Prestiti cambializzati: cosa c’è da sapere

prestiti cambializzati sono un tipo di prestito personale il cui rimborso avviene tramite il pagamento di cambiali. Scopriamone di più.

prestiti cambializzati
La presenza delle cambiali, cioè di titoli esecutivi, costituisce una garanzia per chi concede in prestito il denaro. Per questo motivo, i prestiti cambializzati possono essere ottenuti anche da chi risulta iscritto nella lista dei cattivi pagatori, da chi è disoccupato o non ha una busta paga o da chi ha subito in passato un protesto.

Le caratteristiche del prestito fiduciario cambializzato

prestiti cambializzati rientrano tra i prestiti personali non finalizzati. Questo significa che, richiedendo un prestito a cambiali, il debitore ottiene una somma di denaro che può utilizzare come meglio crede, senza dover fornire una giustificazione per la sua domanda di finanziamento.

A differenza di quanto avviene con altre forme di prestito personale, nelle quali le rate mensili sono pagate tramite bollettino o addebito sul conto corrente, nel prestito fiduciario cambializzato per il rimborso del finanziamento si usano le cambiali. Quando viene concesso il prestito, il debitore firma delle cambiali in favore del creditore e si impegna a pagarle a scadenza mese dopo mese.

Prestiti cambializzati senza busta paga

In linea di massima, i prestiti cambializzati possono essere richiesti da chiunque. Il fatto che il rimborso del prestito avvenga tramite il pagamento di cambiali fa sì che banche e società finanziarie possano concedere senza troppi rischi un prestito cambializzato anche a cattivi pagatori, a chi in passato ha subito un protesto e a chi non ha una busta paga, disoccupati compresi.

L’importo che si può ottenere dipende dalla solidità delle garanzie che possono essere prestate: nel caso in cui chi richiede il finanziamento sia senza busta paga, la cifra che la banca sarà disposta a prestare sarà di poche migliaia di euro, a meno non ci siano uno o più fideiussori o immobili sui quali iscrivere un’ipoteca a garanzia del prestito.

iltuoprestito

Prestiti cambializzati per autonomi

Dal momento che le cambiali danno una maggiore garanzia di pagamento, i prestiti fiduciari sono un’alternativa ai prestiti personali classici per gli autonomi che hanno bisogno di denaro.

I prestiti cambializzati per autonomi possono essere distinti tra finanziarie cambializzate e piccoli prestiti cambializzati. A fare la differenza è essenzialmente l’importo del prestito: superiore a 5.000 euro nel primo caso e inferiore nel secondo caso. Come sempre, alla richiesta di un prestito cambializzato vanno allegati i documenti di identità e il modello Unico dal quale risulta il volume di fatturato e di utili generato dall’attività di lavoro autonomo. In questo modo la banca avrà tutta la documentazione necessaria a valutare il rischio del finanziamento e a decidere se concedere o meno il prestito.

Prestiti cambializzati per cattivi pagatori

Se il tuo nominativo è segnalato nella lista dei cattivi pagatori, è quasi impossibile che la banca ti conceda un prestito personale. Questo perché la segnalazione presso la Centrale Rischi è un segnale d’allarme per chi concede il prestito: c’è il rischio, concreto, che il debitore non restituisca regolarmente il finanziamento.

I prestiti cambializzati per cattivi pagatori riducono il rischio del finanziamento per la banca. Nel caso dei lavoratori dipendenti a garantire la disponibilità di denaro sufficiente a rimborsare il prestito sono la busta paga e il fondo TFR. In più, il debitore si impegna a restituire il prestito attraverso delle cambiali e, se non provvede regolarmente al pagamento, la banca può procedere subito con il protesto e il successivo pignoramento dei beni.

Prestiti cambializzati per protestati

Nel caso in cui in passato si è già subito il protesto di un titolo, le probabilità di ottenere un finanziamento non assistito da cambiali è prossimo allo zero. Per i protestati il prestito cambializzato è quasi l’unica soluzione a disposizione.

Dal momento che il rischio dell’operazione è molto alto, sono poche le banche e le finanziarie che concedono prestiti cambializzati ai protestati. Quando ciò avviene, è comunque necessario presentare garanzie e accettare di sostenere un tasso di interesse più elevato. Possibili garanzie sono, per i lavoratori dipendenti, il TFR e la fideiussione di un terzo, mentre nel caso dei prestiti cambializzati per protestati autonomi, si può presentare in garanzia un immobile o la fideiussione di un’altra persona.

Prestiti cambializzati a domicilio: come richiederli

Nel corso degli ultimi anni, complice la crisi finanziaria che ha portato molte banche a richiedere garanzie consistenti per la concessione di un finanziamento, è aumentato il numero di richieste di prestiti cambializzati. Se hai bisogno di un finanziamento ma la banca ha bocciato la tua richiesta puoi valutare l’opportunità di rivolgerti a una delle società finanziarie che includono questo tipo di prestito nella loro offerta.

Una volta ottenuto il finanziamento, il denaro viene subito accreditato sul conto corrente o consegnato tramite assegno: per questo motivo si parla anche di prestiti cambializzati a domicilio.

Se hai intenzione di richiedere un prestito fiduciario cambializzato tieni in debita considerazione due aspetti:

  • i tassi di interesse sono più elevati rispetto ad altre forme di finanziamento;
  • in caso di insolvenza viene levato il protesto e potresti subire il pignoramento dei beni.

In linea generale, i tassi di interesse applicati a un prestito sono legati al livello di rischio dell’operazione di finanziamento. Se il debitore risulta segnalato a una centrale di rischio finanziario come cattivo pagatore, se non ha un lavoro stabile o se ha subito dei protesti la sua affidabilità creditizia sarà bassa e, di conseguenza, aumenterà il tasso di interesse da corrispondere al creditore. I prestiti fiduciari presentano tassi di insolvenza più elevati rispetto ai prestiti personali tradizionali ed è per questo motivo che il tasso di interesse è maggiore.

Dato l’alto rischio di insolvenza, le banche offrono in rari casi questa soluzione di finanziamento. Se hai bisogno di richiedere un prestito cambializzato puoi rivolgerti a una delle società finanziarie specializzate. Ogni finanziaria definisce una procedura specifica, ma in genere è sufficiente accompagnare la domanda di prestito con un documento di identità, il codice fiscale, la dichiarazione dei redditi e un documento che dimostri il reddito percepito. È inoltre richiesta la sottoscrizione di un’assicurazione sulla vita che copra le parti dal rischio di morte del soggetto che ha richiesto il prestito.

 Prestiti cambializzati: cosa c'è da sapere Prestiti cambializzati: cosa c’è da sapere http://bit.ly/1PkSLKb via @6sicuro

I prestiti cambializzati online

La procedura di richiesta e l’iter di valutazione della domanda di finanziamento sono in genere piuttosto snelli, in particolare se ci si rivolge a una finanziaria che eroga prestiti cambializzati online.

Sebbene la domanda di prestiti cambializzati stia aumentando, l’offerta è piuttosto limitata. Se hai bisogno di un finanziamento, informati sull’affidabilità della finanziaria che propone il prestito cambializzato e verifica in dettaglio le condizioni economiche del prestito. Presta particolare attenzione a TAN e TAEG: il primo indica gli interessi applicati al prestito, mentre il secondo ti dà un quadro del costo effettivo che dovrai sostenere e include, oltre al TAN, anche commissioni e spese accessorie.

I prestiti cambializzati veloci

Se hai un urgente bisogno di denaro puoi rivolgerti a una delle finanziarie che concedono prestiti cambializzati veloci. Presentando la richiesta online e inviando tutta la documentazione richiesta, l’esito viene comunicato entro 24 o 48 ore al massimo.

Una volta accordato il prestito, il denaro ti viene accreditato sul conto corrente tramite bonifico bancario oppure ti viene consegnato tramite assegno circolare. Mensilmente, dovrai rimborsare il prestito pagando delle cambiali presso la banca d’appoggio scelta al momento della firma del contratto. L’importo delle cambiali sarà dato dalla somma di una quota capitale e di una quota di interessi, proprio come avviene in un normale prestito personale. Il tasso di interesse è fisso e costante per tutta la durata del rimborso.

Luana Galanti

Ho una laurea specialistica in Consulenza e direzione aziendale e, da sempre, un legame indissolubile con le parole scritte. Le mie due anime – quella creativa e quella pragmatica – si confondono nel mio lavoro di web writer e business writer freelance.

Commenti Facebook

12 Commenti

  1. Avatar
    giuseppe febbraio 05, 2016

    Salve, potrei avere un indirizzo email di qualche finanziaria che eroga prestiti cambializzati, anche di piccolo importo? A chi lavora a nero senza busta paga? Ringrazio anticipatamente.

    Rispondi
    • Avatar
      Luana Galanti febbraio 16, 2016

      Salve Giuseppe, puoi provare a rivolgerti a CooperFin, all’indirizzo email cooperfin@pec.it, a Prestimarket all’indirizzo info@prestimarket.it o a Global Credit, al numero di telefono 0823.45.60.31. Tieni inoltre presente che alcune delle finanziarie che erogano prestiti cambializzati sono attive solo a livello locale, potresti informarti se ce n’è qualcuna che si rivolge in particolare agli abitanti della tua regione.

      Rispondi
  2. Avatar
    Emilio febbraio 08, 2016

    Dalla descrizione dell’iter manca sempre il momento in cui il debitore sottoscrive il pacchetto di cambiali e le consegna al creditore, cosa che avviene sempre PRIMA dell’erogazione (o al massimo insieme). Se per la cambializzazione con una Banca e con una Finanziaria “fisica” (sul territorio) ciò è intuibile, con le Finanziarie online quando avverrebbe ciò? Alla luce di questo, i tempi superveloci prospettati possono essere i tempi dell’istruttoria, ma non certo dell’erogazione, sempre se stiamo parlando di cambiali. Almeno in questi casi, la mia più che trentennale esperienza in Banca mi dice che le tempistiche sono ben diverse.

    Rispondi
  3. Avatar
    GIUSEPPE febbraio 08, 2016

    QUALI SONO LE SOCIETA’ CHE OPERANO NEL CAMPO DI PRESTITI CAMBIALIZZATI?

    Rispondi
    • Avatar
      Luana Galanti febbraio 16, 2016

      Ciao Giuseppe, oltre alle già citate CooperFin, Prestimarket e Global Credit alcune delle finanziarie che offrono anche prestiti cambializzati sono la Sefa (solo in Lombardia) e Mas Servizi Finanziari.

      Rispondi
  4. Avatar
    giuseppina marzo 14, 2016

    salve ho chiamato ora la global di caserta ma mi hanno detto che stanno chiudendo quale altra finaziaria fa prestiti con cambiali grazie buona giornata

    Rispondi
  5. Avatar
    Aldo aprile 21, 2016

    Ma esistono finanziarie serie che offrono prestiti con cambiali, fino adesso ho provato a richiederli ma anche se dicono di fare prestiti con cambiali nel rispondere dicono che non ne fanno più, potrei conoscere chi realmente li fa. Grazie

    Rispondi
  6. Avatar
    Joe Tempest maggio 24, 2016

    Scrivo nella qualità di Marketing Manager della CooperFin S.p.A. per chiarire la questione dei “Prestiti Cambializzati”. Essi sono dei Prestiti personali ordinari che, per abbattere il rischio credito, usano la “Cambiale” ai fini dell’esatto pagamento del rateo rispetto ai più conosciuti “Bollettini Postali” ovvero “RID”. Pertanto NON VENGONO CONCESSI a coloro i quali sono segnalati in Centrali Rischio private come “Cattivi Pagatori” cioè come soggetti che NON ONORANO I DEBITI CONTRATTI ! Tuttavia abbiamo una elasticità nella valutazione di coloro i quali hanno avuto pregresse segnalazioni ma che HANNO ONORATO I DEBITI e quindi hanno PAGATO TUTTO IL DEBITO con un altro Intermediario Finanziario senza chiusure “A SALDO E STRALCIO”…. Infine desidero sfatare una “Leggenda di Internet” relativamente all’IMPOSSIBILITA’ DI CONCEDERE CREDITO SENZA UN REDDITO DIMOSTRABILE perchè è ILLEGALE sovraindebitare un soggetto specie se chi concede il credito è un PROFESSIONISTA.

    Rispondi
    • Avatar
      Luana Galanti maggio 24, 2016

      Grazie per aver condiviso queste importanti precisazioni, possono essere molti utili per chi è alla ricerca di un prestito cambializzato e si trova in una delle condizioni citate.

      Rispondi
  7. Avatar
    Alessandra luglio 31, 2016

    Salve ho da pagare delle cambiali con il timbro non protestabile. Cosa succede se non potessi può pagare?
    Grazie se potete rispondermi. Ciao Alessandra

    Rispondi
    • Avatar
      Luana Galanti agosto 08, 2016

      Ciao Alessandra, se le cambiali non sono protestabili in caso di mancato pagamento alla scadenza il creditore può recuperare il credito rivolgendosi a un giudice per ottenere un decreto ingiuntivo. Se poi il debitore non salda quanto dovuto entro il termine indicato nel decreto, il creditore può richiedere il pignoramento dei beni.

      Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*