Bonus asilo nido: come fare domanda, requisiti e importo

Hai adottato o hai avuto un figlio dopo il 1 gennaio 2016? Hai diritto a un bonus asilo nido per un massimo di 1.000 euro all'anno. Ecco come farne richiesta.

bonus asilo nido

L’INPS ha comunicato le istruzioni per presentare le domande di accesso al bonus asilo nido. Le famiglie possono richiedere il contributo di 1.000 euro annuali a partire dal 17 luglio.

Bonus asilo nido: come fare domanda

Si può fare domanda per ottenere il bonus asilo nido a partire dal 17 luglio e fino al 31 dicembre 2017. Per il 2017 per l’erogazione del bonus sono stati stanziati 144 milioni di euro. In caso di esaurimento dei fondi, l’INPS non prenderà in considerazione le domande arrivate in seguito. Si può fare domanda in tre modi:

  • per via telematica, accedendo al portale INPS con il PIN dispositivo, credenziali SPID o Carta Nazionale dei Servizi;
  • tramite il contact center dell’INPS;
  • tramite un patronato.

Nella domanda va specificato innanzitutto il tipo di contributo che si richiede. Per ottenere il bonus bisogna indicare le mensilità per le quali si richiede il contributo e presentare le ricevute relative al pagamento delle rette del periodo precedente al momento della presentazione della domanda. Per i bambini iscritti per la prima volta a partire dal mese di settembre 2017 bisogna invece indicare l’avvenuta iscrizione e il pagamento della prima retta.

Se in famiglia sono presenti più figli bisogna presentare una richiesta per ciascun bambino.

Il bonus asilo nido è stato introdotto dalla Legge di Stabilità 2016 entrata in vigore con l’inizio dell’anno. Le famiglie che hanno diritto al bonus con il primo versamento riceveranno anche la quota del contributo che va da gennaio al momento dell’accredito.

Attenzione: il bonus asilo nido non può essere cumulato con le detrazioni fiscali per l’asilo nido, mentre è cumulabile con il bonus mamma domani. Per tutti i dettagli su come fare richiesta del bonus rimandiamo alla circolare INPS 88/2017.

Bonus asilo nido: requisiti, importo e come fare domandaBonus asilo nido: requisiti, importo e come fare domanda http://bit.ly/2qj5ln3 via @6sicuro

Bonus asilo nido: a chi spetta

Il bonus asilo nido spetta alle famiglie di bambini nati o adottati a partire dal 1 gennaio 2016 che stanno frequentando o si iscriveranno a un asilo nido pubblico o privato. Più precisamente, hanno diritto a richiedere il bonus:

  • i cittadini italiani;
  • i cittadini comunitari residenti in Italia;
  • i cittadini extracomunitari residenti in Italia, in possesso del permesso di soggiorno di lungo periodo, in possesso della carta di soggiorno in quanto familiari di cittadini comunitari, rifugiati politici o richiedenti asilo.

Il bonus è suddiviso in due tipi di contributi:

  • un contributo per il pagamento delle rette dell’asilo nido;
  • un contributo per l’introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione, nel caso di bambini affetti da gravi patologie croniche che impediscono la frequenza di un asilo.

Bonus asilo nido: gli importi

In entrambi i casi, il bonus ammonta a un massimo di 1.000 all’anno e viene erogato a tutte le famiglie che ne hanno diritto, senza limiti di reddito. L’importo può essere ridotto se la retta annuale dell’asilo nido è inferiore a 1.000 euro. In quel caso, il bonus riconosciuto corrisponde all’importo pagato per iscrivere il bambino all’asilo nido.

Il contributo per l’asilo nido viene suddiviso in 11 rate mensili di massimo 90,91 euro ciascuna, mentre il contributo per le famiglie che scelgono il sostegno domiciliare è versato in un’unica soluzione.

Il tuo bambino sta per iniziare l’asilo nido e hai bisogno di cambiare il suo guardaroba? Dai un’occhiata ai prodotti preferiti dagli utenti Amazon per la prima infanzia:

Luana Galanti

Ho una laurea specialistica in Consulenza e direzione aziendale e, da sempre, un legame indissolubile con le parole scritte. Le mie due anime – quella creativa e quella pragmatica – si confondono nel mio lavoro di web writer e business writer freelance.

Commenti Facebook

2 Commenti

  1. Avatar
    Paola Bordignon luglio 19, 2017

    Buongiorno. Data La mia ignoranza rispetto al tema suindicato, desidererei conoscere dove lo Stato, o il settore competente, attinge per disporre del denaro sufficiente per erogare il bonus.
    Cordiali saluti
    Paola Bordignon

    Rispondi
  2. Avatar
    Marco luglio 19, 2017

    Ho due figli uno nel 2002 il piccolo nel 2008.
    Mai ricevuto bonus adesso io chiedo ma questi italiani che non avete aiutato possibile che non possano averlo anche loro un bonus .
    Anche tardivo va sempre bene grazie.

    Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*