AutoInComune: il carpooling istituzionale inzia in Toscana

Localizzare un’innovazione serve ad avvicinarla ai potenziali consumatori.

A prima vista questo sembra quello che ha fatto Ancitel Toscana – società che aiuta gli Enti Locali nella sperimentazione e uso dei sistemi Itc – con il nuovo portale di carpooling per la regione Toscana. AutoInComune rappresenta il concetto alla base del carpooling, che finalmente sta prendendo piede anche in Italia, dove si “condivide” il viaggio con altre persone per abbattere i costi. Un nuovo concetto di viaggio, che non è altro che un upgrade del vecchio autostop ma che con l’avvento delle nuove piattaforme online è diventato programmabili e più sicuro.

AutoInComune localizza il carpooling, coinvolgendo le istituzioni locali e sensibilizzando i cittadini sulla tematica. Si fa sentire più vicino alle esigenze territoriali, magari ricevendo maggior fiducia di servizi già avviati ma internazionali.
L’utilizzo del portale, che avviene dopo la registrazione e il login, è stato volutamente semplificato per renderlo accessibile anche ai meno avvezzi a internet, ma che vogliono usufruire del mezzo.
Una delle caratteristiche del portale è che presenta la lista dei comuni toscani che aderiscono, permettendo all’utente di fare una ricerca dettagliata selezionano il comune di parte o di arrivo.

  • Chi può usare AutoInComune?

Pendolari – Il servizio si rivolge a tutte quelle persone che ogni giorno sono costrette a fare lo stesso tragitto alle stesse ore, ma che si ritrovano a viaggiare da soli. Abbattere i costi dividendo le spese è semplice, basta pianificare il viaggio e cercare dei nuovi amici con cui viaggiare. La regolarità del viaggio rende più facile trovare dei passeggeri.

Eventi – Capita spesso che sul territorio ci siano eventi culturali, sportivi o di intrattenimento e AutoInComune permette di organizzare viaggi, ottimizzando i posti in auto. Non solo si risparmia, ma si possono incontrare nuove opportunità conoscendo professionisti, persone con cui condividere gli stessi interessi o semplicemente divertimento per un giorno.

Vacanze – Avete voglia di girare l’Italia in auto, ma non è agosto? Siete da soli? Perché rinunciare se c’è la possibilità di trovare una “spalla”? Basta caricare l’itinerario, la durata e come dividere le spese. Ci può essere uno o più passeggere che ha voglia di condividere quest’emozione con voi.

Scuola – Quando mancano i bus o per altri motivi, anche accompagnare i figli a scuola diventa una spesa economica. Organizzarsi con le mamme e i papà dello stesso comune non è mai stato così semplice. Una vettura, tanti bambini.

Divertimento – La piattaforma può accogliere anche l’esigenze dei giovani, che nei weekend vogliono divertirsi ma tranquillizzare sia i genitori che se stessi, garantendosi un ritorno tranquillo a casa. Ci si può organizzare le serate secondo i viaggi presenti sulla piattaforma o pianificarne con amici e non, basta che il pilota non faccia uso di alcol.

AutoInComune garantisce la “qualità” dei propri utenti attraverso un sistema di feedback, saprete sempre con chi affronterete il prossimo viaggio.

Francesco Del Franco

Social media specialist, community manager, consumatore di cultura audio-video-testuale. Vede la comunicazione in ogni prodotto, parola, gesto e gli piace osservare e scrivere di quelle accezioni sempre un po’ nascoste.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*