercialisti per semplificare il Fisco

Anche i commercialisti lanciano l’allarme: il sistema anziché semplificarsi, nell’ultimo anno si è complicato ancora di più. I professionisti devono far fronte a un calendario fiscale con scadenze fittissime, fare i conti con 350 diversi codici tributo e con una mole di documenti da inviare senza precedenti.

Se lo scorso anno sono stati inviati all’Agenzia delle Entrate 177 milioni di documenti, la previsione per quest’anno si attesta attorno ai 200 milioni di invii. A far aumentare il numero di documenti trasmessi al Fisco è stata soprattutto l’introduzione delle comunicazioni trimestrali IVA.

I commercialisti rappresentati dal presidente Miani hanno scritto una lettera al direttore dell’Agenzia delle Entrate Ruffini chiedendo di introdurre al più presto una serie di semplificazioni:

L’introduzione del sistema Entratel è un primo importante passo avanti verso un Fisco più semplice e meno costoso, anche in termini di tempo. Secondo l’OCSE ha permesso all’Italia di risparmiare quasi 2 miliardi di euro. Il problema è che il risparmio per le casse dello Stato si è tradotto in maggiori costi sostenuti da intermediari e contribuenti, alle prese con un Fisco complicato e a volte difficile da comprendere.

Luana Galanti

Ho una laurea specialistica in Consulenza e direzione aziendale e, da sempre, un legame indissolubile con le parole scritte. Le mie due anime – quella creativa e quella pragmatica – si confondono nel mio lavoro di web writer e business writer freelance.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*