Auto a metano 2013: le novità del mercato

auto a metano

Un anno nerissimo per il mercato dell’auto, ma le poche auto vendute mostrano un cambio di tendenza almeno nel nostro Paese. Quest’anno gli italiani, sicuramente mossi dal caro benzina, hanno comprato vetture alimentate a Gpl/Metano decretando un aumento del mercato del 152,2% (Gpl) e del 30,7% (Metano).

Anche se restiamo automobilisti affezionati al Gpl, si vedono sempre più vetture alimentate a Metano sulle strade italiane.

Comprare una vettura a metano ha i suoi pro e contro, come succede per ogni cosa, ma sicuramente richiede un cambio dello stile di guida e di viaggio. L’Italia sembra credere nel Metano, infatti Fiat è la casa automobilistica che offre la più ampia gamma di auto alimentate a metano, ma quasi tutti i produttori si stanno muovendo per presentare almeno un modello per il prossimo anno.

Il 2013 dovrebbe essere un’ottima “annata” per questa tipologie di vetture, visto che gli eco-incentivi smuoveranno un po’ le acque stagnate del mercato automobilistico.

Fiat uscirà sul mercato con la nuova Panda Natura Power, la prima auto al mondo ad essere equipaggiata con un motore bicilindrico sovralimentato con turbina e alimentato a metano. Un propulsore che promette un po’ di sprint in più alla Panda più ecologica di sempre. Emissioni ridotte al minimo (86g di CO2 per Km) e un’autonomia invidiabile (3,2 kg di metano per 100km) porteranno al probabile successo la nuova Panda a metano nel 2013. Durante l’anno verrà rilasciata anche la Panda TwinAir Turbo Natural Power da 80 CV, un mash-up tra potenza e risparmio carburante.

L’anno prossimo arriva anche la prima auto con alimentazione benzina-metano per Audi. Presentata al Salone di Parigi, sarà finalmente disponibile l’Audi A3 Sporback Tcng. L’acronimo, quasi impronunciabile, indica la fusione tra la tecnologia TFSI (Turbo Fuel Stratified Injection) e CNG (Compressed natural ga). Motori di ultima generazione con turbocompressore alimentati a metano, che doneranno all’A3 ben 110 CV e 200 N-m di coppia.

Sta per arrivare l’auto a metano che potrà competere, per quanto riguarda la portata massima di metano, con la vecchia Fiat Multipla. La Mercedes Classe B 200 Natural Gas Drive, vista anche al Motor Show di Bologna, sarà la prima auto di Classe B alimentata a metano che sfrutterà la nuova tecnologia della stella a tre punte tedesca. Il pianale sdoppiato permetterà l’alloggiamento di un serbatoio grande e due di dimensioni minori per un totale di carico di 21 kg/125 litri di metano, che garantiranno una buona autonomia alla vettura. I consumi della Classe B da 156 CV saranno pari a 4.2kg/100 con emissioni di CO2 pari a 115 g/100 km, giusto qualcosa in più alla Panda.

Alimentazione doppia anche per la Lancia Ypsilon Ecochic, simile alla sorella classica ma con un’altezza da terra maggiore per permettere il posizionamento delle bombole sotto il pianale. Monterà due bombole con capacità massima di 12kg di metano, non tantissimo, ma che permetteranno di mantenere le dimensioni del bagagliaio invariate. Monterà lo stesso motore della Panda TwinAir Turbo, che garantiranno al veicolo delle buone prestazioni (3.1kg di metano per 100km).

La Volkswagen Eco Up! è forse l’auto a metano più attesa del 2013, già prenotabile ma in consegna da gennaio, per i bassi consumi promessi dalla casa automobilistica. La Eco Up! dovrebbe percorrere 100km con meno di 3€ di metano, il tutto grazie al motore da un litro di cilindrata e i 68 CV. Una piccola vettura ma con tanta tecnologia, che non solo permetterà di ridurre i consumi ma anche di rispettare l’ambiente. Monterà due serbatoio di metano, uno posizionato al posto della ruota di scorta e l’altro sotto il pianale, che permetteranno un carico massimo di 11kg di metano. Lo stesso motore delle Eco Up! alimenterà anche la Seat Mii e la Skoda Citigo.

Il 2013 sarà un anno ricco di novità per i “metanisti”, speriamo solo non aumenti il costo del carburante.

Francesco Del Franco

Social media specialist, community manager, consumatore di cultura audio-video-testuale. Vede la comunicazione in ogni prodotto, parola, gesto e gli piace osservare e scrivere di quelle accezioni sempre un po’ nascoste.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*