Duplicato patente: smarrimento, furto e deterioramento

Hai perso la patente, te l'hanno rubata o si è deteriorata: hai bisogno del duplicato patente. Vediamo come procedere e quali documenti servono in ciascuno di questi casi.

duplicato patente

Qualcuno ha rubato il tuo portafogli o la tua borsetta e dentro c’era la tua patente. O magari l’hai smarrita nella frenesia di una giornata. Oppure il tuo documento di guida si è logorato al punto di non essere più leggibile. Queste cose possono capitare a chiunque e succedono spesso, in ogni caso sarà necessario richiedere il duplicato patente.

Smarrimento patente o furto: cosa fare?

Prendiamo il caso di furto o smarrimento della patente di guida e vediamo come agire.

Hai scoperto di avere perso la tua licenza di guida o di avere subito un furto: devi farne denuncia entro 48 ore presso il comando di Polizia o dei Carabinieri (o di altre Forze dell’Ordine preposte). Porta con te due fototessere e un documento d’identità.

Gli agenti invieranno la documentazione necessaria all’Ufficio Centrale Operativo delle Infrastrutture e dei Trasporti e ti rilasceranno un permesso di guida provvisorio. Questo documento avrà validità di 90 giorni e solo in Italia. Quindi potrai guidare fino a quando arriverà, via posta, il duplicato patente. Saranno ancora le Forze dell’Ordine a occuparsi di inviare automaticamente la richiesta del duplicato patente alla Motorizzazione civile che conserva un archivio elettronico delle licenze di guida.

Il duplicato della nuova patente di guida arriverà per posta entro 45 giorni dalla denuncia. Se non dovessi riceverlo entro i termini, puoi telefonare numero verde 800-232323 del Ministero dei Trasporti per segnalarlo o per chiedere informazioni. Dovrai pagare le spese del duplicato al postino che effettuerà la consegna.

Duplicato patente per deterioramento

Anche la patente è sottoposta all’usura e alla casualità degli eventi e può rovinarsi. Si intende deteriorata se anche uno solo di questi elementi non è identificabile:

  • estremi di riconoscimento del documento;
  • dati anagrafici del titolare;
  • data di scadenza;
  • fotografia del titolare.

Controlla la tua patente, tutti questi dati sono riconoscibili? Altrimenti dovrai richiedere il duplicato patente agli Uffici di Motorizzazione Civile (UMC). È necessario presentare questi documenti:

  • domanda con l’apposito modello TT 2112 che trovi presso gli uffici della Motorizzazione o online sul Portale dell’Automobilista;
  •  2 versamenti postali in distribuzione presso gli Uffici dell’UMC e gli Uffici Postali (i codici causale non sono obbligatori): un versamento su c./c. 9001 di 10,20 euro e un versamento su c./c. 4028 di 32 euro. Ricorda che i bollettini pagati su conto corrente postale n. 9001 presso gli Uffici Postali per la richiesta di operazioni della motorizzazione, avranno validità soltanto nel mese in cui avviene il pagamento e nei tre mesi successivi. Ad ogni modo puoi pagare presso gli Uffici Postali oppure online sul Portale dell’Automobilista;
  • dichiarazione sostitutiva di certificazione di residenza redatta sull’ apposito modulo. Oppure la fotocopia integrale del documento di identità in corso di validità riportante la residenza attuale del richiedente più la sottoscrizione del modello TT 2112
  • fotocopia completa della patente fronte – retro più originale;
  • fotocopia del codice fiscale rilasciato dall’Agenzia delle Entrate o del tesserino sanitario;
  • due fotografie di cui una autenticata, su fondo chiaro, recenti, nitide, identiche tra loro, a capo scoperto. Non sono accettate fotografie stampate su carta termica magari realizzate con computer;
  • certificato medico in bollo è richiesto solo se la patente è scaduta di validità o scadrà entro 6 mesi dalla data di presentazione della domanda e se la patente è da riclassificare per modifica della categoria a seguito di visita medica. Il certificato medico non dev’essere più vecchio di tre mesi e dev’essere rilasciato dall’Ufficiale Medico Sanitario. È necessaria anche la fotocopia di tale certificato.
Duplicato patente: smarrimento, furto e deterioramentoDuplicato patente: smarrimento, furto e deterioramento http://bit.ly/2r40zNZ via @6sicuro

Patente vecchia o smarrita all’estero

Tieni presente che se la tua patente è stata rilasciata molti anni fa potrebbe non essere presente nell’archivio elettronico. Dovrai quindi fare richiesta di duplicato all’ufficio provinciale della Motorizzazione civile. Sarà necessario preparare i seguenti documenti:

  • denuncia di smarrimento effettuata dai Carabinieri o dalla Polizia in doppia copia (originale + fotocopia) e il permesso provvisorio di guida;
  • due fototessere identiche su sfondo chiaro, recenti, nitide e a capo scoperto che non devono essere stampate su carta termica realizzata al computer;
  • Fotocopia di un documento di riconoscimento valido come la carta d’identità e il passaporto;
  • La dichiarazione sostituiva di certificazione (autocertificaizone) in carta semplice che attesti le generalità, la data e il luogo di nascita, il comune di residenza, la via e il codice fiscale del richiedente;
  • L’attestazione di un versamento postale di 9,00 euro sul c/c n. 9001(da verificare con l’ufficio provinciale di competenza per possibili variazioni). Il bollettino da pagare si trova facilmente negli uffici postali o nei Dtt (uffici della Motorizzazione Civile) per le regioni a statuto speciale;
  • Il modello di domanda TT 2112 compilato e sottoscritto per la richiesta del duplicato di guida.

Hai perso la patente o te l’hanno rubata all’estero? Devi ripresentare la denuncia in Italia anche se l’hai già sporta nel paese straniero.

Molto importante! Ricorda sempre che senza patente non puoi guidare! Lo so, può essere un gran disagio, ma anche se la licenza di guida ti è stata rubata e non ne hai colpe, non più metterti al volante finché non avrai il certificato sostitutivo o il duplicato patente.

Francesco Candeo

Dalla passione per i media agli studi in Comunicazione e Strategie di Comunicazione all'Università di Padova. Il mio lavoro è dare vita digitale alle migliori idee per raccontare in rete le persone e le loro attività. Realizzo i progetti di persona, oppure offro consulenze specifiche. Mi piace occuparmi anche di ciò che rende interessante il web: i contenuti.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*