Estate, non dimenticatevi dei vostri animali: alcuni consigli

abbandono animali

Negli ultimi anni possedere un animale di compagnia è diventato un fenomeno sociale, con tutti i suoi aspetti positivi e negativi. Il cane resta il miglior amico dell’uomo per antonomasia: il 55,6% degli italiani ne ha accolto uno in casa, ma molto spesso è un affetto che dimentichiamo di ricambiare. Sono quasi 6 milioni gli animali registrati all’anagrafe nazionale, molti di più quelli presenti sul territorio, ma in estate il “fenomeno abbandono” torna inesorabilmente a far notizia.

La Lega antivivisezione (L.A.V.) parlano di circa 130 mila abbandono animali denunciati ogni anno, numeri che crescono del 10% estate dopo estate, che nell’80% dei casi muore lungo le strade per mancanza di cibo, acqua o causa incidente. Un fenomeno che mette in pericolo la vita di tanti animali, ma anche di automobilisti. Dal 1° luglio l’Ente Nazionale Protezione Animali (ENPA) metterà a disposizione un numero verde (800. 137.079), attivo 24h al giorno fino al 31 agosto, a cui sarà possibile segnalare sia episodi di abbandono che di presenza di animali vaganti lungo le carreggiate. Gli operatori inoltreranno, in modo tempestivo e dettagliato, tutte le informazioni necessarie del caso alla centrale operativa competente della Polizia Stradale.

In due anni gli incidenti che hanno visto coinvolto un animale abbandonato sono cresciuti del 6%, passando dai 1.425 casi del 2010 ai 1.512 del 2012, anche se l’abbandono di un animale è un reato che può essere punito con l’arresto fino a un anno e con un’ammenda massima di 10 mila euro. Anche il maltrattamento è un reato e dimenticare il vostro cane in auto, anche solo per distrazione, può costarvi caro ma a rimetterci davvero sarà il vostro cucciolo.

Viaggiare con un animale in auto non richiede solo il rispetto delle normative vigenti per il trasporto degli animali, ma in particolar modo attenzione e cura. Nel periodo estivo, la calura che sfianca gli umani viene percepita maggiormente dai cani/gatti che hanno già una temperatura corporea più alta. Garantendo un riparo fresco, ventilato, con acqua e cibo leggero, eviterete sofferenze al vostro animale durate il viaggio in auto. L’ENPA ha pubblicato una piccola guida, da tener sempre presente anche quando non fa caldissimo, per garantire un’estate serena agli amici a quattro zampe.

  • Allontanandosi dalla vettura mai lasciare un animale incustodito all’interno dell’abitacolo dove la temperatura, che può raggiungere i 70°C in pochissimo tempo, condannerebbero a morte certa l’animale.
  • In caso di ipertermia dell’animale – difficoltà a respirare, la pelle scotta o barcolla quando si muove – è importante abbassare la temperatura bagnando con acqua fresca. Collocare dei siberini o pacchetti di ghiaccio, coprendoli con del tessuto, nell’interno coscia dell’animale per accelerare il processo.
  • Proteggere gli animali dalla luce diretta del sole, anche con l’ausilio di creme solari idonee, e non costringerli a lunghe passeggiate/spostamenti nelle ore più calde della giornata.

Adoperando gli stessi accorgimenti usati per i vostri figli renderete l’estate migliore anche per il vostro amico a quattro zampe.

Francesco Del Franco

Social media specialist, community manager, consumatore di cultura audio-video-testuale. Vede la comunicazione in ogni prodotto, parola, gesto e gli piace osservare e scrivere di quelle accezioni sempre un po’ nascoste.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*