Come conquistare un ragazzo: tecniche a confronto

"Gli piaccio oppure no? Come posso capirlo? Che cosa faccio: lo richiamo oppure aspetto che sia lui a fare la prima mossa? Ma soprattutto quando la farà?" Queste sono solo una insignificante parte delle ansiose domande che ci poniamo ogni volta che non sappiamo come conquistare un ragazzo che ci piace.

come conquistare un ragazzo
La conquista del ragazzo perfetto, dove il concetto di perfezione è direttamente proporzionale alla complessità della drama fiction che abbiamo già girato in blu-ray nella nostra mente, è da sempre un’impresa ardua, per non dire epica.

Come conquistare un ragazzo: le tecniche infallibili

Dal 2000 6sicuro si impegna a farti risparmiare confrontando le assicurazioni auto in maniera del tutto gratuita. Ecco perché, nel giorno di San Valentino, ci sembrava giusto confrontare una serie di tecniche che vengono tramandate da secoli. Esistono delle tecniche infallibili che anche la più timida, la più pigra o la più diversamente sociale fra noi donne può mettere in atto per mettere nel sacco il principe azzurro del momento. Qualcuna può funzionare bene, altre no. Come sempre, il miglior approccio è il confronto: prova e scegli.

Inviagli un messaggio: il cellulare non serve solo per ricevere

Se un ragazzo ti stuzzica non c’è niente di male nell’inviargli un messaggio per sapere cosa sta facendo e se magari ha tempo per una birretta.
Questo non vuol dire vessarlo a mo della tortura cinese della goccia d’acqua finché non risponde. Magari sta facendo la doccia, magari sta salvando un micino da un alberello, magari è in coda per pagare l’assicurazione auto. O magari è impegnato con un’altra che non ha aspettato 76 lune prima di scrivergli “Salve, come va? Qui tutto bene. E lei?”.

Rispondi ai suoi messaggi. Senza usare i maledetti puntini.

Eh… lo so…. è difficile… eh… difficilissimo. Eppure puoi farlo: io credo in te! Secoli fa, prima dell’avvento di Whatsapp, la gente aveva il dono della sintesi (che poi è degenerato in sigle come KTMLSKKKX che riportavano i risultati criptati dei test di medicina degli ultimi 18 anni). Riporta in voga questa antica usanza umana e non inviare settordici messaggi di chat con altrettanti puntini di sospensione per far intuire che forse, un domani molto lontano, potresti aver voglia di un giro in moto alla ricerca dell’avventura perfetta.
Scrivi semplicemente: “Si, andiamo a fare un giro in moto” oppure “No. Sei simpatico ma preferisco quelli su quattro ruote altrimenti mi si scompigliano i capelli”. Non è difficile.

Non sommergerlo di messaggi!

La sottile linea fra il “vorrei sapere come stai” e “ti ho già inviato 32 messaggi, 15 corrieri Bartolini, Jack Bauer con tutto il team di 24, Sherlock accompagnato dal commissario Rex e tutta la famiglia della Sciarelli: rispondimi ora!!!!!111!” è un confine lieve, lo sappiamo. È necessario però imparare a riconoscerlo, anche perché a un certo punto potrebbe diventare reato.

Se un ragazzo ti vuole rispondere lo farà, stanne certa. Se non ti risponde è perché non gli piaci abbastanza, non sa come dirtelo e non vuole ferirti. Assume quindi l’atteggiamento di un meraviglioso paio di scarpe che hai comprato on line sotto le feste natalizie, che il corriere sostiene di averti portato e che tu non hai mai ricevuto: si è rifugiato dalla vicina!

Sii te stessa, ma non troppo

Per questo San Valentino facciamoci un regalo grande: evitiamo di seguire mantra come “sii te stessa e vedrai che si innamorerà”. A meno che il tuo te stessa non sia Charlize Theron, evita!
Cura i capelli, datti un velo di trucco senza sembrare una “prostituta che va con i clown”, evita di ciabattare davanti a lui con le Crocs fucsia e, allo stesso tempo, evita la famosa mossa T-Rex, ovvero il tacco 12 per una passeggiata romantica sul lungomare. A meno che lui non sia un fanatico di Jurassic Park.

Insomma, mostra la femmina che c’è in te almeno per i primi tempi: magari potresti piacergli (e piacerti)!

Non interloquire durante gli eventi sportivi

fuorigioco calcio donne

La questione è molto semplice: durante le partite si fa il tifo. La partita non è un momento formativo, non è tipo il club del libro dove ci si forma sulla storicità dei personaggi: durante la partita si tifa e si inveisce. Che sia il 6 Nazioni di rugby, il mondiale o la terza categoria calabrese di calcio che si affronta su un campo da curling, comunque si fa il tifo.

Se vieni interrogata durante il match la situazione cambia: vuol dire che sei sotto esame o che più probabilmente qualcuno sta cercando di capire se sei morta o solo semplicemente annoiata.
In questi casi, onde evitare paternali eterne sul perché non hai ancora capito come funziona il fuorigioco, mostra la pagina dello smartphone aperta sulla voce “fuorigioco” di Wikipedia (puoi scaricare quella del post). Agli uomini piace Wikipedia, non so perché, sarà per quella magia che li porta alle 3 di notte a informarsi sulla cerimonia dell’argilla della Cina nel 1230 a.C.

In ogni caso Wikipedia vince su tutto. Se rischi di essere in una zona senza campo, fa uno screen della pagina, così ti salvi in ogni situazione.

Come conquistare un ragazzo: tecniche a confronto Come conquistare un ragazzo: tecniche a confronto http://bit.ly/1LkCpQ7 via @6sicuro
Continua a leggere

1
2
Valentina Vellucci

Lavoro come consulente in ambito digitale per diverse realtà aziendali. Mi occupo di crisis mananagement, gestione delle conversazioni online e misurazione delle performance. Nel tempo libero spero di andare al cinema. E qualche volta ci riesco.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*