Assegni familiari: a chi spettano e come si richiedono

In un periodo di crisi come quello che stiamo vivendo, sempre più italiani richiedono un piccolo aiuto allo Stato che viene erogato nei famosi assegni familiari. Come si fa la domanda? Chi può richiederli? Una guida per rendere tutto più chiaro.

assegni familiari

Cosa sono gli assegni familiari?

Gli assegni familiari o, più correttamente chiamati assegni per il nucleo familiare o ANF, rappresentano un’integrazione del reddito del nucleo familiare corrisposta a determinate categorie di lavoratori che presentano una situazione economica al di sotto di limiti prestabiliti. In sostanza gli assegni familiari non sono un aiuto per tutti, ma riguardano alcune tipologie di lavoratori con un livello reddituale basso.

Assegni nucleo familiare: chi ne ha diritto?

L’assegno al nucleo familiare INPS costituisce un sostegno per le famiglie dei lavoratori dipendenti (anche part time) e dei pensionati da lavoro dipendente, i cui nuclei familiari siano composti da più persone e che abbiano redditi inferiori a quelli determinati ogni anno dalla legge. Il nucleo familiare è composto da:

  • il richiedente;
  • il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale;
  • i familiari fiscalmente a carico.

Nel caso di due genitori conviventi, e dunque non sposati, la circolare INPS n. 48/1992 chiarisce che è possibile richiedere gli assegni, ma il convivente non viene considerato tra i componenti del nucleo familiare. Inoltre i suo reddito non fa cumulo rispetto al reddito del genitore richiedente. In sostanza il genitore richiedente, risulta genitore single con figli.

Non va considerato il nucleo familiare anagrafico (quello risultante dallo stato di famiglia), ma unicamente il nucleo fiscale (i familiari indicati in dichiarazione dei redditi). In sostanza i componenti del nucleo familiare possono anche non essere conviventi.

Il reddito familiare è costituito da chi lo richiede e da tutti gli individui facenti parte della famiglia. Deve essere prodotto nell’anno solare precedente e decorre dal 1° luglio di ogni anno. Infine ricorda che ha valore fino al 30 giugno dell’anno seguente.

Un’altra condizione per il diritto è che almeno il 70% del reddito complessivo sia costituito da un lavoro dipendente o da una pensione liquidata a carico dei fondi dei lavoratori dipendenti.

Assegni familiari: come funziona il pagamento

Gli assegni familiari vengono pagata:

  • dal datore di lavoro, per conto dell’INPS, ai lavoratori dipendenti in attività, in occasione del pagamento della retribuzione;
  • direttamente dall’INPS nel caso in cui il richiedente sia addetto ai servizi domestici, operaio agricolo dipendente a tempo determinato, lavoratore di ditte cessate o fallite, lavoratore iscritto alla gestione separata ovvero abbia diritto agli assegni come beneficiario di altre prestazioni previdenziali.

Le somme corrisposte variano di anno in anno in base al reddito familiare e alle tabelle che annualmente aggiornano gli importi della prestazione in considerazione anche della rivalutazione ISTAT.

Assegni familiari 2016

Come detto gli importi degli assegni nucleo familiare, variano ogni anno. L’INPS, con la circolare n.46/2016, ha reso noto che gli importi degli assegni familiari 2016 non subiranno variazioni rispetto l’anno precedente, per via dell’attuale assenza di inflazione.

Questo comporta la conferma delle tabelle previste per il 2015, con gli importi degli assegni che variano in base al numero dei componenti del nucleo famigliare e del reddito di detto nucleo. A titolo esemplificativo sottolineiamo che per un nucleo familiare in cui sono presenti almeno tre minori e vi è un reddito ISEE pari a 8.555,99 euro, l’assegno mensile ammonta a 141,30 euro.

Ricordiamo inoltre che la tabella pubblicata dall’INPS varrà per il periodo che va dal 1° luglio 2016 al 30 giugno 2017.

Assegni familiari: come fare domanda

La domanda va presentata annualmente:

  • al proprio datore di lavoro, nel caso in cui il richiedente svolga attività lavorativa dipendente;
  • all’INPS nel caso in cui il richiedente sia addetto ai servizi domestici, operaio agricolo dipendente a tempo determinato, lavoratore iscritto alla gestione separata, ovvero abbia diritto agli assegni come beneficiario (la domanda può essere inoltrata via web, contact center o patronati).

È fondamentale sapere che qualsiasi variazione intervenga nel reddito e/o nella composizione del nucleo familiare (ad esempio la nascita di un figlio), durante il periodo di richiesta dell’assegno, deve essere comunicata entro 30 giorni al datore di lavoro o all’INPS.

Assegni familiari arretrati

Più volte i nostri lettori ci hanno chiesto chiarimenti in merito agli arretrati: può capitare infatti di accorgersi di aver diritto agli assegni familiari in ritardo rispetto alle consuete scadenze per l’adempimento.

Innanzitutto bisogna sapere che gli arretrati hanno una prescrizione quinquennale, e cioè possono essere richiesti entro 5 anni dal primo giorno del mese successivo a quello in cui si matura il diritto all’assegno. Quindi se maturi il diritto all’assegno nel marzo 2016, hai diritto a fare domanda per gli arretrati fino al 31 marzo 2021.

Gli arretrati, così come gli assegni, vanno chiesti direttamente al datore di lavoro presso cui si prestava la propria opera al momento della maturazione del diritto, anche in caso di successivo licenziamento. Soltanto in seconda battuta possono essere richiesti all’INPS, nel caso di impossibilità accertata di poter pagare da parte dell’azienda in cui si lavora o si lavorava.

Assegni familiari: a chi spettano e come si richiedonoAssegni familiari: a chi spettano e come si richiedono http://bit.ly/1Rng21j via @6sicuro

Assegni familiari: le domande dei lettori

Fino a quando mi spettano gli assegni familiari per i miei figli?
Ecco quali sono i limiti di età per gli assegni familiari:

  • figli o equiparati anche se non conviventi di età inferiore a 18 anni;
  • apprendisti o studenti di scuola media inferiore (fino a 21 anni, ma soltanto in nuclei famigliari con 4 o più figli);
  • universitari (fino a 26 anni e nel limite del corso legale di laurea, ma soltanto in nuclei famigliari con 4 o più figli);
  • inabili al lavoro (senza limiti di età)

Sono separato e ho l’affido al 50%, ho diritto agli assegni familiari?
Nel caso dell’affido condiviso i due ex coniugi dovranno decidere chi tra di loro potrà esercitare il diritto a richiedere l’assegno famigliare. In caso di disaccordo gli assegni spetteranno al genitore che convive con i figli.

Il nucleo famigliare da considerare per gli assegni è quello anagrafico o quello fiscale?
Ai fini degli assegni familiari non va considerato il nucleo familiare anagrafico (quello risultante dallo stato di famiglia) ma unicamente il nucleo fiscale, i familiari indicati in dichiarazione dei redditi insomma.

Sono un ex lavoratore autonomo e ho appena iniziato a lavorare come dipendente, mi spettano gli assegni famigliari?
Certo, la nuova condizione lavorativa garantisce la possibilità di richiedere gli assegni.

Sono disoccupato, ho diritto agli assegni famigliari?
Nel caso dei disoccupati non vi è diritto all’assegno per il nucleo famigliare ma esistono in alcuni comuni dei fondi per assegni di sostegno al reddito. È opportuno informarsi presso il proprio comune di residenza.

Ho una figlia di 8 anni avuta fuori dal matrimonio, la convivenza col padre della bambina è terminata nel 2012, ho sempre percepito gli assegni familiari anche dopo la fine della convivenza, ora sto con un altro uomo e avremmo intenzione di sposarci in comune, cosa cambia a livello di assegni familiari e ISEE?
Avrai diritto all’assegno familiare per tua figlia anche in caso di matrimonio con un altro uomo. Per quanto concerne l’ISEE, la bambina farà comunque parte del tuo nucleo familiare poiché risiede con te e immagino sia a tuo carico ai fini IRPEF.

Michela Calculli

Dagli studi professionali tra Milano e Torino al blog personale, passando per un'esperienza televisiva che ha segnato la svolta. Tre grandi passioni: la scrittura, il fisco, la semplicità. Sempre in equilibrio tra famiglia e professione tra comunicazione e aggiornamento fiscale.

Commenti Facebook

271 Commenti

  1. Avatar
    Sabrina settembre 04, 2013

    Buonasera,

    sono veramente incavolata nera, sono divorziata con due figlie a carico, ma quest’anno una delle mie figlie è diventata maggiorenne e mi hanno tolto gli assegni familiari, ma vi rendete conto mia figlia è una studente e la mantengo io come prima, perché questa cosa?

    Ho diritto ad avere qualcosa anche per lei?

    Grazie,
    Sabrina

    Rispondi
    • Avatar
      Maria teresa luglio 25, 2016

      Se tua figlia va a scuola hai diritto fino al 21 anno di età. E 26 se va all università

      Rispondi
  2. Avatar
    Michela Calculli settembre 05, 2013

    Ciao Sabrina.
    Ecco quali sono i limiti di età per gli assegni familiari:
    – “figli o equiparati anche se non conviventi di età inferiore a 18 anni;
    – apprendisti o studenti di scuola media inferiore (fino a 21 anni);
    – universitari (fino a 26 anni e nel limite del corso legale di laurea);
    – inabili al lavoro (senza limiti di età)”.
    Dovrai pertanto documentare che tua figlia frequenta ancora le superiori.
    Ti consiglio di rivolgerti alla sede INPS di tua competenza per approfondire la situazione oppure consultare il sito dell’INPS (qui) da cui ho estratto i limiti di età.

    Rispondi
    • Avatar
      ANNA marzo 27, 2016

      E’ VERO QUELLO CHE DICI, PECCATO CHE SE APPROFONDISCI NEL SITO INPS, TI DICE FINO A 21 HO 26 ANNI MA…. DEVI AVERE TRE FIGLI.

      Rispondi
      • Avatar
        mario luglio 25, 2016

        adesso devi avere 4 figli

        Rispondi
      • Avatar
        luki luglio 28, 2016

        esattamente come dici tu

        Rispondi
    • Avatar
      lilli89 ottobre 25, 2016

      Salve. Io hp una bbina di un anno e vivo con il mio co.pagno a casa mia.
      Mia madre percepisce una reversibilità di 400€ circa. E ha a carico mia figlia.
      Il mio compagno ha iniziato a lavorare e vorrebbe mettersi a carico la bimba. Vivendo insoeme a casa con mia madre puo cambiare il domicilio e spostarlo a casa mia Senza far reddito con mia madre?

      Rispondi
  3. Avatar
    Raffaele Loiacono ottobre 27, 2013

    In una famiglia con genitori separati con una casa di proprietà il marito con uno stipendio di circa €1300 e la moglie disoccupata che sta percependo un indennita di disoccupazione di circa €700 con un figlio di 8anni hanno diritto agli assegni familiari? Grazie

    Rispondi
  4. Avatar
    sofia ottobre 29, 2013

    salve , ho scritto in altra sezione per sbaglio … dunque .. dovrei partorire tra qualche mese .. sono sposata legalmente ma non di fatto ( non conviviamo da tanti anni insieme ) abbiamo le residenze diverse ..padre naturale riconoscera nascituro ( se non impedisce il mio matrimonio ) e se accade che riconosca posso chiedere assegno di maternita dello stato e anche gli assegni famigliari risultando ancora sposata ma non con padre naturale del bambino??? grazie se lei mi risponda.

    Rispondi
  5. Avatar
    eduardo re novembre 06, 2013

    MIO FIGLIO VIVE IN GERMANIA,e ha tre figli minori,solo per i tre figli percepisce 700,euro mensili,per che il suo reddito e di 1700 euro mensili,e per cinque persone in GERMANIA,e di 3000 euro mensili.inferiore a questo reddito ci sono gli aiuti dello “stato”sulla casa,luce,pigione,scuola e non si paga nessun tiket sulle medicine:se non ci credete potete informarvi avete a disposizione internet: e quasi come lo stato ITALIANO siamo quasi agli stessi valori,per questo mio figlio non è stato tanto fesso ed è scappato dal ITALIA come consiglio a tanti bravi giovani:lasciate L”ITALIA come disse EDUARDO DE FILIPPO trenta anni fa scappate dal ITALIA;

    Rispondi
  6. Avatar
    Michela Calculli novembre 08, 2013

    Ciao Raffaele,
    poiché siete legalmente separati la vostra situazione si complica un po’.
    Se sei un lavoratore dipendente potresti richiederli tu, ma consultati bene con il datore di lavoro.

    Rispondi
  7. Avatar
    Michela Calculli novembre 08, 2013

    Ciao Sofia,

    il bambino deve essere riconosciuto dal padre naturale e potrai chiedere per lui gli assegni familiari. Vista però la tua situazione complessa, non so a che punto sia la tua separazione ecc. ti consiglio comunque di rivolgerti all’ufficio del personale dell’azienda in cui lavori oppure ad un CAF oppure ad un commercialista.

    Rispondi
  8. Avatar
    ROBERTO dicembre 20, 2013

    Sono un ex lavoratore autonomo(bar)fino a luglio 2013.
    il 7 gennaio 2014 comincio a lavorare come dipendente,mi spettano gli assegni familiari?.
    Se qualcuno mi sà rispondere gli sono veramente grato.

    Rispondi
  9. Avatar
    lorens gennaio 28, 2014

    Salve sono una ragazza in occupata perché mai lavorato in regola.ho 2 figli e aspetto il terzo non sono sposata e abito con mio padre.e i bambini sono fiscalmente a suo carico . può richiedere lui gli assegni famigliari con i dovuti arretrati ma far accreditare gli assegni però direttamente sul mio conto corrente. Lui è un lavoratore dipendente.

    Rispondi
  10. Avatar
    angy febbraio 21, 2014

    salve
    sono separata con sentenza del giudice che pronuncia affido condiviso; in questi casi il diritto alla detrazione fiscale è al 50% per entrambi i genitori,
    CHIEDO : prima della separazione i 2 figli erano a carico di mio marito al 50%
    essendo che io ora ho un diritto al 50%, ho facoltà di richiedere gli assegni familiari per il diritto del 50% ?
    grazie

    Rispondi
  11. Avatar
    Paola. 83 marzo 05, 2014

    Scusatemi, avrei bisogno una mano.
    Sono separata da mio marito già da 5 anni, nessuno ha mai fatto la richiesta per l’assegno familiare.
    Abbiamo raggiunto l’accordo in sede divorzi le, secondo il quale lui chiederà gli assegni a nome mio, ma purtroppo degli arretrati non si è parlato.
    Secondo la legge gli assegni spetterebbero a me anche se la domanda la fa a nome suo, ma gli arretrati?
    Penso che trattandosi comunque di arretrati di assegni familiari credo che spettino a me.
    Vi prego qualcuno ne sa qualcosa di ciò?

    Rispondi
  12. Avatar
    Daniela marzo 11, 2014

    Salve. Avrei bisogno di qualche consiglio x che nn mi intendo tanto di queste cose. In 2013 dal gennaio per 6mesi sono stata in indennità di disoccupazione ordinaria poi per 4messi in mobilità in deroga finita a dicembre di cui appena adesso ho ricevuto solo 800 euro. Per un messe che per quei altri 3 messi nn so quando è se arriveranno.in maggio 2013 mi sono sposata e sono rimasta incinta in

    Rispondi
  13. Avatar
    Michela Calculli marzo 24, 2014

    Ciao Roberto,
    sì ti spettano gli assegni familiari. Parlane direttamente con il tuo datore di lavoro o con il suo consulente del lavoro.

    Rispondi
  14. Avatar
    Michela Calculli marzo 24, 2014

    Ciao Lorens,
    no. Gli assegni familiari spettano direttamente a tuo padre. Mi pare difficile possano essere accreditati sul tuo conto.

    Rispondi
  15. Avatar
    Michela Calculli marzo 24, 2014

    Cia Angy,
    nel tuo caso dovrete decidere chi tra te e il tuo ex dovrà percepire gli assegni. In caso di disaccordo gli assegni spetteranno al genitore che convive con i figli.. Ti consiglio comunque di rivolgerti ad un CAF per l’assistenza.

    Rispondi
  16. Avatar
    Michela Calculli marzo 24, 2014

    Ciao Paola,

    nel tuo caso il mio consiglio è quello di rivolgerti alla sede INPS di tua competenza poiché dovrai produrre tutta la documentazione fiscale e quella relativa al divorzio e all’affidamento dei figli.

    Rispondi
  17. Avatar
    sebastiano maggio 23, 2014

    Salve, sono Sebastiano e faccio l’operaio a tempo pieno. Convivo con la mia compagna che ha avuto un figlio dalla vecchia relazione. Lei è straniera e il bambino porta il cognome della mamma. Noi abbiamo un altro figlio che porta il mio cognome. Signora Michela volevo sapere se posso percepire gli assegni pure del figlo della mia compagna e anche di lei ripeto che noi siamo solo conviventi se è si quando dovrei percepire di tutti tanto per avere un idea grazie mille signora attento sue risposta

    Rispondi
  18. Avatar
    Michela Calculli maggio 27, 2014

    Ciao Sebastiano,
    ai fini degli assegni familiari va considerato il nucleo familiare anagrafico (quello risultante dallo stato di famiglia) ma unicamente il nucleo fiscale, i familiari indicati in dichiarazione dei redditi insomma.
    Se il figlio della tua compagna è a tuo carico, potrai percepire gli assegni.
    Ti consiglio comunque di rivolgerti ad un CAF per verificare nel dettaglio la tua situazione.

    Rispondi
  19. Avatar
    Ilaria luglio 01, 2014

    Aiuto!! nn ci capisco nulla…. chi mi aiuta?! vivo con mia figlia di 8 anni mia mamma che è separata e nn ha reddito se nn due alloggi al sud che nn sono affittati. c è anche mio fratello che lavora in un’ azienda a tempo indeterminato. Nella domanda x gli assegni devo dichiarare tutti i redditi cioè anche quelli di mamma e fratello o io e mia figlia facciamo nucleo a se.??? grazie.

    Rispondi
  20. Avatar
    shy luglio 17, 2014

    Buonasera, sto per avere una bimba e il mio compagno la riconoscerà.
    Abbiamo la residenza in posti diversi. Io sono dipendente, lui piccolo imprenditore.
    Vorremmo far crescere la bimba con lui che ha più tempo e vive con i suoi genitori, dando quindi alla bimba la residenza del papà, io posso richiedere gli assegni familiari, visto che comunque concorrerò alla sua educazione e mantenimento?
    Grazie

    Shy

    Rispondi
  21. Avatar
    antonietta luglio 21, 2014

    Volevo sapere se ho diritto agli assegni familiari per mio figlio universitario 2anno.io monoreddito part time.con un altro figlio alle superiori. Grazie.

    Rispondi
  22. Avatar
    Alessandra luglio 22, 2014

    Buon pomeriggio,
    ho una figlia di 2 anni, con il padre siamo separati (coppia di fatto) mancano gli ultimi accordi e poi tribunale. La bambina risiede con il padre in un’altra regione ma dopo la sentenza avrà la mia. Le è stata riconosciuta l’indennità di frequenza ma purtroppo non ci siamo mai accordati con il padre e sono trascorsi i 90 giorni per presentare la domanda. Si può fare ancora richiesta? Io ho preso direttamente i due anni retribuiti a lavoro per seguirla.

    Rispondi
  23. Avatar
    Claudia luglio 22, 2014

    Tra un mese devo partorire. Il mio compagno ha già un altro figlio che vive con la mamma e per qui paga mantenimento. Lui dice che per quest’altro figlio è meglio che prende lui l’assegno perché ha un altro figlio a carico e un reddito più basso del mio.Il valore dell’assegno cambia in base al reddito di chi lo prende?

    Rispondi
  24. Avatar
    claudio luglio 31, 2014

    Salve Io ero sposato poi diviso ma mai separato legalmente Ora convivo e o 2 bambini di una prendo gli assegni famigliare del l’altra mi e stata rifiutata perche risulto sposato. E ora limps mi chiede I 2 anni del l’altra bimba. Tutti sono nel stesso stato di famiglia. Cosa posso fare?

    Rispondi
  25. Avatar
    Lisa Bazzini agosto 20, 2014

    Salve avrei bisogno di un informazione, la mia situazione è la seguente, ho una figlia di 8 anni avuta fuori dal matrimonio, la convivenza col padre della bambina è terminata nel 2012, ho sempre percepito gli aseegni familiari anche dopo la fine della convivenza, ora sto con un altro uomo e avremmo intenzione di sposarci in comune, cosa cambia a livello di assegni familiari e isee? Grazie

    Rispondi
  26. Avatar
    Michela Calculli agosto 20, 2014

    Ciao Lisa,
    avrai diritto all’assegno familiare per tua figlia anche in caso di matrimonio con un altro uomo.
    Per quanto concerne l’ISEE, la bambina farà comunque parte del tuo nucleo familiare poiché risiede con te e immagino sia a tuo carico ai fini IRPEF.

    Rispondi
  27. Avatar
    emilia settembre 08, 2014

    Buongiorno,
    in caso di collocazione in mobilità,tra i criteri di scelta vige quello dei carichi familiari,in particolare degli ANF.Io ho 2 figli a carico al 50% e la mia collega con pari anzianità di servizio ne ha uno al 100%.
    Chi è considerato con maggior carico?
    Grazie mille.
    Emilia

    Rispondi
  28. Avatar
    luigi settembre 10, 2014

    Buonasera Gentilissima Dottoressa,io ho 41 anni e un figlio di 8 che vive con me e mia moglie ma ha la residenza da circa 5 anni presso i miei genitori per agevolarne l’ingresso all’asilo e alla scuola.Nonostante questo ho sempre ottenuto l’assegno familiare pur specificandone sulla richiesta quanto descritto sopra.A parte me,nessuno ha mai richiesto altri corrispettiviLa domanda e’:possono richiedermi la restituzione dei compensi?rischio una multa?Comunque a breve riportero’ a “casa” mio figlio cambiando di nuovo la residenza.Grazie in anticipo.LF

    Rispondi
  29. Avatar
    Angelascalzo settembre 21, 2014

    Buongiorno. Scusi, ma non ho chiara una situazione. Sono disoccupata e vivo in casa di mio fratello , la moglie e 4 figli.mio fratello e mia cognata lavorano.Io non ho avuto diritto nemmeno alla esenzione ticket.Non prendo disoccupazione.Mio fratello mi ha carico ma di sicuro non puo’ finanziare anche me.cosa si può fare?

    Rispondi
  30. Avatar
    Michela Calculli settembre 23, 2014

    Buongiorno Emilia,
    io purtroppo non ho gli strumenti per valutare la sua situazione. Le consiglio caldamente di consultare un consulente del lavoro.

    Rispondi
  31. Avatar
    Michela Calculli settembre 23, 2014

    Buongiorno Luigi,
    il bambino resta comunque a suo carico pur non essendo residenti nello stesso immobile.

    Rispondi
  32. Avatar
    Michela Calculli settembre 23, 2014

    Angela,
    purtroppo si può fare ben poco oltre a metterla a carico di suo fratello.
    Le consiglio di consultare il Comune per eventuali politiche locali di sostegno al reddito.

    Rispondi
  33. Avatar
    rocco ottobre 21, 2014

    ne 2013 ero lavoratore autonomo con un reddito di circa 6500 euro adesso sono assunto con un impresa posso percepire l’assegno familiare o mia moglie e mia figlia a carico grazie

    Rispondi
  34. Avatar
    Claudio ottobre 27, 2014

    Buongiorno, per gli assegni familiari il periodo di erogazione è 1 luglio – 30 giugno anno successivo sulla base del reddito anno precedente. Mia moglie ha perso il lavoro e quest’anno ha percepito l’indennità di disoccupazione (quindi reddito), ciò significa che NON potrò percepire gli assegni familiari (per lei ovvero continuerò a percepirli in misura ridotta sulla base della somma dei redditi … un solo figlio) per tutto il prossimo anno … quasi due ovvero 1-07-2015 30-06-2016 essendo considerato il reddito 2014 ?
    Se è così come mai l’anno che ha iniziato a lavorare (marzo 2005) l’assegno mi è stato subito ridotto dal 1 luglio 2005 dovendo invece considerare l’anno precedente, ovvero il 2004 … anno cui lei non ha prodotto reddito ?
    Se si tratta di un errore posso fare ricorso per “importo errato” … ho letto che i ricorsi sono ammessi solo per domande presentate successivamente all’inizio del diritto entro 5 anni … io la domanda la presentai allora nei tempi giusti, sono solo gli importi (eventualmente) calcolati male.
    Mi scuso per essermi dilungato e ringrazio.

    Rispondi
  35. Avatar
    Damiaa novembre 01, 2014

    Buongiorno, io convivo con il mio compagno ma non siamo sposati e non abbiamo figli. Io lavoro come dipendente e lui è disoccupato. Posso richiedere l’assegno al nucleo familiare? Grazie

    Rispondi
  36. Avatar
    giuseppe novembre 06, 2014

    Salve,
    volevo sapere quando decade l’assegno famigliare in quanto mio figlio ha raggiunto il 18° anno di età a marzo,e mia moglie (io sono disoccupato) ha percepito l’assegno fino ad agosto.
    L’azienda gli ha corrisposto il rimborso dei tre mesi che ha ricevuto.
    la domanda che è stata fatta è valida fino al 30 giugno?

    Rispondi
  37. Avatar
    Michela Calculli novembre 25, 2014

    Ciao Rocco,
    come dipendente, a determinati livelli di reddito, hai diritto agli assegni famigliari.

    Rispondi
  38. Avatar
    Michela Calculli novembre 25, 2014

    Claudio,
    nel tuo caso, documenti alla mano, il mio consiglio è quello di rivolgerti direttamente all’INPS per verificare l’intera situazione famigliare.

    Rispondi
  39. Avatar
    Michela Calculli novembre 25, 2014

    Ciao Damiaa,
    purtroppo non essendo sposati, non è possibile fare richiesta.

    Rispondi
  40. Avatar
    Michela Calculli novembre 25, 2014

    Ciao Giuseppe,
    per i figli valgono le seguenti regole:
    “figli o equiparati anche se non conviventi di età inferiore a 18 anni;
    – apprendisti o studenti di scuola media inferiore (fino a 21 anni);
    – universitari (fino a 26 anni e nel limite del corso legale di laurea)”.

    Rispondi
  41. Avatar
    giusi novembre 25, 2014

    Salve vorrei fare una domanda ho mio figlia che a 17 anni e in cinta il suo figlio e convivente con me lavoro solo io il suo compagno no lavora posso chiedere il assegno famigliare x intrave genitore io sereve la nonna ho posso avere un sostegno grazie

    Rispondi
  42. Avatar
    Michela Calculli dicembre 02, 2014

    Ciao Giusi,
    la tua situazione è particolare. Hai sicuramente ancora diritto all’assegno familiare relativamente a tua figlia che è ancora minore. Dovresti avere diritto all’assegno anche per il suo bambino in quanto nipote in linea retta. Ma ti consiglio comunque di rivolgerti ad un CAF per valutare la tua situane.

    Rispondi
    • Avatar
      Lara maggio 31, 2016

      Buon giorno, io sono disoccupata, posso avere gli assegni familiari per mia figlia? Sono ragazza madre. Grazie

      Rispondi
  43. Avatar
    oronzo dicembre 03, 2014

    ciao sono un ragazzo separato legalmente prima gli asegni li prendeva la mia ex mogli ora lei non lavora piu’o fatto la domanda anf ed e stata accettata,siccome io e da luglio ke o cambiato lavoro come posso prendere gli assegni arretrati visto ke la vecchia cooperativa non so che fine a fatto? grazie in anticipo x la risposta

    Rispondi
  44. Avatar
    Marco dicembre 05, 2014

    Salve,

    la mia ex compagna vive con mio figlio e dal 2012 dovrebbe richiedere gli assegni familiari ma per ragioni a me sconosciute non lo fà. Di contro è molto minuziosa nel chiedere la metà di tutte le spese che sostiene per nostro figlio, al centesimo.
    Possibile che non posso richiedere io gli assegni familiari visto che alla madre non interessa la somma che ora si aggira a diverse migliaia di euro?

    Rispondi
  45. Avatar
    mehmet dicembre 06, 2014

    ciao io sono mehmet vorrei chiedere una cosa io in 2012 ho lavorato in un azienda per 11 mesi, ho 4 figli minorenni pero azienda dove ho lavorato non ha fatto la domanda per assegno nucleo famigliare vorreisapere se posso prendere adesso quelli soldi che mi poteva venire da assegno nucleo familiare perchè adesso sono disoccupato, perfavore rispondetemi grazie…

    Rispondi
  46. Avatar
    Antonio dicembre 11, 2014

    Salve sono Disoccupato e anche mia moglie nel 2014 non abbiamo avuto reddito, ho tre figli minori, da gennaio 2015 posso far prendere ANF a mio padre pensionato di 77 anni.

    Rispondi
  47. Avatar
    r dicembre 19, 2014

    Salve, il mio problema è questo: ho 3 bambine a carico minorenni e non sono sposato in Italia prendevo gli assegni familiari ora sono in Germania e vorrei sapere se ho il diritto a percepire gli assegni grazie

    Rispondi
  48. Avatar
    massimo dicembre 24, 2014

    salve . io sono un padre separato , mia figlia vive con sua mamma ed è successo che per 2 anni entrambi abbiamo percepito gli assegni ( e già mi chiedo come hanno fatto ad accettare le domande ) comunque quest anno tramite il datore di lavoro abbiamo chiesto la disdetta , ma l imps continua a versarmeli come posso fare ?

    Rispondi
  49. Avatar
    Neda gennaio 07, 2015

    Buonasera.sono una mamma che lavora,e avevo in carico due figli e marito lui adeso cominciato lavorare.come io ho stipendio basso lui piu alto come si fa con asenio,sulla mia busta o di lui?grazie mille

    Rispondi
  50. Avatar
    domenico gennaio 08, 2015

    Ho 2 figli appena maggiorenni studenti hanno diritto all’assegno famigliare??

    Rispondi
  51. Avatar
    Giovanni gennaio 13, 2015

    Scuza mia figlia ha 6mesi lavoro in regola da 6 anni tempo indeterminato posso ancora chiedere i arsenico familiare a chi ?? Ricevo anche per i mesi passati ?? Grazie

    Rispondi
  52. Avatar
    Michela Calculli gennaio 19, 2015

    Ciao Oronzo,
    per gli arretrati dovresti rivolgerti direttamente all’ufficio INPS di tua competenza.

    Rispondi
  53. Avatar
    Michela Calculli gennaio 19, 2015

    Ciao Marco,

    purtroppo non ho gli elementi per valutare la tua situazione. Ti consiglio di consultare l’ufficio INPS di tua competenza.

    Rispondi
  54. Avatar
    Michela Calculli gennaio 19, 2015

    Ciao Mehmet,
    per gli arretrati ti consiglio di consultare l’ufficio INPS di tua competenza.

    Rispondi
  55. Avatar
    Michela Calculli gennaio 19, 2015

    Ciao Antonio,
    se siete tutti fiscalmente a carico di tuo padre, potrebbe inoltrare la domanda.

    Rispondi
  56. Avatar
    Michela Calculli gennaio 19, 2015

    Ciao R.
    Purtroppo non ho gli elementi necessari per valutare la tua situazione.

    Rispondi
  57. Avatar
    Michela Calculli gennaio 19, 2015

    Ciao Massimo,

    a questo punto il mio consiglio è quello di rivolgerti direttamente all’INPS.

    Rispondi
  58. Avatar
    Michela Calculli gennaio 19, 2015

    Ciao Neda,
    indipendentemente da chi di voi richiederà l’assegno, esso si baserà comunque sull’intero reddito del nucleo familiare.

    Rispondi
  59. Avatar
    Michela Calculli gennaio 19, 2015

    Ciao Domenico.
    Ecco quali sono i limiti di età per gli assegni familiari:
    – “figli o equiparati anche se non conviventi di età inferiore a 18 anni;
    – apprendisti o studenti di scuola media inferiore (fino a 21 anni);
    – universitari (fino a 26 anni e nel limite del corso legale di laurea);
    – inabili al lavoro (senza limiti di età)”.

    Rispondi
  60. Avatar
    Michela Calculli gennaio 19, 2015

    Ciao Giovanni,
    devi fare domanda per gli assegni tramite il datore di lavoro, anche per gli arretrati.

    Rispondi
  61. Avatar
    nataly gennaio 19, 2015

    Salve,avrei bisogno di una informazione!il padre di mia figlia ha l’autorizzazione a percepire gli assegni fan.che in teoria dovevano essere versati a me perche era autorizzazione per figlio non convivente.ma la volta precedente gli hanno versati a lui poi lui a me….ora ha compilato i moduli da consegnare al datore per gli arretrati di un anno e mezzo..ad un mese di distanza ho chiesto a lui se avesse già ricevuto gli assegni ma non mi ha voluto rispondere.cosa posso fare?se li ha presi e non ha versato niente a la bambina posso denunciarlo?

    Rispondi
  62. Avatar
    Nataly Vera gennaio 19, 2015

    Salve,il padre di mia figlia ha l’autorisazione a prendere gli assegni familiari…(l’ho fatta fare a nome suo perche io non stavo lavorando)la prima volta abbiamo chiesto gli arretrati e me li ha versati(anche se avrebbero dovuto versarli a me direttamente perchè figlio non convivnte con lui ma la sua ditta non ha voluto)ora ho dato a lui i modili compilati per quelli dell’anno 2013/2014 ed a distanza di un mese ancora non mi ha dato niente!se questa persona si vuole tenere gli assegni familiari di mia figlia cosa posso fare?non mi sembra giusto che se li tenga dato che a mia figlia non da niente…e ora lui sta per avere un figlio da un’altra donna…

    Rispondi
  63. Avatar
    Luisella gennaio 20, 2015

    sono separata da 3 anni e convivevo con il mio compagno da un anno che mi ha bruscanente cacciata di casa e senz lavoro e 2 bimbi a carico del padre ma non quando sono da meora non so come andare avanti.. ho dirito ad un sussidio? x affitto e bimbi

    Rispondi
  64. Avatar
    andrea gennaio 20, 2015

    Salve, nel 2010 ho sposato Mia moglie con cui dopo abbiamo avuto un figlio. Sto per richiedere gli arretrati degli anni precedenti perché mai chiesti prima d’ora. Mia moglie che é filippina nel 1999 ha avuto un figlio con altro uomo ( il suo fidanzato di allora) che nel 2011 abbiamo portato in Italia e che vive da allora nel nostro nucleo famigliare. il padre del ragazzo è nelle Filippine. Ora il nostro nucleo dal 2011 è formato da me, mia moglie,nostro figlio naturale che ha 4 anni e il figlio di lei venuto in Italia che è regolarmente nel nostro stato di famiglia. Posso richiedere gli assegni famigliari io, includendo anche il figlio di lei per gli anni dal 2011 in avanti? lui è studente ed e’ minorenne. Li vorrei chiedere io perché mia moglie alterna periodi di disoccupazione ad altri di lavoro, mentre io ho un lavoro dipendente stabile. Grazie mille x la risposta

    Rispondi
  65. Avatar
    LUCIA gennaio 31, 2015

    Salve ho un bimbo di 20 mesi e mio marito non lavorava. ha iniziato a lavorare solo un paio di mesi fa assicurato., mio marito ha diritto a ricevere gli arretrati degli assegni x minore anke se nn lavorava in quel periodo?perche certi m dicono si, altri patronati mi dicono no e nn so ke pesci prendere!Grazie tante

    Rispondi
  66. Avatar
    guido febbraio 04, 2015

    salve sono guido cortesemente vorrei sapere Io disoccupato mia moglie mi ha preso in carico
    lei lavora a tempo indeterminato part time abbiamo un bambino di 5 mesi e mezzo però viviamo
    con mia mamma ed il suo compagno nello stesso appartamento come ci dovremmo comportare
    e fare per ottenere assegni famigliari? Grazie mille

    Rispondi
  67. Avatar
    eduardo flores febbraio 16, 2015

    Gentile Sig. Calculli sono sposato dal 2012 abbiamo una bimba di 3 anni e mia moglie ha un suo figlio de 17 anni, vorrei chiedere assegni familiari arretrati periodo 2013-2014 posso richiedere /ho diritto per fare questa richiesta includendo suo figlio. Devo dire che quando ho provato a fare richiesta nel sito inps viene fuori automaticamente lo stato di famiglia con 4 persone, e il figlio di mia moglie nel campo PARENTELA c’e scritto MINORE EQUIPARATO. posso farlo tranquilamente?
    mia moglie e dissocupata pero nel anno 2012 ha ricevuto la dissocupazione percio ha un cud relativo al 2012

    Rispondi
  68. Avatar
    Michela Calculli febbraio 18, 2015

    Ciao Nataly,
    nel tuo caso il mio consiglio è quello di rivolgerti ad un legale.

    Rispondi
  69. Avatar
    Michela Calculli febbraio 18, 2015

    Ciao Luisella,
    nel tuo caso dovresti rivolgerti al Comune in cui vivi. Sono gli enti locali solitamente ad occuparsi di questo genere di sussidi e ad indirizzare chi ne ha bisogno.
    Dal mio canto ti mando un caloroso abbraccio e spero che tu esca da questo momento buio insieme ai tuoi figli.

    Rispondi
  70. Avatar
    Michela Calculli febbraio 18, 2015

    Ciao Andrea,
    non dovresti avere problemi a richiedere gli assegni anche per il ragazzo. Non ho però capito se l’hai adottato o meno.

    Rispondi
  71. Avatar
    Michela Calculli febbraio 18, 2015

    Ciao Lucia,
    a rigor di logica tuo marito non ha diritto agli arretrati, in quanto non lavorava.

    Rispondi
  72. Avatar
    Michela Calculli febbraio 18, 2015

    Ciao Guido,
    in teoria tua moglie può richiedere gli assegni familiari, avendo a carico te e il bambino.

    Rispondi
  73. Avatar
    luanda maggio 21, 2015

    salve.vorrei sapere se mio marito puo fare domanda per assegno familiare.ha un contratto di lavoro pero non siamo residenti in italia siamo all estero.viviamo qui con il nostro figlio di 14 messi.un indirrizzo abbiamo solo che non siamo residenti.grazie mille

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 26, 2015

      Ciao Luanda,
      il mio consiglio è quello di recarti direttamente presso un CAF per capire se poter fare domanda.

      Rispondi
  74. Avatar
    giuseppe maggio 23, 2015

    Salve. Io e mia moglie abbiamo pensione minima, Con tre figli maggiorenni a carico “senza lavoro” quale aiuto economico possiamo chiedere alle istituzioni? Grazie per la risposta

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 26, 2015

      Ciao Giuseppe,
      dovresti provare ad informarti presso il tuo comune di residenza. Di solito sono i comuni ad occuparsi di una situazione come la tua.

      Rispondi
  75. Avatar
    Barbara Mascarello maggio 27, 2015

    Salve, ho due figlie avute da una precedente convivenza, da quattro anni un bimbo con il mio nuovo compagno e da due anni sposati. Io non lavoro lui è operaio, può percepire gli assegni famigliari delle mie due figlie? È vero che non può avere le detrazioni sulle mie due figlie?

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli giugno 18, 2015

      Ciao Barbara,
      purtroppo non ho tutti gli elementi per risponderti. Dipende dal tipo di affidamento che hai per le tue figlie.
      Hai provato a rivolgerti ad un legale e/o ad un CAF?

      Rispondi
  76. Avatar
    Lara giugno 04, 2015

    Buonasera,
    assegni familiari e figli a carico sono due cose differenti? In una famiglia dove entrambi i genitori lavorano gli assegni familiar può richiederli la madre e comunque lasciare i figli a carico del padre che ha il reddito più alto? grazie

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli giugno 18, 2015

      Sì sono due cose diverse, ma attenzione. Il cumulo dei redditi non deve superare la soglia fissata annualmente per ottenere l’assegno.

      Rispondi
  77. Avatar
    pasquale giugno 08, 2015

    Buongiorno, sono dipendente presso una ditta privata l’anno scorso a giugno ho fatto domanda di assegno nucleo familiare inserendo erroneamente 2 figlie maggiorenni (il caf dove ho fatto domanda non mi ha detto niente) . Quest’oggi ho fatto nuova domanda ma al caf mi hanno aperto gli occhi e cioè non posso inserire le figlie perchè maggiorenni. Come sono messo? ho percepito degli assegni che non mi competevano il datore di lavoro come si riprenderà i soldi indietro?

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli giugno 18, 2015

      Ciao Pasquale,
      devi comunicare la cosa al datore di lavoro e bisognerà operare un conguaglio a tuo sfavore.

      Rispondi
  78. Avatar
    CHIARA giugno 13, 2015

    Buongiorno Dott.ssa,
    sono mamma di due figlie minorenni e convivo con il loro papà che le ha riconosciute.
    Io ho un lavoro part-time e percepisco gli assegni per il nucleo familiare formato da me e dalle mie figlie. Il mio compagno è piccolo imprenditore agricolo.
    Al momento della dichiarazione dei redditi, io ripartisco al 50% tra me e il papà i figli a carico, ma non rischio di vedermi tolti gli assegni se dichiaro al datore di lavoro che le ho a carico al 50%?
    In fase di dichiarazione dei redditi non dichiaro il 100% a mio carico in quanto il papà altrimenti dovrebbe pagare l’irpef, ma con le detrazioni delle bimbe al 50% va sempre a 0.
    La mia preoccupazione è che mi tolgano gli ANF. IL MIO COMPAGNO NON PERCEPISCE NULLA PER LE BIMBE.
    Posso continuare a caricare le bimbe al 50% tra me e lui oppure sarebbe meglio al 100% a carico mio e far pagare l’irpef a lui per non rischiare di vedermi tolti gli assegni?
    Grazie per l’eventuale cortese risposta.

    Chiara C.

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli giugno 18, 2015

      Nel caso di due genitori conviventi, la circolare Inps n. 48/1992 ha chiarito che i nuclei costituiti da entrambi i genitori naturali e i relativi figli non presentano particolarità rispetto ai nuclei sorti con il matrimonio, salvo l’impossibilità di cumulare nel reddito familiare il reddito del genitore non richiedente, oltre al fatto che questi non va considerato tra i componenti il nucleo poiché non riveste la qualifica di coniuge.
      Dunque non dovresti avere problemi.
      Il mio consiglio però è sempre quello di rivolgersi all’INPS o ad un CAF per essere certi di muoversi correttamente.

      Rispondi
      • Avatar
        chiara giugno 23, 2015

        Grazie infinite per la gentile risposta!

        Chiara C.

        Rispondi
        • Avatar
          Michela Calculli luglio 07, 2015

          Grazie a te 🙂

          Rispondi
  79. Avatar
    Luca giugno 26, 2015

    Ciao, vorrei chiedervi un chiarimento in merito alla mia situazione.
    Sono separato con una bambina di 3 anni. La piccola vive con la mia ex moglie. La mia ex moglie non lavora, mentre io ho un contratto a tempo indeterminato. La mia ex moglie percepisce gli assegni familiari tramite il mio datore di lavoro che bonifica l’importo sul suo c.c. L’importo degli assegni è però calcolato sui miei redditi.
    I miei dubbi sono i seguenti:
    Nella compilazione del modulo ANF 43 è corretto che alla voce richiedente vengano indicati i suoi dati?
    E’ corretto che i miei dati non compaiono in nessun punto della domanda?
    E’ corretto indicare nella cassella “redditi” “richiedente” l’importo dei miei redditi da lavoratore dipendente, quando lei si firma come “richiedente” all’inizio della compilazione del modulo?
    Spero di essere stato sufficientemente chiaro, e vi ringrazio in anticipo per l’aiuto.
    Grazie mille
    Luca

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli luglio 07, 2015

      Ciao Luca.
      Sì è tutto corretto. Se la tua ex moglie ha l’affidamento esclusivo gli assegni familiari calcolati sul tuo reddito spettano a lei.

      Rispondi
  80. Avatar
    Michele giugno 30, 2015

    Buongiorno Dottoressa,
    sono un militare, separato legalmente, con due figli. Percepisco un assegno famigliare, richiesto sulla mia busta paga e totalmente “girato” alla mia ex coniuge con la quale vivono i miei figli(in affido congiunto). Ho sentito che l’assegno potrebbe non spettarle in maniera totale.
    Ho tre domande:
    1) Una parte percentuale dell’assegno spetta anche a me, o sono obbligato a girarglielo totalmente??
    2) La domanda la faccio io al mio Comando, ma se non dovessi farla, può farla direttamente lei? O questo importo è direttamente collegato ad una mia esclusiva richiesta??
    3) se non dovessi fare la domanda incorrerei in qualche reato?

    (premetto che in sede di separazione consensuale, nel quantificare l’importo del mantenimento è stato considerato l’assegno per nucleo familiare a mio carico. Poi dopo 3 anni, si è svegliata e con un atto ingiuntivo ha preteso 3300 euro arretrati in unica soluzione e dal mese successivo le è stato girato l’assegno per il nucleo familiare da parte del mio comando)

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli luglio 07, 2015

      Ciao Michela,
      la corresponsione dell’assegno dipende da quanto stabilito in fase di separazione. Se nulla è stato scritto l’assegno andrà al genitore con cui vivono i figli. Se non fai la domanda, può farla direttamente la tua ex moglie.

      Rispondi
      • Avatar
        grazio marzo 22, 2016

        Se la richiesta a percepire l’anf la vuole presentare la ex moglie disoccupata lo deve fare direttamente al comando dell’ex marito o tramite inps? in questo caso quali redditi vengono presi inconsiderazione?

        Rispondi
  81. Avatar
    Irene luglio 08, 2015

    Buongiorno gentilmente vorrei un, informazione io sn separata legalmente ho tre bambine e vivo a casa di mia madre che è pensionata, il padre delle bambine è disoccupato da circa due anni, è possibile richiedere li assegni familiari visto che siamo tutte nello stato di famiglia di mia madre? Grazie

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli luglio 27, 2015

      Ciao Irene,
      potrebbe richiederlo tua madre. Ovviamente bisognerà rivolgersi direttamente all’INPS o ad un CAF in modo che valutino la vostra situazione.

      Rispondi
  82. Avatar
    ileana luglio 17, 2015

    salve dottoressa… sono un mamma vedova con 2 figli minorenni ..miei figli percepiscono la reversibilità di mio marito pure io….vorrei sapere se io o diritto di assegni familiari …. come loro ano un redditto…. ..grazie..

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli luglio 27, 2015

      Ciao Ileana,
      il tuo caso è particolare quindi ti consiglio di rivolgerti direttamente all’INPS o ad un CAF per valutare la situazione. Io purtroppo non ho tutti gli elementi per farlo.

      Rispondi
  83. Avatar
    Sara luglio 29, 2015

    Buongiorno Dott.ssa, ho un figlio e sono separata legalmente dal 4 dicembre del 2014, col mio solo reddito ho diritto agli assegni e sto facendo la richiesta per gli assegni nucleo familiare, ma ho due domande da porre:
    – Per la richiesta dell’arretrato che va dal 4 dicembre 2014 al 30 giugno 2015 devo inserire tra i redditi 2013 anche quelli del mio ex marito? (nonostante non faccia più parte del nucleo familiare da quella data?)
    – Se fosse affermativa la prima domanda, per la richiesta di quest’anno devo fare due domande ANF? una dal 1 luglio 2015 al 4 dicembre 2015 con i redditi di entrambi i coniugi, e una dal 5 dicembre 2015 al 30 giugno 2016 con soltanto il mio reddito?
    -In entrambe le domande il mio reddito totale? ( ad esempio mettere 30.000€ nella prima domanda, dove dovrei mettere in più anche il reddito dell’ex, e 30.000€ nella seconda domanda?).
    – Ultima cosa, per la casa di proprietà paghiamo un mutuo al 50%, devo comunque inserire la rendita catastale, e se si devo inserire il 50% del valore?
    Grazie mille in anticipo.

    Rispondi
    • Avatar
      david agosto 04, 2015

      Salve Dott.sa, sono un dipendente…convivo con mi compagna aviamo 2 figli prendo le assegni familiare, lei e divorziata ha una figlia in affidamento del 50%. il mio Stato de Famiglia – ISEE stiamo tutti 5. Abitiamo TUTTI insieme da anni… lei prendeva assegno familiare de sua figlia pero adesso non più perche e disoccupata da un anno..la domanda posso prendere il assegno familiare de la figlia de mi compagna?
      grazie
      cordiali saluti

      Rispondi
      • Avatar
        Michela Calculli ottobre 22, 2015

        Ciao David,
        in teoria sì ma dipende anche dalla sentenza di divorzio della tua compagna e dai diritti del padre.

        Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli ottobre 22, 2015

      Ciao Sara,
      temo che per la tua situazione sia preferibile tu ti rivolga ad un CAF in modo da esaminare correttamente tempistiche e documentazione.

      Rispondi
  84. Avatar
    chiara agosto 04, 2015

    Gentilissima Dott.ssa Calculli,
    la mia situazione è la seguente coppia convivente, stessa residenza entrambi, con un bimbo di 4 mesi.
    Io vorrei richiedere gli assegni familiari ma dopo aver fatto una prima richiesta mi è stata rifiutata (senza una motivazione scritta da parte dell’inps) . ora voglio rifare la domanda e vorrei capire solo se serve produrre qualche documento specifico in caso di coppia convivente oppure è sufficiente compilare la richiesta?
    Grazie mille
    Chiara

    Rispondi
    • Avatar
      Emanuele agosto 11, 2015

      Gentilissima Dott.ssa Calculli la mia situazione è la seguente: sono sposato da 3 mesi circa e il mio nucleo familiare è composto da mia moglie e suo figlio di 7 anni avuto da un altro matrimonio.
      La mia domanda è lo posso mettere a carico fiscale e percepire gli assegni familiari??
      Grazie un anticipo

      Rispondi
      • Avatar
        Michela Calculli ottobre 22, 2015

        Ciao Emanuele,
        in teoria sì ma dipende anche dalla sentenza di divorzio di tua moglie e dai diritti del padre.

        Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli ottobre 22, 2015

      Ciao Chiara,
      purtroppo non ho tutti gli elementi per rispondere, il mio consiglio è quello di rivolgerti ad un CAF per predisporre la documentazione necessaria.

      Rispondi
  85. Avatar
    Alessandro agosto 20, 2015

    Gentile Dr.ssa, avrei necessità di chiarire alcune cose riguardo lo stato della mia famiglia. Mi spiego, Sono divorziato e poi nuovamente sposato. Ho due figlie con il primo matrimonio e per le quali gli assegni familiari gli percepisce la mamma con la quale convivono entrambe oltre all’assegno periodico di mantenimento. La mia nuova compagna, che ora abita con me, ha anche lei due figlie avute in precedente relazione. Dall’unione in matrimonio, ovviamente, siamo diventati unico nucleo familiare. Mia moglie, che già prima del nostro matrimonio, percepiva regolarmente gli assegni familiari, attualmente il suo datore di lavoro nel contabilizzare gli assegni per il 2015/2016, ha voluto conoscere il mio reddito (da lavoro dipendente) che sommandolo al suo, ovviamente, ha notevolmente ridotto la quota. Questo perchè, a dire del contabile, essendo un nucleo familiare unico, i redditi vanno sommati. Allora mi chiedo, ma se le figlie di mia moglie, pur vivendo nello stesso nucleo, non sono figlie mie, perchè deve incidere il mio reddito nel complessivo? Poi che differenza c’è tra nucleo familiare anagrfico e fiscale?
    Anticipatamente la ringrazio.

    Alessandro

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli ottobre 22, 2015

      Ciao Alessandro,
      sì c’è differenza. Evidentemente le due bambine sono fiscalmente anche a tuo carico. oppure no? Purtroppo non ho tutti gli elementi per valutare la vostra situazione. Il mio consiglio è quello di consultare un commercialista o un CAF per valutare il da farsi.

      Rispondi
      • Avatar
        Alessandro ottobre 26, 2015

        Gentile Dr.ssa, le figlie della mia attuale moglie, non sono fiscalmente a carico. Risultano, per ovvie ragioni, anagraficamente inserite nel nucleo familiare perchè abitano sotto lo stesso tetto e perchè, con il nuovo matrimonio, sono entrate a far parte della famiglia! Ora, io ancora non comprendo bene la differenza tra nucleo “fiscale” e “anagrafico”, ma mi appare illogico che il mio reddito debba incidere sull’intero nucleo considerato che le figlie dell’attuale moglie non sono mie e, fiscalmente, sono a carico di mia moglie al 100% avendo il padre rinunciato alla detrazione. Posso avere un chiarimento e capire definitivamente che obblighi fiscali ho nei confronti delle due ragazze?
        Grazie ancora

        Alessandro

        Rispondi
  86. Avatar
    Lory agosto 27, 2015

    Salve dottoressa. Nella agosto del 2014 mi sono trasferita in Germania e mio marito con i miei 2 figli e ‘ rimasto in Italia. Mio marito è stato licenziato a novembre2014 ed io ad ottobre 2014 ho fatto richiesta per gli assegni familiari in Germania. Ma non ho avuto nessuna risposta in quanto nn riescono ad avere contatzi con l italia.Io le chiedo :nella disoccupazione italiana che mio marito ha percepito fino a luglio 2015 ci sono inclusi gli assegni familiari? E posso chiedere la differenza degli assegni familiari in Germania?
    distinti saluti

    Rispondi
    • Avatar
      antoche tereza settembre 01, 2015

      Io ho un bimbo dal 3 gennaio 2015 vorrei sapere se ho diritto di assegno familiare
      grazie

      Rispondi
      • Avatar
        Michela Calculli ottobre 22, 2015

        Ciao Antoche,
        dipende dal tuo contratto di lavoro e dal tuo reddito.

        Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli ottobre 22, 2015

      Ciao Lory,
      la tua è una situazione particolare. Il mio consiglio è quello di contattare direttamente l’INPS per capire come muoverti.

      Rispondi
  87. Avatar
    andra agosto 31, 2015

    Salve, per prendere a carico i miei genitori dobbiamo avere lo stesso stato di famiglia?

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli novembre 02, 2015

      Ciao Andra,
      no, non è necessario.

      Rispondi
  88. Avatar
    Luca Ippolito settembre 06, 2015

    Ho trovato lavoro in Germania a breve partirò. Ho moglie e 4 figlia loro restano in Italia. Vorrei sapere se mi spettano gli assegni. Grazid

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli novembre 02, 2015

      Ciao Luca,
      a mio avviso non ti spettano gli assegni italiani ma quelli tedeschi. Il mio consiglio è quello di informarti bene presso il tuo datore di lavoro.

      Rispondi
  89. Avatar
    Elena settembre 12, 2015

    Salve,vorrei una risposta da chi me la possa dare ma lo piu vera. La mia situazione é un po complicata: ho 39 anni, 3 figli di cui 2 sono bambini ancora de 11 é 6 anni, dal 2006 fino al 2013 ho lavorato per una azienda a tempo indeterminato dopo mi sono licenziata perchè non mi pagavano più. Dopo di che è fallita è io ancora non percepisco il tfr visto che la mobilità non ho avuto diritto, dal 2013 al 2014 ho aperto un franchising che non ha avuto successo. Da all’ora sono disoccupata mio marito pure senza reddito ne nulla da dichiarare senza nulla da darli ai mie figli perchè a 40 nessuno ti da un lavoro cosa devo fare? Ho diritto al naspi,aspi assegni,oppure alla social card?

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli novembre 02, 2015

      Ciao Elena,
      non ho tutti gli elementi per risponderti. A mio avviso dovresti consultare un CAF in modo da farti dire tutto quanto ti spetta.

      Rispondi
  90. Avatar
    Seri settembre 30, 2015

    Ciao Michela,ho saputo che chi non ha ricevuto gli assegni familiari ha 5 anni di tempo x richiederli,visto che sono stata licenziata e non li ho mai percepiti posso fare domanda all’INPS o al datore di lavoro?e il datore cosa rischia visto che io non ho mai fatto nessuna domanda?

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli novembre 02, 2015

      Ciao Seri,
      sì puoi fare domanda per gli arretrati. Non credo il datore di lavoro rischi alcunché.

      Rispondi
  91. Avatar
    Bruna ottobre 05, 2015

    Salve, vorrei per favore dei chiarimenti. Sono separata, ho un figlio di 24 anni disoccupato, Il mio ex marito vive con noi ed è disoccupato. Prendevo fino alla separazione l’assegno familiare per il coniuge, il consulente del mio datore di lavoro mi ha comunicato che dal momento che mi ero separata non avevo più diritto all’assegno anche se mio marito è ancora convivente. E’ giusto?

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli novembre 02, 2015

      Ciao Bruna,
      se siete separati legalmente lui non è più a tuo carico, purtroppo.

      Rispondi
  92. Avatar
    valentina ottobre 20, 2015

    Buongiorno, avrei bisogno di un’informazione, io e mio marito (sposati in comune) non viviamo più insieme da circa un’anno, io vivo con la nostra bimba di 5 anni e lui è tornato a vivere dai suoi genitori, chi avrebbe diritto alla richiesta?
    Ringrazio anticipatamente per la risposta…

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli novembre 02, 2015

      Ciao Valentina,
      siete separati legalmente? Avete l’affido condiviso?
      Nel caso dell’affido condiviso i due ex coniugi dovranno decidere chi tra di loro potrà esercitare il diritto a richiedere l’assegno famigliare. In caso di disaccordo gli assegni spetteranno al genitore che convive con i figli.

      Rispondi
  93. Avatar
    Federico ottobre 21, 2015

    Lavoro come impiegato all’Acquedotto Pugliese – stato civile vedovo con quattro figli a carico. Il primogenito di 22 anni di età studia alla facoltà di Giurisprudenza – due (gemelli) di età 21 anni, studiano all’università degli studi facoltà di fisica – il quarto studia all’Istituto Tecnico Industriale -. Posso chiede l’ANF per tutti e quattro i figli.
    I più cordiali saluti
    Federico

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli novembre 02, 2015

      Ciao Federico,
      per i figli maggiorenni ma studenti si ha diritto all’ANF fino ai loro 26 anni. Quindi puoi richiederlo.

      Rispondi
      • Avatar
        Federico novembre 11, 2015

        L’impiegato I.N.P.S. ha risposto (per lettera), asserendo che per i figli studenti “universitari” l’A.N.F. 43 spetta fino ai 21 anni (e non 26 anni così come avevi asserito). Nel merito CHIEDO se c’è una legge o circolare INPS di riferimento per il legittimo ricorso.
        Ringrazio per l’attenzione
        Federico

        Rispondi
    • Avatar
      Federico novembre 11, 2015

      Pregiatissima Michela Buon pomeriggio
      Seguito della risposta riportata nella seguente pagina contraddistinta per data 21 ottobre 2015 – CHIEDO – lumi per l’obnubilato iter riscontrato sul diritto A.N.F / per famiglia numerosa con almeno 4 figli maggiorenni.
      L’impiegato INPS per la richiesta che avevo formulato per l’A.N.F. ha risposto (per lettera con tenore negativo), per l’età dei 3 figli universitari: due di 21 (gemelli) – l’altro di 22 – li ha esclusi – , Il 4^ figlio di 19 anni “studente ha diritto a l’A.N.F. –
      Chiedo “inoltre” se c’è una legge o una norma cogente su cui far leva. per un giusto riscontro all’apparente aporia.
      Cordialità.
      Federico

      Rispondi
      • Avatar
        FEDERICO dicembre 28, 2015

        Gent.ma dott.ssa Michela Buongiorno,
        reitero la domanda per il “lecito” diritto ANF: è previsto dalla legge (o normativa INPS), alle famiglie numerose con almeno 4 figli con età dai 21 fino ai 26 anni purché studenti universitari? L’ INPS (sede di Lecce), mi ha risposto che spetta agli over e non ai senior di 21 anni. Al contrario l’operatore del N. verde INPS (sede di Bari), telefonicamente “interpellato” ha risposto che il diritto ANF è esteso ai figli fino ai 26 anni – , purché siano presenti determinati requisiti: Famiglia con almeno 4 figli di età inferiore ai 26 anni e, per i senior di anni 21 si ha diritto solo se studenti universitari e in regola con il corso legale degli studi! Le due correnti di pensiero “diametralmente” opposte pongono in essere un’oggettiva esegesi. Nel ringraziarla per l’attenzione, alla debita risposta, Le porgo i piu’ cordiali saluti.
        Federico

        Rispondi
  94. Avatar
    Raffaella novembre 08, 2015

    Buonasera, sono mamma di un ragazzo di 15 anni, residente con me, mai sposata. Fino alla scorsa settimana dipendente e percevivo gli assegni familiari. Adesso che sono disoccupata, posso richiedere oltre indennita di disoccupazione anche assegno per mio figlio? Grazie

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli gennaio 04, 2016

      Ciao Raffaella,
      purtroppo gli assegni famigliari spettano soltanto ai lavoratori dipendenti e ai pensionati.

      Rispondi
  95. Avatar
    ANTONIO novembre 09, 2015

    MIO FIGLIO E DISSOCUPATO E DEVE PRENDERE LA DISSOCUPAZIONE IO COME NONNO DI SUA FIGLIA POSSO PRENDERE GLI ASSEGNI FAMILIARI

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli gennaio 04, 2016

      Ciao Antonio,
      a mio avviso puoi fare domanda.

      Rispondi
  96. Avatar
    antonio gennaio 02, 2016

    salve sono separato con due figlie e un ex moglie tra un po divorzio ho ancora diritto agli assegni per mia moglie

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli gennaio 13, 2016

      Ciao Antonio,
      l’assegno famigliare viene concesso al genitore affidatario.

      Rispondi
  97. Avatar
    Michela Calculli gennaio 04, 2016

    Ciao Antonio,
    si ha diritto agli assegni per il coniuge non legalmente ed effettivamente separato.

    Rispondi
  98. Avatar
    sajnoski gennaio 05, 2016

    Salve io ho la mia moglie e 3 bambini in carico pero mantengo anche i meiee 2 genitori pappae la mamma Si possono metere anche loro nel mio carico e dove devo domandare??? Grazie

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli gennaio 13, 2016

      Ciao Sajnoski,
      La domanda va presentata annualmente:
      – al proprio datore di lavoro, nel caso in cui il richiedente svolga attività lavorativa dipendente;
      – all’INPS nel caso in cui il richiedente sia addetto ai servizi domestici, operaio agricolo dipendente a tempo determinato, lavoratore iscritto alla gestione separata, ovvero abbia diritto agli assegni come beneficiario (la domanda può essere inoltrata via web, contact center o patronati)

      Rispondi
  99. Avatar
    Marina gennaio 05, 2016

    Salve, vorrei sapere se posso fare richiesta per l’assegno familiare. Qui di seguito il mio nucleo familiare:
    io sono pensionata (lavoro dipendente), mio marito percepisce la pensione di invalidità, mio figlio di 42 anni percepisce la pensione di invalidità, la moglie di mio figlio di 25 anni non trova lavoro quindi è disoccupata e il mio nipotino prossimamente compie 3 anni. Viviamo tutti nella stessa abitazione. Grazie

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli gennaio 13, 2016

      Ciao Marina,
      se sei una pensionata da lavoro dipendenti, sì puoi fare domanda. La domanda può essere inoltrata via web, contact center o patronati.

      Rispondi
  100. Avatar
    Elena gennaio 16, 2016

    Buonasera Gentilissima Michela.
    Convivo da cca 1 anno con il padre dei miei figli(di 8 e 12 anni) riconosciuti da lui da cca 2 anni.Mio compagno prende da poco la pensione di invalidita totale al 100%(lui risulta ancora sposato ma la moglie lo ha abbandonato).Io ho un lavoro autonomo e so che non mi spettano gli assegni gfamiliari.
    La mia domanda è questa:puo fare domanda mio compagno per i nostri figli riguardo l’assegno familiare per minori? Anche degli aretratti? Grazie mille anticipatamente per la sua eventuale risposta,Elena
    I

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli febbraio 12, 2016

      Ciao Elena,
      l’ANF spetta in base ai limiti di reddito stabiliti di anno in anno dall’INPS e soltanto se il 70% del reddito del nucleo famigliare deriva dal lavoro dipendente.

      Rispondi
  101. Avatar
    salvatore gennaio 19, 2016

    Buon pomeriggio mi chiamo Salvatore ho una figlia di 4 anni e non sono sposato con la mamma della bambina e neanche ci convivo ho diritto a chiedere gli assegni familiari ?

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli febbraio 12, 2016

      Ciao Salvatore,
      purtroppo non ho tutti gli elementi per risponderti. Dipende da come è composto il tuo nucleo famigliare a i fini fiscali.

      Rispondi
  102. Avatar
    Hicham87 gennaio 21, 2016

    Buonasera io ho lavorato come dipendente nel mese luglio 2011 ho diritto a chiedere gli assegni familiari per meglio e mia sorella minorenne invece per mia mamma e mio padre e possibile sono a carico con me

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli febbraio 12, 2016

      Ciao Hicham,
      il mio consiglio è quello di rivolgerti ad un CAF per valutare la tua situazione.

      Rispondi
  103. Avatar
    Hicham87 gennaio 21, 2016

    Salve ho lavorato come lavoro domestico nel mese di settembre fino 30 dicembre 2013 ho diritto agli assegni familiari per mia moglie e mia sorella minorenne e per mia mamma e mio padre sono a carico con me grazie

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli febbraio 12, 2016

      Ciao Hicham,
      il mio consiglio è quello di rivolgerti ad un CAF per valutare la tua situazione.

      Rispondi
  104. Avatar
    Rammal gennaio 23, 2016

    Io ho fatto una richiesta di autorizzazione per mia sorella per gli assegni familiari per diversi periodi arretrati, però mia sorella questo mese ha fatto 18 anni. Per quelli indietro ho diritto ad una seconda domanda? Per mia moglie serve l’autorizzazione anf anche de ha reddito troppo basso? Quanto gli aspetta per gli assegni familiari per mia moglie e mia sorella? Se un datore di lavoro domestico non paga i contributi, il lavoratore ha diritto agli assegni familiari?

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli febbraio 12, 2016

      Ciao Rammal,
      purtroppo non ho tutti gli elementi per risponderti. il mio consiglio è quello di rivolgerti ad un CAF o direttamente all’INPS, con tutti i documenti in tuo possesso.

      Rispondi
  105. Avatar
    Alina gennaio 25, 2016

    Salve ,vorrei sapere se posso metere asegno di mia figlia a mio carico inveci di meterlo a carico di mio marito

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli febbraio 12, 2016

      Ciao Alina,
      purtroppo non ho tutti gli elementi per risponderti. il mio consiglio è quello di rivolgerti ad un CAF o direttamente all’INPS, con tutti i documenti in tuo possesso.

      Rispondi
  106. Avatar
    romano marzo 15, 2016

    Buongiorno, ho una domanda da porre; il mio stato di famiglia è composto da 5 persone di cui io, mia moglie, mia figlia maggiorenne, mio cognato invalido 100% e mia suocera anche lei purtroppo con invalidità 100%. mia suocera ha il suo 730 per reddito di pensioni, mio cognato il suo per lo stesso motivo e io e mia moglie il nostro per lavoro e spese varie. alla domanda “di chi è a carico fiscalmente mio cognato” mi viene da pensare a nessuno. Ho ragione? se dovessi metterlo a carico mio o di mia moglie perderebbe alcuni diritti? tipo pensione?

    grazie RM.

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 26, 2016

      Ciao Romano,
      tuo cognato non è a carico di nessuno e non può esserlo se percepisce un reddito annuo superiore a 2.840,51 euro.

      Rispondi
  107. Avatar
    Mario marzo 28, 2016

    Mi sono trasferito in Germania e non ho preso l’assegno Familiare in Italia mi hanno detto in italia che è la Germania che deve mandare una richiesta all’Italia cosa posso fare?

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 26, 2016

      Ciao Mario,
      a mio avviso non ti spettano gli assegni italiani ma quelli tedeschi. Il mio consiglio è quello di informarti bene presso il tuo datore di lavoro.

      Rispondi
  108. Avatar
    enzo marzo 29, 2016

    salve, sono un pensionato separato legalmente e convivo con una nuova compagna che mi ha dato un bellissimo bambino otto mesi fa. La mia compagna non ha potuto avere il bonus baby perché nello stato di famiglia, (viviamo assieme logicamente), il mio reddito supera la soglia di 16.000 € circa per avere diritto a tale bonus. Ma lei , però, per la legge, non fa testo riguardo al numero dei familiari, per avere diritto ad un eventuale assegno familiare per il mio bambino nella mia pensione. Sto sbagliando qualcosa, oppure si tratta di una ingiustizia? grazie per leggere il mio sfogo.

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 26, 2016

      Ciao Enzo,
      l’assegno famigliare dipende dal reddito dell’intero nucleo famigliare. Dunque non ho gli elementi par valutare se ne abbiate diritto o meno.

      Rispondi
  109. Avatar
    Fabio bini aprile 03, 2016

    Buongiorno, io e mia moglie ci siamo sposati a giugno 2015. Lei ha un bambino e è ragazza madre. Lei non lavora e non ha mai percepito assegni familiari. Posso fare io la domanda per percepire gli assegni e se si come posso fare? Grazie mille ciao

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 26, 2016

      Ciao Fabio,
      se il bambino è a tuo carico puoi fare domanda seguendo quanto indicato nell’articolo.

      Rispondi
  110. Avatar
    grazio aprile 04, 2016

    buongiono,
    ripropongo una domanda già postata un mesetto fà che ma non ho ricevuto risposta.
    Se la richiesta a percepire l’anf la vuole presentare la ex moglie disoccupata lo deve fare direttamente al comando dell’ex marito (militare) o tramite inps? in questo caso quali redditi vengono presi inconsiderazione? Le amministrazioni militari hanno direttive di prendere in riferimento sempre il reddito del loro amministrato anche se a chiedere l’anf è la ex moglie senza reddito.
    potreste chiarirmi questo dubbio? grazie.

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 26, 2016

      Ciao grazio,
      la domanda andrà fatta all’INPS e l’assegno prenderà in considerazione il tuo reddito. La corresponsione dell’assegno dipende da quanto stabilito in fase di separazione. Se nulla è stato scritto l’assegno andrà al genitore con cui vivono i figli. Se non fai la domanda, può farla direttamente la tua ex moglie.

      Rispondi
  111. Avatar
    Eugenia aprile 06, 2016

    Se prendo la disoccupazione posso mettere mio figlio a carico per asegni familiari?

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 26, 2016

      Ciao Eugenia,
      Nel caso dei disoccupati non vi è diritto all’assegno per il nucleo famigliare ma esistono in alcuni comuni dei fondi per assegni di sostegno al reddito. È opportuno informarsi presso il proprio comune di residenza.

      Rispondi
  112. Avatar
    vivian aprile 07, 2016

    salve vorrei una informazione … quest’anno ho fatto la dichiarazione al inps rinunciando al 50% per le detrazione e gli assegni familiari . sono convivente e mio compagno ha chiesto il 100% . pero vorremmo il prossimo anno chiedere il 50-50 come posso fare ? vi ringrazio in anticipo.

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 26, 2016

      Ciao Vivian,
      devi fare la comunicazione al datore di lavoro per le detrazioni al 50% per ciascuno dei genitori.

      Rispondi
  113. Avatar
    pina aprile 14, 2016

    ciao sono separata ne io ne mio marito abbiamo 1 impiego . ho 1 figlio maggiorenne che lavora pensi che lui possa fare la richiesta x assegni familiari visto che ho 4 figli?

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 26, 2016

      Ciao Pina,
      credo proprio che potrebbe se siete fiscalmente a suo carico.

      Rispondi
  114. Avatar
    Ale aprile 16, 2016

    Salve, siamo conviventi con una bimba di 3 anni, dato che io lavoravo e la mia compagna no, ho chiesto tramite l’ANF 42 l’autorizzazione per avere l’assegno familiare per la bimba (ANF 43 valido 5 anni). Adesso la mia compagna ha trovato lavoro ed ha presentato l’anf 42 ma è stato respinto in quanto c’era ancora il mio valido (io non ho chiesto però l’assegno e vorrei che lo facesse lei). Posso annullare il mio anf 43 per fare in modo che l’assegno lo prenda la mia compagna?

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 26, 2016

      Ciao Ale,
      non rifare la domanda che è annuale e dunque scade, e falla fare alla tua compagna.

      Rispondi
  115. Avatar
    Natascia aprile 18, 2016

    Buongiorno vorrei porre delle domande in merito al mio caso io sono lavoratrice autonoma e sono residente con i bambini mentre il mio compagno è lavoratore dipendente ma ha una residenza diversa dalla mia lui ha richiesto l’autorizzazione di inserire i bambini nel nucleo e l inps ha accettato ma adesso loro chiedono la compilazione del modulo anf fn dove devo mettere i miei dati xche solo io in quanto residente con i bambini posso percepire gli assegni da come mi dicono loro ora vorrei sapere essendo io lavoratrice autonoma abbiamo diritto di prenderli grazie mille

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 26, 2016

      Ciao Natascia,
      gli assegni spettano esclusivamente se almeno il 70% del reddito famigliare deriva da lavoro dipendente.

      Rispondi
  116. Avatar
    Davideeee aprile 24, 2016

    Ciao! Ho un figlio ma non sono sposato… Dato che la mia compagna e madre del bimbo ha uno stipendio piu basso del mio, ho fatto fare la richiesta a lei dell’ANF, ma al momento dei pagamenti il suo datore di Lavoro non si è dimostrato serio e quindi vorrei prendeli io… Come dovrei fare?

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 26, 2016

      Ciao Davide,
      la domanda è annuale. Dunque alla scadenza di quella della tua compagna, non fargliela rinnovare e fai tu la domanda al tuo datore di lavoro.
      Ricorda che nel caso di due genitori conviventi, e dunque non sposati, la circolare INPS n. 48/1992 chiarisce che è possibile richiedere gli assegni, ma il convivente non viene considerato tra i componenti del nucleo familiare. Inoltre i suo reddito non fa cumulo rispetto al reddito del genitore richiedente. In sostanza il genitore richiedente, risulta genitore single con figli.

      Rispondi
  117. Avatar
    Dino aprile 30, 2016

    pensionato da 3 anni con moglie a carico chiedo ANF, il mio reddito è inferiore a 23.000,00 e sono anche disabile, al sindacato dove mi sono rivolto mi hanno detto che non mi spetta l’ANF perché sono stato iscritto per 10 anni come artigiano, (dai 20 ai 30 anni di età circa), e poi ho lavorato come dipendente per gli ultimi 30 anni.
    Mi può dire se ho diritto o meno all’ANF, grazie.

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 26, 2016

      Ciao Dino,
      a mio avviso ne avresti diritto. Ti consiglio di rivolgerti ad altro CAF o direttamente all’INPS.

      Rispondi
  118. Avatar
    Amely maggio 05, 2016

    Buongiorno, volevo un’informazione sugli assegni familiari. Ho due figli e convivevo col padre del bimbo più piccolo. Ho un contratto a tempo indeterminato come operaio agricolo ma l’azienda è del mio ex con cui adesso siamo in conflitto.
    C’è un modo per avere gli arretrati degli assegni familiari, che non ho mai richiesto, fuori dalla busta paga ? Faccio questa domanda perchè so che se arriveranno all’azienda non li percepirò mai se non con una azione legale. Sarei pronta pure a licenziarmi.

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 26, 2016

      Ciao Amely,
      purtroppo nel tuo caso gli assegni devono per forza transitare in busta paga.

      Rispondi
  119. Avatar
    Helly maggio 11, 2016

    Buona sera Michela. Da Luglio 2015 sono dipendente di un’azienda con sede a Mendrisio e pertanto ho provveduto a richiedere gli assegni familiari previsti per i lavoratori dipendenti in Svizzera. Mio marito invece lavora in Italia, come libero professionista. Mi conferma che non ha diritto agli assegni familiari in Italia? Grazie in anticipo per il chiarimento.

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 26, 2016

      Ciao Helly,
      ti confermo che i liberi professionisti non hanno diritto agli assegni famigliari.

      Rispondi
  120. Avatar
    Valentina maggio 11, 2016

    Buongiorno, volevo chiedere un informazione:
    sono stata assunta a marzo 2016 da un azienda con un contratto da apprendista. Ho chiesto l’autorizzazione per gli assegni familiari all’inps e mi è stata data a partire dal 01/03/2016 (data di assunzione). Il consulente del lavoro dell’azienda dice che non ho diritto a fare la richiesta per gli assegni familiari perchè nel 2014 e per due mesi del 2015 facevo contratti porta a porta con contratto di collaborazione occasionale e quindi dice che quei redditi percepiti sono derivati da lavoro autonomo.
    E’ vero che non posso richiedere gli assegni familiari? Non chiedo gli arretrati, ma solo dal giorno dell’assunzione da dipendente.
    Ringrazio anticipatamente.
    Valentina

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 26, 2016

      Ciao Valentina,
      ha ragione il consulente del lavoro. Gli assegni famigliari si percepiscono in riferimento all’anno precedente. dunque potrai fare regolare domanda il prossimo anno.

      Rispondi
  121. Avatar
    Cristina Ravasio maggio 11, 2016

    Buon giorno volevo chiedere un’informazione se possibile… sono separata da dicembre 2015, attualmente gli assegni familiari li percepisce il mio ex e me li da…nel 2015 ho iniziato a lavorare a novembre… a partire dal 1 luglio 2016 posso fare io la richiesta per gli assegni familiari? ci vuole un reddito minimo del 2015 o no? grazie mille

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 26, 2016

      Ciao Cristina,
      gli assegni si basano sul reddito dell’anno precedente. Potrai dunque iniziare a fare domanda a partire dal 2017.

      Rispondi
  122. Avatar
    Maria Serena Baldassini maggio 18, 2016

    Buongiorno
    mia cugina vive con sua madre con pensione minima d lavoro e sua figlia di 13 anni. Mia cugina è disoccupata. Agli assegni familiari li ha sempre presi la nonna sulla pensione. ma nel 2013 la domanda è stata respinta perchè la madre della minore ha avuto in locazione un fabbricato. La madre della minore è l’inquilina del fabbricato non la proprietaria.
    Come è possibile tutto cio’? E’ stato fatto un errore riguardante questa definizione ” ha avuto in locazione ” come se l’inps pensasse che mia cugina è la proprietaria e non l’inquilina del fabbricato?
    Grazie mille

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 26, 2016

      Ciao Maria Serena,
      non ho tutti gli elementi per esaminare il vostro caso, ma mi sembra si tratti di un errore. L’unica via percorribile è quella di chiedere chiarimenti direttamente all’INPS.

      Rispondi
  123. Avatar
    Maria maggio 29, 2016

    Salve, sono una mamma di un bambino di 7 anni. Non sono mai stata né sposata né convivente. Lavoro da 3 anni circa e il papà di mio figlio mi nega la possibilità di percepire l’assegno familiare riguardante il bambino, nonostante lui non può richiederli. Le chiedo, potrei percepire il 50% ? Almeno prendo la mia parte. Le premetto che abbiamo affidamento condiviso ed il bambino ha la residenza da me. La ringrazio e resto in attesa di una sua risposta.

    Rispondi
  124. Avatar
    MATTEO maggio 30, 2016

    BUONA SERA
    IO CONVIVO CON LA MIA COMPAGNA DA 3 ANNI (IL PRIMO ANNO E MEZZO SONO STATO OSPITE DA MIA SUOCERA), LEI HA UNA FIGLIA AVUTA DAL SUO MATRIMONIO PRECEDENTE, IO IGNORANTEMENTE NON HO MAI FATTO RICHIESTA DI ASSEGNO FAMILIARE, NONOSTANTE SUA FIAGLIA VIVE CON NOI, NEL MIO NUCLEO FAMILIARE, NEL 2014 SONO DIVENTATO PAPà (PER LA PRIMA VOLTA) ED HO FATTO RICHIESTA DI ASSEGNO FAMILIARE, MI SONO RIVOLTO AL CAF E GLI HO SPIEGATO LA MIA SITUAZIONE FAMILIARE, LORO MI HANNO DETTO CHE IO HO DITIRRO AD AVERE L’ASSEGNO FAMILIARE PER LE 2 BAMBINE, L’UNICO PROBLEMA è CHE NEI 3 ANNI DI CONVIVENZA IO AVEVO UNA RESIDENZA, MENTRE LA MIA COMPAGNA, SUA FIGLIA E POI SUCCESSIVAMENTE MIA FIGLIA, NE AVEVANO UN’ALTRA(QUELLA DI MIA SUOCERA), POI A MARZO 2015 HO PRESO CASA E ABBIAMO CAMBIATO TUTTI LA RESIDENZA, IL PROBLEMA è CHE IO HO FATTO LA DOMANDA PER ‘ASSEGNO FAMIALIARE IL 10/07/2014 AD OGGI 30/05/2016 NON HO ANCORA RICEVUTO NULLA, SE MI RIVOLGO AL CAF MI DICONO CHE LA PRATICA è IN ATTESA DI RISCONTRO DALL’AGGENZIA DELLE ENTRATE. PUò ESSERE VERO? MA IO HO DIRITTO AGLI ASSEGNI?
    CHE PROBABILITà CI SONO CHE PERDO TUTTO?
    CORDIALI SALUTI
    MATTEO

    Rispondi
  125. Avatar
    Lara maggio 31, 2016

    Buon giorno, io sono disoccupata, posso avere gli assegni familiari per mia figlia? Sono ragazza madre. Grazie

    Rispondi
  126. Avatar
    Claudia giugno 01, 2016

    Buonasera,
    le volevo chiedere un’informazione. Io lavoro da 5 anni in un’azienda come dipendente. Mi sono sposata 3 anni fa e il mio marito ha lavorato solo un mese (settembre 2015). Non abbiamo bambini. Ho diritto all’assegno familiare? Se si, lo posso chiedere per tutti 3 anni o solo a partire da ottobre 2015? Per gli arretrati devo chiedere sempre al mio datore di lavoro? Grazie mille

    Claudia

    Rispondi
  127. Avatar
    maria giugno 04, 2016

    salve mio marito e disoccupato dal 2014 a percepito nel 2015 la disoccupazione io sono messa in regola e sn l unica a lavorare in famiglia posso richiedere gli assegni familiari del coniuge a carico dal momento che lo hanno licenziato nel 2014 nonostante li prendeva la disoccupazione?

    Rispondi
  128. Avatar
    marianna giugno 07, 2016

    Salve! Sono una mamma di due bambini sono in occupata e convivo con il padre dei miei figli. Il mio compagno ha un contratto di lavoro p.t. E non percepisce gli assegni familiari. Volevo sapere se posso fare io la richiesta degli assegni familiari. E se si come fare per richiederli. Grazie!

    Rispondi
  129. Avatar
    daniele giugno 07, 2016

    Ciao volevo ricevere e chiedervi quindi una informazione…

    Io attualmente sono disoccupato ho finito la Naspi solo per 4 mesi visto che ho lavorato per 10 mesi continuativi… e ora che non si trova nulla come lavoro volevo chiedere visto che ho una bambina di quasi 5 anni ho percepito fino a poco fa gli assegni sulla naspi…ora essendo senza lavoro volevo chiedere se potevo percepire l’assegno familiare di mia figlia sulla pensione del nonno… mio padre… l’unica cosa che non abita con me… posso fare qualche cosa?

    Rispondi
  130. Avatar
    Pietro giugno 15, 2016

    Salve,sono un mono genitore con un figlio disabile al 100% dalla nascita e a luglio compie 18 anni,mi aspettano ancore gli assegni familiari?
    Grazie

    Rispondi
  131. Avatar
    mery pitzalis giugno 20, 2016

    Buongiorno Sig.ra Michela, io mi trovo in questa situazione: mamma di un figlio minore con cui non ho la stessa residenza ma vive con il padre, sia io che suo babbo siamo lavoratori dipendenti, non siamo sposati e il bambino è stato riconosciuto anche da lui, posso fare domanda di assegni familiari? A chi va l’assegno? Quali redditi e di chi devo mettere nella domanda? Mi dite quali circolari Inps normano situazioni come la mia? Da quanto scrivete nel sito e che riporto di seguito sembrerebbe che la richiesta posso farla io e i redditi da inserire, sarebbero solo quelli miei e di mia figlia. Giusto?

    Grazie.
    Rimango in attesa di un suo gentile e celere riscontro.
    Mery

    Nel caso di due genitori conviventi, e dunque non sposati, la circolare INPS n. 48/1992 chiarisce che è possibile richiedere gli assegni, ma il convivente non viene considerato tra i componenti del nucleo familiare. Inoltre i suo reddito non fa cumulo rispetto al reddito del genitore richiedente. In sostanza il genitore richiedente, risulta genitore single con figli.

    Non va considerato il nucleo familiare anagrafico (quello risultante dallo stato di famiglia), ma unicamente il nucleo fiscale (i familiari indicati in dichiarazione dei redditi). In sostanza i componenti del nucleo familiare possono anche non essere conviventi.

    Il reddito familiare è costituito da chi lo richiede e da tutti gli individui facenti parte della famiglia. Deve essere prodotto nell’anno solare precedente e decorre dal 1° luglio di ogni anno. Infine ricorda che ha valore fino al 30 giugno dell’anno seguente.

    Rispondi
  132. Avatar
    MERY giugno 20, 2016

    Buongiorno,
    sono una mamma di un figlio minore con cui non ho la stessa residenza ma vive con il padre, sia io che suo babbo siamo lavoratori dipedenti, non siamo sposati e il bambino è stato riconosciuto anche da lui, posso fare domanda di assegni familiari? A chi va l’assegno? Quali redditi e di chi devo mettere nella domanda? Mi dite quali circolari Inps normano situazioni come la mia? Da quanto da voi riportato sul sito sembrerebbe che anch’io possa richiederli e i redditi da inserire nella domanda sarebbero i miei e di mio figlio, senza che il mio compagno compaia nè a livello di nucleo, nè a livello di reddito. E’ corretto?

    Grazie.
    Rimango in attesa di un vostro gentile e celere riscontro.
    Mery

    Rispondi
  133. Avatar
    filippo giugno 20, 2016

    Salve,ho fatto una richiesta all’INPS per assegni familiari(sono pensionato)e ho chiesto anche gli arretrati dal
    2010 poiche non ho mai ricevuto nulla di assegni familiari ho una moglie e tre figli.
    mi e’ stata rigettata perche’ residente in Brasile e normale? e in base a quale leggi
    distinti saluti filippo

    Rispondi
  134. Avatar
    Fede giugno 23, 2016

    Buongiorno
    Scrivo per questo motivo, ho due gemellini di tre mesi,un lavoro dipendente parte time e ho la residenza diversa da quella del papà dei bimbi che li ha legalmente riconosciuti alla nascita. Il Papá é un lavoratore autonomo (ditta individuale). Vorremmo sposarci ma visto che il papà guadagna più di me é vero che non posso fare domani degli assegni familiari? Non capisco però il motivo visto che il papà contribuisce e lo farebbe nello stesso modo se ci sposassimo… In attesa di un suo gradito riscontro la saluto cordialmente.

    Rispondi
  135. Avatar
    Mario giugno 28, 2016

    Salve,

    mia moglie e mio figlio di 2 anni e mezzo trasferiscono la residenza a casa dei miei suoceri in un comune diverso dal mio, metre io resto residente in altro comune.
    Sono entrambi a mio carico perché mia moglie non lavora.

    Ho diritto comunque a percepire gli assegni familiari per mio figlio ?

    Grazie e saluti

    Rispondi
  136. Avatar
    Francesco giugno 29, 2016

    Ti consiglio di leggere con più attenzione e meno superficialità la documentazione: Gli assegni possono essere versati solamente per i figli maggiorenni studenti da 4 figli in poi.
    Le persone che scrivono si aspettano un reale aiuto.

    Rispondi
  137. Avatar
    HICHAM luglio 12, 2016

    IO SONO IMMIGRATE LAVORO CON CONTRATO INDERTERMINATO PAR TIME MIO REDITO 2015 E 10.500 SONO SPOSATO IO DUE BAMBINI MIA MOALGIA UNO DA 13 ANNE LA MIA DOMANDA POSSO PRENDERE ASSGNE PER TRE BAMBINI E LA SECONDA DOMANDA O DERITTO DI PRENDERE ASSEGNE FAMILIARI INTERNE O NON GRAZIE.

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli settembre 19, 2016

      Ciao Hicham,
      penso proprio tu ne abbia diritto. Devi rivolgerti direttamente al datore di lavoro e ad un CAF.

      Rispondi
  138. Avatar
    sabina forte luglio 13, 2016

    salve negli anni precedenti gli assegni familiari li ha sempre richiesti mio marito, perchè io avevo un lavoro precario e non continuativo. ora ho un contratto a tempo indeterminato anch’io. la domanda è: gli assegni li richiedo io perchè quella che percepisce di meno o lasciamo tutto com’è?, tanto nella richiesta chiedono il cumulo dei redditi. a chi conviene? grazie mille per il gentile consiglio sabina

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli settembre 19, 2016

      Ciao Sabina,
      dal momento che la base è il reddito famigliare, io lascerei tutto com’è.

      Rispondi
  139. Avatar
    Sergio luglio 13, 2016

    Una semplice domanda,il mio reddito 2015 non arriva a euro 10000,mia moglie lavora a ore ,guadagna appena euro 5000,non documentabili (senza cud ne buste paga,il caf ha messo lei a mio carico,ma zero assegno famigliare ,possibile.

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli settembre 19, 2016

      Ciao Sergio,
      per gli assegni famigliari devi fare domanda rivolgendoti al datore di lavoro a ad un CAF

      Rispondi
  140. Avatar
    Ernesto luglio 15, 2016

    Salve,
    io lavoratore dipendente, mia moglie disoccupata e mia figlia 2 anni e mezzo. Attualmente percepisco in busta l’assegno familiare per nucleo di 3 persone ed usufruisco delle sole detrazioni di mia figlia, mentre quelle di mia moglie li recupero in sede di 730. Volevo sapere se è possibile rinunciare in busta anche alle detrazioni di mia figlia piccolissima e quindi priva di reddito personale per poterle recuperare poi nel 730, fermo restante il continuare a prendere l’ANF per 3 persone. Cosa ne pensa Lei? Grazie.

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli settembre 19, 2016

      Ciao Ernesto,
      per le detrazione è indifferente l’applicazione in busta paga o in sede di dichiarazione dei redditi. L’importo è identico. In dichiarazione devi comunque indicare la figlia a tuo carico.

      Rispondi
  141. Avatar
    Silvia luglio 19, 2016

    Buongiorno,

    Sono Silvia Bresciani,

    Dovrei aprire una pratica x la richiesta degli assegni familiari e x le detrazioni, ma,vorrei sapere cortesemente che documenti servono.

    Gli assegni li deve richiedere il mio compagno.
    Io ho un figlio di 15 anni riconosciuto solo da me ed ha il mio cognome, poi ho una bimba con il mio attuale compagno ed ha il suo cognome, abbiamo tutti la stessa residenza.

    X gli assegni dei due figli che documenti servono? Il mio compagno può prendere anche gli assegni di Daniele? Se si che documenti servono? Se no che cosa bisogna fare x poterli prendere?
    E x le detrazioni ci può mettere a carico tutti e tre?

    grazie

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli settembre 19, 2016

      Ciao Silvia,
      dal momento che la tua è una famiglia allargata, il consiglio è quello di rivolgerti ad un CAF, con dichiarazioni dei redditi alla mano, per verificare per chi fare domanda.

      Rispondi
  142. Avatar
    carmela luglio 20, 2016

    salve sono una ragazza madre di una bimba di 8 anni, attualmente sono dissocupata..posso richiedere gli assegni famigliari?ho un compagno(non siamo sposati) che lavora e non e’ il padre di mia figlia…chiedo se puo’ percepirli lui?

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli settembre 19, 2016

      Ciao Carmela,
      tu non puoi fare domanda, essendo disoccupata. Per quanto riguarda il tuo compagno farei analizzare la situazione da un consulente o da un CAF, ma temo non possa farne richiesta.

      Rispondi
  143. Avatar
    anna luglio 26, 2016

    Buonasera,
    io avrei una domanda riguardo gli assegni familiari di cui devo fare richiesta, mettendo la bimba che nascerà a mio carico. Presto io e il mio ragazzo inizieremo la procedura per diventare coppia di fatto, di conseguenza per il conteggio dell’assegno lui farà parte del nuleo fimiliare o no?

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli settembre 19, 2016

      Ciao Anna,
      penso proprio di sì.

      Rispondi
  144. Avatar
    Paolo luglio 27, 2016

    ciaooo… sono separato ed abbiamo l’affidamento al 50% dei figli come da omologa di separazione, io lavoro in ente locale e la mia ex moglie lavora come insegnante, è possibile richiedere l’assegno familiare al 50% io ed il 50% lei … spero di essermi spiegato…grz anticipatamente

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli settembre 19, 2016

      Ciao Paolo,
      Nel caso dell’affido condiviso i due ex coniugi dovranno decidere chi tra di loro potrà esercitare il diritto a richiedere l’assegno famigliare. In caso di disaccordo gli assegni spetteranno al genitore che convive con i figli.

      Rispondi
  145. Avatar
    Florentina luglio 27, 2016

    Salve! Ho compiuto 18 anni ad aprile e adesso sono incinta.(6 mesi e 4 giorni) . Non ho finito la scuola e non ho un lavoro . Il padre del bambino lavora pero appena riusciamo ad arrivare a fine mese. Comunque sono rumena e il bambino dovrà nascere a inizio novembre. Cosa posso fare per gli assegni familiari ??grazie mille

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli settembre 19, 2016

      Ciao Florentina,
      dovrà richiederli il padre del bambino facendo domanda al datore di lavoro o tramite CAF.

      Rispondi
  146. Avatar
    Sofia agosto 23, 2016

    Salve mi chiamo Sofia e sono rumena avrei bisogno di un consiglio …ho mia figlia di 9 anni che abita con me qua in Italia e va a scuola qua ..io lavoro con contratto di lavoro da più di 3 anni e non ho mai ricevuto gli assegni familiari ..la bambina ha il cognome di suo padree io non essendo mai stata sposata con lui …e non stiamo più insieme …se richiedo gli assegni per mia figlia mi servirebbe qualche firma sua…lui abita in Romania …grazie mille per tutto

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli settembre 19, 2016

      Ciao Sofia,
      il mio consiglio è quello di rivolgerti ad un CAF in modo da valutare bene la situazione e quale documentazione è necessaria.

      Rispondi
  147. Avatar
    Roberto agosto 30, 2016

    Buongiorno Dottoressa le espongo il mio caso.
    Sono divorziato e con lavoro dipendente a tempo determinato.
    Io e la mia ex moglie abbiamo l’affidamento condiviso di nostro figlio che vive con la madre.
    Gli assegni familiari non li ho mai percepiti perché spettano alla mia ex moglie in quanto il bambino vive con lei.
    La mia domanda è questa: Gli ANF spettano anche nel caso in cui la ex moglie sia un libero professionista con partita IVA ?
    grazie,
    cordiali saluti

    Rispondi
  148. Avatar
    Roberto agosto 30, 2016

    Buongiorno Dottoressa le espongo il mio caso.
    Sono divorziato e con lavoro dipendente a tempo determinato.
    Io e la mia ex moglie abbiamo l’affidamento condiviso di nostro figlio che vive con la madre.
    La mia domanda è questa: Gli ANF possono essere percepiti dalla mia ex moglie anche se è libera professionista con partita IVA?
    grazie
    cordiali saluti

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli settembre 19, 2016

      Ciao Roberto,
      gli assegni spettano soltanto se il 70% del reddito famigliare sono prodotti da lavoro dipendente.

      Rispondi
  149. Avatar
    Sofia agosto 30, 2016

    Salve, io sono mamma di due minori e sposata. Sono libera professionista iscritta alla gestione separata dal 2009 ma non ho mai richiesto alcun assegno per il nucleo familiare (non sapevo esistesse). Mio marito ha perso il lavoro da dipendente nel marzo 2014 e in busta percepiva ANF. Devo fare domanda solo dal marzo 2014 in poi oppure posso richiedere anche nel periodo in cui lui lavorava, visto che il reddito era comunque molto basso? (cioè si escludono a vicenda?). ….
    Grazie!
    Sofia, traduttrice freelance

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli settembre 19, 2016

      Ciao Sofia,
      purtroppo i lavoratori autonomi non hanno diritto all’ANF. Il 70% del reddito famigliare, infatti, deve derivare da lavoro dipendente.

      Rispondi
  150. Avatar
    Dima Mirela agosto 30, 2016

    Ciao.mi chiamo Mirela e sono rumena.Sono separata di 6 anni e divorziata di un anno e ho una figlia di 12 anni che sta a Romania e che la mantengo solo io .il padre no i da niente di 6 anni.io lavoro come badante in una famiglia di 5 anni.Vorrei sapere se ho diritto a l’assegno e se si che documenti mi servono per fare la domanda.Grazie

    Rispondi
  151. Avatar
    Vito Ignomeriello settembre 15, 2016

    Ciao,
    convivo con la mia compagna disoccupata e mia figlia, ricevo gli assegni familiari per la bambina ma non per la mia convivente perchè non siamo sposati. Vorrei sapere se con la nuova legge sulle “convivenze di fatto” si acquisisce anche il diritto agli assegni familiari per il convivente a carico.

    Rispondi
  152. Avatar
    Gianmarco settembre 15, 2016

    Buongiorno dottoressa,

    le espongo il mio caso. Ho appena avuto una bambina con la mia compagna, riconosciuta da entrambi. la mia compagna ha altri 3 figli con il suo ex marito. Per ora è separata legalmente, quasi divorziata. Il suo ex percepisce gli assegni familiari dei suoi 3 figli. Domanda, posso richiedere gli assegni familiari solo per mia figlia o anche per la mia compagna ? Non è possibile richiederla anche per i figli della mia compagna immagino… giusto ?

    grazie in anticipo… buona giornata

    Rispondi
  153. Avatar
    Michela Calculli settembre 19, 2016

    Ciao Mirella,
    dovresti averne diritto. Per fare domanda devi rivolgerti direttamente all’INPS oppure farla tramite CAF.

    Rispondi
    • Avatar
      salvatore settembre 23, 2016

      salve io sono disoccupato da 2 anni e la mia ex e stata decaduta dalla patria potesta. gli assegni fin ora li prende lei ma con la patria potesta decaduta ha ancora diritto ? non dovrei prenderli io ? grazie

      Rispondi
      • Avatar
        Michela Calculli novembre 28, 2016

        Ciao Salvatore,
        Gli assegni vengono percepiti dalla tua ex moglie, ma spettano a te in quanto genitore affidatario.

        Rispondi
  154. Avatar
    Raffaele settembre 21, 2016

    Buonasera dottoressa,
    ho una figlia di 5 mesi nata fuori dal matrimonio, io e la mia compagna viviamo insieme ma non siamo sposati. Vorrei sapere se lei ha diritto a chiedere gli assegni familiari.
    Grazie mille in anticipo per la risposta.

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli novembre 28, 2016

      Ciao Raffaele,
      se ci sono i presupposti reddituali certo, può farne richiesta.

      Rispondi
  155. Avatar
    Raffaele settembre 22, 2016

    Buongiorno Dottoressa,ho una figlia nata fuori dal matrimonio, io e la mia compagnia viviamo insieme ma non abbiamo avviato la pratica per diventare coppia di fatto. vorrei sapere se lei ha diritto a richiedere gli assegni familiari e se il mio reddito contribuisce o meno. grazie mille in anticipo

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli novembre 28, 2016

      Ciao Raffaele,
      come indicato nell’articolo “Nel caso di due genitori conviventi, e dunque non sposati, la circolare INPS n. 48/1992 chiarisce che è possibile richiedere gli assegni, ma il convivente non viene considerato tra i componenti del nucleo familiare. Inoltre i suo reddito non fa cumulo rispetto al reddito del genitore richiedente. In sostanza il genitore richiedente, risulta genitore single con figli.”

      Rispondi
  156. Avatar
    Viviana.. settembre 26, 2016

    Salve, vorrei sapere se io stranniera ,vedova con due figli minoreni a carico da 8 anni in italia ,con un lavoro partym vadante ..potrei avere dirito a qualcosa? Grazie…

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli novembre 28, 2016

      Ciao Viviana,
      certo, prendi appuntamento presso un CAF e fai domanda per gli assegni famigliari. Al CAF sapranno informarti anche sugli ulteriori aiuti che potrebbero spettarti. Un caro saluto.

      Rispondi
  157. Avatar
    Angelo Gaggiano settembre 27, 2016

    Sono un lavoratore in mobilità è ho una figlia unica all’università, volevo sapere se mi spetta l’assegno famigliare per lei e a chi mi devo rivolgere. Grazie di cuore.

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli novembre 28, 2016

      Ciao Angelo,
      purtroppo gli assegni famigliari non spettano per figli maggiorenni, a meno di non avere 4 o più figli.

      Rispondi
  158. Avatar
    Patricia ottobre 08, 2016

    Ho bisogno di una mano sono separata del padre de mia figlia eravamo solo convivente e lui percepiva del assegni familiari ma la bambina sta sul mio nucleo Como posso fare per prendere io l’assegno de mia figlia, visto che lui non mi passa quello che le aspetta aiutatemi perfavore. .

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli novembre 28, 2016

      Ciao Patricia,
      l’assegno spetta al genitore affidatario, ma nel tuo caso forse sarebbe meglio rivolgersi ad un avvocato. In bocca al lupo per tutto.

      Rispondi
  159. Avatar
    erika ottobre 11, 2016

    buongiorno sono la mamma di una bimba di 11 anni e di un bimbo di 2…la grande non è figlia del mio attuale convivente e il piccolo si…lui in busta paga prende l’assegno famigliare per il piccolo invece la grande è a carico di suo padre….la bimba vive con noi e io sono disoccupata e suo padre non mi passa niente per il suo mantenimento…vorrei sapere se ci fosse la possibilità di prenderla a carico io o il mio convivente per percepire noi gli assegni famigliari visto che la bimba è con noi…

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli novembre 28, 2016

      Ciao Erika,
      gli assegni famigliari spettano già legalmente a te anche se li prende il tuo ex marito. Gli assegni spettano infatti al genitore affidatario.

      Rispondi
  160. Avatar
    zagor ottobre 20, 2016

    Mi sto separando, sia io che mia moglie siamo dipendenti pubblici, io cat. c1 e quindi con stipendio piu’ basso, lei d3 quindi stipendio piu’ alto; abbiamo 2 figli uno di 20 e uno di 18 anni.
    Il grande sta’ gia’ facendo l’universita’ il minore ci andra’ il prossimo anno.
    Domanda ; gli assegni familiari a chi spetteranno quando la separazione sara’ ufficiale ?
    p.s. entrambi possediamo una casa di proprieta’ ciascuno
    Grazie per la risposta

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli novembre 28, 2016

      Ciao Zagor,
      essendo i figli entrambi maggiorenni, purtroppo gli assegni famigliari non vi spettano più, indipendentemente dalla separazione.

      Rispondi
  161. Avatar
    terry ottobre 25, 2016

    sono separata e ho un giglio minore , il giudice ha scritto che è pacifico il mio diritto ad ottenere dal datore del lavoro del mio ex marito la corresponsione degli importi dovuti a titolo di assegno per il nucleo familiare in base all’art.211 L.151/75, io ho un lavoro partime di 3 ore al giorno e non prenderei l’assegno per intero .posso richiedere comunque l’autorizzazione affinchè li possa prendere attraverso la busta paga del mio ex?

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli novembre 28, 2016

      Ciao Terry,
      certo, ti spettano di diritto.

      Rispondi
  162. Avatar
    Gianmarco novembre 03, 2016

    uongiorno dottoressa,
    le espongo il mio caso. Ho appena avuto una bambina con la mia compagna, riconosciuta da entrambi. la mia compagna ha altri 3 figli con il suo ex marito. Per ora è separata legalmente, quasi divorziata. Il suo ex percepisce gli assegni familiari dei suoi 3 figli. Domanda, posso richiedere gli assegni familiari solo per mia figlia o anche per la mia compagna ? Non è possibile richiederla anche per i figli della mia compagna immagino… giusto ?
    grazie in anticipo… buona giornata

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli novembre 28, 2016

      Ciao Gianmarco,
      al momento puoi richiederli soltanto per tua figlia. Per la tua compagna potrai chiederli solo se diventerà tua moglie, mentre per i suoi tre figli tutto dipende dall’affidamento.

      Rispondi
  163. Avatar
    silvia novembre 05, 2016

    Salve,
    sono una lavoratrice dipendente part-time ( 25,88 ore settimanali ) convivente con il mio compagno e una bambina, residente con i miei genitori.Ho ricevuto assegni famigliari nell’anno 2015 per il 2016 vorrebbe richiederli il mio compagno.Le risulta che sia possibile e ” conveniente ” considerato che sono part-time? Devo annullare la mia richiesta INPS perchè sia conviventi? Se si come? Cosa deve fare il mio compagno oltre a compilare il mod.ANF e consegnarlo al datore di lavoro? ( io nel 2016 non ho ricompilato mod.ANF quindi non percepisco più assegni da luglio).
    Grazie!Silvia

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli novembre 28, 2016

      Ciao Silvia,
      la domanda è annuale quindi non devi annullare alcunché. Semplicemente sarà il tuo compagno a fare domanda compilando gli appositi moduli.

      Rispondi
  164. Avatar
    Gaetano novembre 09, 2016

    Salve sono un lavoratore autonomo, da 3/4 anni, e ho un bimbo di 15 mesi, vorrei sapere se mi spettano anche a me assegni familiari

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli novembre 28, 2016

      Ciao Gaetano,
      purtroppo no, gli assegni famigliari spettano soltanto ai lavoratori dipendenti.

      Rispondi
  165. Avatar
    Angelito novembre 19, 2016

    Salve.
    Vorrei chiedere gentilmente.
    Ho un figlio di 23 anni universitario.
    volevo chiedere se possibile avere un sostegno come assegno familiare anche lui,essendo che io lavoro dipendente di un settore turismo.
    grazie infinite.

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli novembre 28, 2016

      Ciao Angelito,
      purtroppo no, con la maggiore età dei figli decade il diritto agli assegni famigliari.

      Rispondi
  166. Avatar
    valentina novembre 19, 2016

    buonasera io vorrei un informazione per poter capire delle cose allora noi siamo una coppia di ragazzi giovani che conviviamo senza figli e nn siamo sposati io so o disoccupata con reddito basso il mio compagno lavora vorrei capire se gli assegni familiari spettano anche a noi oppure no attendo una vostra risposta grazie

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli novembre 28, 2016

      Ciao Valentina,
      purtroppo gli assegni spettano esclusivamente per i coniugi e non anche per i conviventi.

      Rispondi
  167. Avatar
    valentina berni novembre 19, 2016

    buonasera io vorrei un informazione per poter capire noi siamo una coppia di ragazzi giovani che conviviamo nn abbiamo figli e nn siamo siamo sposati io so o disoccupata con reddito basso il mio compagno lavora vorrei capire se gli assegni famigliari ci spettano oppure no

    Rispondi
  168. Avatar
    Giulia novembre 20, 2016

    buonasera, io ho una situazione parecchio particolare. ho una figlia di 8 anni con un ragazzo col quale non sono mai stata sposata e col quale non ho mai convissuto. quando 3 anni fa ci siamo lasciati abbiamo fatto una scrittura privata per l’affidamento della bimba, e siamo giunti a pacifiche conclusioni. da aprile del 2016 sono uscita di casa e abito da sola con mia figlia, lui abita da solo in un’altro comune.
    ora sto facendo tutte le pratiche per gli assegni familiari arretrati. io posso prenderli dal 2013 (prima li ha presi mia madre). ci sono solo due brevi periodi (da gennaio ad agosto 2013 e da settembre 2014 ad aprile 2015) in cui posso richiederli e in più in quel periodo erano part-time con agenzie interinali.
    la mia domanda è questa: è vero che, siccome non siamo conviventi, non posso lasciare che il padre richieda gli assegni arretrati, ma sono obbligata a richiederli io per il periodo in cui ho lavorato? oppure posso, ad esempio, richiederli io fino ad agosto 2013 e poi lasciare che li prenda lui fino ad oggi compreso, rinunciando al periodo 2014/2015?
    attendo risposta.
    grazie
    giulia

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli novembre 28, 2016

      Ciao Giulia,
      potete stabilire di comune chi e per quando fare domanda per gli arretrati, anche perché mi pare di capire che non vi siano conflitti fra di voi.

      Rispondi
  169. Avatar
    valentina berni novembre 21, 2016

    buonasera vorrei un informazione noi siamo una coppia di conviventi aenza figli e nn siamo sposati io sono disoccupata e il mio compagno lavora vorrei sapere se gli assegni familiari spettano anche a noi oppure no

    Rispondi
  170. Avatar
    Antonio novembre 21, 2016

    Buongiorno dottoressa.
    Sono pensionato ed il mio nucleo familiare,fiscalmenteparlando,è di duepersone:io e mia moglie.
    Per l’anno 2016 il reddito sarà di € 19573,00 lordi (da pensione) oltre 4080(lordi) per disoccupazione
    di mia moglie,terminata ad agosto.
    Sono nella condizione di chiedere l’assegno per il nucleo familiare e da quando(1 gennaio 2017) e a quale tabella riferirsi?.
    Sono anche invalido civile al 67% anche se credo non c’entri nulla con le fasce di reddito.
    Grazie per la cortesia.

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli novembre 28, 2016

      Ciao Antonio,
      dovresti poterne fare domanda a partire dal 2017. Il mio consiglio è quello di rivolgerti ad un CAF con tutta la documentazione reddituale per capire meglio il da farsi, gli importi e le tempistiche.

      Rispondi
  171. Avatar
    ciro novembre 28, 2016

    ciao a tutti volevo sapere se è possibile fare richiesta dei 3 figli se ho presentato regolare domanda di separazione al tribunale e aspetto la sentenza..
    grazie mille

    Rispondi
  172. Avatar
    Roberto novembre 29, 2016

    Buon giorno.
    Volevo avere una delicidazione….
    Ho fatto regolare richiesta all’INPS per assegno familiare in quanto da Luglio 2015 mia figlia mi e’ stata affiata “affidamento esclusivo” dopo una decuncia, non sto’ a spiegarvi il tutto.
    Ora la mia domanda e’ stata respinta per ben due volte “perche’ NON residente”, la residenza non era stata richiesta in attesa del decreto definitivo del Giudice.
    Ora leggendo, vedo che l’assegno aspetta anche a chi NON convive con il richiedente dell’assegno (se non convivente credo possa essere anche non residente).
    Ora per dopo la sentenza definitiva del giudice ho fatto la residenza e richiesto l’assegno che sicuramente (almeno spero) mi verrà concesso, ma non potro’ richiedere gli arretrati.
    Mia figlia dal Luglio 2015 e’ stata con me, ed e’ andata a scuola nella mia città.
    Come mi devo comportare ?
    Grazie

    Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*