Etilometro, cosa c’è da sapere

Assicurarsi al meglio Etilometro, cosa c’è da sapere

Il test dell’etilometro eseguito senza aver detto alla persona sottoposta all’esame che può farsi assistere da un avvocato non ha nessun valore giuridico.

E’ quanto ha stabilito una recente sentenza della Cassazione, che ha prosciolto un sessantenne che nel 2007 si era schiantato con l’auto e a cui era stato registrato un tasso alcolemico pari a 1.48. Condannato a 20 giorni di arresto, si è opposto e, dopo vari gradi di giudizio, è stato definitivamente assolto.

In ogni caso, meglio guidare da sobri per la sicurezza di tutti: a ricordarcelo, dallo scorso 13 novembre, saranno gli etilometri presenti dopo la mezzanotte in tutti i locali che vendono alcolici e che saranno obbligatoriamente a disposizione dei clienti, insieme a tabelle alcolemiche all’uscita e all’interno dei locali.

Il limite di legge da non superare per potersi mettere al volante della propria auto in sicurezza e non incorrere in forti ammende è quello di 0,5 grammi di tasso alcolemico, che all’incirca corrisponde a 3-4 bicchieri di vino per una donna di 60 chili a stomaco pieno e a poco meno di mezzo litro per un uomo di 80 chili sempre a stomaco pieno.

Salvatore Russo

Responsabile Marketing di 6sicuro dal 2011, ideatore del blog e coordinatore generale dell’intera squadra di blogger e giornalisti che scrivono per 6sicuro. Mi occupo di Digital Marketing Strategy, Consulenza Aziendale e Formazione dal 1998. Ho partecipato alla progettazione, sviluppo e gestione di importanti portali e piattaforme di e-commerce italiani.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*