Navigatori per le moto: sicurezza stradale e segnalazione autovelox

Navigatori per le moto: sicurezza stradale e segnalazione autovelox

In moto con il navigatore giusto

Moto: sono sempre di più i centauri che si dotano di sistemi satellitari di navigazione e ausilio alla guida. Da un lato, infatti, questi sistemi ottimizzati per l’uso in moto, permettono di trovare percorsi e guidare i motociclisti a destinazione; dall’altro sono un ausilio per rilevare limiti, autovelox e tutor, e quindi evitare multe e risparmiare punti sulla patente.

Coyote Rider

Tra i principali sistemi di ausilio alla guida c’è Coyote Rider, un sistema che rileva gli Autovelox fissi e mobili, le telecamere al semaforo, le ZTL e i tutor piazzati in giro per le strade.

Tra le funzionalità: lo schermo a colori, un’antenna GPS migliorata e l’accelerometro per trovare la posizione anche in caso di perdita del segnale. Con il riconoscimento vocale si può accede ai menù senza l’uso dei tasti. Attivando il bluetooth è possibile comunicare con tutti i “coyoters” ed avvertirsi a vicenda su ogni eventuale pericolo o ingombro stradale da moto a moto. La forza di questo prodotto è proprio il lato “social”: le segnalazioni degli autovelox, sulle code di traffico e su altri pericoli, arrivano dalla community che popola il sistema in tempo reale, come avviene ad esempio per l’app Waze.  L’affidabilità delle segnalazioni è gestita tramite un sistema a punteggio.

Quanto costa il Coyote? Il prezzo di questo prodotto viaggia intorno ai 169 euro, comprensivi di un mese di abbonamento. Una volta terminato il mese, per l’Italia l’abbonamento annuale costa 99 euro, mentre per l’Europa 144 euro: entrambi gli abbonamenti hanno con un mese aggiuntivo gratis con il primo rinnovo.

Navigatori Moto

I sistemi di navigazione per moto a confronto http://bit.ly/XgOdR7 @6sicuro

Tom Tom Rider

Tra i sistemi di navigazione GPS per moto troviamo anche il Tom Tom Rider, la versione per centauri del più famoso navigatore per auto. Il punto di forza di questo sistema è il sistema di mappe sempre aggiornato e la possibilità di individuare per ogni percorso la strada più breve, oppure quella che evita i pedaggi autostradali, ecc.

Inoltre, questo particolare tipo di Tom Tom ha una funzionalità che trova i migliori punti di interesse per motociclisti, come aree di sosta attrezzate, panorami e strade da percorrere, motel e ristoranti adatti al pubblico delle due ruote. Non manca neanche il segnalatore Autovelox per evitare le multe e l’indicatore di corsia avanzato con rappresentazione in 3D per prendere sempre l’uscita giusta.

I costi del Tom Tom Rider? Il prezzo ufficiale è 399 euro, ma si possono trovare delle offerte su alcuni siti di vendita online.

Garmin Zumo 390LM

L’altra opzione per i centauri è rappresentata da Garmin Zumo 390LM, il navigatore con sistema di diagnostica delle ruote e funzione di guida panoramica.

Il Garmin può essere installato sul manubrio o sul parabrezza e il display risulta leggibile anche in condizione di piena luce. Tra le cose interessanti, oltre alla funzione “rotte panoramiche” simile a quella del Tom Tom, c’è la possibilità di connettere navigatore, smartphone e un auricolare per effettuare o ricevere chiamate mentre si è in viaggio.

Notevole anche il sensore Tire Pressure Monitor per controllare in tempo reale la pressione dei pneumatici direttamente sullo schermo touchscreen.

Quanto costa il Garmin? Il navigatore da solo è più caro dei concorrenti: si trova a 499 euro,che diventano 529 euro con il sensore di monitoraggio pressione dei pneumatici.

E voi, avete esperienze con sistemi di ausilio alla guida per motociclette? Quale consigliereste ai lettori?

Simone Moriconi

Profondo conoscitore del web e Blogger/Editor per diverse realtà editoriali, Simone Moriconi si occupa di marketing, e-commerce e comunicazione (online e offline), offrendo i suoi servizi di consulenza ad aziende, organizzazioni e persone

Commenti Facebook

1 Commento

  1. Avatar
    sergio agosto 14, 2014

    l’uso di un navigatore “base” è certamente più economico del navigatore per moto,ma non aspettatevi che sia stagno alle intemperie e sia comandabile con i guanti da moto, certo una soluzione è quella di proteggerlo in una apposita custodia che costa e riduce la facilità di lettura.Per fare un esempio il Garmin Zumo ed il TOM TOM Rider sono a tenuta IP64,ciò vuol dire alla manichetta (come un piccolo idrante) ed hanno una custodia in metallo, quindi anche in caso di piccoli urti possono salvarsi!Fra l’altro il TOM TOM RIDER ha il programma su una memoria estraibile, che è moto comoda e si può montare con diverse capacità.
    Quindi prima di pensare alla soluzione solo sotto il profilo del costo di acquisto fate attenzione informatevi!

    Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*