Estate con gli animali: prendersi cura degli amici a quattro zampe!

Estate con gli animali

Estate con animali: è arrivato il momento, anche per gli amici animali che abitano con noi. Quel penoso momento in cui la pigrizia e la scarsa responsabilità degli umani nei confronti degli animali domestici tocca il fondo mettendo in pericolo la vita dei cuccioli che magari convivono con noi da mesi, ma non solo. Sì perché non ci si stancherà mai di dirlo, ma un animale abbandonato può essere la potenziale causa di incidenti stradali dalle conseguenze, anche mortali.

E allora prima di pensare con leggerezza all’abbandono, vediamo quali possono essere le azioni corrette da porre in essere quando si avvicinano le vacanze.

Portalo con te

Gli animali domestici possono seguirci ovunque. Basta scegliere la destinazione e contattare la struttura turistica selezionata per capire se sono in grado di accogliere gli animali domestici. Fortunatamente sono sempre di più gli alberghi, gli agriturismi, i campeggi e le spiagge che non solo accettano gli animali domestici, ma sono anche pet-friendly, con aree dedicate ai nostri amici e personale preparato. Non si dice spesso del proprio cane “è come uno di famiglia”?

Ovviamente bisogna arrivarci in un luogo di villeggiatura. È allora è opportuno sapere che i nostri compagni di vita a quattro zampe possono prendere praticamente qualsiasi mezzo di trasporto e possono anche accompagnarci all’estero. È ovviamente opportuno informarsi presso la compagnia di trasporto prescelta delle regole da rispettare e bisogna anche sapere quali sono le profilassi da seguire e i documenti necessari per i viaggi all’estero. In nostro aiuto la pagina dedicata della Polizia di Stato.

<<Clicca qui e TWITTALO>>
I vostri animali domestici possono venire con voi, ovunque via @6sicuro

Trovagli una sistemazione in città

Il gatto patisce la gabbia e il viaggio, portare con sé il cane è troppo complicato, il luogo di vacanza non ha strutture ricettive che accolgano gli animali. Può capitare, ma anche in questo caso ci sono delle soluzioni pratiche.
Innanzitutto si può attivare la propria rete di conoscenze. Perché non organizzarsi su turni estivi con tutti gli amici del parco conosciuti quando si porta a spasso il cane? Il piano-ferie dei giardinetti che funge da mutuo-soccorso anti abbandono. E la vicina così gentile che adora il nostro coniglietto da compagnia ed è anche ricambiata? Alle volte basta chiedere. I gatti poi stanno bene a casa loro, anche da soli, magari un parente o un vicino che vada ad aprirgli la scatoletta e a dare una controllatina si può trovare.
Se manca tutto questo ci sono le soluzioni a pagamento, le pensioni per animali domestici, ma attenzione, devono essere strutture referenziate (anche in questo caso due chiacchiera ai giardinetti potrebbero essere utili), per non ritrovare al vostro ritorno un animale domestico triste e denutrito.

Puoi darlo in adozione

Magari le vacanze sono solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Forse in un anno di convivenza avete scoperto di non essere adatti l’uno per l’altro, sono emerse gravi allergie in famiglia, è nato un bambino e avete capito che state trascurando troppo il vostro animale domestico causandogli delle sofferenze.
E allora si può decidere di dare il proprio cane, gatto, coniglio, furetto ecc. in adozione. Bisogna contattare le associazioni nazionali o locali di protezione animali che anche di questo si occupano ed essere sinceri. Nessuno vi farà il processo alle intenzioni, anzi.

<<Clicca qui e TWITTALO>>
Sapevi che puoi dare in adozione il tuo animale domestico? via @6sicuro

Informazioni utili

Se avvistate animali abbandonati e/o in pericolo, il numero di telefono da comporre è 800.253.608, risponderà il Comando dei Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente. Sarebbe opportuno memorizzare questo numero sul proprio cellulare in modo da essere preparati in caso di emergenza.
L’intervento del Comando dei Carabinieri può essere sollecitato anche attraverso indirizzo e-mail: cctass@carabinieri.it allegando un eventuale documentazione fotografica.

Michela Calculli

Dagli studi professionali tra Milano e Torino al blog personale, passando per un'esperienza televisiva che ha segnato la svolta. Tre grandi passioni: la scrittura, il fisco, la semplicità. Sempre in equilibrio tra famiglia e professione tra comunicazione e aggiornamento fiscale.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*