Sintomi della gravidanza: i più comuni e come riconoscerli

Mal di testa, nausee continue e dolori alla schiena sono solo alcuni dei sintomi della gravidanza di cui una donna può soffrire. Ecco i più comuni e come riconoscerli.

sintomi della gravidanza

Sono incinta? Quando si parla di gravidanza, ogni donna è un mondo a sé, con le proprie sensazioni e gradi di conoscenza del proprio corpo che variano. Non c’è quindi nulla di categorico: tra i sintomi descritti, ce ne saranno solo alcuni che ti potranno far capire che sei incinta.

La certezza della gravidanza in atto si ha attraverso il test di gravidanza, che misura l’eventuale presenza dell’ormone HCG prodotto dal feto. Prima di poter effettuare il test di gravidanza, però, potrebbero manifestarsi dei sintomi della gravidanza.

Quando si manifestano i sintomi della gravidanza?

I primi sintomi di gravidanza si manifestano a partire dalle primissime settimane dopo il concepimento. Secondo il calcolo del ciclo mestruale, l’ovulazione – e quindi il momento in cui è più probabile il concepimento – avviene 14 giorni prima dell’inizio delle mestruazioni. Ciò significa che i sintomi della gravidanza potrebbero essere scambiati per i sintomi del ciclo mestruale e viceversa.

Quali sono i sintomi della gravidanza?

Il sintomo più eclatante, che di solito è il primo a far sospettare una gravidanza, è l’assenza del ciclo mestruale. In seguito alla mancata comparsa del ciclo, infatti, di solito si esegue un test di gravidanza che confermerà o smentirà i sospetti.

Spotting da impianto

Nel periodo immediatamente successivo al rapporto a rischio, però, c’è un sintomo che può verificarsi o meno ma che è il primo a comparire, in genere: lo spotting da impianto. L’impianto dell’ovulo fecondato avviene tra i 6 e i 12 giorni dopo il concepimento. In occasione dell’impianto, è possibile che ci siano delle piccole perdite accompagnate, a volte, da  leggeri crampi nella parte bassa della pancia, simili a quelli che si hanno durante le mestruazioni.

Ingrossamento del seno

Un altro sintomo di gravidanza, tra i primi a comparire, è l’ingrossamento del seno. Il seno appare più turgido e leggermente dolente, come in fase premestruale. Questo sintomo si può sviluppare già nella prima settimana dopo il concepimento. Dopo qualche tempo, poi, l’areola del seno si inizierà a scurire.

Sintomi della gravidanza: i più comuni e come riconoscerli Sintomi della gravidanza: i più comuni e come riconoscerli http://bit.ly/2c8pSIU via @6sicuro

Nausee mattutine

Ancora, e qui arriviamo al più classico dei sintomi, le nausee mattutine. Apparentemente senza motivo, appena sveglia, ti assale una nausea che a volte porta con sé anche vomito. Potresti esssere incinta, sì. Dovresti aspettarti che le nausee durino, in media, dalla seconda all’ottava settimana dal concepimento. Con la fine del terzo mese, infatti, le nausee di solito scompaiono. La spiegazione scientifica di questo fastidioso fenomeno è che il progesterone aumenta in seguito alla gravidanza e quest’aumento genera la nausea come reazione del corpo.

La stanchezza, quella spossatezza che solo chi è stato incinta conosce, è un altro dei più comuni e precoci sintomi della gravidanza. Gli sbalzi ormonali fanno percepire, infatti, una sonnolenza che non è legata alla mancanza di sonno e che si manifesta anche durante il giorno.

Sintomi della gravidanza: non finisce qui

A questi sintomi, possono aggiungersi altri due piccoli malesseri fisici all’inizio della gestazione:

  • il mal di schiena, che compare come sintomo di gravidanza molto presto e si manifesta nella zona lombare, come un diffuso dolore ai reni simile a quello dei giorni del ciclo mestruale;
  • la minzione frequente: la voglia di far pipì più spesso del solito, è l’ultimo dei sintomi a comparire, dalla sesta settimana dal concepimento, quindi nella maggior parte dei casi dopo che si è già scoperta la gravidanza in atto.

Come dicevamo all’inizio dell’articolo, solo il test di gravidanza positivo potrà darti la certezza che sei incinta. In attesa di poterlo fare, però, ascoltare il tuo corpo può restituirti segnali importanti.

Cristiana Calilli

Dall'agenzia pubblicitaria al blog, con il fil rouge della passione per la comunicazione. Appena diventata mamma ho scelto di lasciare il certo per l’incerto e il rimettersi in gioco come professionista e come donna. Oggi gestisco il mio sito e pianifico strategie di comunicazione online.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*