Controlli su assicurazione auto: nessuna multa con tutor e autovelox

Il DDL Concorrenza ha dato al via libera ai controlli sull’assicurazione auto tramite tutor e autovelox. Ma gli apparecchi non sono omologati.

controlli assicurazione auto

In Italia si stima che ci siano cinque milioni di auto senza assicurazione. Sfruttare tutor e autovelox per rintracciare questi automobilisti sarebbe semplice: gli apparecchi che rilevano la velocità possono fotografare le targhe e controllare le banche dati di motorizzazione e compagnie assicurative. Se non fosse che non sono omologati a farlo.

Preventivo assicurazione auto

Assicurazione auto: niente multe da tutor e autovelox

Oggi rintracciare le auto sprovviste di assicurazione  è complicato: per riuscirci bisogna organizzare controlli su strada impiegando le forze dell’ordine. Usare l’occhio elettronico di tutor e autovelox era sembrata la soluzione perfetta: viene registrata la targa di tutte le auto che transitano sotto ai rilevatori di velocità e i controlli automatici permettono di multare chi non ha un’assicurazione auto valida.

Questa possibilità è contenuta nel testo del DDL Concorrenza approvato lo scorso agosto. Ma lo testo di legge contiene una precisazione che al momento impedisce di rendere realtà l’uso di tutor e autovelox per controllare la validità dell’assicurazione auto. L’articolo 10 specifica infatti che:

non è necessaria la presenza degli organi di polizia stradale qualora l’accertamento avvenga mediante dispositivi o apparecchiature che sono stati omologati ovvero approvati per il funzionamento in modo completamente automatico.

Il problema è che tutor e autovelox presenti sulle nostre strade non sono tutti omologati per il funzionamento autonomo e quindi non possono essere usati per il controllo delle assicurazioni fino a quando non verrà pubblicato un decreto di omologazione.

Controlli su assicurazione auto: nessuna multa con tutor e autoveloxControlli su assicurazione auto: nessuna multa con tutor e autovelox http://bit.ly/2Aj8zQd via @6sicuro

Assicurazione auto assente? Ci pensano le banche dati

Quando sarà attivo, il sistema permetterà un controllo rapido delle assicurazioni auto, interrogando le banche dati della motorizzazione e delle compagnie assicurative.

Incrociando le informazioni, a partire dal numero di targa basteranno pochi secondi per sapere se si è in regola con l’assicurazione auto. In teoria le informazioni dovrebbero aggiornarsi in tempo reale, ma al momento non è sempre così.

Se dai controlli risulta che il veicolo è sprovvisto di assicurazione si rischia una multa che va da un minimo di 841 a un massimo di 3.287 euro e il sequestro del mezzo.

Giovanni Bizzaro

Assistente web marketing di 6sicuro, coordino blogger e giornalisti gestendo e pianificando il calendario editoriale. Mi occupo inoltre di strategie sui social network per aziende e privati.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*