Nel presente sito 6sicuro fa uso di cookies al fine di fornire una migliore esperienza di navigazione all'utente. Potrebbero essere presenti, inoltre, cookies di terze parti. Continuando a navigare nel sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi l'informativa .
6sicuro > Blog > Codice della Strada 2013: le novità
Confronta 18 Assicurazioni Online
Confronta 18 assicurazioni

Codice della Strada 2013: le novità

17 gennaio 2013 | In: Blog | Tags: , ,

codice strada

Anno nuovo, Codice della Strada nuovo. Sono arrivate tante novità, emerse già dalla “mini riforma” approvata dalla Commissione Bilancio che andava a regolamentare settori mai considerati o non “aggiornati” da tanto tempo. Nessuna modifica per quanto riguarda la carta di circolazione, si era parlato di una registrazione del conducente abituale del veicolo, o per quanto riguarda l’introduzione del reato di omicidio stradale, di cui si è tanto discusso.

Quali sono le novità del Codice della Strada?

Soccorso agli animali

Finalmente c’è un decreto attuativo pe la legge 120 del 29 luglio 2010, che aveva introdotto l’obbligo di fermarsi e prestare soccorso agli animali coinvolti in un sinistro stradale. Equiparazione fra l’assistenza a un animale e quella a una persona, che va a tutelare anche la fauna del nostro paese. Il responsabile dell’incidente, che si sottrae alla cura dell’animale, può essere soggetto a una sanzione amministrativa che va dai 389€ ai 1.559€.

Nel caso in cui si è solamente coinvolti, quindi non colpevoli diretti dell’incidente, si può pagare un’ammenda tra 78€ e 311€ se non si presta cura all’animale. I mezzi di soccorso animale o i servizi di vigilanza zoofila sono equiparate, per legge, alle autoambulanze per uso umano. Fatta la legge, trovato l’inganno. In Italia non esiste un numero unico da contattare per queste situazioni, non si è ancora ben capito come comportarsi in casa si investa un animale vagante.

Multe

Scatta il rincaro per ogni tipologia di contravvenzione, fino al +5,7% rispetto all’anno precedente, a cui si affiancano gli aumenti delle spese di notifica. Basti pensare che la notifica di un semplice verbale costerà 9,70€ mentre le spese per l’invio di una violazione di Ztl, da ritirare presso l’ufficio postale, costerà 17,50€.

Le multe di importo superiore ai 200€ potranno essere rateizzate, in caso il contraente abbia un reddito imponibile non superiore ai 10.628,16€, in un massimo di 12 rate se l’importo non è superiore ai 2 mila euro, fino a 24 rate per importi non superiori i 5 mila euro e fino a 60 rate per importi superiori ai 5 mila euro. In caso il contraente faccia parte di un nucleo familiare, il reddito imponibile è dato dalla somma dei redditi di ogni familiare convivente e i limiti di reddito sono elevati di 1.032,91€ per ogni membro.

Pneumatici invernali/Catene da neve

Abrogato l’emendamento che avrebbe reso obbligatori i pneumatici invernali, escludendo la possibilità di servirsi delle più economiche catene da neve. Resta valida la norma che dal 15 novembre 2012 al 15 aprile 2013 impone, secondo le ordinanze locali in vigore, l’obbligo dell’uso di pneumatici invernali o di catene da neve a bordo in determinati tratti stradali.

Targa Personale

Viene introdotto e regolamentato il sistema della targa personale. Questa tipologia di targa, che non potrà essere abbinata a più di un veicolo, non “rappresenterà” la vita giuridica del veicolo ma del suo proprietario. Quindi in caso di trasferimento di proprietà del veicolo, l’automobilista tratterrà la propria targa personale. Sono previste nuove disposizioni trascorsi sei mesi dell’entrata in vigore della legge.

Circolazione nei centri urbani

Sanzioni gravi per chi sarà beccato a circolare con veicoli di classe inquinante inferiore a quella prescritta. Si può essere soggetti a una sanzione amministrativa che va dai 155€ ai 624€. Nel caso in cui la violazione della norma sia reiterata nel corso di un biennio, si è soggetti alla sospensione della patente di guida da 15 a 30 giorni.

Decoro delle strade

Un passo indietro per la civiltà italiana. Un calo delle sanzioni previste per chi insozza le strade pubbliche gettando, da veicoli in sosta o in movimento, qualsiasi tipo di rifiuto. Si passa dai 500-1000 euro previsti dalla precedente norma, ai 100-400 euro dell’odierno aggiornamento.

Tir e Mezzi Pubblici

Abolito il divieto di circolazione nei giorni precedenti o successivi ai giorni festivi e prefestivi per i tir. Permesso revocato agli autisti dei mezzi pubblici di usare il cellulare durante la guida.

Questi sono solo una parte degli aggiornamenti, nel post successivo verranno illustrate le altre novità riguardanti il Codice della Strada.

Ma le novità al codice della strada non sono finite.  Clicca qui per leggere il seguito.

avatar

Social media specialist, community manager, consumatore di cultura audio-video-testuale. Vede la comunicazione in ogni prodotto, parola, gesto e gli piace osservare e scrivere di quelle accezioni sempre un po’ nascoste.

Commenti Facebook
0 Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Preventivo Assicurazione
 
Cerca Assicurazioni Auto
Cerca
Guide Assicurazioni
 
Google Plus
 

newsletter
Iscrizione
NEWSLETTER
Seguici su Facebook Seguici su Google+ Seguici su Twitter Iscriviti ai Feed