E’ il momento delle erbe selvatiche

Questioni di gusto. E’ il momento delle erbe selvatiche!

Sulle pendici delle colline, nei prati abbandonati ma anche nei nostri giardini si trovano moltissime piante che consideriamo erbacce fastidiose. Ma al contrario di ciò che pensiamo, molte piante selvatiche sono commestibili e nascondono proprietà alimentari importanti. La più nota e temuta a causa del suo acido urticante è l’ortica.

Ricca di clorofilla, vitamine A, C e K e ferro, l’ortica viene impiegata cotta per preparare risotti, sformati e frittate; tra gli ottimi piatti ricordiamo gli gnocchi con le ortiche, la zuppa e la minestra di riso e ortiche. Infine con le foglie secche dell’ortica si può fare un buon infuso rimineralizzante.

Un’altra pianta che tutti conosciamo perché ingentilisce i nostri prati è la margherita pratolina (Bellis Perennis). E’ un’erba medicamentosa molto gustosa e si può aggiungere a un’altra erba molto diffusa, il tarassaco, e condire come una normale insalata, oppure, insieme a foglie di maggiorana e rosmarino tritate, può insapore la zuppa di erbe e lenticchie.

Davvero prelibati sono gli asparagi selvatici: molto più sottili e saporiti di quelli coltivati, sono difficili da trovare e raccogliere perché crescono tra i rovi e nei cespugli.

Con gli asparagi selvatici si possono preparare risotti imperdibili e una pasta con guanciale davvero gustosa. Se desiderate portare in tavola sapori nuovi, i frutti della natura sono a disposizione: basta coglierli.

Salvatore Russo

Responsabile Marketing di 6sicuro dal 2011, ideatore del blog e coordinatore generale dell’intera squadra di blogger e giornalisti che scrivono per 6sicuro. Mi occupo di Digital Marketing Strategy, Consulenza Aziendale e Formazione dal 1998. Ho partecipato alla progettazione, sviluppo e gestione di importanti portali e piattaforme di e-commerce italiani.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*