Auto elettriche: Peugeot inaugura la prima stazione di ricarica

Stazione-di ricarica-Peugeot

Uno dei principali ostacoli legati alla diffusione delle auto elettriche è la ricarica. Ma la strada verso la soluzione del problema sta iniziando a essere battuta. Ad interessarsene ci sono, da un lato, i fornitori e i produttori di energia elettrica, e, dall’altra, le case costruttrici delle auto. Ed è da questo secondo gruppo che arriva la prima risposta concreta.

Peugeot ha infatti inaugurato a Milano, in via Gallarate, la prima stazione di ricarica rapida: a disposizione, gratuitamente, per tutti i clienti che hanno acquistato la Peugeot iOn. La Peugeot iOn, la Peugeot elettrica, è uno dei primi modelli di auto elettriche immesse sul mercato italiano assieme alla Mitsubishi Miev e alla Citreon C-Zero, è una compatta nata dalla collaborazione tra Mitsubishi e PSA.

È studiata a trazione posteriore – il motore elettrico e il riduttore a rapporto unico sono sistemati davanti all’asse posteriore – e il suo gruppo motopropulsore iOn è alimentato a corrente alternata trifase da 330 V dall’invertitore, a partire dalla corrente continua a 330 V della batteria di trazione. 

Grazie alla colonnina di ricarica rapida Terra 51, i possessori delle Peugeot iOn possono ricaricare, in soli 30 minuti, fino all’80% della batteria agli ioni di litio dell’auto. E a proposito di possessori dell’auto, una curiosità: a inaugurare la stazione è stata un’auto di proprietà della società Sorgenia (a utilizzare la vettura, per ora, sono soprattutto le aziende).

Salvatore Russo

Responsabile Marketing di 6sicuro dal 2011, ideatore del blog e coordinatore generale dell’intera squadra di blogger e giornalisti che scrivono per 6sicuro. Mi occupo di Digital Marketing Strategy, Consulenza Aziendale e Formazione dal 1998. Ho partecipato alla progettazione, sviluppo e gestione di importanti portali e piattaforme di e-commerce italiani.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*