Negozio senza commessi e telecamere: il futuro è qui

Negozio senza commessi e senza telecamere: utopia o realtà? All'estero non sono una novità, ma qui Italia sembra ancora difficile fidarsi del prossimo. Ecco alcuni negozi senza commessi in giro per il mondo.

negozio senza commessi

A volte capita: entri in un negozio per dare un’occhiata e i commessi ti assaltano cercando di assisterti in tutti i modi possibili. È il loro lavoro, ma se esistessero negozi senza commessi e senza nessuno alla cassa, cosa succederebbe?

Negozio senza commessi e senza cassa: il caso svizzero

È questa la domanda che mi sono posto quando ho scoperto l’esistenza di negozio svizzero quasi “magico”. Nessun commesso, nessuna cassa, nessuna telecamera e prodotti esposti in bella vista.

negozio senza commessi svizzera

Attenzione: non parliamo di francobolli o cartoline, ma di oggettistica dal design ricercato, cibi tradizionali e accessori costosi. Un vero e proprio shop dove conta un solo elemento: la fiducia.

Proprio così: nel negozio senza commessi tu puoi osservare, toccare, scegliere cosa più ti piace e, una volta presa la tua decisione, ti avvicini alla “kassa” e paghi il dovuto. E se ho bisogno del resto? Recuperi il numero di telefono del proprietario e lo contatti in modo da accordarti sul come e sul quando. Addio per sempre al detto “l’occasione fa l’uomo ladro”.

negozio senza commessi svizzera

Negozio senza commessi: cosa c’è in Italia

Se si pensa a negozi italiani dove il personale è completamente assente, non possono che venirci in mente gli spazi chiusi pieni di distributori automatici. Aperti 24 ore su 24, questi “automatic shop” non sono altro che strutture dove lo scambio moneta-prodotto avviene tramite un distributore, controllato dalle telecamere e quindi sicuro al 100%.

Per fortuna la filosofia del “serviti da solo e ci fidiamo” è arrivata anche a Ponte, nella Valtellina, dove due agricoltori hanno aperto uno dei primi negozi fai-da-te dove vendono i prodotti delle loro coltivazioni. Il cliente entra, si serve, paga, prende il resto e annota l’operazione su un quaderno.

“Abbiamo aperto il punto vendita circa dieci anni fa. All’inizio era gestito in funzione dell’attività nei campi e visto che d’estate non potevo essere sempre presente, segnalavamo l’apertura con una sorta di semaforo: verde aperto e voleva dire che io ero presente, rosso chiuso e io ero nei campi. Questo metodo all’inizio funzionava bene, ma quando il lavoro è aumentato dare un servizio e contemporaneamente lavorare alla raccolta dei frutti era impossibile. È nata così, inizialmente per bisogno, l’idea di impostare un punto vendita dove il cliente poteva autogestirsi.” 

Continuano poi i responsabili del punto vendita:

“All’inizio è stato un pò difficile abituare le persone all’idea di servirsi da sole: tutti suonavano e si sentivano imbarazzati a prendere la frutta e pagare in una cassetta. Abbiamo insegnato loro come fare, mettendo un cartello, e piano piano si sono abituate. Tanti però hanno pensato che sicuramente qualcuno avrebbe rubato o fatto atti di vandalismo, ma in tre anni non è mai successo niente. Una volta ho trovato 5 euro in meno, ma il giorno dopo mi ha chiamato una signora dicendomi che si era sbagliata con il resto”

L’esperimento italiano ha dato degli ottimi risultati, ma la differenza con il negozio senza commessi svizzero è evidente. Se in questo caso la vendita si basa su prodotti agricoli e con un valore economico relativamente basso, nel primo caso parliamo di un totale che supera tranquillamente le decine di migliaia di euro. Ci sono tutti gli elementi per stuzzicare un qualsivoglia ladro, ma ciò non sembra accadere.

Negozio senza commessi e telecamere: il futuro è quiNegozio senza commessi e telecamere: il futuro è qui http://bit.ly/2cepyIG via @6sicuro

Negozio senza commessi: la versione hi-tech è svedese

Nella piccola città di Viken, in Svezia, è attivo da qualche mese un vero e proprio minimarket senza commessi. Aperto 24 ore su 24, fa della tecnologia il suo punto di forza. Come? Grazie ad una app dedicata, il cliente non deve far altro che scannerizzare il codice a barre del prodotto e aspettare il conto che arriva a fine mese sotto forma di bolletta.

E se qualcuno non ha disponibilità economiche? L’app è collegata con i principali istituti di credito della Svezia e, per poter entrare, è necessario non avere carichi pendenti.

Memove: il negozio senza commessi brasiliano

L’industria dell’abbigliamento non è rimasta a guardare e in Brasile potresti incappare in Memove, un negozio caratterizzato da una totale assenza di commessi. Entri, giri tra gli scaffali, provi i vestiti (un commesso è ai camerini per evitare eventuali furti) e paghi alla cassa con i lettori ottici messi a disposizione. Non ti vuoi affidare a tale tecnologia? È presente una cassa vera e propria.

Negozi senza commessi: possono funzionare in Italia?

La domanda che ti faccio è questa: potrebbe un negozio come quello svizzero funzionare in Italia? Diremo addio al detto “l’occasione fa l’uomo ladro”? Ai posteri l’ardua sentenza.

Giovanni Bizzaro

Assistente web marketing di 6sicuro, coordino blogger e giornalisti gestendo e pianificando il calendario editoriale. Mi occupo inoltre di strategie sui social network per aziende e privati.

Commenti Facebook

2 Commenti

  1. Avatar
    Max settembre 18, 2016

    Per esperienza personale posso citare l’esempio della Germania dove questo sistema esiste da sempre per lo più nelle zone agricole. Qui puoi trovare coltivazioni di fragole o anche di fiori dove effettuare la tua raccolta senza alcun tipo di vigilanza. Nel caso delle fragole, per esempio, trovi all’entrata del campo un tavolino su cui il proprietario ha posto un cartello con il prezzo, la bilancia e dei cestini. Tu prendi il tuo cestino, raccogli le tue fragole direttamente dalle piante, le pesi, lasci i soldi in una cassettina e vai via. La domanda era: in Italia potrebbe funzionare questo sistema? Credo che ognuno abbia pronta la risposta.

    Rispondi
    • Avatar
      Giusy settembre 22, 2016

      La conosciamo già!!

      Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*