6sicuro > News > Reato di pirateria stradale: l’Europa guarda alla Svizzera
Confronta 18 Assicurazioni Online
Confronta 18 assicurazioni

Reato di pirateria stradale: l’Europa guarda alla Svizzera

29 maggio 2013 | In: news | Tags:

pirateria stradale

Le strade Italiane non sono abbastanza sicure, non lo sono per i pedoni ma nemmeno per gli automobilisti.

Nell’ultimo anno si sono registrati moltissimi incidenti, un dato superiore alla media europea di ben sette punti percentuali e del 40% rispetto alla Germania. Le vittime italiane della strada sono il 10% in più rispetto alla Francia, i pedoni i più colpiti; la pirateria stradale.

Anche nella vicina Svizzera, abituata quasi sempre ad essere la “prima della classe”, le cose non vanno proprio bene. Tra il 2011 e il 2012 sono state accertate 339 vittime, un +5,9% rispetto all’anno precedente, e bene 30 pedoni morti ogni milione di abitanti. Una situazione che le autorità federali stanno cercando di arginare con manovre ferree.

Dal gennaio 2013 sono strati introdotti numerosi articoli al Codice della Strade elvetico, con lo scopo di ridurre drasticamente il numero di sinistri/vittime e di calare una mannaia sugli automobilisti più indisciplinati.

La prerogativa sembra punire severamente chi viola i limiti di velocità, in particolar modo nelle aree cittadine e ad alta frequentazione di pedoni. Si rischia il ritiro della patente per un minimo di due anni all’essere dichiarato inopportuno alla guida per sempre, almeno che dopo 10 anni uno psicologo del servizio nazionale non ritenga possibile la nuova integrazione dell’automobilista.

Pene più severe anche quelle detentive hanno subito un incremento, mediamente un anno, a cui si affianca la possibilità di confiscare, rivendere e distruggere il veicolo da parte dello stato.

<<Clicca qui e TWITTALO>>
La Svizzera introduce il reato di pirateria stradale http://bit.ly/19h1SZN via @6sicuro

Nuove riforme sono in valutazione, tra cui le soglie legali previste per il tasso alcolemico nel sangue (su questa tematica noi italiani siamo più restrittivi) e la formazione/aggiornamento dei medici che valutano le condizioni psico-fisiche dei futuri automobilisti, ma ciò che ha colpito tutte le amministrazione europee è l’introduzione dei reati di “pirateria stradale”.

Tutta l’Europa mira a ridurre del 50% le vittime delle strada, nel più breve tempo possibile e con ogni mezzo. Anche l’Italia con l’introduzione del nuovo CdS (ne abbiamo parlato di due occasioni parte 1 e parte 2) punta a ridurre il numero di vittime e feriti della strada, rendendo più consapevoli gli automobilisti.

Il team di 6sicuro quotidianamente offre informazioni/consigli sulla guida, ad esempio guidare con la pioggia o su come usare le corsie di emergenza, proprio per rendere più consapevole del pericolo ogni automobilista.

 

avatar

Social media specialist, community manager, consumatore di cultura audio-video-testuale. Vede la comunicazione in ogni prodotto, parola, gesto e gli piace osservare e scrivere di quelle accezioni sempre un po’ nascoste.

Commenti Facebook
0 Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Preventivo Assicurazione
 
Cerca Assicurazioni Auto
Cerca
Guide Assicurazioni
 
Google Plus
 

newsletter
Iscrizione
NEWSLETTER
Seguici su Facebook Seguici su Google+ Seguici su Twitter Iscriviti ai Feed