Assicurazione auto: meno incidenti con la scatola nera

Con la scatola nera il rischio incidenti scende del 20%. È questo il dato riportato da Ania che fa ben sperare per risparmiare sull'assicurazione auto. Capiamone di più.

assicurazione auto meno incidenti scatola nera

“Più scatole nere, meno rischi di incidenti”: potrebbe essere questo lo slogan della tua assicurazione auto. I dati parlano chiaro: con l’installazione del dispositivo il rischio di sinistri diminuisce del 20%.

assicurazione auto

Assicurazione auto e sinistri: i dati Ania

Maria Bianca Farina, presidente ANIA, ha affermato durante la XV Edizione dell’lnsurance Day che:

“L’utilizzo della tecnologia accresce l’accessibilità ai servizi assicurativi generando così maggiore consapevolezza e coscienza dei rischi da parte degli assicurati. Ciò diminuisce la rischiosità e di conseguenza i costi; solo per fare un esempio, la presenza di black box sulle auto riduce del 20% il rischio di incidente. Si tratta quindi di una grande opportunità”

spiegando poi:

“stiamo assistendo ad uno sviluppo delle tecnologie senza precedenti nella storia. E questo fenomeno sta cambiando l’offerta di prodotti assicurativi e i comportamenti di acquisto delle persone, sempre più attive sul web nella ricerca di informazioni… Per quanto riguarda il mercato, sta cambiando la competizione tra compagnie, competitor tradizionali e nuovi player tecnologici; il settore, per essere sempre competitivo, è obbligato ad innovare: si impongono nuovi modelli di business e nuovi strumenti

Inoltre è interessante sottolineare il passaggio relativo all’evoluzione tecnologica del settore dell’assicurazione auto. Farina ha spiegato che:

“In questo contesto le compagnie, il cui obiettivo è sempre quello di proteggere la società e in questo modo rendere il Paese meno vulnerabile, svolgono un ruolo fondamentale, a patto che valorizzino nel modo migliore l’innovazione, valutando tutte le possibili forme di business, rendendo i clienti più consapevoli dei propri bisogni e più soddisfatti dei servizi, facendo emergere il fondamentale ruolo di consulenza e servizio delle reti”

Assicurazione auto: meno incidenti con la scatola neraAssicurazione auto: meno incidenti con la scatola nera http://bit.ly/2dmp1Ub via @6sicuro

La scatola nera è obbligatoria?

Nell’articolo Assicurazione auto e scatola nera: obbligatoria su tutti i veicoli? abbiamo analizzato vantaggi e svantaggi sull’installazione della black box. Inutile dire che i primi superano i secondi per due motivi:

  • Con la scatola nera ci sarebbero meno incidenti;
  • l’automobilista virtuoso avrebbe uno sconto sul prezzo dell’assicurazione auto.

Sorge comunque il problema della privacy che, a detta di molti, potrebbe essere il vero nodo sull’approvazione del nuovo DDL concorrenza.

Giovanni Bizzaro

Assistente web marketing di 6sicuro, coordino blogger e giornalisti gestendo e pianificando il calendario editoriale. Mi occupo inoltre di strategie sui social network per aziende e privati.

Commenti Facebook

3 Commenti

  1. Avatar
    Cinto ottobre 23, 2016

    Dr. Bizzarro, voglio credere che lei non abbia cestinato il mio commento del 19, ma che sia solo una svista o ritardo per tempi tecnici. Che sia pervenuto è certo perché cercando di inoltrarlo pari pari risulta come duplicato. Lo riporto qui: La scatola nera a fronte di alcuni pregi è un’arma a doppio taglio, in caso di sinistro dai dati rilevati può offrire all’assicurazione anche piccoli appigli per invocare concorsi di colpa, e ridurre o negare i risarcimenti magari per piccole infrazioni. Attenzione automobilisti!

    Rispondi
    • Avatar
      Giovanni Bizzaro ottobre 26, 2016

      Buongiorno,
      Riceviamo quotidianamente una quantità notevole di commenti e, a volte, la pubblicazione può ritardare.

      Rispondi
  2. Avatar
    Cinto ottobre 26, 2016

    So che la verità fa male ma bisogna ammettere che la scatola nera a fronte di alcuni pregi è un’arma a doppio taglio, in caso di sinistro dai dati rilevati può offrire all’assicurazione anche piccoli appigli per invocare concorsi di colpa, e ridurre o negare i risarcimenti magari per piccole infrazioni. Attenzione automobilisti.

    Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*