Nel presente sito 6sicuro fa uso di cookies al fine di fornire una migliore esperienza di navigazione all'utente. Potrebbero essere presenti, inoltre, cookies di terze parti. Continuando a navigare nel sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi l'informativa .
Confronta Gratis le Migliori Assicurazioni Online
6sicuro > Blog > Consigli per risparmiare > Canone RAI: come disdire o chiedere l’esenzione
Confronta 18 assicurazioni

Canone RAI: come disdire o chiedere l’esenzione

28 gennaio 2014 | In: Consigli per risparmiare |

canone RAI

Canone RAI

Il canone televisivo italiano, più comunemente noto come canone RAI, è un’imposta sulla detenzione di apparecchiature abilitati alla ricezione di radioaudizioni televisivi nazionali. Quindi è una tassa sul possesso di qualsiasi dispositivo capace di ricevere un segnale radiotelevisivo, non sull’utilizzo o meno dell’emittente televisivo come potrebbe indurre a pensare il nome con cui è conosciuta l’imposta, Praticamente come il famigerato bollo auto.

Quando Pagare?

Entro il 31 gennaio bisogna pagare 113,50€ per il canone TV. Quest’anno non c’è stato nessun aumento della tassa, come è accaduto per il 2013, ed è sempre possibile richiedere la rateizzazione del canone TV in due o quattro mesi. Conviene pagare entro la data di scadenza per non esser soggetti a sanzioni amministrative che aumentano gradualmente nel tempo.
Attenzione, circola in rete una falsa abolizione prevista dalla Corte Europea

Esenzione e Rimborso del canone RAI

I cittadini italiani possono richiedere l’esenzione, presentando domanda, direttamente all’Agenzia dell’Entrate. La domanda, accompagnata da un documento di riconoscimento, costituisce dichiarazione sostitutiva e attesta il possesso dei requisiti minimi necessari all’esenzione del pagamento del canone RAI. I soggetti che possono beneficiare dell’esenzione devono avere i seguenti requisiti:

  • Aver compiuto almeno 75 anni di età;
  • possedere un reddito che, unitamente a quello del coniuge, non sia superiore a 6.713,98€ nell’anno d’imposta antecedente a quello per il quale viene richiesta l’esenzione/rimborso.
  • di non convivere con altre persone diverse dal coniuge, titolari di reddito proprio.

L’agevolazione è prevista solo per il canone ordinario: non è possibile richiederla nel caso in cui l’apparecchio sia ubicato in un luogo diverso da quello di residenza. Una volta ottenuta l’esenzione, negli anni successivi non è necessario presentare nuovamente la dichiarazione se le condizioni di esenzione permangono. Perdendo i requisisti necessari all’esenzione il soggetto dovrà versare spontaneamente la quota prevista per il canone.
Ecco la pagina dedicata del’Agenzia delle Entrate

Canone RAI: come disdire o chiedere l’esenzione

Disdetta del canone RAI

Al verificarsi di determinate situazioni, il contribuente può richiedere regolare disdetta del canone RAI all’Agenzia delle Entrare. La disdetta può essere richiesta se:

  • il contribuente cede a terzi tutti gli apparecchi capaci di ricevere radioaudizioni nitidamente e fornisce i dati (generalità e residenza) del nuovo detentore;
  • il contribuente comunica di non possedere nessuno apparecchio (es. furto, rottamazione, incendio) fornendo comunicazione dettagliata;
  • il contribuente richiede il suggelamento degli apparecchi, ovvero richiede di rendere inutilizzabili i dispositivi attraverso la chiusura in appositi involucri.

Questi sono gli unici casi in cui contribuente italiano è libero di non pagare il canone RAI.
Per sapere a chi inviare la richiesta, utilizzate questa pagina

Canone RAI: come disdire o chiedere l’esenzioneCanone TV: come disdire o chiedere l’esenzione http://bit.ly/1e4Dxei via @6sicuro

PC, Tablet, Smartphone e Google Glass: il futuro del canone Rai

Le cose stanno cambiando velocemente e la normativa italiana che regolamenta il canone, come accade sempre più spesso, sembra non essere al passo coi tempi. Oggi la TV ha perso quel valore di “focolare domestico” diventando un medium personale, la fruizione è molto più dinamica ed avviene attraverso più dispositivi. Computer, tablet, smartphone e tutto ciò che arriverà nell’immediato futuro (es. Google Glass) permettono agli utenti di accedere ai contenuti televisivi senza utilizzare un’apparecchiatura nativamente programmata a ricevere radioaudizioni, quindi tassabile. Le cose cambieranno, è inevitabile.

Probabilmente presto pagheremo il “canone Rai” per pc, tablet, smartphone, etc. perché i valori del televisore si svincolano dal supporto per approdare su queste apparecchiature, un processo graduale che porterà quasi sicuramente ad un nuovo aggiornamento dei criteri di applicazione della tassa.

nota

avatar

Responsabile Marketing di 6sicuro dal 2011, Salvatore ha un grande know-how di programmazione, progettazione, sviluppo e comunicazione, tutte passioni ed esperienze che ha messo al servizio di importanti portali e piattaforme web italiane. È il coordinatore generale e il principale punto di riferimento dell’intera squadra di blogger, tecnici, grafici e giornalisti che scrivono per 6sicuro.

Commenti Facebook
78 Commenti
  1. avatar

    Dott.Russo buongiorno,la mia domanda é questa: ma se io voglio usare solamente i canali fininvest o sky dovrò pur avere un apparecchio che mi trasmette immagini(quindi tv),come faccio a dimostrare che non guardo i programmi rai? Grazie per la sua disponibilità, le auguro una buona giornata e un buon lavoro,Fulvio Bocchese.

    • avatar

      Ciao Fulvio,
      come scritto nell’articolo, il canone TV è un’imposta sul possesso di una televisione, quindi non interessa se poi la si usa come insalatiera oppure si guarda solo Fox Crime.

  2. avatar

    Perche’ scrivete certe cavolate?Almeno accertatevi di cio’ che scrivete! Google occhiali serve x vedere la tv?Certo se sei miope o con problemi di vista ok!Fate i seri e risparmiatevi certe boiate!

    • avatar

      Ciao Lele,
      è vero oggi Google Glass non permette di vedere la TV, ma nel futuro? Era un’ipotesi di come potrebbe evolversi la fruizione della tv e relativa imposta.
      Non capirò mai, mai, perché qualcuno dovrebbe usare questo tipo di tono per commentare un articolo.

  3. avatar

    E’ arrivato il canone da pagare in un appartamento vuoto dove ancora non sono andato ad abitare :come mi devo comportare ed a chi dirlo ?Fino ad ora ho solo trasferito la mia residenza . Grazie

  4. avatar

    Quando un articolo viene redatto è buona norma che contenga informazioni veritiere e non metta ansia a chi lo legge (almeno che non sia creato per quello…). Dire che si pagherà il canone su tablet, smartphon etc.. è un emerita cretineria, dato che, in se stessi, tali apparecchi non sono abilitati alla ricezione dei canali TV attraverso il sistema radiotelevisivo.

  5. avatar

    Dott. Russo… Mio padre è deceduto ad agosto 2012 e a gennaio 2013 ho inviato raccomandata con allegato certificato di morte di mio padre… la mia domanda è questa: com’è possibile che continuano anche quest’anno a chiedermi (a nome di mio padre ovviamente) il pagamento del canone? cosa mi consigliate per trovare un po di pace? grazie.

  6. avatar

    Buon giorno.
    Saranno un paio di anni (da quando è attivato il Digitale Terrestre) che non vediamo i canali RAI o meglio quando fuori piove o è umido qualcosina vediamo!
    Mi dice se è giusto che io continui a pagare il Canone RAI se la RAI non offre un Servizio adeguato?
    Prevedo la Sua risposta (tassa sul possesso, ecc…),allora cambiamogli nome e utilizziamo l’importo del Canone per altri scopi e non per pagare i lauti stipendi dei soliti giornalisti/show girl-men/presentatori vari (SEMPRE i SOLITI tra l’altro!!!).

  7. avatar

    Quindi, ipotizziamo che acquisti un robot da cucina con la connessione internet in quanto dotato di piccolo schermo per visualizzare le ricette scaricate: dovrò pagare il canone TV per il robot da cucina…
    Penso che il canone dovrebbe proprio essere relativo al Servizio Pubblico (Lo chiamano ancora tutti così anche gli addetti)e non una tassa di possesso ma un servizio potrei sceglierlo tra i vari operatori e, vista la qualità offerta, la RAI chiuderebbe.
    All’estero come funziona?
    Grazie

  8. avatar

    Perchè per i vigliacchi è molto facile ripararsi dietro uno schermo e una tastiera. Questa è gente che nella vita reale non riesce neanche a guardarti negli occhi mentre ci parli. Bisogna solo compatirli Salvatore, tutto qui

  9. avatar

    Buongiorno, lo scorso anno ho acquistato un immobile e preso la residenza. Non ho tv o similari di mia proprietà . Ad inizio anno mi è arrivata una lettera ( posta ordinaria ) dove mi si chiede di pagare il canone Rai. Su Che basi è legittimo chiedere tale cosa? Sono fuori per parecchie settimane al mese x lavoro, è normale ricevere una lettera x posta ordinaria non rintracciabile in caso di smarrimento o non avvenuta consegna? Le chiedo come posso fare per non pagare quanto attualmente non mi è dovuto di canone Rai. grazie

  10. avatar

    Se io dovessi regalare la mia televisione ed uno stereo ad una mia ex badante che non mai avuto in regola perchè era senza permesso di soggiorno che ora si sta traferendo in Russia perchè c’e poco lavoro ho fotocopia del passaporto Russo, posso essere esonerato nel pagamento del canone tv e radio

  11. avatar

    Signor S. Russo ; a luglio 2013 mia madre è deceduta , il canone è intestato a mio padre deceduto nel 1981. la TV è stata gettata, come posso disdire l abbonamento. L appartamento attualmente non é abbitato. Grazie R.Di Cesare.

    • avatar

      Ciao Roberto,
      seguendo il link dell’articolo, avresti trovato:
      La disdetta deve essere inviata a mezzo raccomandata Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio territoriale di Torino 1 Sportello S.A.T. Casella postale 22 – 10121 Torino (To)
      (art. 10 R.D.L. 21.2.1938 n. 246)
      Anche in questo caso, successivamente all’invio della raccomandata, lo Sportello S.A.T. invierà al contribuente un modulo di dichiarazione integrativa della disdetta che dovrà essere debitamente compilato, anche con l’indicazione del tipo/i di apparecchio/i detenuti, firmato e restituito per la definizione completa della richiesta di annullamento.

  12. avatar

    IL CANONE RAI E’ TROPPO ALTO ED IN PIU’ TRASMETTE PUBBLICITA’ ALLO STESSO MODO DELLE TV PRIVATE MEDIASET ED ALTRE; IL SUCCO DEL DISCORSO E’ CHE DI SOLDI CE NE SONO SEMPRE MENO ED IO HO BISOGNO DI RISPARMIARE ANCHE QUEI 113,50 EURO CHE PER ME SONO SOLO UNA SPESA SUPERFLUA; IN SINTESI E’ MEGLIO PER TUTTI I CITTADINI ITALIANI CHE LA RAI VENGA PRIVATIZZATA E PAGATA SOLO CON LA PUBBLICITA’. INOLTRE RISPETTO ALLA RAI PREFERISCO MOLTO DI PIU’ LA7 CHE E’ PRIVATA, NON PAGO NESSUN CANONE E OFFRE PROGRAMMI TV VERAMENTE APERTI E SENZA NESSUN VINCOLO POLITICO.

  13. avatar

    Io credo che la questione “canone RAI” sarebbe davvero da portare all’attenzione della Corte Europea.
    Più che altro per una grande contraddizione che esiste da parecchi decenni.
    Si chiama “CANONE RAI” o si chiama “TASSA DI POSSESSO”? Perché dubito che una tassa possa avere 2 nomi e 2 differenti tipologie di utilizzo.
    Sarebbe come dire che il “BOLLO AUTO” si chiama “CANONE FIAT”. Ma io guido una Hyundai.
    Il Bollo Auto non lo incassa la FIAT…. Perché la Tassa di possesso la incassa la RAI?
    RAI a tutti gli effetti è un’azienda commerciale e vive anche delle vendite di spazi pubblicitari, spot che interrompono la visione del programma in corso (violazione del contratto di “Canone RAI” originale).
    Se poi si vuole a tutti i costi farlo passare per una “TASSA DI POSSESSO” sarebbe quantomeno opinabile che TUTTE le aziende radiotelevisive, chiedessero il pagamento della suddetta TASSA, grazie alla quale è nell’interesse di tutti continuare ad usufruire dei servizi ricevuti… invece le uniche reti che chiedono questo sono le reti RAI. E lo chiamano appunto col nome di “CANONE RAI”.
    Se un canone dev’essere, allora per la mia libertà, devo poter scegliere di avere/non avere il servizio per cui mi iscrivo/disiscrivo e quindi pagare/non pagare. Sta a loro eventualmente dare/non dare l’accesso alle loro reti.
    Parlando proprio di come si evolve la tecnologia, non ditemi che nell’era del DVB-T non sarebbe facile “chiudere” la visione ai canali per cui non paghi (lo fanno già in tanti).
    Potremmo fare un paragone con la cara vecchia “Tassa di concessione governativa” che si pagava nei primi anni 90 per poter utilizzare i telefoni cellulari su rete TACS. Se tali telefonate le avessimo fatte con Skype (nuova tecnologia) non avremmo dovuto pagarla. Ma avremmo telefonato ugualmente.
    Ora mi chiedo….. Quante eresie ho scritto? Dove il mio ragionamento è errato?
    Ti prego Dott. Salvatore… Dimmelo tu…..
    (comunque l’idea di sottoporre il quesito alla Corte Europea mi solletica parecchio, i costi un po’ meno…)

  14. avatar

    cablate una bella rete LAN in casa e guardate la TV in streaming !!! e il canone RAI NON LO PAGATE ;-) …. P.S. IMPORTANTE : non comprate un monitor che fa anche da TV ovviamente perchè altrimenti la tassa la pagate lo stesso :-D

  15. avatar

    salve,
    ma se modifico la tv e tolgo il ricevitore di segnale lasciando solo l`ingresso HDMI per guardare i film da pc/dvd etc o per giocare videogames… ?

  16. avatar

    Salve, volevo sottolineare un punto, cioé il canone rai non si paga se non si detiene alcuna apparecchiatura, anche al di fuori del furto, rottamazione ed incendio. Noi tutti paghiamo il bollo auto perché possediamo un’auto, ma questo ne consegue dal fatto che ogni auto ha un certificato di proprietà. Io vorrei sapere con quale preconcetto l’Agenzia delle Entrate dichiara che ognuno di noi possiede un televisore, potrebbe essere vero ma come lo si dimostra? L’Agenzia delle Entrate deve smettere di avere la presunzione che in ogni abitazione debba obbligatoriamente esservi un apparecchio radiotelevisivo. Che si crei il certificato di proprietà per le tv e poi ne riparliamo.

  17. avatar

    Vivendo in questi giorni in America ho scoperto che non si paga il canone alla televisione. La mia domanda e’ PERCHE’ IN AMERICA NO E IN ITALIA SI? Chi si e’ inventato la “Tassa di possesso”. In America sono piu’ stupidi? Ci sono i vari abbonamenti, che comprendono sia TV locali, Nazionali, e a pagamento, con un decoder unico. In Italia dobbiamo riempire la casa di decoder per vedere il terrestre, satellitare (SKY), satelitare (TV SAT)free e terrestre Premium. E’ da pazzi. Perche’, poi pagare un canone alla Rai, che con 14 canali non vediamo nulla di nuovo, solo cose viste e riviste che gli altri gia’ fanno vedere. Se e’ una tassa di possesso si divida il canone fra tutte le TV in base al loro bacino di auditel. Uppure si elimini il canone inserendo piu’ pubblicita’, come avviene in paesi dove il canone non si paga. Ultima cosa, si faccia un decoder unico, eliminando l’esclusivita’ di calcio sia nazionale che europeo, come qui in America, chi vuole puo’ trasmettere i vari eventi sportive e qui di eventi ce ne sono, non come in Italia che esiste solo il calcio.

  18. avatar

    Poi siamo seri la Rai non e’ piu’ quella di 40/50 anni fa, dove era padrona, e si vedevano molte cose che oggi se non ti abboni non vedi, champions, moto, F1, Campionato calcio, ecc. Il ministro delle telecomunicazione si faccia una vacanza qui in America e veda come e’ strutturato il sistema televisivo Americano.

  19. avatar

    La domanda a cui nessuno sa rispondere e’ la seguente: se io ho un tv SENZA decoder integrato devo pagare ii canone?

    La norma parla di apparecchio atto a ricevere il segnale radiotelevisivo ed un tv senza dt in realta’ non lo e’

  20. avatar

    Quindi in teoria, se il canone è una tassa sul possesso della TV, basta collegare il decoder SKY ad un monitor per PC e non è più necessario pagare il canone?
    Naturalmente parlo di monitor senza ingresso per antenna TV.
    Grazie in anticipo per la risposta

  21. avatar

    Sentivo dire che suggellare il proprio televisore era l’unica strada per liberarsi da questo odioso balzello richiesto con prepotenza dal nostro avido stato e che tanto, a richiesta inoltrata, nessuno verrà poi in casa a inserire il televisore in un apposito involucro. Non so se risponda a vero ma certo cè he la pacchia finirà quando ci imporranno di pagare il canone anche sui device elettronici…

  22. avatar

    Si obbliga a pagare una tassa ingiusta visto ke siamo in mondo di libero commercio, se una persona nonvuole seguire I programmi rai non vedo il motivo x cui sono obbligato a pagarlo quando la rai incassa danaro dalla pubblicita. Se siamo in un paese libero perche non posso sceglire quale programma seguire. Come al solito la casta la fa da padrona ……una desolazione chiamata sistema italia…..

  23. avatar

    x quando arivera l^imposta x possesso del letto, armadio, sulla carta igienica? perche dobiamo pagare dei programi che non li vogliamo? se metono i programi a pagamento come i canali Premium scometo che chiudono la baraca!

  24. avatar

    Buongiorno Dott Russo
    Parliamo di Esenzione e Rimborso canone rai
    Le chiedo cosa si intende x reddito complessivo non superiore a 6.713,98 euro (netti o lordi) x ottenere l’esenzione canone rai
    Mi scusi che le chiedo cose ovvie
    Nel ringraziarla saluto
    Pierluigi

  25. avatar

    Io ho da tempo una domanda in testa. Io lavoro con video e me ne intendo. Per vedere SKY io potrei usare uno schermo di pc, magari con un convertitore RCA-VGA, così non avrei una tv capace di ricevere segnale radiotelevisiva. Dovrebbe lo stesso pagare il canone. C’è un modo di dimostrare questo? La ringrazio Sig Russo

  26. avatar

    gentile dott. chi come noi ha un disabile totale in carico (figlio o coniuge)ed essendo pensionato/a non ha diritto a esenzione o piuttosto un riduzione del canone tv? oltretutto da quando è entrato in vigore il digitale spesso non si vede nulla sulle reti RAI. grazie

  27. avatar

    Ciao a tutti…vivo in Spagna da molti anni e qui nn si paga nessun canone…in più da qualche anno anche le prime reti Spagnole tipo Rai hanno tolto le pubblicità nei film per le lamentele dei telespettatori….giustamente dicevano che essendo una rete nazionale è quindi sovvenzionata dallo Stato Spagnolo era illegittimo che avessero anche altre entrate economiche derivate dalla pubblicità …..adesso quando vedo un film é veramente una bellezza……mentre le reti private arrivano ad emettere fino a 10 minuti di pubblicità ininterrottamente ….( facendo zapping riesci a vedere quasi tutti i film che trasmettono tra una pubblicità e l’altra ) VERGOGNOSO….

  28. avatar

    Ottima osservazione Daniele, hai acutezza giuridica… infatti è vero che l’Agenzia Entrate non ha alcun diritto di presumere che noi possediamo una TV, lo deve dimostrare!!

  29. avatar

    Buongiorno dott. Russo,
    Lo scorso anno ho ricevuto per la prima volta il bollettino per pagare il canone, su consiglio di vari amici l’ho cestinato in quanto non posseggo un televisore perché nell’appartamento in questione ho solo la residenza. Quest’ anno ho ricevuto nuovamente il bollettino(sempre posta ordinaria) e mi sono chiesto se sia meglio mandare una raccomandata alla rai dichiarando di non possedere una tv oppure non possedendola non sono obbligato a chiarire la mia posizione con nessuno.
    Grazie mille per la sua disponibilità.

    • avatar

      Ciao Tommaso,
      rispondo a te e ad altri lettori che hanno fatto una domanda molto simile.
      Quelle comunicazioni sono inviate un po’ a tutti, si va per deduzione.. dove c’è casa… c’è TV…
      Potresti semplicemente ignorare il bollettino, sei nella ragione, non hai la TV, se insistono con solleciti ti conviene inviare una risposta indicando che non disponi di una tv.
      ADUC in merito ha scritto una interessante guida Canone RAI

  30. avatar

    buon giorno…
    vorrei sapere se, non avendo mai posseduto un apparecchio televisivo, e non avendo mai pagato la tassa, nonostante arrivi ogni anno il bollettino, incorro in qualche sanzione…. non ho 75 anni, e non posseggo reddito…
    grazie x l’attenzione

  31. avatar

    Concordo pienamente con Michelino (29 gennaio): anche io ho fatto lo stesso ragionamento, che non trovo assolutamente peregrino!!
    Se imporranno una tassa sui dispositivi elettronici, credo che si potranno verificare due cose:
    1) nessuno o quasi pagherà la tassa
    2) il mercato dei dispositivi elettronici crollerà…
    E comunque rimane la fondatezza del ragionamento esposto da Michelino…

  32. avatar

    Volevo cortesemente sapere come funziona il discorso relativo al canone Rai in caso di decesso dell’intestatario dell’abbonamento.

    • avatar

      Ciao Daniela,
      in caso di decesso dell’intestatario, gli eredi possono richiedere la variazione di intestazione a nome di un erede oppure la chiusura dell’abbonamento indicando il luogo e la data (gg/mm/aa) del decesso.
      La comunicazione va inviata con lettera raccomandata al seguente indirizzo:

      Agenzia delle Entrate
      Direzione Provinciale I di Torino
      Ufficio territoriale di Torino 1
      Sportello S.A.T.
      Casella postale 22 – 10121 Torino (To)

  33. avatar

    Ciao doc
    la mia famiglia viveva in una casa intestata solo a mia moglie e pagavamo il canone “a nome suo”.
    Abbiamo cambiato residenza andando a vivere in una casa intestata solo a me, la precedente casa è in affitto quindi con un altro residente.
    Ora è arrivato il bollettino relativo alla casa precedente a nome di mia moglie: paghiamo poi comunicheremo il cambio residenza? Oppure dovrò avere un altro abbonamento a nome mio relativo alla nuova casa?
    Ho già scritto sul portale canone.rai.it ma ancora non ho avuto risposte.

    Grazie

  34. avatar

    Mi serviva un’informazione: Mio suocero era titolare di abbonamento tv; poichè purtroppo è venuto a mancare qulache giorno fa, precisamente il 17 gennaio, i figli non conviventi,come devono comportarsi con l’abbonamento, lod evono pagare oppure si può chiedere la cancellazione dell’abbonamento per sopravvenuta morte? La ringrazio per la gentile risposta che vorrà darmi,
    Saluti
    Santo Sapia

  35. avatar

    salve, vorrei capire alcune cose e porre alcune domande.
    Se la prima domanda la risposta è SI di conseguenza esclude la seconda domanda.
    La legge recita cosi:
    L’obbligo al pagamento del canone tv, secondo quanto disposto dall’Art. 1 del R.D.L. del 21/02/1938 n. 246, sorge a seguito della detenzione di uno o piu’ apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive indipendentemente dalla qualita’ o dalla quantita’ del relativo utilizzo (Sentenza costituzionale 12/5/1988 n. 535 – Sentenza cassazione 3/8/1993 n.8549).

    1^ domanda – Ma se ho soltanto l’antenna installata e non posseggo nessun apparecchio tv o simili, adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive, devo pagare il canone?

    2^ domanda – Se mio fratello paga il canone regolarmente nella sua residenza Es. via roma n°3 e viene a casa mia (in via G. matteotti 6) una volta a settimana con il suo telivisore, a vedere la tv e si allaccia alla mia antenna devo pagare il canone?

  36. avatar

    Rottamo il mio vecchio tv perché non avevo i 50 euro per poter installare il decoder . ho una pensione da 700 euro al mese dopo 46 anni di lavoro . grazie a amato e poi a monti . vado ad abitare con mia sorella che paga il canone anche se non vede la tv perché è quasi cieca . orbene la rottamazione avviene legalmente , spedisco alla agenzia di torino tutti i documenti e chiedo la cessazione del canone in quanto lo pagheremmo in due per lo stesso apparecchio . mi arriva dopo tre anni una cartella esattoriale pari alla mia pensione e mia sorella mi dice di pagare e poi tornare a scrivere a torino . credetemi insistono a mandarmi la lettera che debbo pagare . ora non solo mami hanno anche insultata , già perché il documento timbrato dalla cooperativa che ha effettuato la rottamazione , per loro non è valido . io e mia sorella abbiamo lo stesso cognome , e abitiamo a novara nello stesso appartamento . ma si sa la rai è formata da ….. .scusate i termini ma sono adirata al massimo . mi firmo PERITI LUCIANA

  37. avatar

    la rai mi chiede il pagamento del canone dal 2008 al 2010, euro 500 e poi mi aspetto gli altri anni. tra l’altro ho acquistato questa casa ma non ci vivo per motivi di lavoro, solo nei week end. mi danno 120 giorni e poi si passa al fermo amministrativo dicono. potrei avere un consiglio per favore, rischio anche l’ipoteca per questi importi che attualmente mi e’ difficilissimo pagare perche’ lavoro poco ed il reddito e basso?? grazie

  38. avatar

    ho la figlia che non ha reddito in quanto non trova lavoro e ha due figli piccoli . H o letto che chi non supera un certo reddito non e’ tenuto a pagare il canone rai. Visto che l’anno scorso ha dovuto pagarlo mi sapete dire se quest’,anno puo’ chiedere l’esenzione? Grazie

  39. avatar

    Ho ricevuto due giorni fa la lettera con cui mi intimano di pagare il canone RAI, facendo presente che è dovuto anche se ho solo computers od altri apparati facilmente trasformabili in TV. Io ho vari computer, che non uso mai per vedere la TV, anche per il fatto che non mi riguarda.
    Posso chiedere a questo punto l’installazione di un esclusore elettronico delle trasmissioni RAI, che mi permetta di continuare ad usare le mia apparecchiature, senza dover pagare una televisione che non guardo, per mancanza di interesse ? Cosa mi succede se non pago e invio contemporaneamente questa domanda ?

  40. avatar

    buongiorno Dr.Russo, poichè dal prossimo mese andrò a vivere in caserma (dove prenderò il domicilio) ieri ho portato ad una discarica autorizzata il mio vecchio tv e mi hanno rilasciato la ricevuta (con le indicazioni del tipo tv, matricola etc). quindi non posseggo alcuna tv, posso chiedere l’esenzione?
    grazie

  41. avatar

    Dal sito RAI nonché legge regolante l’imposta sulle Concessioni GOVERNATIVE:

    Tassa concessioni governative

    I possessori di apparecchiature radiotelevisive , fatta eccezione per quelli riguardanti gli albergatori, esercizi pubblici, le ONLUS e le associazioni sportive dilettantistiche, sono soggetti a tassa di concessione governativa per ogni anno solare.

    Il pagamento delle tasse di concessione governativa deve essere effettuato con versamento sul c/c postale 8003, intestato all’Agenzia delle Entrate – Centro Operativo di Pescara – Tasse Concessioni Governative
    IMPORTI
    Apparecchio Radio: Euro 0,70
    Apparecchio Televisivo: Euro 4,13

    Questo é quello che riceve lo Stato il resto se lo succhia matrigna RAI

  42. avatar

    ciao l’ anno scorso ho venduto casa pagavo il canone ho mandato tutto la documentazione atto di vendita copia documento copia c-f- sono andato a vivere da mia madre che paga l abbonamento io lo devo continuare a pagare? grazie

  43. avatar

    Perchè bisogna ancora pagare il canone RAI,(io lo pago),vorrei capire perchè la RAI non può fare come Mediaset o Ski, i quali hanno canali liberi ed altri a pagamento.Ognuno sarebbe libero di abbonarsi per chi crede e si toglierebbe quella che secondo me è una vera forzatura; facile,come mettere le dita nel vasetto della marmellata.

  44. avatar

    salve sig. salvatore io ho 78 anni sono nata il 22 10 1935 vivo da sola devo continuare ha pagare il canone rai oppure posso non pagarlo avendo superato i 75 anni. grazie

    • avatar

      Buongiorno Angela,
      dipende dal tuo reddito, non deve superare i 6.713,98 euro annui nell’anno di imposta precedente alla richiesta di esenzione. Spero per te che non sia così.

  45. avatar

    perchè pagare una tassa di possesso se il televisore lo comprato io, pagherei il canone rai, se il televisore me lo comprasse lo stato, in quel caso pagherei la tassa di possesso

  46. avatar

    Sono in una abitazione in affitto (anzi in comodato d’uso gratuito in quanto la proprietà è di mia madre.. ma non credo che faccia differenza) e la casa mi è stata affidata completamente arredata, compreso l’apparecchio TV.
    La tassa è dovuta?

    Del resto se la casa viene affittata arredata dal proprietario, non credo sia giusto che venga ripagato il canone per il solo utilizzo.
    Il possesso è un’altra cosa come del resto la proprietà.. giusto? Come mi devo comportare?
    Grazie.
    Paola

  47. avatar

    Ma se un straniero non usa digital terrestre ma usa la parabola per la ricezione dei canali stranieri deve pagare lo stesso canone rai?

  48. avatar

    Buonasera sig. Russo,
    lo scorso anno ho acquistato un immobile e preso la residenza. Non ho tv o similari di mia proprietà . Ad inizio anno mi è arrivata una lettera ( posta ordinaria ) dove mi si chiede di pagare il canone Rai. Su Che basi è legittimo chiedere tale cosa? Sono fuori per parecchie settimane al mese x lavoro, è normale ricevere una lettera x posta ordinaria non rintracciabile in caso di smarrimento o non avvenuta consegna? Le chiedo come posso fare per non pagare quanto attualmente non mi è dovuto di canone Rai. grazie

    • avatar

      Ciao Simone,
      credo la inviino comunque a tutti, vanno per deduzione, dove c’è casa… c’è TV.
      Se non ti arriva nessun’altra comunicazione, ignorerei quelle precedenti, se insistono invia la dichiarazione in cui specifichi che non possiedi una TV (è indicato nell’articolo come fare)

  49. avatar

    avendo anche io il problema di pagare un servizio comandato dai partiti e quindi a me poco gradito consiglio di guardare filmato su you tube DISDETTA CANONE RAI

  50. avatar

    Dott. Russo, lei dice che il canone è una imposta di possesso (un titolo che non appare da nessuna parte degli avvisi), allora come mai la richiesta per pagare arriva per la voce precisa di “cannone di ABBONAMENTO RAI”, e se si può “disdire” un abbonamento mai richiesto e mai fatto ????

    • avatar

      Ciao Leo,
      di certo non me lo sono inventato. Paghiamo l’abbonamento TV grazie all’art. 1 e 2 R.D.L. 21.2-1938 n. 246 e modificazioni successive.
      Con la sentenza n. 284 del 26.5.2002, la Corte Costituzionale ribadì cio che aveva affermato già nell’ordinanza n. 585 dell’11.5.1988: il canone non può più essere ritenuto una tassa connessa alla fruizione di un servizio, ma, a seguito dell’evoluzione dei tempi, va considerato un’imposta, essendo la detenzione di un televisore “ragionevole indice di capacità contributiva”.
      Sostanzialmente si continua a chiamarlo “Canone RAI” e “Abbonamento RAI”, ma la deve pagare chiunque abbia una TV. La Corte Costituzionale si è adeguata ai tempi, le comunicazione di pagamento no…

  51. avatar

    Gentile Sig.Russo vorrei capire cosa fare nella mia situazione. Mio padre aveva chiesto il suggellamento ( e continuavano a chiedergli di pagare il canone…),poi èdeceduto e io mi sono stabilita nella sua residenza. La Rai mi ha mandato una prioritaria scrivendo che non risulto abbonata. A questo punto mi conviene non comunicare nulla (essendo x loro non abbonata) o devo ricordare che attendo da ormai 7 anni il suggellamento????

    • avatar

      Ciao Giada,
      il canone tv si deve pagare per il solo fatto di possedere una TV, quindi l’unico modo di non pagarla è dichiarare di non possedere una TV.

  52. avatar

    Paolo ha disdetto regolarmente il canone RAI nel 2012 (previa demolizione dell’unico apparecchio tv in suo possesso presso la discarica ufficiale). Ora riceve una lettera in cui si dice “il suo nominativo, all’indirizzo suindicato (sempre lo stesso indirizzo di quando aveva disdetto..)non risulta presente negli elenchi degli abbonati alla televisione”. e lo si invita a pagare. Paolo è nelle stesse condizioni del 2012 (non ha apparecchi di alcun genere a sè intestati e risiede nel medesimo posto). Lui ha un suo stato di famiglia in cui risulta solo, io idem ed entrambi siamo residenti nel medesimo appartamento in cui conviviamo. Io pago regolarmente il canone tv per gli apparecchi che son di mia esclusiva proprietà. Cosa possiamo fare ? Temo che appartenendo a 2 nuclei familiari diversi possano farci storie.

  53. avatar

    Buon giorno, da quando mi sono separata, la tv ha seguito l’ex coniuge, e di ciò ho scritto alla Rai. Avendo poi cambiato residenza e domicilio priva di apparecchio tv, un presunto incaricato dell’Agenzia delle Entrate, mi ha consegnato un bollettino rateizzato, penso trimestrale dell’importo canone, facendomi firmare la consegna di tale bollettino. Ma se io uso il pc per guardare in streaming, sono obbligata comunque? E avendo firmato alla ricezione del bollettino, la Rai userà tale mia firma per un abbonamento tv? Come posso ribadire che non ho una tv? Grazie Monica D.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Preventivo Assicurazione
 
Cerca Assicurazioni Auto
Cerca
Guide Assicurazioni
 
Google Plus
 
newsletter assicurazione
Iscrizione
NEWSLETTER
Segui 6Sicuro su Facebook Segui 6sicuro assicurazione su Google+ Segui 6sicuro in Twitter Iscriviti al Feed 6sicuro assicurazioni